Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Macrofotografia: Lenti addizionali Canon vs Marumi.

lenti addizionali Canon Marumi macrofotografia

Ho messo a confronto le due lenti addizionali macro migliori e più facilmente reperibili sul mercato, la Canon 500D e la Marumi DHG 330.  Le ho messe alla corda montandole su una focale da 300mm un po' estrema per lenti di quella potenza, come dichiarato dagli stessi costruttori.
Come si sono comportate? Ecco le mie impressioni d'uso.


 
Le lenti da quattro/cinque diottrie sono un po' troppo potenti per un uso su teleobiettivi, sono  infatti ottimizzate per focali da 50 a 90mm, le lenti da due-tre diottrie sono invece ottimizzate per focali da 100 a 200mm (con un po' di entusiasmo 300mm, almeno così afferma  Canon). Sono anche quelle che garantiscono una distanza maggiore, più utile per fotografare sul campo e per questo le ho provate.
 
La Canon 500D (due diottrie) e la Marumi DHG 330 (Tre diottrie) sono entrambe disponibili con diversi diametri filtri, fino a 77mm  (il prezzo cresce col diametro) ed entrambe si trovano su Amazon (la Canon è più cara).
Della Canon ho sempre sentito parlare molto bene e quando ne ho trovata una usata, mi sono affrettato a comprarla; della Marumi DHG330 ho potuto apprezzarme la resa, eccellente, sul Sigma 50mm ART, su formato APS-C grazie ad un gentile prestito da parte di Mauro Maratta
Gliela ho chiesta nuovamente per confrontarla con la Canon 500D su focali più impegnative, ossia sul Nikon 300mm f4 E PF, su corpo Fx.
 
La costruzione è ottima per entrambe, metallo e vetro, due oggetti impeccabili.
 
 
Distanze di messa a fuoco e rapporti di riproduzione.  Come ho scritto, la distanza massima tra soggetto e lente dipende dalle diottrie.
La distanza minima di ripresa ossia con l'obiettivo focheggiato alla minima distanza l'ho calcolata empiricamente con un righello quindi non è precisa al millimetro ma può dare ugualmente l'idea.
 
Immagine Allegata: distanze.jpg
 
La variazione di ingrandimento ottenibile tra la massima e la minima distanza di ripresa li ho riportati nella figura sotto, ricordo che il sensore è Fx.
 
Immagine Allegata: rr300.jpg
 
 
Cambiando focale cambiano gli ingrandimenti ottenibili (La scritta Nikon è lunga circa 5cm)
 
Immagine Allegata: 120mm.jpg
 
 




Test: Yes



5 Comments

Foto
danighost
mag 23 2017 09:23

Per curiosità hai usato il flash della macchina fotografica?

 

Sinceramente vedo il tutto un po' morbido, o forse sono io che ho un altro metro di nitidezza :) ... sarà che non mi hanno mai convinto le lenti addizionali e ho sempre preferito un tc 1,4x :) ;) ? ... Il bello della macro è anche questo, l'esserci varie tecniche per raggiungere il risultato :) ...

Foto
Leonardo Visentìn
mag 23 2017 10:41
Sono morbide se le guardi in anteprima senza aprirle, ma questo è sempre stato un problema della piattaforma web su cui si basa NL, quindi le foto vanno sempre aperte (a me, dallo smartphone, paiono nitide quanto basta).
Foto
danighost
mag 23 2017 14:41

Ovviamente le ho aperte ... 

Foto
Silvio Renesto
mag 23 2017 15:00

Ho usato il flash incorporato in alcune foto, ma non in tutte;  si vede bene come la scritta Nikon fatta con il 120mm (24-120 intendo)  e la Marumi abbia  la parte bassa scura, per l'ombra generata dal barilotto ma era solo per far vedere i rapporti di riproduzione.

 

Sulla nitidezza, per me sono abbastanza nitide alla massima distanza, si ammorbidiscono un po' alla minima distanza, ma molto dipende dall'obiettivo, come ho scritto 300mm è il limite.  Tieni anche presente che c'è un filtro low pass sulla fotocamera (assente sulla D7100) e non c'è postproduzione.

 

Immagine Allegata: dragob.jpg

 

Il curculionide e l'ape non erano nemmeno fermi ;).

 

Comunque anch'io uso preferibilmente  il TC14, che ha il vantaggio di non limitare le distanze di messa a fuoco, però la lente permette rapporti di riproduzione maggiori.

 

Se avessi un 180-200mm potrei ripetere il test con una foclae più consona :)

 

 

 

Foto
danighost
mag 23 2017 15:30

Ora si spiega e capisco ... della carrellata che ho visto, solo 2 le reputo ok, quella in cui confronti l'AF e il MF in live view, in quelle, la canon ha fatto un'ottimo lavoro, così come le 4 dove c'è appunto l'ombra del 24-120mm ... :) 

 

Per carità, sono leggibili e a fuoco, ma non perfettamente nitide, anche se quelle che citato lo sono, è qui che non capisco, ma forse ti sei spiegato ora ...

 

Sul filtro low pass, bò potrebbe essere, al momento non ho notato differenza tra la D3300 e la D7100, e se non erro la D3300 ha il filtro low pass ...

 

Io con il mio 300f4 che sai (alla minima distanza di maf), il tc 1,4x e il crop on camera 1,3x ho come campo inquadrato 24x36mm occhio e croce ... mm più mm meno ;) ... ovviamente devo lavorare il live view e su stativo :) ... ma sono a circa 1,2m ...

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi