Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Fujifilm X-E1 + Ai a Marettimo per Pasqua


:bigemo_harabe_net-143: JPG alla riscossa !!! :bigemo_harabe_net-143: 

Una vacanza Ai-Ai-Ai
nel senso degli obiettivi ad accompagnare la mia Fujifilm X-E1
Immagine Allegata: 000-2-0-12418000-1397892845.jpg
oltre al suo nativo 35/1,4 Fujinon XF-R, in borsa:
- un Nikkor-UD 20/3,5
- un Micro-Nikkor 55/3,5
- un Nikkor ED 180/2,8
- uno Zoom Nikkor 50-135/3,5 (il piu' giovane del lotto, con soli 32 anni sulle ghiere...)
e due adattatori Nikon F / Fuji XF da 15 euro l'uno
 
Il tutto senza fini dimostrativi, ma col chiaro intento di accompagnare Pasqua e Pasquetta fotografiche all'insegna del JPG nativo (on camera) liberi dalla schiavitu' del passaggio obbligato allo sviluppo del file RAW in camera chiara:
 
Immagine Allegata: 016  20042014- _XE13131 Max Aquila photo.JPG
che e' poi il normale utilizzo che di una fotocamera da snapshot faccia il 99% della gente che parte in vacanza, portandosi appresso la macchina fotografica digitale.
 
Immagine Allegata: 018  20042014- _XE13140 Max Aquila photo.JPG
La premessa e' che non voglio decantare i pregi del formato piuttosto che quelli degli obiettivi in questione: porto questi invece degli AF non solo perche' non avrei comunque trasmissione elettrica dei dati, ma semplicemente per non rischiare gli obiettivi "da lavoro" ed anche per far prendere aria a lenti che hanno detta la loro da quarant'anni in qua, ma che le leggende metropolitane sul digitale della prima generazione dichiaravano essere inutilizzabili, inadatte, del tutto inadeguate alla nuova teknologia.
 
E non e' per nulla cosi': la differenza la fanno oggi hardware e software digitale del sensore in uso.
Immagine Allegata: 013  19042014- _XE13096 Max Aquila photo.JPG




Test: Yes



8 Comments

Foto
Bernardo Gattabrìa
apr 23 2014 15:12
Si fotografa a tema con uno scopo ben preciso e il mezzo sarà determinato da cio' che vogliamo, ma si fotografa anche per avere dei ricordi di un viaggio e da questo punto d vista queste mirrorless compatte svolgono alla perfezione il loro compito.
Foto
danighost
apr 23 2014 18:11

Lunga vita al jpeg ...

Foto
Bruno Mora
apr 23 2014 19:00

Prima di tutto, grazie per aver condiviso questo spaccato di un'isoletta che forse non avrò mai tempo di vedere, o chissà.

Ma, come ti trovi a gestire 4 ottiche, soprattutto il 180 mm come risulta appiccicato alla piccoletta?

Io ho sempre guardato molto poco finora, al mondo ml, perchè come taccuino per gli appunti, volendo considerarlo dal punto di vista di pesi-ingombri, trovo che la D7100 possa servire più che egregiamente allo scopo.

Poi, a volte guardo le mie ottiche Zuiko e le Carl Zeiss, che stanno lì a languire, a meno di non tirare fuori le rispettive reflex a pellicola di sistema e allora penso che una Sony a7 ci starebbe bene. E infine penso che altre spese mi attendono...aspettare che il sistema maturi? E perdere l'opportunità di divertirsi scattando col 21 f/3.5 Zuiko? Ma sono andato ot.

Grazie per il racconto e le immagini.

Foto
Max Aquila
apr 23 2014 19:45

Prima di tutto, grazie per aver condiviso questo spaccato di un'isoletta che forse non avrò mai tempo di vedere, o chissà.

Ma, come ti trovi a gestire 4 ottiche, soprattutto il 180 mm come risulta appiccicato alla piccoletta?

Io ho sempre guardato molto poco finora, al mondo ml, perchè come taccuino per gli appunti, volendo considerarlo dal punto di vista di pesi-ingombri, trovo che la D7100 possa servire più che egregiamente allo scopo.

Poi, a volte guardo le mie ottiche Zuiko e le Carl Zeiss, che stanno lì a languire, a meno di non tirare fuori le rispettive reflex a pellicola di sistema e allora penso che una Sony a7 ci starebbe bene. E infine penso che altre spese mi attendono...aspettare che il sistema maturi? E perdere l'opportunità di divertirsi scattando col 21 f/3.5 Zuiko? Ma sono andato ot.

Grazie per il racconto e le immagini.

Grazie a te per la gentilezza, Bruno.

In questa occasione ho proprio esagerato portando quattro ottiche appresso alla EX1F  :tip_help: , anzi 5 considerando il suo 35/1,4

Avrei potuto condensare 50-135 e 180 nel 70-200/4 Serie E di cui ho parlato in quell'altra discussione, ma volevo sperimentare proprio il 180/2.8 ED di cui mi chiedi:

alcune foto le ho gia' messe su, ne carico altre analoghe qui

Immagine Allegata: 001  19042014- _XE13090 Max Aquila photo.JPG Immagine Allegata: 001  19042014- _XE13097 Max Aquila photo.JPG Immagine Allegata: 001  21042014- _XE13331 Max Aquila photo.JPG

e ti rispondo che ovviamente un pietrone da quasi un chilo di peso non agevola certo la maneggevolezza del sistema, ma il problema maggiore risiede nella ricerca della corretta messa a fuoco :

come sottolineato nelle conclusioni dell'articolo metto tra i CONTRO appunto il focus peaking, sistema ingegnoso tanto quanto romantico...

chiunque maneggi un teleobiettivo, anche moderato come il 180mm sa che a causa di peso ed ingombro basta un respiro a mezza narice a cambiare il fuoco corretto rispetto il soggetto su cui si e' appena misurato.

Un respiro del fotografo, prima ancora che del soggetto!

Il focus peaking, del tutto inattendibile come evidenziato con i grandangoli piu' spinti, con un tele del genere ti da certamente un'indicazione precisa, a patto che resti di pietra fino al momento di scattare = inattendibile!!!

 

Quello che faceva il fotografo che focheggiava a mano era una serie di microaggiustamenti in continua fino al momento dello scatto, per compensare i movimenti del soggetto, tanto quanto i suoi, rispetto il soggetto.

 

Nel tempo che schiacci il pulsante di scatto a meta' corsa per tornare dalla visione in peaking a quella normale...peggio, se devi rifare l'inquadratura perche' col focus peaking hai messo al centro una parte del soggetto che poi non sara' esattamente in quel punto dell'inquadratura definitiva...hai gia' perso il fuoco!

 

Il problema sta nel fatto che questo mirino elettronico che porta tanti benefici, elimina invece un pregio del mirino ottico che era quello della simulazione a TA della luminosita' del soggetto inquadrato: fatto che rendeva meccanico il processo e conseguentemente complesso e lento, per arrivare alla chiusura reale ed allo scatto: ma che consentiva al cervello del fotografo di concentrarsi sulla messa a fuoco manuale.

 

Quindi...con ottiche AF ben venga il mondo mirrorless a rendere tutto piu' leggero, compatto ED ECONOMICO!!!

Con ottiche MF diventa tutto piu' arduo e ...sportivo: si torna al concetto che dici di taccuino di viaggio: ma deve essere un taccuino piu' conveniente per prestazioni e prezzo della tua D7100...altrimenti siamo dei fessi! O degli sperimentatori arditi... :bigemo_harabe_net-03: che si divertono con Zeiss, Nikkor, Leica e Baygon varii

Foto
Aldo Del Favero
apr 23 2014 20:13

Ma non sono un pò scurette in generale e qualcuna un pò troppo satura? Così come escono dalla macchina senza PP mi sembrano un pò innaturali, l'esposimetro per non bruciare le alte luci sottoespone troppo il resto del fotogramma... cioè senza RAW e PP con il JPG e i preset della macchina si ottengono immagini ben lontane dall'essere conformi alla realtà... non so, ma a prescindere dal lato compositivo, che è un'altro discorso,  sviluppate così non mi piacciono...

Foto
Max Aquila
apr 23 2014 20:41

infatti e' soggettivo..

Il jpg utilizzato e' quello Velvia style...

non so se tu abbia mai usato pellicole diapositive Fujichrome Velvia...se si, allora puoi comprendere il perche' della scelta.

 

Ma l'avevo spiegato in prima seconda pagina...

Foto
Aldo Del Favero
apr 23 2014 20:52

Ah infatti... scusa, ma me l'ero perso... però il Velvia style non mi piace proprio, anche alla luce dei progressi fatti con il digitale come latitudine di posa...

Foto
Bruno Mora
mag 01 2014 18:56

Grazie a te per la gentilezza, Bruno.

In questa occasione ho proprio esagerato portando quattro ottiche appresso alla EX1F  :tip_help: , anzi 5 considerando il suo 35/1,4



 

Nel tempo che schiacci il pulsante di scatto a meta' corsa per tornare dalla visione in peaking a quella normale...peggio, se devi rifare l'inquadratura perche' col focus peaking hai messo al centro una parte del soggetto che poi non sara' esattamente in quel punto dell'inquadratura definitiva...hai gia' perso il fuoco!

 

Il problema sta nel fatto che questo mirino elettronico che porta tanti benefici, elimina invece un pregio del mirino ottico che era quello della simulazione a TA della luminosita' del soggetto inquadrato: fatto che rendeva meccanico il processo e conseguentemente complesso e lento, per arrivare alla chiusura reale ed allo scatto: ma che consentiva al cervello del fotografo di concentrarsi sulla messa a fuoco manuale.

 

Quindi...con ottiche AF ben venga il mondo mirrorless a rendere tutto piu' leggero, compatto ED ECONOMICO!!!

Con ottiche MF diventa tutto piu' arduo e ...sportivo: si torna al concetto che dici di taccuino di viaggio: ma deve essere un taccuino piu' conveniente per prestazioni e prezzo della tua D7100...altrimenti siamo dei fessi! O degli sperimentatori arditi... :bigemo_harabe_net-03: che si divertono con Zeiss, Nikkor, Leica e Baygon varii

 

Spiegazione esaustiva, grazie.

Immaginavo non fosse facile mettere a fuoco col 180...

Al momento non affiancherò un sistema mirrorless a cosa possiedo, vedo ancora troppa tecnologia ai suoi primi vagiti.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi