Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Ricetta estiva per ritratti in Bianco e Nero

Ritratto Bianco e Nero Lightroom

Con questo caldo niente di meglio di una ricetta fresca per i nostri ritratti in Bianco e Nero.
Niente di impegnativo come salse francesi ipercaloriche o lunghi procedimenti in Photoshop.
 
Ingredienti:
* 1 filetto crudo...cioè un file RAW di buona qualità, ottenibile dalla vostra fotocamera
* 1 licenza d'uso di Lightroom
 
Il gusto di Spinoza:
Naturalmente è personale, come per tutti.
Mi piacciono le salse leggere, i ritratti con la pelle chiara chiara e le lavorazioni in teglia fatte in modo da mantenere i sapori originali.
Tecnicamente il piatto deve essere perfetto. Non ci devono essere aberrazioni cromatiche, bordi da sharpening, grana sgradevole.
La lavorazione può essere complessa ma il risultato deve essere leggero e leggiadro, non deve apparire lo sforzo che l'ha prodotto.
Nel BN prediligo ampie zone scure e chiare. Le testure fitte con gradienti netti non sono ingredienti che prediligo, bensì i gradienti lunghi e le alternanze geometriche se disponibili.
 
Disclaimer:
Lo scopo di questa lavorazione non sarà assolutamente quello di ottenere la tipica immagine di tipo "beauty", da pubblicare su Vogue, ossia la pesante salsa francese. Noi vogliamo qui ottenere un'immagine di tipo Fine-Art che non elimini eventuali difetti della modella come per esempio una leggera asimmetria, o il naso che potrebbe essere più fino o le labbra non perfette sul lato destro in basso. Questi "difetti" creano la personalità di un volto già bellissimo. Il brufolino sul mento invece lo toglieremo tranquillamente.
 
Per questo articolo mi sono procurato un filetto RAW dal mio macellaio di fiducia e cioè Mauro che ha sempre un ottimo assortimento.
In questo caso gli ho chiesto una bella testina.
 
Appena arrivato a casa ho aperto il file RAW su Lightroom e l'immagine che ho ottenuto è la seguente, ossia il nostro punto di partenza:
 
Immagine Allegata: Raw Color.JPG
 
Sinceramente quando l'ho vista l'ho trovata già così "pronta" che ho pensato contenesse già un primo passaggio in padella di Mauro. Invece come vedete è tutto a zero e il profilo scelto è quello Standard di Adobe che secondo me in questo caso crea un ottimo punto di partenza mantenendo il volume del viso, mentre il profilo "Portrait" lo appiattisce in modo sgradevole. Quindi l'immagine è già bellissima così. Sicuramente merito della modella e di Mauro che si vede che non è l'ultimo degli sprovveduti (oddio, adesso mi licenzia!).
 







18 Comments

Foto
Gabriele Castelli
ago 03 2015 20:22

Qui ci vuole un vino di quelli corposi e vellutati, che sorseggi mentre ti perdi negli occhi di questo ritratto. Uno Sfursàt di quelli che ti prendono e ti portano via.

 

Diciamo che fino a un certo punto la ricetta è uguale a quella che uso di solito, ma qui siamo davanti ad un livello da stelle Michelin, mentre io vado bene per la festa in piazza con gli Alpini :D

Mi mancano totalmente le correzioni locali col pennello, ed è ora di rimediare.

 

Grazie mille per il tutorial, mi serviva proprio.

Foto
Aldo Del Favero
ago 03 2015 22:06

Quella del contagocce campionatore non la sapevo :( accidenti, mai cliccato sopra  (io li a spostare cursori avanti e indietro) e mi sembra uno strumento molto utile anche nel colore... si impara sempre qualcosa e Spinoza visto il suo lavoro, ne sa una più del diavolo :)

Foto
Massimo Vignoli
ago 03 2015 22:38
Grazie, molto chiaro e ispirante. Non solo mi hai insegnato diverse cose interassanti, ma mi hai anche fatto venire voglia di fare qualche ritratto. Quest'inverno ci devo riprovare!
Foto
Mauro Maratta
ago 04 2015 08:05

Grazie, molto chiaro e ispirante. Non solo mi hai insegnato diverse cose interassanti, ma mi hai anche fatto venire voglia di fare qualche ritratto. Quest'inverno ci devo riprovare!

 

Però Massimo, ogni ricetta parte invariabilmente dagli ingredienti base.

Una persona da ritrarre ci vorrà comunque, là in mezzo ad un certo punto.

E tu dovrai essere li davanti e non imboscato in tenuta mimetica  ;)

 

Michele mi ha fatto un grande onore scegliendo quella foto.

Ma ha anche sottolineato come la base sia già di suo "pronta" da cuocere.

Per quelle cose ci vuole il fotografo non il cuoco  :)

Chiaro ed esauriente come sempre. ;)

 

Immagino che non utilizzare i preset come "Attenua incarnato", "Miglioramento iride", ecc., non sia per una loro presunta mancanza di efficacia ma per ottenere un effetto più mirato sull'immagine in sviluppo. E' così?

Si possono usare anche i preset dei trattamenti locali di LR come dici tu, ma spesso sono troppo intensi e vanno ridotti.

Per  esempio sulla pelle ho usato Clarity negativo + sharpening che è esattamente il preset di LR, ma invece di -100 e +50 (cito a memoria) ho usato -40 e + 20 rispettivamente.

Stessa cosa per lo sbiancamento dei denti: il preset indica la via, ma poi va dosato e quasi sempre ridotto.

E così via. Quindi vale la pena studiarseli per vedere come sono fatti e poi adattarli alle proprie necessità.

giuro.. sono scioccato, siete.. non dico bravissimi, perché sarebbe riduttivo.. ma e di più.. le vostre ricette sono strepitose, in primis quella del Michele.. ma anche gli altri due non scherzano di certo..

non mi sono mai cimentato in queste cose, e di certo non lo farò ora.. ma.. vedervi al lavoro.. è bello ecco..

grazie
Foto
Massimo Vignoli
ago 04 2015 20:51

 

Però Massimo, ogni ricetta parte invariabilmente dagli ingredienti base.

Una persona da ritrarre ci vorrà comunque, là in mezzo ad un certo punto.

E tu dovrai essere li davanti e non imboscato in tenuta mimetica  ;)

 

Apposta parlo di inverno: agosto in famiglia e l'autunno lo dedicherò agli ungulati (cervi->camosci->stambecchi; da settembre a dicembre :)  :)  :)  :)  :) )!

Soprattuto voglio tornare in montagna cosa che per me ha un significato molto speciale, infatti ho un appuntamento con me stesso il 7 ottobre in un angolino ben in alto del Gran Paradiso. Appuntamento che spero proprio il destino non riesca a farmi mancare.

 

Conto moltissimo di tornare a sperimentare questo genere, che mi intriga sia ricordando l'emozione di quel giorno a Rescaldina sia vedendo quel che riuscite a realizzare! Ovviamente per farlo spero nel tuo aiuto, quello di Ross e dei nikonlander esperti. 

Foto
happygiraffe
ago 08 2015 14:26

Grazie mille, Michele. Molto interessante. 

Sto facendo varie prove di conversione in bn su ritratto e sto imparando diverse cose dal tuo articolo e da quello di andre_.

Sto anche provando a usare LR. cosa che non avevo mai fatto prima. :)

Foto
robertoelle
ago 08 2015 16:13

Grazie Michele, ottima spiegazione e ottimo risultato.

 

In questo momento prevalgono in me sensazioni:

 

La prima è la soddisfazione con un pizzico di stupore perchè la tua gustosa ricetta utilizza esattamenete gli stessi ingredienti che io utilizzo in Camera Raw di PS (mi spiace ma LR non finisce mai di starmi antipatico)

 

La seconda sensazione è di sconforto perchè l'armonia generale del piatto richiede anche un grande equilibrio e occhio artistico dello chef. A volte mi sembra di essere molto distante da questo traguardo.

Giusto commento, Roberto su ACR vs LR. Se uno si trova meglio con ACR (Adobe Camera Raw) , va benissimo: si tratta esattamente degli stessi comandi e algoritmi, ma la GUI è diversa, per cui non c'è nessuna limitazione a usare ACR invece di LR se si vuole fare così.

Quanto all'equilibrio generale, penso che dipenda dal gusto di base e dall'esperienza accumulata. Sul gusto di base non mi sembra che ti manchi nulla Roberto, quanto alla pratica viene col tempo. Ciao

Delle foto inviate per l'elaborazione in bianco/nero da parte dei maestri si sa più niente?

Foto
mircodemo
ott 14 2015 08:17

Ciao Spinoza, quando ho letto <<la tipica immagine di tipo "beauty", da pubblicare su Vogue, ossia la pesante salsa francese>> mi sono rotolato per terra dal ridere ahahHahAHAH grandissimo !!!

 

Complimenti per il tutorial potresti farne un video, pensaci!!

 

Una domanda, molte volte per andare ad enfatizzare lo sguardo uso dei pennelli localizzati sugli occhi. In particolare:

un po di contrasto sulla pupilla e il contorno dell'iride

un minimo di esposizione positiva all'interno dell'iride

un minimo di desaturazione e clarity negativa nella sclera (la parte bianca)

 

Tu lo fai mai?

Valter: hai ragione, devo rimettermi alla pari ASAP

Mirco: grazie per la salsa francese :) . Per gli occhi a volte schiarisco e uso un po' di Clarity, ma senza il dettaglio che citi tu, probabilmente ne sai più di me su questo aspetto. Sui bambini la sclera (non sapevo si chiamasse così) è azzurrina e sta bene così. Man mano che si invecchia, diventa giallina e fai bene a desaturarla.

Foto
mircodemo
ott 14 2015 11:33

Spinoza, aiuta anche per le venature rosse de-saturare un po' la sclera, così anche se non si vuole rimuoverle danno meno fastidio...

Delle foto inviate per l'elaborazione in bianco/nero da parte dei maestri si sa più niente?

Sorry, arrivano... 

Quando spengo il computer non ho piú testa, ma poi passa .:) 

a_
 

Spinoza, aiuta anche per le venature rosse de-saturare un po' la sclera, così anche se non si vuole rimuoverle danno meno fastidio...

Attenzione che parliamo di B&N dove è tutto desaturato, non stiamo parlando del Colore. Caso mai ci starebbe una riduzione della luminosità selettiva per colori, ma via maschera non è ancora possibile su LR/ACR.

In secondo luogo attenzione a non cadere di nuovo nella trappola della salsa pesante francese: la mia era una ricetta leggera e "organica" che non prevede manipolazioni intense, ma punta a mantenere l'immagine originale.

Sorry, arrivano... 

Quando spengo il computer non ho piú testa, ma poi passa . :)

a_
 

Tranquilli non c'è fretta era solo per tenere vivo l'argomento

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi