Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Digiscoping: introduzione

digiscoping primalucelab

Il digiscoping è una tecnica fotografica che consente di effettuare fotografie di oggetti molto distanti, con un ingrandimento anche superiore rispetto ai più potenti teleobiettivi fotografici. Il digiscoping si effettua utilizzando il cannocchiale come un potentissimo obiettivo fotografico. Questo, tramite appositi adattatori, viene collegato alle camere digitali che registrano l'immagine o i video. Questa tecnica si può usare per diverse applicazioni: bird watching, monitoraggio ambientale, protezione degli animali, viaggi, arti, militari, polizia, ecc.
 


 Immagine Allegata: Digiscoping_introduzione_1.jpg
 Digiscoping, introduzione: gli elementi di un sistema per digiscoping
 

I vantaggi del digiscoping rispetto agli obiettivi fotografici
- Ingrandimento: potete riprendere fotografie o video di oggetti molto distanti, con un ingrandimento maggiore rispetto a quello solitamente ottenibile da un obiettivo fotografico. Ad esempio potete ottenere ingrandimenti equivalenti a quelli di un teleobiettivo da 1000mm, 2000mm o anche 3000mm di focale. In questo modo potete riprendere oggetti a cui è difficile avvicinarsi (ad esempio qualche timido animale).
- Peso: il peso totale di un sistema per digiscoping è solitamente inferiore rispetto a quello di un teleobiettivo a lunga focale. In questo modo potete spostarvi sul campo con maggiore facilità.
- Costo: il costo totale di uno strumento per digiscoping è decisamente inferiore rispetto a quello di un teleobiettivo fotografico ad elevato ingrandimento (ad esempio da 600mm o 800mm di focale). Molto spesso il sistema per digiscoping costa meno della metà.
- Più funzioni in una: il sistema per digiscoping può essere usato non solo per la fotografia ma anche per l'osservazione. Sostituite la fotocamera con un oculare per vedere l'immagine ad un ingrandimento decisamente superiore rispetto a quello normalmente generato da un binocolo.
 
Gli svantaggi del digiscoping rispetto agli obiettivi fotografici
 
- Messa a fuoco manuale: i sistemi per digiscoping non hanno l'autofocus (come gli obiettivi fotografici) quindi la messa a fuoco viene effettuata manualmente. Questo rende la fotografia più difficile da eseguire rispetto a quella effettuata con un teleobiettivo fotografico.
- Maggiore difficoltà di inquadratura ed inseguimento: a causa dell'elevato ingrandimento tipico dei sistemi per digiscoping, inquadrare ed inseguire oggetti in movimento risulta più complicato rispetto agli obiettivi fotografici. Quest'ultimi infatti hanno un ingrandimento minore e quindi inquadrano un campo maggiore.
- Nessun diaframma: un cannocchiale usato in digiscoping non dispone di diaframma quindi non potete utilizzare questa caratteristica per regolare la profondità di campo come nei teleobiettivi fotografici.







 Immagine Allegata: Digiscoping_introduzione_2.jpg
Digiscoping, introduzione: ingrandimenti con obiettivo 35mm su sensore Nikon DX (per simulare lo stesso ingrandimento dell'occhio umano), 500mm su sensore Nikon DX (corrispondente a 750mm con sensore FullFrame) e 1750mm su sensore Nikon DX (corrispondente a 2625mm con sensore FullFrame). Immagini registrare con cannocchiale Nikon EDG85 con camera Nikon D7200.

 
Il confronto, digiscoping contro obiettivo fotografico:


 
Immagine Allegata: Digiscoping_introduzione_3.jpg
Digiscoping, introduzione: confronto tra sistema per digiscoping e teleobiettivo fotografico

 
Esempio di applicazione, fotografia e video naturalistico.
Questo video è stato registrato il giorno 01 giugno 2015 presso la "Riserva naturale della foce dell'Isonzo", Isola della Cona. E' stato utilizzato il cannocchiale Nikon EDG85-A VR stabilizzato, collegato alla camera Nikon D5500 con adattatore per digiscoping FSA-L2.
 
link a youtube
 


6 Comments

Foto
Silvio Renesto
lug 21 2015 16:18

E' un argomento interessantissimo, anche se l'ho realmente praticato una sola volta, mi ha sempre incuriosito e sono lieto di leggere impressioni di prima mano.

Belal questa introduzione, molto lineare e chiara.

Suggerirei a questo proposito di pensare se sia meglio sviluppare maggiormente l'articolo approfondendo un po' i singoli argomenti o, se questa è un'introduzione a articoli futuri accodando gli sviluppi previsti in un articolo o più articoli più corposi.

Se serve una mano "redazionale", volentieri (dopo le vacanze :) )

Foto
Mauro Maratta
lug 22 2015 07:16

Filippo ha promesso approfondimenti nella direzione che potrebbe interessare i lettori di Nikonland.

 

Restiamo sintonizzati, per intanto grazie di questa prima interessante panoramica sul digiscoping Nikon-oriented ;)

Interessante e, per me, nuovo.

 

Sarebbe utile avere qualche descrizione più precisa sui materiali (varietà, prestazioni, teste, prezzi) e sulle modalità di ripresa per illustrare meglio il genere a chi è curioso di saperne di più e a chi volesse dedicarvisi. ;)

Anch'io sarei molto interessato al proseguimento di questo articolo. 

Filippo Bradaschia
lug 22 2015 16:37

Grazie a tutti, stiamo raccogliendo altro materiale, nei prossimi giorni pubblicheremo approfondimenti a riguardo.

 

In particolare sto preparando un articolo su come si collegano i diversi tipi di camere (reflex, mirrorless con obiettivi intercambiabili) o compatta (con obiettivo fisso) ai cannocchiali con le diverse tecniche di digiscoping (proiezione, afocale). Vedremo così come la qualità d'immagine, mantenendo lo stesso cannocchiale, varia in funzione del tipo di camera usata.

Foto
Silvio Renesto
lug 22 2015 20:16

Ottimo!

:)

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi