Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Sigma 10-20mm f/3,5 EX DC: what else?

Sigma EX Sigma art Sigma for Nikon widezoom

:wacko: ..vorrei, ma non posso...
si, ecco ora posso... :) 

Immagine Allegata: 0062 _D5K3268  40 mm 1-250 sec a f - 13  Max Aquila photo (C).JPG

 
Ne abbiamo usati di superwide zoom fin dall'inizio dell'avventura in digitale, quando i sensori erano soltanto APS-C e sperare di ritrovare gli angoli di campo di un 15 o di un 20mm su pellicola era un lontano miraggio.
Usati, metabolizzati e, quasi tutti, rivenduti. A causa dell'impossibilita' progettuale di tenere nitidi anche i bordi come il centro immagine .
Ma sono passati ben piu' di dieci anni da allora ed ecco che, accanto al ritrovato formato FX (che ci ha pero' costretto a buttar via negli ultimi tempi anche obiettivi fissi che pensavamo inalienabili, a causa dell'elevatissima qualita' delle terze generazioni di sensori) torniamo a dilettarci con l'allora odiato formato DX, complice l'abbinamento di tele e telezoom di rinnovata qualita'.
 
Spesso nel forum nuovamente viene posta la fatidica domanda: quale zoom wide (escludendo quindi i trans-standard) di prezzo abbordabile ma di buona qualita' complessiva?
 
Nella ricerca di una soluzione dignitosa al quesito, recentemente abbiamo di istinto consigliato l'acquisto, ad un paio di amici, del Sigma 10-20mm f/3,5 EX DC HSM che al range di focali apparentemente limitato, ma in effetti completissimo, equivalendo su FX ad un 15-30mm e comprendendo in un sol colpo angoli di campo complessi e diversissimi come quelli relativi ai 15-18-20-24-28mm e tutti gli altri che stanno in quel mezzo.
 

 
 
 

Immagine Allegata: 0063 _D5K3274  105 mm 1-250 sec a f - 18  Max Aquila photo (C).JPG

 
Dopo che lo hanno acquistato, glielo abbiamo chiesto in prestito e cosi', nella migliore tradizione del "friend's test", Roby Casetta ci ha messo a disposizione il suo esemplare, pagato attorno a 400 euro, per consentirci di effettuare una discreta quantita' di scatti per poterne parlare un po' piu' concretamente, Nikonland style according  :P
 
Si tratta di uno zoom DC (APS-C per Sigma) della vecchia serie PRO, quella denominata EX Immagine Allegata: 0077 _D5K3335  105 mm 1-250 sec a f - 18  Max Aquila photo (C).JPG
caratterizzata dal filetto dorato intorno alla parte anteriore del barilotto.
 

 
 
 

 
Immagine Allegata: 0066 _D5K3280  105 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG

 
La sua presentazione e commercializzazione risale al 2009 e sostituisce il precedente esemplare, molto meno luminoso (f/4-5,6) con un diaframma fisso a tutte le focali f/3,5 molto promettente. Immagine Allegata: 0064 _D5K3275  105 mm 1-250 sec a f - 18  Max Aquila photo (C).JPG
 
Ghiere di messa a fuoco e di regolazione focale separate, paraluce a petalo compatto, ma efficiente, come avremo modo di vedere in seguito
Immagine Allegata: 0070 _D5K3291  105 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG Immagine Allegata: 0071 _D5K3295  105 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG
 
Immagine Allegata: 202-lens-construction.gif Dotato di uno schema ottico di 13 lenti in 10 gruppi,
quattro delle quali asferiche e tre a bassa/bassissima dispersione, misura LxH 87,3 x 88,2mm e ha un diametro filtri da 82mm
 
Non e' quindi un obiettivo compatto, come si puo' ben vedere dall'accostamento al suo piu' giovane parente, quel Sigma Art 20mm f/1,4 del quale e' poco piu' basso,Immagine Allegata: 0075 _D5K3317  40 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG
ma sicuramente pesante la meta', :bigemo_harabe_net-92:  raggiungendo senza tappi e paraluce a petalo i 520 grammi appena (rispetto i 950 del mio Art)
 
Lente frontale sufficientemente incassata (e protetta) Immagine Allegata: 0067 _D5K3282  105 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG
 
baionetta di montaggio in acciaio (a dimostrazione della classe di appartenenza) Immagine Allegata: 0069 _D5K3288  105 mm 1-250 sec a f - 14  Max Aquila photo (C).JPG
 
orgogliosamente Made in Japan Immagine Allegata: 0068 _D5K3284  105 mm 1-250 sec a f - 18  Max Aquila photo (C).JPG ... anche oggi !
 
 
 
 
Esteticamente ben proporzionato, da qualsiasi punto lo si osservi, Immagine Allegata: 0074 _D5K3315  105 mm 1-250 sec a f - 22  Max Aquila photo (C).JPG
 
 
dotato di selettore AF/MF Immagine Allegata: 0073 _D5K3310  105 mm 1-250 sec a f - 22  Max Aquila photo (C).JPG
non di OS, che per l'epoca progettuale non era mai preso in considerazione su alcun obiettivo sotto i mediotele almeno.
 
Un difetto evidente fin da subito?
 
Secondo me, Sigma le ghiere di messa a fuoco manuale le tira in aria e aspetta che ricadano sull'obiettivo per stabilire dove collocarle.... :marameo: 
anche qui, l'interferenza col bordo del paraluce non e' che aiuti a volerla considerare comoda... Immagine Allegata: 0072 _D5K3301  40 mm 1-250 sec a f - 16  Max Aquila photo (C).JPG
 
 




Test: Yes



18 Comments

Bell'articolo Max! Ben fatto. Piacevolissimo da leggere. Attualmente non ho più macchine dx, ma ricordo bene il 12-24 F4 ( ben più costoso di questo Sigma), e mi sembra, così a spanne, che alla minima focale fosse un po' più distorto di questo e avesse più vignettatura a f4. Forse il pregio maggiore che ha il Nikkor sono i colori ben contrastati, ma anche questo sigma non scherza affatto. Peccato io l'abbia venduto, altrimenti te l'avrei spedito ed avresti potuto fare un confronto "alla Nikonland". Ciao.
Foto
Max Aquila
ott 11 2016 01:12

Bell'articolo Max! Ben fatto. Piacevolissimo da leggere. Attualmente non ho più macchine dx, ma ricordo bene il 12-24 F4 ( ben più costoso di questo Sigma), e mi sembra, così a spanne, che alla minima focale fosse un po' più distorto di questo e avesse più vignettatura a f4. Forse il pregio maggiore che ha il Nikkor sono i colori ben contrastati, ma anche questo sigma non scherza affatto. Peccato io l'abbia venduto, altrimenti te l'avrei spedito ed avresti potuto fare un confronto "alla Nikonland". Ciao.

grazie Manu del pensiero gentile...

 

Avrei con piacere paragonato i due zoom, il Nikon e' stato a lungo (D70/200) uno dei miei desiderata, poi non piu'...

 

Colgo l'occasione per precisare che i file NEF (profilo FL-uniforme) di questo test sono stati sviluppati su LR6 solo per trasformarli in jpg.

Nessuna postproduzione ovviamente su contrasto, cromia e clarity.  Qualche piccola variazione di esposizione, entro i limiti di due terzi di stop.

 

Quindi ampiamente gestibili.

 

Ma uno dei pregi che ho apprezzato di questo Sigma, e' stata appunto la sua capacita' di adattamento alla  luce disponibile:

tenue con luce tenue, piu' aggressivo con luce contrastata, neutrale in luce flash.

 

Un buon risultato

Bello questo test.. mi fai venir la voglia (insana lo ammetto, di comperarlo..  ) ma chissà forse un giorno..

 

Max.. meglio non credo tu potessi fare, eppoi.. il 12-24 nikkor lo ho avuto per una vita.. acquistato appena uscito dal Nicola Chimenti, e rivenduto nel 2013 mi pare a Newold Camera.. quindi forse parlo con cognizione di causa, tra i due il nikkor ed qusto sigma, se fai un confronto globale.. il primo non ne esce poi bene..anche a colpa dei suoi mille euro o giù di lì.. e l'unica cosa con cui ci sto litiogando, ma passerà.. è la MF che è rovescia ed ancora non mi sono abituato..  invece ho fatto degli scatti ad un maggiolino su uno stelo, esattamente con il 10-20, non mi sembravano poi così male..  le metteremo.

 

Un'altra tra le tante, che ti invidio.. le olive, il grappoli d'uva, i cachi..  e qui mi fermo..

Foto
Silvio Renesto
ott 11 2016 15:29

Interessante, completo e molto simpatico il tuo test.

Non uso molto i supergrandangoli, ma ogni tanto sento la mancanza di qualcosa di più largo dei 16mm... se restassi dove sono, cioè Nikon Dx, lo potrei prendere in considerazione.

Foto
Max Aquila
ott 11 2016 15:42

Interessante, completo e molto simpatico il tuo test.
Non uso molto i supergrandangoli, ma ogni tanto sento la mancanza di qualcosa di più largo dei 16mm... se restassi dove sono, cioè Nikon Dx, lo potrei prendere in considerazione.

Il 16 in dx per me è sempre stato stretto...specie se zoom e quindi ingombrante, pesante e costoso.

Sono certo che anche il Tamron 11-16 possa dire la sua. Mi piacerebbe provare anche quello.

no....     quello no...   dai, è assurdo.. uno zoom con rapporto 1:1,5  che roba è? ho avuto modo di fare tre scatti tre, dal Wata..   e subito lasciato al venditore..  magari è pure uno spettacolo, può essere ma con un rapporto del genere mi interessa pochino.. 

 

chiaro, a mio giudizio.  ( era il Tok e non il tamaron  )

Foto
Bernardo Gattabrìa
ott 11 2016 17:06

Non ha l'attacco per fuji, altrimenti sarebbe un' alternativa al 10-24 F4. Forse questo sigma è meno compatto del Fuji, ma non è detto che non possa poi uscire una versione ART, che preveda anche un attacco non solo per nikon e canon 

Foto
Max Aquila
ott 11 2016 23:45

Non ha l'attacco per fuji, altrimenti sarebbe un' alternativa al 10-24 F4. Forse questo sigma è meno compatto del Fuji, ma non è detto che non possa poi uscire una versione ART, che preveda anche un attacco non solo per nikon e canon 

la riducessero a f/4... ma con un diaframma meno a...katana...

Foto
Paolo Iacopini
ott 13 2016 20:54

Ho il fratello maggiore : l'8-16 della Sigma. Prima di acquistarlo ho studiato tutti i grandangoli estremi per APS-c e devo dire che il Sigma 10/20 risultava di valore medio senza grosse pecche ne virtù. Secondo me meglio il Tokina 11/20 che è molto luminoso (pensiamo alle foto al cielo) oppure appunto il Sigma 8/16 (12/24 equivalente) che è l'unico a regalare inquadrature veramente uniche e particolari. Il 90% delle foto che faccio con questo obiettivo sono a 8 mm, e nei grandangoli i mm contano e parecchio.

Foto
Max Aquila
ott 13 2016 21:53

Ho il fratello maggiore : l'8-16 della Sigma. Prima di acquistarlo ho studiato tutti i grandangoli estremi per APS-c e devo dire che il Sigma 10/20 risultava di valore medio senza grosse pecche ne virtù. Secondo me meglio il Tokina 11/20 che è molto luminoso (pensiamo alle foto al cielo) oppure appunto il Sigma 8/16 (12/24 equivalente) che è l'unico a regalare inquadrature veramente uniche e particolari. Il 90% delle foto che faccio con questo obiettivo sono a 8 mm, e nei grandangoli i mm contano e parecchio.

beh...

 

metti insieme un po' di foto realizzate con il tuo zoom e faccele vede'...faccele tocca'...  :bigemo_harabe_net-143:

Foto
Dario Fava
ott 14 2016 07:56

Conosco il 10-20 già per me soddisfacente nella versione precedente più buia, ma mi chiedevo una cosa;

io vedo tutte o quasi le foto smorte, ho pensato al mio sistema di calibrazione che è nuovo di ieri, e potrebbe avere dei difetti, allora vado a cercare gli istorgammi ed effettivamente sono smorte, a cosa è dovuto questo?

Un problema della combinazione macchina-ottica? Perché le foto fatte al sigma le vedo corrette.

Conosco il 10-20 già per me soddisfacente nella versione precedente più buia, ma mi chiedevo una cosa;

io vedo tutte o quasi le foto smorte, ho pensato al mio sistema di calibrazione che è nuovo di ieri, e potrebbe avere dei difetti, allora vado a cercare gli istorgammi ed effettivamente sono smorte, a cosa è dovuto questo?

Un problema della combinazione macchina-ottica? Perché le foto fatte al sigma le vedo corrette.

 

Cosa intendi per "smorte"? 

Io le vedo come tutte le altre foto dei test di Max, con il terzo o piú a destra dell'istogramma vuoto o poco popolato. 

Ma é un suo segno distintivo, in particolare nelle foto dei test, ed assolutamente consistente dappertutto. 

Qui non vedo niente di differente, e le posso tranquillamente confrontare con qualsiasi altro suo test. 

a_

Foto
Max Aquila
ott 14 2016 09:57

la luce, ragazzi, la luce di ottobre... :marameo:

 

Immagine Allegata: Cattura.JPG

 

Immagine Allegata: Cattura2.JPG

 

 

...what else?

Foto
Max Aquila
ott 14 2016 10:09

Conosco il 10-20 già per me soddisfacente nella versione precedente più buia, ma mi chiedevo una cosa;

io vedo tutte o quasi le foto smorte, ho pensato al mio sistema di calibrazione che è nuovo di ieri, e potrebbe avere dei difetti, allora vado a cercare gli istorgammi ed effettivamente sono smorte, a cosa è dovuto questo?

Un problema della combinazione macchina-ottica? Perché le foto fatte al sigma le vedo corrette.

 

e poi anche:...

 

...

 

Colgo l'occasione per precisare che i file NEF (profilo FL-uniforme) di questo test sono stati sviluppati su LR6 solo per trasformarli in jpg.

Nessuna postproduzione ovviamente su contrasto, cromia e clarity.  Qualche piccola variazione di esposizione, entro i limiti di due terzi di stop.

 

Quindi ampiamente gestibili.

 

Ma uno dei pregi che ho apprezzato di questo Sigma, e' stata appunto la sua capacita' di adattamento alla  luce disponibile:

tenue con luce tenue, piu' aggressivo con luce contrastata, neutrale in luce flash.

 

Foto
Dario Fava
ott 14 2016 10:19

 

 con il terzo o piú a destra dell'istogramma vuoto o poco popolato. 

 

 

Questo intendo.

 

Ho avuto problemi di profilatura monitor con il mio vecchio sondino e nuovo OS tutto era più brillante fuori dal reale, non mi ero mai accorto di questa caratteristica.. poi ieri (visto che iniziavo ad avere stampe non congrue) mi sono deciso a cambiarlo ed ho notato quanto hai scritto sopra, con le foto di questo test perché è l'ultimo che ho guardato..

 

 

Anche nelle mie foto non sempre sto a valutare gli istogrammi, avere un sistema di calibrazione efficiente in tal caso è importante. 

Lo so avrei dovuto decidermi prima a cambiare la sonda... ma pensavo, tanto è un mac (un par de balle  :lol:)

 

Questo intendo.

...

 

Come ho detto, é comune a quasi le foto dei test di Max, e tanto mi basta. 

É una scelta come un'altra, che peró restituisce risultati uniformi e perfettamente confrontabili. 

Io lo considero un bel pregio. :) 

 

Poi é questione di scelte e di "pellicola" usata, oltre che di abitudini. 

Io tendo a scattare delle foto decisamente piú chiare in partenza, e di default applico un profilo ad hoc (per le Nikon quello calibrato a doppio illuminante) che schiarisce molto piú le ombre, e come conseguenza ho un istogramma piú "completo" nel momento dell'importazione. Lasciando tutto a zero. 

Ma é un mio modo di fare, che ho applicato a tutte le foto senza un esplicito riferimento allo sviluppo. 

 

Ma in generale con il digitale é la frase "non ho fatto niente alla foto, l'ho solo importata" a non avere piú nessun senso. 

Non esiste niente che si possa definire "profilo flat" o sinonimi di questo tipo, perché in ogni caso esiste un intervento software (nel computer o interno alla macchina). 

La cosa che piú gli si avvicina é una profilazione ad hoc, per avere la migliore corrispondenza col reale. Il resto resta un'interpretazione piú o meno satura, o chiara. 

In qualunque altro caso quindi si "sceglie una pellicola", non si tirano fuori i dati grezzi dal sensore. 

 

Ma in questo caso é come se venisse usata sempre la stessa pellicola, ed é la situazione migliore possibile per un test. :) 

Altrimenti si finisce per usare una Kodak Gold per il test di una cosa che non piace, comparando i risultati con le foto fatte con l'obbiettivo del cuore ed una Kodachrome. 

...Quale sará il migliore? ;) 

a_

Foto
Max Aquila
ott 14 2016 11:33

 
Come ho detto, é comune a quasi le foto dei test di Max, e tanto mi basta. 
É una scelta come un'altra, che peró restituisce risultati uniformi e perfettamente confrontabili. 
Io lo considero un bel pregio. :)
 
Poi é questione di scelte e di "pellicola" usata, oltre che di abitudini. 
Io tendo a scattare delle foto decisamente piú chiare in partenza, e di default applico un profilo ad hoc (per le Nikon quello calibrato a doppio illuminante) che schiarisce molto piú le ombre, e come conseguenza ho un istogramma piú "completo" nel momento dell'importazione. Lasciando tutto a zero. 
Ma é un mio modo di fare, che ho applicato a tutte le foto senza un esplicito riferimento allo sviluppo. 
 
Ma in generale con il digitale é la frase "non ho fatto niente alla foto, l'ho solo importata" a non avere piú nessun senso. 
Non esiste niente che si possa definire "profilo flat" o sinonimi di questo tipo, perché in ogni caso esiste un intervento software (nel computer o interno alla macchina). 
La cosa che piú gli si avvicina é una profilazione ad hoc, per avere la migliore corrispondenza col reale. Il resto resta un'interpretazione piú o meno satura, o chiara. 
In qualunque altro caso quindi si "sceglie una pellicola", non si tirano fuori i dati grezzi dal sensore. 
 
Ma in questo caso é come se venisse usata sempre la stessa pellicola, ed é la situazione migliore possibile per un test. :)
Altrimenti si finisce per usare una Kodak Gold per il test di una cosa che non piace, comparando i risultati con le foto fatte con l'obbiettivo del cuore ed una Kodachrome. 
...Quale sará il migliore? ;)
a_

in studio e' semplice:
una bella gray card e/o un color checker e si va di filato a scattare i successivi tremila files.
 
Io pero', nei miei test, cambio sempre e velocemente scenario.
Davvero troppo pigro per profilare di volta in volta.
(anche la tua profilazione on camera a doppia illuminante potrebbe non essere attinente a delle mutevoli condizioni di ripresa)
 
Allora mi affido a questa prassi di lasciare alla profilazione piu' flat disponibile su quell'apparecchio il lavoro sporco.
 
Di certo i files cosi' ottenuti avranno una validita' di confronto solo a parita' di condizioni e con quel sensore solamente.
 
Ma chest'e'.... e questo e' gia' ben oltre cio' che un fotografo che acquisti gli obiettivi come quello del test in questione (un entry level) normalmente farebbe.
Anche perche' mi pare al contrario di vedere spesso su Nikonland operazioni di postproduzione degne della consolle di un dj...
le vorrei poi vedere al vaglio della stampa, qualora ci si arrivi mai...

Ciao...riprendo questa interessante discussione chiedendo se qualcuno ha confrontato il sigma con il NIKON AF-S DX 12-24MM F/4G, o se ha testato quest'ultimo.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi