Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Regolazione del Bianco..


  • Per cortesia connettiti per rispondere
18 risposte a questa discussione

#1 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 11 giugno 2007 - 14:26

MA ogni tanto la regolazione del bianco in automatico ci azzecca o sono solo io lo sfigato di turno ? no perch? se non glielo dico io che c'? il sole o che uso il flash, per lei sembra che non cambi un granch? o sbaglio ?

#2 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • Cittą: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 11 giugno 2007 - 14:37

Non saprei perch? non conosco la D80.

Per la D200, per lo pi? ci azzecca, tranne che in luce mista.

La D2 ci azzecca sempre.

per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#3 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 11 giugno 2007 - 15:25

Non saprei perch? non conosco la D80.

Per la D200, per lo pi? ci azzecca, tranne che in luce mista.

La D2 ci azzecca sempre.



Colgo l'occasione !! quante D esistono ? D40 D50 D70 D80 D200 D2x come funziona ?

#4 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • Cittą: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 11 giugno 2007 - 15:39

Cronologicamente :

D1
D1H - D1X
D100
D70
D50
D2H
D2X
D70s
D2Hs
D200
D2Xs
D80
D40
D40x

Come funziona ... che ?

per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#5 Fab Cortesi

Fab Cortesi

    Sir.

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1567 messaggi

  • Nazione : Australia

  • Cittą: Barcelona
  • Data di nascita: 13-03-1970
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 - D750
  • Ob.vo Principale: 24-70 f2.8 AFS
  • Nikonista dal: 1985
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Why not?

Inviato 11 giugno 2007 - 16:22

Non saprei perch? non conosco la D80.

Per la D200, per lo pi? ci azzecca, tranne che in luce mista.

La D2 ci azzecca sempre.


Come dice Rudolf normalmente ci azzecca tranne le volte con luce mista.
considera che con luce sotto i 3000 K normalmente tende a sballare il bilanciamento.

C'e' un bell'articolettoo che spiega il bilanciamento del bianco e come gestire il "calore" della luce sulla rivista Fotografia Reflex (clicca qui e leggi il sommario) di questo mese.
Magari ti aiuta a capire meglio come funziona la luce e il suo calore!

Fab

 

 

fabcortesi.com    flickr Gallery

 

"Faber est suae quisque fortunae"


#6 Ospite_*Elle*_*

Ospite_*Elle*_*
  • Guests

Inviato 11 giugno 2007 - 19:39

Cronologicamente :

D1
D1H - D1X
D100
D70
D50
D2H
D2X
D70s
D2Hs
D200
D2Xs
D80
D40
D40x

Come funziona ... che ?



Ecco.. ora mi spiegate perch? una D40 ? pi? recente di una D80 e una D100 pi? vecchia di una D80!!!
Dove sta la logica???
:bigemo_harabe_net-89:

#7 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • Cittą: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 11 giugno 2007 - 21:53

Ecco.. ora mi spiegate perch? una D40 ? pi? recente di una D80 e una D100 pi? vecchia di una D80!!!
Dove sta la logica???
:bigemo_harabe_net-89:

perch? anche la Citroen ha commercializzato per prima la C5, poi ha pensato alla C2, ma poi ha ripreso con la C4, per poi tornare sui suoi passi e presentare anche la C1, quindi infine la C3

o gi? di l?!

Scherzi a parte, la logica Nikon vede sempre prima la capostipite di una serie per poi passare ai suoi sviluppi prosumer e entry level; nel frattempo gli anni passano e servono gli aggiornamenti e le innovazioni, ma se segui la cronologia degli eventi e delle presentazioni commerciali, puoi abnche renderti conto degli sforzi di marketing di un'azienda non certo strutturata da multinazionale che inizia dal top (la D1 presentata nel 1999 con un prezzo superiore ai 10.000 euro!!!), per poi diversificare quasi da subito l'offerta in direzione dell'utenza (D1h per reporter, D1x per la quantit? dei pixel) nel 2001 e cominciare a puntare alla massa con la D100 del 2002.
Passata la prima fase digitale (1999-2003) Nikon gioca la carta dei grandi numeri con il gran successo che fu la D70 del 2004, con la quale reflex si demolirono i pregiudizi economici della maggior parte degli "analogici" tentati dalle nuove tecnologie, magari gi? in possesso di compatte evolute, ma scoraggiati all'acquisto dai prezzi ancora attestati attorno ai 1800 euro dell D100.
La D70 viene venduta con tre anni di garanzia invece dei due comunitari ed un finanziamento a tassi molto vantaggiosi, che portarono a Nikon una grande parte degli ex-indecisi, tracciando la strada per le revisioni dei progetti top, introducendo l'eccellente D2X ad affiancare la spettacolare D2H (2003) da un canto, e la D50 entry level no-compromise dal canto opposto, macchina che per?, entrando in diretta competizione con la sorellona D70 port? in breve alla revisione "s" di quest'ultima, subito assistita da un'aggiornamento del firmware per i possessori della versione "on the rocks".
Nel 2005 le insistenti richieste di un mercato "drogato" dalle aspettative del mondo informatico, dove un prodotto ? obsoleto a tre mesi dalla sua presentazione, spinsero Nikon alla presentazione della D200 per colmare il ritardo che la "vetusta" D100 ormai accusava, rispetto l'utenza Prosumer verso cui ? indirizzata.
Molte le novit? rispetto le due precedenti macchine dello stesso livello di prezzo (D100 e 70/s) che consiglio di leggere nei threads di questa sezione del forum.
Le new entries dell'anno scorso hanno a loro volta stabilito dei nuovi standard di qualit?/prezzo verso l'alto, con la D80 e verso l'utenza entry level con le D40 e 40x, con dei prodotti superiori in tutto e per tutto alla concorrenza per fascia di prezzo.

In questo momento Nikon cede terreno soltanto in due sensi:
-per la mancanza di una ammiraglia di riferimento con sensore FF (delle stesse dimensioni della pellicola 24x36), ma per sua stessa ammissione ? questa una scelta precisa di ordine commerciale: Nikon non vuol pi? fare da sponda alla concorrenza, presentando come per la D1 del 1999 una macchina fenomenale ma dal prezzo pressocch? irraggiungibile anche da quei professionisti che ricerchino il massimo della tecnologia applicata (altrettanto inclini per? a cambiare sponda tutte le volte che se ne presenti l'occasione, tecnologicamente parlando)
-per l'incapacit? attuale di produrre in casa un sensore digitale dalle prestazioni superlative, in grado di oscurare i fasti del Super-CCD di Fuji e dell'enfant prodige (invecchiato) del Foveon di Sigma, gli unici due sensori (insieme al favoleggiato Canon FF) in grado di competere ed eventualmente superare l'attuale tecnologia basata sui normali CCD.

Per il resto, ha giocato con grande intelligenza le sue carte negli ultimi tre anni, lasciando che fossero gli altri a scoprirsi per poi perfezionare il prodotto che doveva andare a saturare la specifica nicchia di mercato.

Non aspettiamoci quindi grandi "coup de teatre" se non supportati dalla necessit? di marketing del respingere una offensiva annunciata dalla concorrenza: almeno per il prossimo futuro...

Ci? che ci serve...l'abbiamo gi?!

A mio modesto parere... :bigemo_harabe_net-112:

Max Aquila RFSP ©


#8 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 11 giugno 2007 - 23:19

Cronologicamente :

D1
D1H - D1X
D100
D70
D50
D2H
D2X
D70s
D2Hs
D200
D2Xs
D80
D40
D40x

Come funziona ... che ?


Come funziona era riferito alle sigle ! che mi hai chiaramente enunciato, thanks. Ora s? come funziona e dove si piazza la mia D80.

#9 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • Cittą: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 12 giugno 2007 - 07:59

Al di la della cronologia e delle giuste considerazioni di Max, il numero che identifica la fotocamera per Nikon ha sempre rappresentato :

- per le ammiraglie, la generazione. Quindi dopo l'1, il 2, quindi il 3, il 4 il 5, il 6. Questo gi? con le analogiche e adesso con le digitali.
- per le semiprofessionali, almeno dalla F100, un numero progressivo a tre cifre : quindi F100, D100, D200, D300
- per le consumer, un numero che ne identifica invece il posizionamento in termini commerciali (leggi : costo per l'utente).
In questo senso ? valida la progressione D40/D40x - D50 - D70/D70s - D80 e questo al di la di prestazioni effettive ed uscita sul mercato.

Anche in questo caso il metodo ? stato inaugurato negli ultimi tempi dell'analogico dove esistevano le varie F50 - F55 - F60 - F65 - F70 - F75 - F80, uscite per? in periodi diversi e non cronologicamente consecutivi (pi? anziane le F50 ed F70, pi? recenti le F65 e le F75).

Fa eccezione in questo ragionamento la F90-F90x, ultimo anello di congiunzione semi-professionale, che peraltro ai tempi costava una bella cifra !

Nulla di incomprensibile, insomma.

Probabilmente nei prossimi anni vedremo una D300 in full-frame sostituire la D200, una D90 in full frame sostituire la D80 e svariate D55, D45, D75 al di sotto di questi modelli, in formato DX.

per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#10 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • Cittą: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 12 giugno 2007 - 09:05

Tornando al topic iniziale, Tony, se non sei sicuro dell'autocalibrazione specie in una sequenza, devi impostare tu la temperatura colore.

In caso di dubbio, rimane sempre la calibrazione manuale (su foglio bianco) oppure il solito NEF che ti consente poi di variare in post-produzione.

per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#11 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • Cittą: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 12 giugno 2007 - 12:48

Tornando al topic iniziale, Tony, se non sei sicuro dell'autocalibrazione specie in una sequenza, devi impostare tu la temperatura colore.

In caso di dubbio, rimane sempre la calibrazione manuale (su foglio bianco) oppure il solito NEF che ti consente poi di variare in post-produzione.

io per esempio, tengo sempre impostata la premisurata per sole brillante, anche in condizioni di luce diurna attenuata: tutte le volte in cui abbia dei dubbi, faccio invece la misurazione PRE manuale, non necessariamente con fogli bianchi o cartoncini grigi, ma anche con qualsiasi altro colore della densit? pi? vicina possibile al grigio medio (abituatevi a valutare la diversa densit? delle tinte)
Ovviamente la misurazione manuale va effettuata su un oggetto che rifletta una quantit? e qualit? di luce il pi? possibile identica a quella del soggetto della nostra successiva foto... (inutile trovare il "grigio medio perfetto" ma illuminato da tutt'altra sorgente di luce rispetto al soggetto principale!) :bigemo_harabe_net-03:

Max Aquila RFSP ©


#12 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 13:03

Tornando al topic iniziale, Tony, se non sei sicuro dell'autocalibrazione specie in una sequenza, devi impostare tu la temperatura colore.

In caso di dubbio, rimane sempre la calibrazione manuale (su foglio bianco) oppure il solito NEF che ti consente poi di variare in post-produzione.


In che senso su foglio bianco ?

...per ora sto facendomi alcune regolette ad esempio se scatto con il flash e lo stesso ? parte preponderante della luce in gioco imposto sicuramente io il bianco, se invece ad esempio sono al sole, tipo bella giornata e bel sole anche in questo caso imposto io il bianco...

Dove stavo provando a lasciarlo in AUTO ? proprio nelle situazioni di luce mista, dove ergo che sbaglia pi? spesso.

#13 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 13:05

io per esempio, tengo sempre impostata la premisurata per sole brillante, anche in condizioni di luce diurna attenuata: tutte le volte in cui abbia dei dubbi, faccio invece la misurazione PRE manuale, non necessariamente con fogli bianchi o cartoncini grigi, ma anche con qualsiasi altro colore della densit? pi? vicina possibile al grigio medio (abituatevi a valutare la diversa densit? delle tinte)
Ovviamente la misurazione manuale va effettuata su un oggetto che rifletta una quantit? e qualit? di luce il pi? possibile identica a quella del soggetto della nostra successiva foto... (inutile trovare il "grigio medio perfetto" ma illuminato da tutt'altra sorgente di luce rispetto al soggetto principale!) :bigemo_harabe_net-03:



ah credo di aver capito tra le righe di ci? che leggo cosa sia il foglio bianco :) e capisco anche cosa sia l'unica impostazione che ignoravo per le selezioni del bianco hihi !

#14 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • Cittą: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 12 giugno 2007 - 14:22

Vediamo di "fare luce" su cosa voglia dire PREmisurare il bilanciamento del bianco... (anche se abbiamo gi? abbondantemente parlato di questo argomento in altre sezioni, ma mi rendo conto che alcuni ancora brancolano nel... buio!) nella fotografia digitale.

Gi? dal fatto che la maggior parte dei frequentatori del forum si accontenti della predisposizione Auto e/o di quelle dedicate con le icone (che di solito rappresentano: sole, ombra,interno, flash, incandescenza e neon), capisco che questo gran vantaggio che ci d? il digitale resta spesso lettera morta al momento di applicarlo di fatto.

Ogni esposimetro (incorporato o separato), d? un risultato di misurazione legato ad una precisa proporzione:
legge il 18% della luce (di qualunque tipo) riflessa dal grigio medio assunto come standard di lettura
Immagine inserita


Vengono a tale scopo costruiti specifici cartoncini grigi (o grey cards)appunto tarati per la densit? assunta come grigio medio, utilizzando i quali cartoncini, davanti al soggetto principale per effettuare la misurazione esposimetrica si ottengono in realt? due diversi risultati:

-per primo, indipendentemente dal colore e dalla densit? del soggetto inquadrato, se la misurazione esposimetrica viene preventivamente fatta sul cartoncino investito dalla stessa luce che va a finire sul soggetto (di solito interposto al soggetto) il valore EV rilevato dall'esposimetro sar? quello ideale per accoppiare tempo e diaframma al fine dell'ottenimento del reale bilanciamento cromatico e di contrasto che quel soggetto in quella determinata luce possiede.
(In questo senso il cartoncino grigio medio riveste un'importante funione esposimetrica dal punto di vista"quantitativo")

-inoltre dal punto di vista della "qualit?" della luce che varia a seconda dell'intensit? della sorgente luminosa e della sua natura (luce naturale, artificiale, flash), il cartoncino grigio serve anche come riferimento al sensore digitale per paragonare il grigio reale (relativo alla luce presente sulla scena inquadrata) con il grigio standard di riferimento, presente nella memoria della macchina digitale ed apportare le conseguenti modifiche cromatiche
(per esempio, una luce artificiale da illuminazione domestica, produrr? sul cartoncino grigio una dominante giallastra, tanto pi? forte quanto pi? debole risulta essere la lampada in questione: misurando manualmente il bianco sul cartoncino grigio, la macchina da sola bilancer? quella dominante gialla con una filtratura azzurra abbastanza intensa da neutralizzare del tutto il giallo e far s? che il cartoncino torni ad essere del grigio standard, cos? come tutto il resto della scena inquadrata)

Come si misura manualmente il bianco?

Facile...sulle D2 (basta premere un pulsante ed attraverso la calottina bianca sul pentaprisma avverr? la misurazione della luce riflessa) un p? pi? macchinoso sulle altre reflex: di solito queste sono le fasi...

-si imposta la funzione PRE alla fine delle opzioni di WB

-dopo averla impostata, si tiene premuto per qualche secondo il pulsante WB, fino a quando nel mirino e nel display secondario non cominci a lampeggiare la scritta "PRE"

-entro un certo lasso di secondi bisogna inquadrare il cartoncino grigio (oppure anche un foglio di carta bianca... la macchina sa riconoscere la differenza) interposto rispetto il soggetto, OPPURE ANCHE UNA PARTE DEL SOGGETTO DELLA STESSA DENSITA' DEL GRIGIO MEDIO, o un soggetto diverso da quello principale ma che sia talmente omogeneo (una parete per esempio) ed illuminato dalla stessa quantit? e qualit? di luce che riflette il soggetto principale, da poter costituire riferimento valido...

-scattare quindi sul cartoncino ed attendere che compaia la scritta Gd (GOOD) a ratificare di aver premisurato questo benedetto bianco (tale scatto non viene registrato sulla scheda ma solo nella funzione specifica ed ? del tutto indifferente che sia a fuoco o mosso, serve solo come riferimento cromatico...)

-a questo punto, inquadrare il soggetto della nostra foto e scattare.

-controllare se il risultato sia adeguato alle aspettative ci consente di apportare eventuali correzioni "calde" o "fredde" allo scatto realizzato: se dovessero esserci troppe differenze conviene solitamente effettuare di nuovo la misurazione.
Macchine come la D200 hanno a disposizione fino a cinque diverese posizioni di memoria per altrettanti bilanciamenti del bianco: comodo quando si realizzano set di posa con diversa temperatura colore della luce.

Chiaro ...questo bianco adesso?
:bigemo_harabe_net-175:

Max Aquila RFSP ©


#15 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 15:55

Vediamo di "fare luce" su cosa voglia dire PREmisurare il bilanciamento del bianco... (anche se abbiamo gi? abbondantemente parlato di questo argomento in altre sezioni, ma mi rendo conto che alcuni ancora brancolano nel... buio!) nella fotografia digitale.

Gi? dal fatto che la maggior parte dei frequentatori del forum si accontenti della predisposizione Auto e/o di quelle dedicate con le icone (che di solito rappresentano: sole, ombra,interno, flash, incandescenza e neon), capisco che questo gran vantaggio che ci d? il digitale resta spesso lettera morta al momento di applicarlo di fatto.

Ogni esposimetro (incorporato o separato), d? un risultato di misurazione legato ad una precisa proporzione:
legge il 18% della luce (di qualunque tipo) riflessa dal grigio medio assunto come standard di lettura
Immagine inserita
Vengono a tale scopo costruiti specifici cartoncini grigi (o grey cards)appunto tarati per la densit? assunta come grigio medio, utilizzando i quali cartoncini, davanti al soggetto principale per effettuare la misurazione esposimetrica si ottengono in realt? due diversi risultati:

-per primo, indipendentemente dal colore e dalla densit? del soggetto inquadrato, se la misurazione esposimetrica viene preventivamente fatta sul cartoncino investito dalla stessa luce che va a finire sul soggetto (di solito interposto al soggetto) il valore EV rilevato dall'esposimetro sar? quello ideale per accoppiare tempo e diaframma al fine dell'ottenimento del reale bilanciamento cromatico e di contrasto che quel soggetto in quella determinata luce possiede.
(In questo senso il cartoncino grigio medio riveste un'importante funione esposimetrica dal punto di vista"quantitativo")

-inoltre dal punto di vista della "qualit?" della luce che varia a seconda dell'intensit? della sorgente luminosa e della sua natura (luce naturale, artificiale, flash), il cartoncino grigio serve anche come riferimento al sensore digitale per paragonare il grigio reale (relativo alla luce presente sulla scena inquadrata) con il grigio standard di riferimento, presente nella memoria della macchina digitale ed apportare le conseguenti modifiche cromatiche
(per esempio, una luce artificiale da illuminazione domestica, produrr? sul cartoncino grigio una dominante giallastra, tanto pi? forte quanto pi? debole risulta essere la lampada in questione: misurando manualmente il bianco sul cartoncino grigio, la macchina da sola bilancer? quella dominante gialla con una filtratura azzurra abbastanza intensa da neutralizzare del tutto il giallo e far s? che il cartoncino torni ad essere del grigio standard, cos? come tutto il resto della scena inquadrata)

Come si misura manualmente il bianco?

Facile...sulle D2 (basta premere un pulsante ed attraverso la calottina bianca sul pentaprisma avverr? la misurazione della luce riflessa) un p? pi? macchinoso sulle altre reflex: di solito queste sono le fasi...

-si imposta la funzione PRE alla fine delle opzioni di WB

-dopo averla impostata, si tiene premuto per qualche secondo il pulsante WB, fino a quando nel mirino e nel display secondario non cominci a lampeggiare la scritta "PRE"

-entro un certo lasso di secondi bisogna inquadrare il cartoncino grigio (oppure anche un foglio di carta bianca... la macchina sa riconoscere la differenza) interposto rispetto il soggetto, OPPURE ANCHE UNA PARTE DEL SOGGETTO DELLA STESSA DENSITA' DEL GRIGIO MEDIO, o un soggetto diverso da quello principale ma che sia talmente omogeneo (una parete per esempio) ed illuminato dalla stessa quantit? e qualit? di luce che riflette il soggetto principale, da poter costituire riferimento valido...

-scattare quindi sul cartoncino ed attendere che compaia la scritta Gd (GOOD) a ratificare di aver premisurato questo benedetto bianco (tale scatto non viene registrato sulla scheda ma solo nella funzione specifica ed ? del tutto indifferente che sia a fuoco o mosso, serve solo come riferimento cromatico...)

-a questo punto, inquadrare il soggetto della nostra foto e scattare.

-controllare se il risultato sia adeguato alle aspettative ci consente di apportare eventuali correzioni "calde" o "fredde" allo scatto realizzato: se dovessero esserci troppe differenze conviene solitamente effettuare di nuovo la misurazione.
Macchine come la D200 hanno a disposizione fino a cinque diverese posizioni di memoria per altrettanti bilanciamenti del bianco: comodo quando si realizzano set di posa con diversa temperatura colore della luce.

Chiaro ...questo bianco adesso?
:bigemo_harabe_net-175:


Troppo macchinoso. Mamma mia se prima di uno scatto dovessi oltre ad impostare il bianco, impostare gli iso, vedere diaframma e tempo, inquadratura, taglio, patapin e patapon e quando scatto ? in studio forse...

Arg che rabbia e io che credevo bastasse mirare e fuoco ! ahahah !!

cmq per il bianco scatto in raw e ci penso dopo mannaggia.

#16 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • Cittą: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 12 giugno 2007 - 17:29

Troppo macchinoso. Mamma mia se prima di uno scatto dovessi oltre ad impostare il bianco, impostare gli iso, vedere diaframma e tempo, inquadratura, taglio, patapin e patapon e quando scatto ? in studio forse...

Arg che rabbia e io che credevo bastasse mirare e fuoco ! ahahah !!

cmq per il bianco scatto in raw e ci penso dopo mannaggia.

evidentemente non so spiegarmi:
avevo iniziato la spiegazione dicendo che:

io per esempio, tengo sempre impostata la premisurata per sole brillante, anche in condizioni di luce diurna attenuata: tutte le volte in cui abbia dei dubbi, faccio invece la misurazione PRE manuale, non necessariamente con fogli bianchi o cartoncini grigi

ovviamente non bilancio il bianco manualmente prima di ogni scatto, ma solo nelle situazioni critiche.

Chi per? crede di risolvere usando semplicemente il raw, perde l'occasione di imparare a gestire la luce invece che un software, e sopratutto perde la possibilit? di scattare una foto senza per forza dover passare dalla "chioccia" Photoshop.

I passi elencati per iscritto sono molto pi? lunghi a spiegarsi piuttosto che ad essere messi in pratica: provare per credere.

Il problema principale della parola scritta ? ... che va prima letta! :post-515-1140593913:

Max Aquila RFSP ©


#17 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • Cittą: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 12 giugno 2007 - 17:55

Arg che rabbia e io che credevo bastasse mirare e fuoco ! ahahah !!


Beh, hai di nuovo cambiato firma ....

per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#18 Ospite_Tony_B_*

Ospite_Tony_B_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 18:44

Beh, hai di nuovo cambiato firma ....


Sono combattuto, quando una cosa mi piace e mi incitano ottengo grandi risultati. Per fortuna su questo forum mi scontro con la dura realt?, se dessi retta al semplice pubblico sarei gi? un fotografo professionista.

#19 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • Cittą: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • Perchč mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 12 giugno 2007 - 21:40

Sono combattuto, quando una cosa mi piace e mi incitano ottengo grandi risultati. Per fortuna su questo forum mi scontro con la dura realt?, se dessi retta al semplice pubblico sarei gi? un fotografo professionista.

:bigemo_harabe_net-92: :bigemo_harabe_net-92:
braccia levate all'agricoltura!!!
:coniglietto: :bigemo_harabe_net-03:

Max Aquila RFSP ©




Topic simili Comprimi

  Discussione Forum Iniziata da Statistiche Informazioni ultimo messaggio


0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi