Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Foto
* - - - - 1 voti

Fotografare al Festival di Avignone : consigli ?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
27 risposte a questa discussione

#1 Massimo Vignoli

Massimo Vignoli

    Attivo su Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 479 messaggi

  • Nazione : Italia

  • CittÓ: Corbetta
  • Data di nascita: 20-06-1968
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 e D810
  • Ob.vo Principale: 500/4 e 16-35/4
  • Nikonista dal: 1999
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Il sito ed il forum sono molto interessanti, con contenuti utili e linguaggio garbato.
  • Generi fotografici praticati: Wildlife e Paesaggi, con incursioni su ritratto e sport

Inviato 24 aprile 2017 - 20:22

Anche quest'anno, in luglio, ci sarà il Festival di Avignone, che è arrivato alla 71° edizione. Sono previsti moltissimi eventi teatrali ma anche una massiccia presenza di artisti di strada e performer di ogni genere.
Chi mi conosce sa che, nonostante quale episodica occasione in studio, solitamente fotografo soggetti e situazioni molto diversi, ma la curiosità nel cimentarmi nella fotografia di strada, con a disposizione una quantità enorme di soggetti, mi intriga da morire.
Vorrei però prepararmi a dovere e quindi sono a chiedere agli esperti qualsiasi consiglio su attrezzatura, dalle ottiche al flash alla borsa, e quant'altro. E, perché no, se qualcuno c'è già stato ed ha delle informazioni specifiche meglio ancora.
 
Come attrezzatura io pensavo a D5, alcuni zoom (16-35/4, 24-85/4.5 e 70-200/4), un flash con diffusore e l'85/1.8. 
Come borsa, io di solito uso lo zaino ma qui credo che sia più comoda una borsa a tracolla: quale?
 
Grazie a tutti
M

#2 Valerio Br¨stia

Valerio Br¨stia

    Veterano di Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2788 messaggi

  • Nazione : Trinidad and Tobago

  • CittÓ: --
  • Data di nascita: 03-12-1968
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: -
  • Ob.vo Principale: -
  • Nikonista dal: 1993
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Su questo forum si trovano informazioni di prima mano, non mediate da interessi di mercato ma solo testimonianze pesate sulle necessita' e esperienze degli utenti. Nikonland e' Utile

Inviato 25 aprile 2017 - 11:32

Massimo ciao,
Negli eventi come festival o manifestazioni di piazza, la borsa ti rompe le palle e basta. Macchine (2) fuori, su una (D810 senza fondello) il 16-35 e sull'altra (D5) il tele. In uno zainetto il flash e un ottica normale LUMINOSA. L'85 lo lascerei a casa. Sul flash invece: siccome sei in cammino e i miracoli non li puoi fare, ti consiglio di usare un radio trigger per governare il lampo off shoe, con la mano sinistra ben in alto. Lascia perdere i diffusori che ti massacrano imbrogliando in ogni dove, a parte il minibox di plastica da innestare sullo strobe e diventa un tutt'uno con la saponetta e genera una luce un po' più diffusa (meglio che niente).

Ma il vero consiglio è macchine fueri, entrambe che a passare da una sgrandangolata ad un ritaglio tele sarà conto di pochi secondi.

Ciao

Valerio Brustia


#3 Silvio Renesto

Silvio Renesto

    Affezionato a Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2983 messaggi

  • Nazione : Solomon Islands

  • CittÓ: Milano (dintorni)
  • Data di nascita: 24-12-1958
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D610
  • Ob.vo Principale: 300mm F4 PF E
  • Nikonista dal: 1980
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Per condividere idee ed esperienze con altri appassionati di fotografia e di ... nikon.
  • Generi fotografici praticati: Macro, natura, street, astratto...

Inviato 25 aprile 2017 - 12:38

Io trovo comoda la Tamrac pro 8.

Non è troppo grande e mi ci sta la D610, il 24-120, il 105 macro  e il 300 Pf (e pure il TC 14x in una tasca laterale), se tengo il 300 in verticale avanza spazio per un'altro obiettivo.  al 24-120 tolgo il paraluce e lo metto nell'altra  tasca esterna.

Ogni tanto ci sta anche un gatto di quasi 50cm senza contare la coda.

 

DSCF7140_002.JPG



#4 pete

pete

    Capt. Hook

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 356 messaggi

  • Nazione : Haiti

  • CittÓ: La Tortue
  • Data di nascita: 06-10-1962
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: .Nikon Df
  • Ob.vo Principale: 105/1.4
  • Nikonista dal: 1992
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Trovo gli articoli pubblicati sul sito estremamente ben fatti ed interessanti.

    PossibilitÓ di incontrare altri NL con gli stessi
    interessi fotografici.

  • Generi fotografici praticati: Ritratto.

Inviato 25 aprile 2017 - 12:48


Io, se fossi in te, penserei a camminare leggero e quindi
lascerei a casa il 16-35 e l'85.

Riguardo la borsa, nel caso ne fossi sporvvisto e l'acquisto
fosse mirato esclusivamente al festival, lo eviterei ed
utilizzerei lo zaino.

#5 Fab Cortesi

Fab Cortesi

    Sir.

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1567 messaggi

  • Nazione : Australia

  • CittÓ: Barcelona
  • Data di nascita: 13-03-1970
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 - D750
  • Ob.vo Principale: 24-70 f2.8 AFS
  • Nikonista dal: 1985
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Why not?

Inviato 25 aprile 2017 - 12:57

Sebben son stato e vado ripetutamente a Avignon (4hr di macchina da Barcelona), non ho mai assistito al festival, cosa che sempre mi sono ripromesso e mai fatto perché coincide con il periodo di vacanze.

Sara una buona opportunità per fotografare e assistere a spettacoli.....Invidia!  ;)

 

Sinceramente credo che il materiale che porti e' corretto, forse esagerato da portare tutto alla volta. Per pesi e ingombri, perché muoversi liberamente e' la chiave di tutto.

Se vai con famiglia puoi chiedere, gentilmente  :ninja: , a loro di farti da assistente e sicuramente avrai piu' possibilità di fotografare liberamente. Anzi se hai un altro corpo lo puoi destinare a loro che magari possono farti portare a casa scatti da differenti angolazioni e anche per loro sara piu' divertente anche per loro ....e non solo da manichino reggiborsa.

 

Come borsa per situazioni simili utilizzo una Lowepro Messenger 200AW.

Pero come detto con tutto il materiale dentro se ti sposti molto sarà scomodo caricare il peso su un solo punto. Fai delle prove nei giorni antecedenti.

 

Altro consiglio per foto degli artisti da strada cerca di entrare in Pathos con loro, avvicinati non avere paura instaura una relazione anche di sguardi (comunicazione non verbale) vedrai che otterrai foto che andranno piu' in la della semplice istantanea. Pero cerca di non disturbare l'artista o gli spettatori tutti, tu compresi lo gradiranno.

Cerca di alternare piani stretti e piani larghi, soprattutto per non avere foto monotone e monotemali.

 

Per il teatro dubito che avrai la opportunita di stare sottopalco (o forse no) quindi un 70-200 ti sara comodo.

 

Approfitta ma soprattutto divertiti, sia a scattare che a vedere gli spettacoli.


 

 

fabcortesi.com    flickr Gallery

 

"Faber est suae quisque fortunae"


#6 Aldo Del Favero

Aldo Del Favero

    Attivo su Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 302 messaggi

  • Nazione : Italia

  • CittÓ: valle di cadore
  • Data di nascita: 01-04-1967
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D800E
  • Ob.vo Principale: Nikon 24-70mm f/2.8G ED AF-S
  • Nikonista dal: 2012
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Per condividere foto, consigli e esperienze

Inviato 25 aprile 2017 - 21:30

Massimo ciao,
Negli eventi come festival o manifestazioni di piazza, la borsa ti rompe le palle e basta. Macchine (2) fuori, su una (D810 senza fondello) il 16-35 e sull'altra (D5) il tele. In uno zainetto il flash e un ottica normale LUMINOSA. L'85 lo lascerei a casa. Sul flash invece: siccome sei in cammino e i miracoli non li puoi fare, ti consiglio di usare un radio trigger per governare il lampo off shoe, con la mano sinistra ben in alto. Lascia perdere i diffusori che ti massacrano imbrogliando in ogni dove, a parte il minibox di plastica da innestare sullo strobe e diventa un tutt'uno con la saponetta e genera una luce un po' più diffusa (meglio che niente).

Ma il vero consiglio è macchine fueri, entrambe che a passare da una sgrandangolata ad un ritaglio tele sarà conto di pochi secondi.

Ciao

 

Quoto il consiglio di 2 corpi macchina con 16-35 su uno e 70-200 sull'altro, pena dover sempre cambiare obbiettivi in corsa, come ho sempre dovuto fare io in tante occasioni in cui ho fotografato artisti di strada e in cui avrei desiderato un secondo corpo.



#7 Massimo Vignoli

Massimo Vignoli

    Attivo su Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 479 messaggi

  • Nazione : Italia

  • CittÓ: Corbetta
  • Data di nascita: 20-06-1968
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 e D810
  • Ob.vo Principale: 500/4 e 16-35/4
  • Nikonista dal: 1999
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Il sito ed il forum sono molto interessanti, con contenuti utili e linguaggio garbato.
  • Generi fotografici praticati: Wildlife e Paesaggi, con incursioni su ritratto e sport

Inviato 25 aprile 2017 - 22:04

Grazie a tutti!
Alcune domande:

...Sul flash invece: siccome sei in cammino e i miracoli non li puoi fare, ti consiglio di usare un radio trigger per governare il lampo off shoe, con la mano sinistra ben in alto. Lascia perdere i diffusori che ti massacrano imbrogliando in ogni dove, a parte il minibox di plastica da innestare sullo strobe e diventa un tutt'uno con la saponetta e genera una luce un po' più diffusa (meglio che niente).
Ma il vero consiglio è macchine fueri, entrambe che a passare da una sgrandangolata ad un ritaglio tele sarà conto di pochi secondi.
Ciao

  
Valerio, come gestisci le due macchine? Entrambe a tracolla, una per spalla? Appese a una cintura?
Per il flash, pensavo ad un diffusore a pannellino da usare sempre in bassa potenza per schiarire le ombre, ma attaccato alla macchina. Perché in alto in mano?

 
Altro consiglio per foto degli artisti da strada cerca di entrare in Pathos con loro, avvicinati non avere paura instaura una relazione anche di sguardi (comunicazione non verbale) vedrai che otterrai foto che andranno piu' in la della semplice istantanea. Pero cerca di non disturbare l'artista o gli spettatori tutti....

Fabrizio, credo che sarà complessivamente la cosa più complicata per me. Una sfida nella sfida!
Secondo te in questi casi il flash dà fastidio?

Ciao
M

#8 Valerio Br¨stia

Valerio Br¨stia

    Veterano di Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2788 messaggi

  • Nazione : Trinidad and Tobago

  • CittÓ: --
  • Data di nascita: 03-12-1968
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: -
  • Ob.vo Principale: -
  • Nikonista dal: 1993
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Su questo forum si trovano informazioni di prima mano, non mediate da interessi di mercato ma solo testimonianze pesate sulle necessita' e esperienze degli utenti. Nikonland e' Utile

Inviato 26 aprile 2017 - 07:56

Grazie a tutti!
Alcune domande:   
Valerio, come gestisci le due macchine? Entrambe a tracolla, una per spalla? Appese a una cintura?
Per il flash, pensavo ad un diffusore a pannellino da usare sempre in bassa potenza per schiarire le ombre, ma attaccato alla macchina. Perché in alto in mano?
Fabrizio, credo che sarà complessivamente la cosa più complicata per me. Una sfida nella sfida!
Secondo te in questi casi il flash dà fastidio?
Ciao
M


Una su una spalla e l'altra sull'altra, come si fa dal 1940 :)
Il flash a rischiarare le ombre di giorno ci può anche stare sulla slitta on camera (ma ti assicuro che dopo 10 minuti qualenque duffusore appena ingombrante ti farà impazzire). Off camera la sera, quando di luce, per nei 10^4 iso, non ce n'è piu. Off camara sarà più naturale e non appiattira' i tuoi soggetti. Se poi vuoi veramente divertirti allora ficchi un bel filtro ambra al 50% di conv. davanti al flash e vai di slow sinc (1/8-1/4 sec) catturando la luce al tungsteno della piazza con wb fisso in camera su luce daylight. La fiera del giallo? No perché lo potrai modulare dopo in pp mantenendoti comunque un tono caldo che è sicuramente piu "realistico" del gelo siderale della luce nuda del flash. Il filtro ti aiuterà ad avvicinare la T del flash a quellla ambientale, è un vecchio trucco dei matrimonialisti per migliorare l'equilibrio cromarico in stampa.

Valerio Brustia


#9 Fab Cortesi

Fab Cortesi

    Sir.

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1567 messaggi

  • Nazione : Australia

  • CittÓ: Barcelona
  • Data di nascita: 13-03-1970
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 - D750
  • Ob.vo Principale: 24-70 f2.8 AFS
  • Nikonista dal: 1985
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Why not?

Inviato 26 aprile 2017 - 09:05

Concordo con Valerio.

 

Pero ricorda che il flash, in generale, per gli atti teatrali e' proibito.  Disturba gli attori, il pubblico ma soprattutto le riprese video.

Il filtro arancione e' utile ma si puo anche ovviare pero chiaramente dara un tono piu' caldo agli scatti. Pero non abusarne. Per il flash fuori camera ottimo se sai come maneggiarlo pero scomodo se non sai come utilizzarlo, perché dovrai sostenerlo tu con una mano e con l'altra la fotocamera. Dubito che potrai posizionarlo di modo statico su uno stativo visto che non sarai tu il fotografo ufficiale o l'unico fotografo dell'evento. Qui la pratica ti aiuterà.

A volte utilizzo una staffa con il cavo che decentra il flash ponendolo al lato della fotocamera pero son accessori che costano, aumentano l'ingombro del sistema e se non si usano rimangono spesso a casa.

Tipo questo:

 

Custom-Bracket-Mini-.jpg

 

Io lo utilizzo per foto tipo red carpet o eventi sociali, ma come detto ingombrano rendendo scomodo se devi muoverti rapidamente e cambiare fotocamera.

 

Come detto due corpi e' la migliore scelta proprio per non cambiare obiettivi e perdere tempo o occasioni fotografiche.

Anche io normalmente monto il 70-200 e il 17-35, per le focali intermedie utilizzo le mie gambe e/o gioco con la composizione. Ripeto alterna piani aperti e chiusi.

 Personalmente non utilizo le cinghie al collo, le cinghie originali non le ho mai montate e rimangono nelle scatole ancora incelofanate. Prima utilizzavo cinte in Neoprene pero per questo tipo di eventi  Utilizzo ultimamente una cinta BlackRapid

Come questo:

 

BR-Double-Alt1.jpg

 

perché mi permette anche di staccare rapidamente la camera e averla libera da penzolanti cinte.

 

Per quanto riguarda l'avvicinarsi, non aver timore, gli attori e artisti son coscienti che ci saranno fotografi e li anche per farsi pubblicità quindi non sarà complicato avvicinarsi. Rompi i  tuoi preconcetti e gli indugi, vedrai che nessuno ti morde. L'importante e' farlo con rispetto della persona e delle persone adiacenti.

Come detto comunica con loro con linguaggio anche corporale e non verbale pero senza aggressività. La resa e' garantita.

Se tra il soggetto ritratto e il fotografo c'e' comunicazione "fluida" le foto saranno piu' naturali e impattanti e questo vale per tutte le foto.

 

Se posso o possiamo offrirti altri consigli chiedi, sarà un piacere. ;)


 

 

fabcortesi.com    flickr Gallery

 

"Faber est suae quisque fortunae"


#10 andre_

andre_

    Veterano

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6312 messaggi

  • Nazione : Denmark

  • CittÓ: Charlottenlund
  • Data di nascita: 10-04-1973
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: M
  • Ob.vo Principale: Nokton-M 50/1.5
  • Nikonista dal: 1998
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: x

Inviato 26 aprile 2017 - 09:33

Io sono fondamentalmente d'accordo con Valerio e Fab... per momenti diversi. 

Due macchine con 16-35 e 70-200 per le cose piú strutturate (eventi teatrali - anche all'aperto - e luoghi circoscritti). 

Lascia a casa il 24-85, sostanzialmente inutile. 

 

Per gli artisti di strada lascia perdere gli zoom. 

L'85 che hai va bene, e porta/trova un grandangolo medio luminoso. 

Una macchina (la 810, se non puoi avere niente di piú piccolo) e niente borsa. 

 

Il flash in queste cose é piu un problema che altro. Dimenticalo. 

Come dice Fab, per gli eventi piú strutturati non é permesso usarlo (per fortuna), mentre per il resto é molto piú la seccatura che il risultato. Ed in ogni caso dá fastidio. 

 

Con gi artisti di strada, per non fare foto noiosissime occorre giocare con le inquadrature (e spesso e volentieri l'85 é troppo largo, io ho sempre usato il 105/2) e la DoF (per questo l'f4 degli zoom é troppo, ma lo sarebbe anche con gli enormi zoom di un diaframma piú luminosi), meglio poter aprire. 35 o 28, a seconda delle tue abitudini. 

Per questo io non porterei niente altro che un obbiettivo in tasca e la macchina con l'altro al collo. 

 

E per strada piccolo é (molto) meglio. 

La D5 fa tanto pro, se non hai nient'altro, ma piú che altro fa tanto ce l'ho e la faccio vedere, mentre i risultati cambiano in meglio con cose meno intrusive e che permettono un "dialogo" con il soggetto fatto di cenni e sguardi. 

L'ideale sarebbe affiancare alla D810 una D600, tanto la F5 non serve. 

 

Ma soprattutto ricordati che non devi consegnare le foto a tutti i costi

Devi fare foto belle e soddisfacenti e, mi perdonino i professionisti che devono fare quadrare i conti a fine settimana, foto piú belle di quelle di chi lo fa per mestiere. ;) 

 

Il piú grosso ostacolo che si ha davanti non é solo quello di avvicinarsi e comunicare con l'artista, ma soprattutto quello di avere le idee chiare e non inseguire la foto a tutti i costi, lasciando perdere un sacco di scatti che "avresti potuto fare", per concentrarti solo sui migliori. :) 

a_


andrea landi
justnuances.com
 
Chissà cosa si trova a liberarela fiducia nelle proprie tentazioni...


#11 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • CittÓ: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 26 aprile 2017 - 11:29

Io vorrei rispondere a Massimo, ma dopo tanti pareri, in ognuno dei quali il recensore si dichiara concorde con gli altri e poi produce la sua personale ricetta...mi sento in imbarazzo.

Sono stato sia ad Avignone, al festival del Teatro, dove l attrattiva principale sono appunto le esibizioni estemporanee degli artisti da strada, sia ai più interessanti (per chi ami la fotografia), Rencontres int.les de la Photographie, nella vicina Arles, che precede di poco l'appuntamento di Avignone, ogni anno.

Premesso che ho sempre con me tutto ciò che mi possa servire, sobbarcandomene il peso, diro' invece cosa ho sempre utilizzato in queste occasioni, se non legate a necessità di lavoro e quindi di reportage completo:
-Un corpo macchina
-Un solo obiettivo, ovviamente grandangolare.

La quale ricetta,nel tuo caso, ti aiuterebbe davvero tanto ad acquisire la necessaria fiducia in se stessi che ci vuole per avvicinarsi ad un gruppo di sconosciuti per scattare loro delle foto.
Persone ben contente di farsi ritrarre insieme a moltitudini di spettatori, tra i quali si aggirano spesso anche estimatori di attrezzature in surplus...

Macchina quindi poco appetibile con un 20/24 mm o il tuo zoom 16-35

 

(oggi userei la mirrorless Sony con il suo 16/2,8 in AutoIso 100-1600)

E BASTA!
Tutto il resto, per te, per ora, non serve.
Se no non ti divertirai e finirai per rifare le tue solite "non-foto" di people ;-)


Max Aquila RFSP ©


#12 Aldo Del Favero

Aldo Del Favero

    Attivo su Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 302 messaggi

  • Nazione : Italia

  • CittÓ: valle di cadore
  • Data di nascita: 01-04-1967
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D800E
  • Ob.vo Principale: Nikon 24-70mm f/2.8G ED AF-S
  • Nikonista dal: 2012
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Per condividere foto, consigli e esperienze

Inviato 26 aprile 2017 - 11:55

Voglio vedere come fa a fotografare l'artista magari distante 15 metri in mezzo a una calca di persone con il grandangolare... in genere dove vado io è già una fortuna poterlo vedere l'artista...non credo il resto del pubblico apprezzerebbe uno che si piazza davanti a tutti per fotografare.

#13 Valerio Br¨stia

Valerio Br¨stia

    Veterano di Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2788 messaggi

  • Nazione : Trinidad and Tobago

  • CittÓ: --
  • Data di nascita: 03-12-1968
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: -
  • Ob.vo Principale: -
  • Nikonista dal: 1993
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Su questo forum si trovano informazioni di prima mano, non mediate da interessi di mercato ma solo testimonianze pesate sulle necessita' e esperienze degli utenti. Nikonland e' Utile

Inviato 26 aprile 2017 - 13:52

Chiedo scusa, ma non conosco con precisione quali siano le situazioni/condizioni di ripresa che Massimo incontrerà ad Avignone; mi sono solo immedesimato in un contesto nel quale, immagino, ci sia un bel casino di gente accalcata per le strade del borgo antico, dalla mattina a notte fonda, con artisti di strada e quant'altro.

 

Personalmente in un contesto del genere per come approccio questo genere di situazioni il 17-35 sarebbe un must e farebbe l'80% degli scatti (sostituibile in extremis e con limitazioni - non è zoom - solo da quel meraviglioso oggetto che mi ha venduto Mauro e che risponde al nome di Sigma 24/1.4 ART); di sera, e solo di sera attiverei il flash rigorosamente in slow sinc per catturare più luce ambiente possibile e giocare con il mosso (blur), ma soprattutto off shoe camera (come detto in precedenza) per dare un effetto di luce d'ambiente, come se venisse da un lampione della strada e non dalla slitta in asse con la fotocamera. I trespoli - staffe per mantenere il flash decentrato sulla fotocamera ma agganciato ad essa sono un palliativo utile solo a ridurre il rischio occhi rossi, rischio che non riguarda le riprese wide ma sostanzialmente quelle tele. Quando sarai stufo di flashare ficcherai lo strobe in un taschino della giacca (spento se no scatta uguale e ti fa la radiografia).

 

Il resto degli scatti li farei con il tele e posso assicurare che qualunque lunghezza focale LUNGA troverebbe impiego. Il 70-200 rimane un buon compromesso tra maneggevolezza e rapidità di accesso, però nella prospettiva di fotografare eventi teatrali okkio che su FX è CORTO.

 

Massimo tu non avevi un 80-400?? Ok a 400 è 5.6, ma dietro hai una D5 mica la D300!

Boh io gli Yes, come Ian Anderson e soci, piuttosto che Steve Hackett, li ho folgorati con al D3 ed il mio vecchio 300/2.8 + TC17 che a casa mia fa 500 f/4,8. Ripeto con la D3 e senza VR che il mio trecento è anziano. Seduto in poltrona, comodo come un pascià, mettevo via per applaudire, la misura di 500 mm era appena suff per riempire un po' l'inquadratura (anche se devo confessare che con Steve Howe la riempiva troppo). Qui però entriamo in un ambito specialistico che è la ripresa di spettacolo e secondo me coordinare tutto l'equipaggiamento in funzione di questo genere di ripresa ci porta fuori strada rispetto ad un evento che, mi pare di capire, sia molto più vario e delocalizzato. 

 

Quindi qui preciso a Massimo che se ha un 80-400 è meglio che ficchi in borsa questo invece del 70-200, e non si pentirà. Si fatica? Sì ma Massimo è un atleta ben più prestante di me, quindi se ci riesco io ...

 

Insomma, non sto dicendo niente di nuovo, sto raccontando come si "copre" un evento senza l'aiuto di alcun assistente, e con il termine "coprire" intendo dire raccontare.


Valerio Brustia


#14 Max Aquila

Max Aquila

    Founder

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5305 messaggi

  • Nazione : Isle of Man

  • CittÓ: Panormus
  • Data di nascita: 10-03-1964
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon
  • Ob.vo Principale: occhio
  • Nikonista dal: 1987
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: sono il fondatore di questo sito insieme a Mauro Maratta
  • Generi fotografici praticati: tutttti

Inviato 26 aprile 2017 - 15:13

Voglio vedere come fa a fotografare l'artista magari distante 15 metri in mezzo a una calca di persone con il grandangolare... in genere dove vado io è già una fortuna poterlo vedere l'artista...non credo il resto del pubblico apprezzerebbe uno che si piazza davanti a tutti per fotografare.

Semplice: non scattera' alcuna foto!

 

Se ad un evento del genere non si riesce ad avvicinarsi ai soggetti, meglio cambiare intenti fotografici.

 

Ecco qui una selezione di centinaia (migliaia?) di foto su Google , digitando "Festival d'Avignon"

 

Orrende le riprese realizzate da lontano, interessanti quelle con i wide da vicino, accanto, sotto il soggetto.

 

Non si arrabbia nessuno, ci sono tutti abituati.

 

Coprire un evento significa realizzare un servizio fotografico: per un committente.

 

Quando il committente sia il fotografo stesso e' solo lui che deve stabilire cosa gli interessi riprendere.

 

E nel caso di Massimo Vignoli che ha ritrosia a gettarsi nella mischia, beh... questa e' proprio l'avventura che gli ci voglia per far si che'

 

 

 

Chi mi conosce sa che, nonostante quale episodica occasione in studio, solitamente fotografo soggetti e situazioni molto diversi, ma la curiosità nel cimentarmi nella fotografia di strada, con a disposizione una quantità enorme di soggetti, mi intriga da morire.

 

oppure per stabilire che tutto cio' non faccia al caso suo.

 

Con certezza, caricandosi addosso due corpi macchina (D5 + D810) e tre/quattro obiettivi di cui un telezoom (magari 80-400  :rolleyes:  :rolleyes:  :rolleyes: ), piu' flash e diffusore, zaino e magari anche un cappellino (per il sole, se ce ne sia troppo) dopo cinque minuti tornerebbe in albergo.

 

Lo so...vedo sempre in giro "fotografi" muniti di armamentari simili, a bagnomaria dentro i loro stessi vestiti: reietti dal resto del mondo, come un ciclista dopo aver corso tutta la Parigi-Roubaix...

 

Altri, attrezzati come suggerito...sorridenti cosi'  :marameo:


Max Aquila RFSP ©


#15 Leonardo Visentýn

Leonardo Visentýn

    Leonardo Visentin

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2058 messaggi

  • Nazione : Iceland

  • CittÓ: RosÓ (VI)
  • Data di nascita: 17-08-1981
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: X-T2
  • Ob.vo Principale: XF 14/2.8, XF 56/1.2
  • Nikonista dal: 2009
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: -
  • Generi fotografici praticati: Vari

Inviato 26 aprile 2017 - 15:22

Anche io, volendo cimentarmi in qualcosa di nuovo, probabilmente renderei a caricarmi modello sherpa, ma la raccomandazione più saggia è quella di lasciare tutto in hotel (se vuoi tenerti psicologicamente tranquillo avendo i mezzi vicini) o a casa e uscire con un wide (fisso o zoom), relegando eventualmente alle ultime fasi un tele luminoso, ma solo dopo aver esercitato lo sforzo di "farti sotto".
The hardest thing in photography is to create a simple image. - Anne Geddes


Your first 10,000 photographs are your worst. - Henri Cartier-Bresson

#16 Lieve

Lieve

    ammi-Raglio

  • Admin
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 messaggi

  • Nazione : Kaiserliche Marine

  • CittÓ: Nikonland
  • Data di nascita: 25-07-1917
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: Nikon D5 in attesa della D850 !
  • Ob.vo Principale: Sotto gli 85mm sono tutti troppo corti !
  • Nikonista dal: 1982
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Sono il fondatore di questo sito insieme a Max Aquila
  • Generi fotografici praticati: Ritratto, nudo, fotografia sportiva e d'azione : fotografo i miei simili

Inviato 26 aprile 2017 - 15:27

Io se fingessi di dimenticarmi che in queste circostanze non faccio nemmeno una foto buona perchè c'è troppo casino e troppi elementi di disturbo, mi caricherei la D5 e il Sigma 24-105/4. E nemmeno la borsa.

 

Al Venerdì Santo in notturna, l'ultima volta ci sono andato solo con D4 e 70-200/2.8 ( ma sapevo esattamente in che circostanze avrei scattato e cosa avrei cercato).


per me post-1-0-10355500-1498806984.jpg non è solo uno slogan !


#17 takeaphoto

takeaphoto

    Attivo su Nikonland

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 320 messaggi

  • Nazione : Madagascar

  • CittÓ: MXP (dintorni)
  • Data di nascita: 00-00-0000
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: .
  • Ob.vo Principale: .
  • Nikonista dal: 0000
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: .

Inviato 26 aprile 2017 - 16:14

Per anni sono andato carico di roba ma ultimamente mi porto solo una FF e due ottiche: il 35 art  della Sigma ed il 70/200 f.4 Nikon.

Per gli alti iso prenderei la D5 mentre per il 35 luminoso se non ce l'hai, visto che siamo vicini, te lo posso prestare. 


M.

#18 Fab Cortesi

Fab Cortesi

    Sir.

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1567 messaggi

  • Nazione : Australia

  • CittÓ: Barcelona
  • Data di nascita: 13-03-1970
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D5 - D750
  • Ob.vo Principale: 24-70 f2.8 AFS
  • Nikonista dal: 1985
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Why not?

Inviato 26 aprile 2017 - 16:17

Passo indietro mea culpa. Ho personificato troppo il tuo interesse e ho pensato con la mia mente.

 

Il consiglio di andare leggero forse e' l'unico punto da prendere in considerazione visto che vai li per goderti l'evento e non per lavorare, meno grattacapi avrai piu ti goderai l'atmosfera e le vacanze. Quindi ridurre il materiale e' forse la soluzione. Effettivamente! Niente 2 corpi. 

 

L'altro è avere in mente quello che vuoi ritrarre e dedicati a quello. Spaziare ti renderà le cose piu' complicate. 

Scarterei l'uso del Flash come detto perche lo utilizzeresti molto poco.

Non credo che ti sara permesso stare sottopalco quindi il 70-200 ti sara corto dalle postazioni sedute. Portalo, anche perche f4 non pesa, pero forse.....rimarra nella borsa.

 

Il consiglio di Mauro potrebbe essere una variante fattibile, se hai un 24-105.

Per altro e' stata la scelta che ho fatto (pero con un Nikon 24-120) per un Reportage de la Semana Santa de Barcelona. Il caos e la quantità di gente credo sia simile e io potevo stare anche nelle aree della processione.

 

Alla fine come tutti i compromessi si deve scegliere quello facilmente raggiungibile e gratificante. 

 

Comunque va con le idee chiare e goditi lo spettacolo.


 

 

fabcortesi.com    flickr Gallery

 

"Faber est suae quisque fortunae"


#19 egidio65

egidio65

    Amico di Nikonland

  • Nikonlander
  • StellettaStellettaStelletta
  • 144 messaggi

  • Nazione : Italia

  • CittÓ: milano
  • Data di nascita: 14-06-1965
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D750
  • Ob.vo Principale: Sigma 24-105 f4 / Nikon 70-200 f4 / Nikon 50 f1.4
  • Nikonista dal: 1990
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: per imparare
  • Generi fotografici praticati: ritratto e ambiente

Inviato 26 aprile 2017 - 17:32

Ciao Massimo

 

anche a me toccherà la Francia, a giugno, e sto facendo le prove del materiale,

lo zaino lowepro lo sto provando in tutte le sue 3 conformazioni, per vedere quale mi si adatta di più

e quali ottiche da mettere alla 750

 

questo ponte mi son portato nello zaino la 750 con

il primo giorno il piccolo 50 f1.4 piccolissimo e leggero, comodo a tutto aperto per dissolvere le persone alle spalle delle bimbe ma  troppo corto o troppo lungo ;) :blink:

il secondo giorno il 70-200 f4: ingombrante e non troppo pesante solo che per il gaiser a comando . . . . troppo lungo ;) ho dovuto arretrare ed entrare in un prato

il terzo giorno avrei voluto il 24-105 f4 sigma, che volutamente ho lasciato a casa

 

il 24-105 per i miei usi è un tuttofare,

l'ho lasciato a casa di proposito

per costringermi ad usare le gambe con il 50ino

e per provare a farmi andar bene il 70-200 che a volte vorrei avere con me

 

ho ancora qualche giro di prova da fare

ma mi convinco sempre più che il 24-105 non può mancare



#20 Mullah

Mullah

    Potrebbe andare peggio...

  • Nikonlander Veterano
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1660 messaggi

  • Nazione : Japan

  • CittÓ: Tanabe
  • Data di nascita: 01-01-0001
  • M/F: Maschio
  • Corpo Principale: D800
  • Ob.vo Principale: 17-35 f2.8
  • Nikonista dal: 2005
  • PerchŔ mi sto iscrivendo ?: Per contribuire ed imparare, nei limiti della mia esperienza...

Inviato 26 aprile 2017 - 17:57

Premettendo che i consigli a seguire arrivano da uno scarso.

 

Questo fine settimana ho scattato al circo massimo durante le rievocazioni dei gruppi storici per il Natale di Roma.

Avendo ottenuto un accredito stampa ( distribuito a molti altri fotografi... ) sono potuto andare un po ovunque.

Ti dico, parere personale, se proprio non vuoi rischiare ma restando leggeri, di portare la D5 con il 16-35 ed il 70-200 f4 in un porta lente attaccato alla cintura. E poi divertiti...

Al limite, potresti portare anche il flash come luce di schiarita o per la sera.


La gente é il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. Charles Bukowski




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi