Light Style© by Fisana

Vai al contenuto

Risultati Ricerca

C'erano 2 risultati taggati con tele

Ordina per                Ordina  
  1. Fujinon XF 90mm F2 : il vanitoso (test/prova)

    Ho avuto il piacere di testare per un week end il nuovo Fujinon XF 90mm F2 WR e ne parlo molto volentieri su queste pagine.
     
    E' un obiettivo che si presenta come i più prestigiosi della linea, giusto un filo più lungo ... forse troppo per essere semplicemente un 90 mm F2 ... sembra quasi un 105 mm.
     
    [attachment=92053:D8X_0217.jpg]
     
    infatti sulla Fujifilm X-T1 con cui l'ho provato risulta un pò grande.
     
    Sapete come la penso. Se la mirrorless deve avere come prerogativa quella di essere piccola, compatta e leggera, così dovranno essere anche gli obiettivi.
     
    Quindi se è perfetto il nuovo 35/2, peso, bilanciamento, volume, questo 90mm risulta sbilanciato, lungo e spesso.
     
    Non sto parlando di estetica, non semplicemente. In condizioni di luce precaria, salvo prendere la macchina per il grip in verticale, il complesso risulta poco stabile e con tempi che per me sarebbero di sicurezza (con la D4 e l'85/1.4 io riesco a fare foto ferme ad 1/30'') vedo tremolare il tutto, faccio fatica a tenere ferma la macchina e le foto, ovviamente, vengono mosse.
     
    Insomma, un 85/1.4 sarebbe così grosso, un 90mm F2, non proprio.
     
    Evidentemente aver messo i famosi 4 motori lineari all'interno del complesso ha costretto i progettisti a sviluppare l'ottica per il lungo.
    Così é se ci pare.
     
    Certamente non mi è venuta voglia di montare l'orribile paraluce in plastica che ne quasi raddoppia la lunghezza. Per fortuna il passo filtri a vite resta da 62mm e quindi il paraluce di riserva del 56/1.2 va più che bene :)
     
    Sottolineo una cosa che hanno notato tutti. Preso in mano, anche da spento, c'è qualche cosa che si muove all'interno. Nulla di preoccupante ma un pò di apprensione questo la mette. Peraltro l'obiettivo non è stabilizzato quindi non si capisce bene quale sia l'elemento ballerino.
     
    [attachment=92048:D8X_0203.jpg]
    [attachment=92049:D8X_0204.jpg]
     
    [attachment=92050:D8X_0206.jpg]
    metallo e vetro, passo filtri a vite da 62mm, ghiera dei diaframmi sicura (anche se è un simulatore).
    Messa a fuoco manuale come per gli altri Fujinon XF, simulata ma abbastanza agevole.
     
    [attachment=92052:D8X_0211.jpg]
    90/2 e 56/1.2, una bella coppia da ritratto.
    Notare le differenti proporzioni. Io in realtà considero già un filino grosso il 56/1.2 (che peraltro è un F1.2 !).
    Ma un 105/2.8 no ? Speriamo in futuro ;)
     
    Comunque è un oggetto sensazionale già a prima vista e in mano lo è ancora di più.
     




    • mar 07 2016 12:18
    • da Lieve
  2. Tamron 70-300mm f/4-5.6 SP Di VC USD l'anta...

    Il Tamron AF 70-300mm f/4-5.6 SP Di VC USD viene spesso visto come un competitore diretto del Nikon 70-300mm 4.5-5.6 AFS G VR. simile per dimensioni, stabilizzato e si dice otticamente molto valido.
    Siccome è passato brevemente per le mie mani, ecco le mie impressioni soggettive.
     
     

    [attachment=91225:lenses.jpg]

     

    Il 70-300mm f/4-5.6 SP Di VC USD alla minima focale e alla massima con paraluce.

     
    Prima qualche dato tecnico (tra parentesi per confronto quelli del Nikon 70-300 VR) .
     
     
     
    Costruzione Ottica (elementi/gruppi):17/12 con  1 lente XLD and 1 LD  (17 gruppi 12 elementi, 2 lenti ED)
    Diaframma: 9 lamelle (9)
    Minima distanza messa a fuoco 1,5 m (1,5m)
    Rapporto di riproduzione  1:4 (1:4)
    Dimensioni 82 x 143 mm (80 x 143)
    Peso 765 g (745)
    Diametro filtri 62 mm (67)
    Entrambi hanno paraluce a petalo di serie.
     
     

    [attachment=91226:optical-scheme.jpg]

     

    Schemi ottici  a confronto, in blu la lente XLD, in giallo quelle a bassa dispersione.

     

     
    Costruzione ed ergonomia,
    Avendoli usati tutti e due posso dire che, benchè entrambi abbondino di plastica, il Nikon da' un'impressione generale di maggior robustezza e solidità. Tuttavia il Tamron pur probabilmente più delicato, non ha particolari giochi, forse la ghiera dello zoom è un po' più secca, ma niente di fastidioso.Entrambi si allungano notevolmente alla massima focale.
     
    Su formato dx ad infinito le coperture d'immagine alle diverse focali sono queste.
     
     

    [attachment=91227:focal.jpg]

     

     

     
     
     
    La focale effettiva alla minima distanza è di 240mm, un valore accettabile, più o meno  pari a quello del 300mm f4 AFS (ricordo che il nikon 80-400mm f4-5.6 AFS VR G da oltre 2000 euro alla stessa distanza alla focale nominale di QUATTROCENTO mm è (circa) un 208mm reali ... :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry:  :angry: ).
     
    La stabilizzazione (VC= Vibration Compensation) è ottima, secondo me migliore di quello del 70-300mm Nikon, mentre l'af è veloce ma non sempre preciso, a volte ho ottenuto immagini leggermente fuori fuoco.
     
     

    [attachment=91235:smallliz.jpg]

     

    Questa lucertolina vista al 100% non è perfettamente a fuoco.

     
     
    A infinito alla focale di 300mm a f8 la resa è questa:
     
     

    [attachment=91228:sharpnessinf.jpg]

     

     





    • feb 13 2016 16:53
    • da Silvio Renesto