Light Style© by Fisana

Vai al contenuto

Risultati Ricerca

C'erano 1 risultati taggati con Svizzera

Ordina per                Ordina  
  1. Il deposito del "Trenino Rosso"

    Tra le varie attrattive dell'Engadina c'è il famoso Trenino Rosso che, attraverso una serie di linee attraversa parte del cantone Svizzero deii Grigioni, permettendo di ammirare alcuni tra i più bei paesaggi montani ed è fra l'altro un esempio tecnicamente avanzato di gestione del paesaggio di alta montagna come  ferrovia a scartamento ridotto .
     
     

    [attachment=82815:trosso.jpg]

     

    Dal sito delle Ferrovie Retiche

     
     
    Il Trenino Rosso fa parte della Ferrovia Retica, che appartiene ai Grigioni dal 1889. Nel 1888 i grigionesi concretizzarono il progetto di una ferrovia di montagna su iniziativa dell’olandese Willem-Jan Holsboer che fu il promotore principale della linea ferroviaria da Landquart a Davos, prima linea della rete. Grazie alla fusione con la ferrovia di Arosa e del Bernina, la rete si ampliò, pur rimanendo tuttavia fedele alla sua esclusiva peculiarità: collegare le località di montagna più belle con linee altrettanto suggestive. Nel 2008 l'UNESCO ha iscritto nel proprio Patrimonio mondiale la linea dell'Albula e del Bernina.
     
     
    La Linea del Bernina, inaugurata il 1. luglio 1908 per il primo tratto Tirano- Poschiavo , venne completata nell'estate 1910, fin da subito a trazione elettrica (1'000 Volts corrente continua), venne chiamata Ferrovia Bernina (Berninabahn in tedesco) .
     
     

    [attachment=82816:trosso2.jpg]

     

    Sempre dal sito delle Ferrovie Retiche

     
     
    Costruita a scartamento ridotto di 1 metro per superare meglio le asperità del terreno, con curve di raggio ridottissimo (raggio minimo 45 m.) e pendenze fino al 70 per mille senza l'uso di cremagliera (cioè senza l'ausilio della rotaia dentata centrale tipica delle ferrovie da montagna), ha 1 solo binario e offre lungo tutto il suo percorso panorami  di grande bellezza.
     
     

    Nel paese di  Samedan, ,  è possibile in Agosto effettuare una visita guidata al Deposito locale  della Ferrovia Retica, dove sono conservate alcune locomotive storiche perfettamente restaurate e pienamente funzionanti, grazie all'impegno economico di un gruppo di appassionati (evidentemnte facoltosi) oltre a  vagoni moderni e d'epoca, e all'officina e di riparazione e restauro dove vengono controllati periodicamente tutti i treni della linea.
    E' un occasione che vede insieme nonni e  bambini, oltre che appassionati conoscitori. 
    Ed è uno spunto per fotografare.
     
     

    [attachment=82818:fr1.jpg]

     

    L'ingresso al deposito, notare la scritta in romancio sul vagone.

     

     

     

    [attachment=82819:fr2.jpg]

     

    Uno dei "treni rossi", in primo piano la piattaforma mobile/basculante per spostare le locomotive

     

     

     

    [attachment=82821:fr3.jpg]

     

    Una locomotiva storica, perfettamente funzionante, usata per rievocazioni.

    Il gruppo di appassionati che si occupa della conservazione e restauro ha nome "Club 1889"

     

     

    [attachment=82822:fr4.jpg]

     

    Un amatore riprende qualcosa che a me sfugge.

     

     





    • ago 14 2015 17:39
    • da Silvio Renesto