Light Style© by Fisana

Vai al contenuto

Risultati Ricerca

C'erano 3 risultati taggati con D7100

Ordina per                Ordina  
  1. Nikon Zoom 16-85mm f3.5-5.6 DX, onesto lavoratore

    Quando sono passato dalla pellicola al digitale, il mio primo zoom trans-standard come si usa dire, è stato il Nikon 18-70mm f3.5-5.6, non eccezionale ma a mio parere qualitativamente adeguato per uso generale a almeno su sensori dell'epoca, fino alla D300 almeno. Il limite maggiore che ho trovato, per l'epoca, era la focale minima di 18mm (corrispondente a 28mm sul formato pieno). Ho continuato ad usare il 18-70 su dx ignorando la pletora di 18-55/105/135 apparsi successivamente per lo più come kit lenses, che a mio parere  erano perlomeno costruttivamente inferiori (a seconda dei casi, non c'era la scala della distanze, la ghiera di messa a fuoco manuale era ridicola e così via). quando è stato presentato il 16-85mm f3.5-5.6, non eccezionalmente luminoso, ma molto versatile come escursione focale e apparentemente un gradino sopra agli zoom da kit, l'ho preso. Da allora stato il fedele compagno delle mie D300 e tuttora convive felicemente con la D7100. 
    Adesso che la presentazione della D500 potrebbe risvegliare l'interesse per gli zoom medi  come completamento di un corredo Dx Nikon ha messo in commercio (anzi l'ha presentato prima) un possibile competitore/successore del 16-85mm, un 16-80mm f2.8-4, un po' più luminoso, per il resto piuttosto simile come concezione. Il vecchio  16-85mm rimane piuttosto ricercato nel mercato dell'usato, potrebbe  essere una alternativa  come zoom medio (in tutti i sensi)?
    Ecco la mia recensione come sempre molto soggettiva, forse può esservi di aiuto.
     
    Partiamo dai dati tecnici (tra parentesi ho messo quelli del nuovo 16-80mm, per confronto):
     
     

    [attachment=90453:lensconstruction.jpg]

     

    schema ottico dei due zoom

     

    Lunghezza focale:            16-85mm (16-80),
    Apertura massima             f 3.5-5.6 (f2.8-4),
    schema ottico                  17 lenti in 11 gruppi (17/13)
    messa a fuoco minima      38cm (35cm)
    Rapporto di riproduzione   1:4.6(1:4.5)
    diametro filtri                   67mm (72mm)
    peso                               485gr (480)
     
     

    [attachment=90454:mtfb.jpg]

     

    Per gli interessati, i test MTF a confronto

     

     

    Costruzione ed ergonomia. Lo zoom è di plastica dura, non ha un'aria robusta, ma è abbastanza pesante e solido, non si avvertono giochi, nemmeno quando si allunga alla massima focale. Chiuso è sufficentemente compatto. Paraluce di plastica (ovviamente) a petalo, si può montare a rovescio quando si ripone lo zoom nella borsa. Io preferisco tenerlo sempre montato dritto, ho sempre paura di rompere la delicata baionetta mentre lo monto e lo smonto...
     
     
     
     
     

    [attachment=90455:estensionelente.jpg]

     
     
    C'è una scala delle distanze i vari selettori per le modalità di messa  a fuoco e per l'attivazione/disattivazione del VR la ghiera gomamta per la messa a fuco manuale è sottile ,ma non troppo, però è molto corta come corsa in pochi gradi di rotazione si va da infinito a 38cm. le distanze indicate sono solo 38cm, 80 cm, 1.5cm e poi... l'infinito. non è molto pratica, ma probabilmente si prevede che l'utilizzatore di questi zoom si affidi soprattutto all'autofocus. La ghiera della zoom invece è ottima, larga a sufficienza ed offre la giusta resistenza.
     

    [attachment=90456:selettori.jpg]

     

     

     

    Nel complesso è perfettamente bilanciato su un corpo dx come la D300 o la D7000-7100 sui quali l'ho usato.
     
     

    [attachment=90457:sucorpo.jpg]

     

    Sulla D7100

     

    Prestazioni. Autofocus buono, non un fulmine, ma sufficientemente veloce e preciso (sulle fotocamere da me provate) senza incertezze. Ho avvertito poco invece la presenza del VR, mi sembra che non sia di enorme effetto, ma può essere solo una mia impressione.
     




    • gen 25 2016 17:13
    • da Silvio Renesto
  2. Nikon 80-200 f2.8 AFS su D7100 e, impressioni d...

    Saprete tutti che  Winnie the Pooh  è un Orso (di pezza)  con poco cervello (è riempito di stoffa) ma ha alcune rare abilità, come quella di sentire il richiamo dei suoi adorati vasetti di miele.
    Io gli somiglio molto, sia per il poco cervello che per la capacità di udire richiami misteriosi.
    Infatti ero da NOC per tutt'altro, quando dal fondo di una vetrina mi sento chiamare da dentro uno di quei vecchi astucci a cilindro in similpelle che usavano prima degli attuali morbidi in cordura .
    Un richiamo irresistibile, impossibile da ignorare, così mi sono fatto aprire l'astuccio e... visto l'occupante...  ho capito che non avrei potuto lasciarlo lì.
     
    [attachment=55805:winnie.jpg]
     
    Era un bellissimo nikon 80-200mm f2.8 AFS.
     
    Scherzi a parte questo tipo di zoom mi è sempre piaciuto,  anche se non ne faccio spesso uso e Mauro certamente potrebbe dirmi (con ragione), che non serve per i miei soggetti,  anzi, lui e tanti altri con lui, potrebbero anche chiedersi che cosa mai me ne farò, ma ... a volte al cuore non si comanda e ...  abbiate pazienza, prometto che lo userò anche per altro (ehm.. forse,   ;) ).
     

    Veniamo al dunque. 
    Stamattina giornata veramente di m...agra, nessun soggetto interessante, per cui  ho pensato di sfruttare il tempo per testare l'80-200 f2.8 AFS sulla D7100. Lo avevo portato con me con montato il paraluce dell'80-200 f2.8 Af a pompa, che è più robusto (metallico) e  di lunghezza meno imbarazzante rispetto a quello originale (tanto oggi di riflessi neanche l'ombra)  ed ho provato ad usarlo sia da solo che con il TC20 EIII (in prestito), per avere una specie di 160-400 (equivalente ad un 200-600 tenendo presente il fattore di crop).
     
    [attachment=55781:8271h.jpg]
     
    L'80-200 AFS sulla D7100 con il paraluce metallico a  vite della prima versione Af (ho anche l'originale naturalmente).
     
     
    Nonostante le condizioni di luce tutt'altro che ideali, con il tempo grigio e piovigginoso,  per cui quasi sempre ho scattato a a 1600 ISO, con relativa perdita di dettaglio, i risultati sono ottimi con lo zoom usato da solo e non mi sono sembrati niente  male col 2x. Con il TC20 EIII la qualità è più che accettabile,  a patto però di chiudere di un paio di diaframmi. Col duplicatore si ha comunque un aumento di contrasto  e se il contrasto è molto forte (ad es piume bianche "cera" nera del naso del cigno) un po' di aberrazione cromatica è in agguato, ma sono situazioni limite, normalmente non ho trovato niente di ingestibile a mio parere.

     
    Questa non vuole essere una recensione  vera e propria, perchè sull'80-200f2.8 AFS  ce ne sono già due  quiqui fatte da persone di grande competenza. Io vorrei solo condividere le mie impressioni d'uso sul campo per quel che riguarda la resa dello zoom sulla D7100, in cattive condizioni ambientali.
     
     
    Ma lascio parlare le immagini (convertite in jpeg direttamente con Nikon View, leggerissimo sharpening nelle foto ridotte per compensare la compressione, nessuna pp nei crop).
     
    Usato da solo ha una resa egregia. Riprese a 200mm:
     
     
    [attachment=55782:cigno2ai.jpg]
     
    80-200 f2.8 AFS f7.1, 1/640s, 250 ISO -0.3EV
     
     
    [attachment=55783:cigno2aic.jpg]
     
    Crop 100% nessuna postproduzione 
     
     
    [attachment=55784:cigno2bi.jpg]
     
    80-200 f2.8 AFS f7.1, 1/800s, 720 ISO -0.3EV
     
     
    [attachment=55785:cigno2bic.jpg]
     
    Crop 100% nessuna postproduzione 
     
     
    [attachment=55786:gabb2i.jpg]
     
    80-200 f2.8 AFS f7.1, 1/800s, 1100 ISO -0.3EV
     
     
    [attachment=55787:gabb2ic.jpg]
     
    Crop 100% nessuna postproduzione 
     
     
    [attachment=55788:germano2i.jpg]
     
    80-200 f2.8 AFS f7.1, 1/400s, 1600 ISO 
     
     
    [attachment=55789:germano2ic.jpg]
     
    Crop 100% nessuna postproduzione 
     




    • dic 31 2015 12:07
    • da Silvio Renesto
  3. Nikon D7100 - Anteprima Preview

    Premessa fondamentale, questa è un'anteprima basata su notizie ufficiali Nikon e sul materiale ricavato da varie fonti sul web, e pertanto ogni considerazione è puramente speculativa partendo dai dati di targa.

    ----------------------------------------------


    Attesa con un po’ di scetticismo (“è uscita la D600, vuoi che facciano la stessa macchina in Dx?”) ecco la D7100, la nuova DSLR di fascia consumer di Nikon.
    La prima analisi che si può fare è di carattere “estetico” ed il paragone con la neonata D600 è d’obbligo, così come quello con la precedente d7000 della quale prende il posto.
    Rinnovata stilisticamente come tutte le altre reflex della casa nipponica, anche questa SLR digitale presenta linee più arrotondate rispetto al recente passato per un corpo macchina che, fatte le dovute differenze per le dimensioni, si presenta molto simile alla D600 nel segno della continuità con la struttura lanciata dalla D7000.

    [attachment=42581:D7100_16_85_front34r.jpg]


    [attachment=42582:D7100_16_85_left.jpg]


    [attachment=42583:D7100_16_85_top.jpg]


    [attachment=42584:D7100_18_105_back34r.jpg]


    Come la D7000, e la D600 anche questa nuova nata è parzialmente in lega di magnesio (la calotta superiore e la parte dietro) mentre il resto è in policarbonato ed è tropicalizzate come le fotocamere di fascia pro.

    [attachment=42586:nikon-d7100-sealing.jpg]


    Da notare la presenza del microfono stereo sulla calotta del pentaprisma, poco davanti alla slitta del flash.

    [attachment=42585:topcontrols_1.jpg]



    SENSORE









    [attachment=42587:sensor.jpg]


    Equipaggiata con un cmos da 24.1 mpixels (con tutta probabilità lo stesso della 5200) la vera novità del progetto della 5200 sta nell’assenza del filtro low-pass che vede riprendere l’idea lanciata con la D800e senza però una fotocamera gemella progettata con la presenza di quel filtro che, separando la luce in arrivo al sensore, riduce l’effetto moiré e i falsi colori, sacrificando qualcosa alla massima risoluzione. L’esperienza recente ha evidentemente convinto Nikon della “bontà” di questa scelta che l’ha riproposta in questa fotocamera, anche se, per la presenza a listino di fotocamere con caratteristiche non molto dissimili, ci dovrebbe suggerire di aspettare a dire che questa sia la scelta definitiva per le future reflex. C’è da dire che, a differenza della versione “e” della D800, in questa SLR digitale il filtro non dovrebbe effettivamente esserci, mentre nella cugina di fascia pro, come già detto nell’articolo relativo, il filtro c’è comunque anche se ha l’effetto di autoannullarsi.


    MIRINO E MONITOR LCD

    [attachment=42763:img_20.jpg][attachment=42762:img_19.jpg]


    “Scomodo mirino al 95%, è finita la tua era!” parafrasando la pubblicità di un ferro da stiro, questo potrebbe essere il motto delle nuove DSLR di casa Nikon che hanno abbandonato la soluzione del mirino a copertura parziale della scena inquadrata per preferire quelli a copertura totale.

    [attachment=42760:img_15.jpg] [attachment=42761:img_16.jpg]


    Tra le varie informazioni date dal mirino c’è l’orizzonte virtuale che indica l’inclinazione orizzontale della macchina sia per lo scatto verticale che orizzontale. In modalità live view questa indicazione viene riportata dal monitor LCD.

    [attachment=42757:img_08.jpg]


    La D7100 adotta, come le ultime uscite di casa Nikon di fascia alta, il nuovo pannello LCD che, da un lato grazie alla tecnologia quad-color (RGBW), consente una maggiore luminosità del monitor e dall’altra la struttura integrata con il vetro consente di limitare drasticamente i riflessi parassiti e di migliorare la visione dell’immagine a video.

    [attachment=42758:img_11.png][attachment=42759:img_12.png]

    [attachment=42755:img_06.jpg] [attachment=42756:img_07.jpg]



    AUTOFOCUS
    Significativa la novità dell’autofocus che introduce nel segmento consumer il Multi-CAM 3500DX a 51 punti di messa a fuoco (di cui i 15 punti centrali disposti a croce) fin’ora riservato alle reflex di fascia pro che è supportato dal un algoritmo simile a quello della D4. L’autofocus è utilizzabile fino a -2 EV (ISO 100, 20 ° C/68 ° F), che è l'equivalente luminosità ad un soggetto illuminato dal chiaro di luna.
    In modalità crop 1,3x possono essere selezionati 11 punti di messa a fuoco per avere una maggiore reattività dell’autofocus.








    [attachment=42817:img_24.jpg] [attachment=42818:img_23.jpg]


    HDR (HIGH DYNAMIC RANGE) ON CAMERA
    Come per le ultime reflex che l’hanno preceduta, anche in questa fotocamera è stata implementata la funzione HDR che consente, con un singolo scatto, di ottenere diverse esposizioni della stessa foto che vengono poi ricombinate on camera in un'unica immagine così da avere una maggiore estensione di gamma. A seconda delle situazioni è possibile regolare il differenziale di gamma fino a 3 EV e, a seconda dei gusti, l'uniformità di fusione delle 2 esposizioni.








    [attachment=42764:hdr.jpg]




    VIDEO FULL HD
    Anche la D7100, come ormai tutte le reflex prodotte da Nikon, implementa una funzione video in formato full HD (1.920x1.080) con frame-rate fino a 60i/50i nella modalità ritaglio 1,3x e fino a 30p/25p/24p nel formato DX. La registrazione video può avere una durata massima senza interruzioni di 29 minuti e 59secondi (20 minutin in alta qualità).





    [attachment=42858:video.gif]


    Come per le foto è possibile modificare i video on camera e applicare degli effetti creativi,
    Per l’audio è possibile utilizzare il microfono stereo integrato oppure quello esterno opzionale siglato Nikon ME-1.

    [attachment=42816:D7100_ambience_4.jpg]


    Andiamo adesso alla lista delle specifiche e delle funzionalità :

    FORMATO
    Il sensore è un CMOS da 24,71 megapixel totali di cui 24,1 effettivi (6.000x4.000 pixel).
    Il formato standard è il 23,5x15,6 mm (DX).

    SENSIBILITÀ
    Standard da 100 a 6.400 ISO a passi di 1/3, 1/2 e 1EV.
    Tre modalità fuori standard equivalenti ad ISO 50 ed ISO 12.800 e 25.600. disponibile la modalità auto-iso.

    CADENZA
    Può andare da 1 frame al secondo fino a 6 fpa ( sia CL che CH) o 7 (CH in modalità ritaglio 1,3x)
    La sequenza massima copre 33 scatti in jpg fine (100 nelle altre modalità jpg) e 7 raw a 12 bit lossless a riempimento del buffer.

    ESPOSIZIONE
    Basato su sensore RGB a 2.016 punti e 3D con unità di elaborazione Nikon Expeed 3.
    Il sistema controlla tutte le funzioni di esposizione, TTL, punto del bianco ed autofocus.
    La valutazione dei dati tiene conto dei parametri misurati in ambiente 3D.

    AUTOFOCUS.
    Utilizza il modulo Multi-CAM 3500DX a 51 punti di cui 15 a croce.
    E' possibile utilizzare i 51 punti con modalità tracking 3D del soggetto.

    MODI SCENA
    Come sulla D7000 sono presenti i modi scena, 17 impostazioni diverse che a, seconda di quello selezionato, ottimizzano tempi, diaframmi e iso per il tipo di foto a cui è dedicata la modalità scelta.

    COMPATIBILITÀ OBIETTIVI
    Totale con tutti gli obiettivi G e AF/AFD e P. Previa memorizzazione dei dati di focale e apertura massima anche con gli AI/AIs.
    Per questi ultimi è possibile memorizzare i dati di 9(?) obiettivi diversi.

    SCHERMO LCD E LIVEVIEW.
    Lo schermo LCD posteriore è un 3,2 pollici TFT con visione a 170° con una risoluzione effettiva di 640x480 punti su tre colori (totale 921.000 pixel) con angolo di visione di 170°, circa 100% di copertura dell'inquadratura e controllo automatico della luminosità del monitor con sensore di luminosità ambiente. In grado di effettuare ingrandimenti 10x per una verifica della messa a fuoco anche in modalità LiveView in cui viene simulata la visione della scena corretta con i dati di scatto. Ci sono due modalità una per l'utilizzo a mano libera e uno per quella su treppiedi.

    CONNETTIVITÀ
    E'presente un'uscita HDMI a piena risoluzione senza compressione verso le periferiche esterne e una porta usb 2.0.

    MODALITÀ VIDEO:
    D-Movie in formato multiarea: è possibile registrare filmati Full HD (1080p) nei formati DX e in modalità crop 1.3x (1920x1080) durata massima 29' e 59".

    PESI, MISURE, MEMORIE, ALIMENTAZIONE.
    La fotocamera pesa a vuoto 675 grammi ed è circa 13,5x10,5 cm di lato e quasi 8 di profondità.
    Utilizza le stesse batterie della D7000 le EN-EL15.


    ACCESSORI

    Funzionalità wireless con wr-1 wr-r10 w1a



    [attachment=42819:img_03 (1).jpg]


    Utilizzano il modulo WU-1 di Nkon è possibile trasmettere le foto a un qualsiasi smart-device, sia con sistema operativo iOS di Apple che Android, ma anche controllare a distanza la fotocamera con la funzione di scatto remoto.

    [attachment=42766:wr1-2.jpg]


    Con la 7100 è stato presentato anche il nuovo ricetrasmettitore wireless WR-1 dotato di un display monocromatico che permette di controllare buona parte delle operazioni di ripresa, dallo scatto alla configurazione multicamera. Con il trasmettitore collegato alla fotocamera è possibile verificare e modificare le impostazioni di scatto. Ha un raggio di azione di 20 metri (espandibile nel caso di uso combinato di più WR-1 e/o WR-R10/WR-T10) che permette di preimpostare svariati scenari di ripresa, come le foto simultanee, quelle intervallate e il ritardo di scatto personalizzato.

    [attachment=42820:img_04.jpg][attachment=42821:img_05.jpg][attachment=42822:img_06.jpg]


    [attachment=42823:img_07.jpg][attachment=42824:img_08.jpg]


    Sulla D7100 può essere montato anche l'unita di comunicazione UT-1 che consente di trasferire i file dalla scheda di memoria tramite rete lan cablata a un pc o a un server ftp oltre al controllo remoto della fotocamera (aggiungendo il trasmettitore wt5 anche tramite rete wireless).

    [attachment=42834:img_02.jpg] [attachment=42835:img_01.jpg]


    MB-D15
    Come per la D600 anche la 7100 (a causa delle dimensioni diverse sia dalla 7000 che dalla sorella FX) adotta un nuovo battery grip denominato MB-D15.






    [attachment=42767:img_09.jpg][attachment=42768:img_10 (1).jpg]


    [attachment=42769:img_11.jpg]


    TABELLA RIASSUNTIVA:









    [attachment=42770:Immagine.gif]


    LINK

    http://www.nikon.it/.../consumer/d7100
    http://imaging.nikon...eup/dslr/d7100/
    http://chsvimg.nikon...df/d7100_8p.pdf
    http://www.nital.it/...nikon-d7100.php
    http://www.dpreview....ws/nikon-d7100/

    • gen 01 1970 01:00
    • da Alberto73