Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
  • You cannot edit this record

Panoramiche, Sferiche, Equirettangolari ... facciamo un po' d'ordine ! -----

Submitted by: gpb01
Submitted: set 30 2010 09:53
Last updated: set 30 2010 13:33
Category: Ripresa
Titolo : Panoramiche, Sferiche, Equirettangolari ... facciamo un po' d'ordine !
Keywords : TUTORIAL PANORAMICHE .
Il termine "Foto Panoramica" ? ora mai largamente inflazionato. Su moltissimi siti si parla di "Panoramiche", ma le idee chiare sull'argomento non le hanno veramente in molti. :P



Personalmente mi occupo di questo genere di fotografia da alcuni anni e, forse peccando di immodestia, mi ritengo piuttosto esperto. :post-515-1140593913:


Ho personalmente provato (a mie spese) svariati hardware e software prima di trovare quelli il cui rapporto costo/prestazioni fosse ottimale per cui, con i messaggi che seguiranno, cercher? di fare un po' di chiarezza e fornire quelle informazioni di base che permetteranno a tutti di realizzare delle buone "Panoramiche", intese nel senso pi? ampio del termine.




Classificazione



Cominciamo con il dire che nel generico termine di "Foto Panoramica" rientrano tutte quelle immagini realizzate mettendo assieme pi? singole foto. Tali immagini possono essere cos? classificate :



- Immagini Planari o Piatte : Sono immagini composte da pi? foto che possono comunque essere viste senza l'utilizzo di software specifici che effettuano delle correzioni prospettiche. Schematicamente :






- Immagini Cilindriche : Sono probabilmente le immagini "panoramiche" pi? diffuse. Esse sono composte da una serie di foto che formano un "cilindro" (quindi un immagine orizzontalmente a 360?). Esistono molti software per la loro visualizzazione "piatta" e la rotazione all'interno dei 360? e sono normalmente basati su "applets" Java. La foto Cilindrica ha un rapporto dimensionale x:y dipendente dall'ottica utilizzata e, se stampata, potrebbe rende un immagine prospetticamente distorta (es. in funzione del posizionamento dell'orizzonte). Schematicamente :



Immagine Allegata: types_cylinder.jpg




- Immagini Sferiche o Equirettangolari : Meno diffuse in quanto pi? complesse da realizzare, sono composte da una serie di scatti messi a ricoprire interamente le pareti interne di una sfera con l'osservatore posto al centro di detta sfera. La visione oltre ad essere di 360? orizzontalmente ? di 180? verticalmente (da +90 a -90). Esse rappresentano la realt?, vista dal punto di osservazione, nella sua interezza. Per la loro visione occorre utilizzare software appositi che effettuano la conversione prospettica da un immagine curva ad un immagine piatta sul monitor. La foto Sferica ha un rapporto dimensionale fisso di 2:1 indipendentemente dall'ottica utilizzata e, se stampata, rende un immagine prospetticamente distorta. Schematicamente :



Immagine Allegata: types_sphere.jpg




- Immagini Cubiche : Le immagini Cubiche sono state rese possibili con l'introduzione di QuickTime versione 5. A differenza delle immagini sferiche le varie foto sono posizionate sulle 6 facce interne di un cubo e l'osservatore ? al centro di detto cubo. Il vantaggio rispetto all'immagine sferica ? che in questo caso abbiamo sei immagini piane pi? facilmente editabili. Il rovescio della medaglia e che ad un occho attento il passaggio da una faccia di un cubo ad un altra, specie in corrispondenza degli spigoli non ? cos? fluido come con le immagini Sferiche e di nota una certa distorsione. Sono comunque largamente usate vuoi per la diffusione di QuickTime, vuoi perch? ora ? anche possibile visualizzare con dei programmini Flash (il cui plugin ? nettamente pi? leggero di QuickTime). Schematicamente :



Immagine Allegata: types_cube.jpg





Il Punto Nodale



Se non di fondamentale importanza per la realizzazione di immagini Planari, per le cilindriche e ancora di pi? per le sferiche ? essenziale la conoscenza del "Punto Nodale" del ns. sistema di ripresa.



Poich? pi? scatti siano collegabili tra loro occorre che essi abbiano un area di sovrapposizione. Tale area deve essere almeno di un 10% dell'immagine, meglio se un 15% / 20%, quindi, quando effettueremo le varie foto con l'idea di unirle tra loro, teniamo sempre presente che ogni immagine deve contenere una parte dell'immagine precedente. Questo deve essere inteso nel senso pi? ampio della cosa; ovvero, se un immagine si trover? al centro di pi? immagini (sopra, sotto, a destra e a sinistra) essa dovr? avere un area di sovrapposizione con tutte le altre immagini.



Proprio poich? il risultato finale del nostro lavoro sar? dato dall'unione di pi? foto con la sovrapposizione di parte di esse, un errore di parallasse ? spesso fonte di ... sofferenze in fase di montaggio (stitching). Esso potr? provocare immagini fantasma (ghost) immagini non ben definite (blur) o addirittura impedire il corretto assembraggio delle singole foto.



Per chiarire osserviamo il seguente esempio:



Immagine Allegata: parallax_ridges_sml.jpg




Ingrandiamo le due zone dei due scatti segnate in rosso :



Immagine Allegata: parallax_ridges.jpg




Come si vede i due particolari non collimano e nella prima l'albero posteriore e molto pi? visibile che nella seconda.



Per ovviare ad errori del genere dovremo fare in modo che il nostro sistema di ripresa non ruoti attorno al punto di attacco della fotocamera al cavalleto, ma attorno al "Punto Nodale" dell'obiettivo utilizzato.



Schematicamente possiamo cos? definire il problema :



- nel caso di rotazione attorno all'attacco del cavalletto ogni scatto ? ripreso da una posizione differente :



Immagine Allegata: non_nodale.jpg




- se la rotazione invece avviene attorno al "Punto Nodale" ogni scatto sar? ripreso dalla medesima posizione :



Immagine Allegata: nodale.jpg




Da quanto esposto risulta evidente che per la realizzazione di "Panoramiche Cilindriche", di qualit?, ? essenziale una buona testa regolabile in modo da far ruotare il nostro sistema di ripresa attorno al "Punto Nodale".



Per le "Panoramiche Sferiche/Equirettangolari/Cubiche" non solo una buona testa regolabile ? essenziale ... essa ? obbligatoria !!! :)



Per concludere questo punto vediamo ora un esempio pratico di due scatti effettuati con un errore di parallasse ed assemblati assieme. Ecco i due scatti :



Immagine Allegata: parallax.jpg




ed ecco cosa si ottiene se si cerca di metterli assieme :



Immagine Allegata: paralax_overlaped.jpg




Spero quindi con quest'esempio di aver chiarito l'importanza di una corretta individuazione del "Punto Nodale" e della rotazione attorno ad esso.




Proseguiamo ancora con un po' di teoria prima di passare alle sezioni relative alla pratica ;)



Stitching



Con il termine "Stitching" si intende in realt? l'insieme di due operazioni : l'unione vera e propria delle varie foto (warping) e l'armonizzazione di quanto ottenuto (blending).



Per capire queste fasi prendiamo, ad esempio, tre scatti di un panorama :



Immagine Allegata: pano_left_ss.jpg Immagine Allegata: pano_middle_ss.jpg Immagine Allegata: pano_right_ss.jpg




La fase di "unione" (warping) ha il compito di unire, facendo coincidere le parti comuni, le varie immagini in un unica immagine :



Immagine Allegata: pano_bad.jpg




Purtroppo, come si vede, la sola fase di "unione" non ? sufficiente ad ottenere un buon "Panorama" poich? differenze di tonalit? nei vari scatti risultano piuttosto evidenti nell'immagine complessiva.



La fase sucessiva ? quindi quella di "armonizzazione" (blending) che ha appunto il compito di rendere uniforme la nostra immagine ed il cui risultato finale ? questo :



Immagine Allegata: pano_good.jpg





In realt? le fasi di "unione" (warping) e di "armonizzazione" (blending), specie nelle "Panoramiche Cilindriche" ed in quelle "Sferiche" sono pi? complesse. Tramite algoritmi matematici le nostre foto piane vengono rese curve per un corretto assemblaggio sulle pareti di una superficie non piana. Schematicamente possiamo cos? rappresentare cosa avviene :



Prendiamo l'esempio di un "Panorama Cilindrico" costituito da otto scatti (in realt? nell'esempio ne vediamo solo 5) :



Immagine Allegata: stitch_demo_1.gif Immagine Allegata: stitch_demo_img1.jpg




La fase di "unione" (warping) le modifica alterandone la prospettiva quasi fossero state scattate con un fish-eye :



Immagine Allegata: stitch_demo_2.gif Immagine Allegata: stitch_demo_img2.jpg




Infine la fase di "armonizzazione" (blending) ci dar? la nostra immagine finale :



Immagine Allegata: stitch_demo_3.gif Immagine Allegata: stitch_demo_img3.jpg





Cominciamo ora ad avvicinarci un po' di pi? alla pratica :)

FOV e numero di scatti

La prima cosa che credo sia ovvia, ma comunque ? bene chiarire, ? che il numero di scatti necessari a realizzare una "Panoramica Cilindrica" o una "Panoramica Sferica/Cubica" ? ovviamente funzione dell'obiettivo che si usa e delle dimensioni del sensore della fotocamera.

Come ben sapete la formula che permette di calcolare l'angolo di visione (FOV : Field of View) di un obiettivo in funzione della focale e della dimensione del sensore ?:

FOV? = 2 * arctan ( lft / (2 * LF) )



dove lft rappresenta la lunghezza in mm del lato del sensore, mentre LF rappresenta la lunghezza focale in mm.

Per ragioni pratiche di ampiezza di visione verticale, ? prassi comune eseguire gli scatti per una foto "Panoramica Cilindrica" o "Panoramica Sferica/Cubica" con la fotocamera in verticale.Le dimensioni dei sensori Nikon sulle fotocamere D70, D200, D2X differiscono per un decimo di millimetro, per cui, per stare tranquilli, prendiamo le dimensioni minori 23,6 x 15,6 mm. Posizionando la fotocamera in verticale avremo che il lato X sar? il pi? corto (15,6 mm) e quello Y il pi? lungo (23,6 mm). Conoscendo questi dati ? facile calcolare il FOV dato un determinato obiettivio.

Prendiamo ad esempio il 14mm. Applicando la suddetta formula abbiamo un FOV per il lato corto pari a circa 58? ed un FOV per il lato lungo pari a circa 80?.

Come sappiamo dobbiamo prevedere una sovrapposizione di un 15% sui lati (tutti i lati !) da cui risulta che per effettuare in verticale un giro completo di 360?, necessario per una "Panoramica Cilindrica", occorreranno 9 scatti con un intervallo di 40? tra uno e l'altro. Avremo cos? una visione a 360? x 80?.

Per la "Panoramica Sferica/Cubica" la cosa si complica un po' poich? occorre non solo fare i 9 scatti della "Panoramica Cilindrica", ma occorre farli per TRE volte : una volta inclinando la macchina verso l'alto di +55?, una volta tenendola orizzontale a 0? ed una volta inclinando la macchina verso il basso di -55?. Inoltre, per sicurezza, scatter? sempre un solo scatto con la macchina girata verso l'alto a +90? ed uno con la macchina girata verso il basso a -90? (cielo e terra). Quest'ultimo, scopriremo presto, ? quello che ci dar? pi? problemi poich?, come potete ben capire, va fatto staccando la macchina dal cavalletto e dalla testa panoramica, ma muovendola il meno possibile da dove era posizionata e cercando di scattare come se virtualmente fosse ancora attaccata a tutta la meccanica !!! :o In totale la nostra "Panoramica Sferica/Cubica" sar? quindi composta da 29 scatti.

Per chiarire meglio le idee facciamo un altro esempio :) Prendiamo un 24mm ... il suo FOV per il lato corto ? circa di 36? ed il FOV sul lato lungo ? di circa 52?.

Considerando la solita percentuale di sovrapposizione risulta ora chiaro che per effettuare una "Panoramica Cilindrica" occorreranno 15 scatti con un intervallo di 24? tra uno e l'altro (in realt? ne basterebbero 13, ma ? sempre meglio trovare un sottomultiplo dei nostri 360? cos? da avere un avanzamento di un numero intero e preciso di gradi).

Per effettuare invece una "Panoramica Sferica/Cubica" occorrer? fare QUATTRO volte i 15 scatti. Una prima volta inclinando la macchina verso l'alto di +20?, una seconda inclinando sempre verso l'alto di +60?, una terza inclinando verso il basso di -20? ed una quarta inclinando verso il basso di -60?. Aggiungeremo poi sempre uno scatto verso l'alto a +90? ed uno verso il basso a -90?. In totale dovremo quindi effettuare ed assemblare assieme ben 62 scatti (In realt?, riducendo di poco l'area di sovrapposizione, si riesce facilmente a scendere a 50 scatti) .

Da questi due esempi capite bene che, salvo non voler impazzire in fase di assemblaggio, ? bene usare focali molti corte cos? da avere FOV piuttosto ampi che riducono il numero di scatti necessari.

Vi anticipo subito che il miglior rapporto tra Qualit?/Scatti/Tempo_Necessario si ha proprio con l'uso del 14mm. Vedremo che per panoramiche di pi? bassa qualit? (tipicamente destinate a visite virttuali su WEB) si pu? scendere di molto con gli scatti utilizzando o il 10,5 mm di Nikon o ... uno strano assemblaggio che pi? avanti illustrer? e che permette di avere dei buoni risultati con solo due o tre scatti !

Per aiutarvi inserisco la tabella che segue (che in realt? ? molto ottimizzata e specifica realmente il numero minimo di scatti necessari) e che indica, in funzione dell'obiettivo usato, come effettuare gli scatti per ottenere una "Panoramica Sferica/Cubica". Attenzione : la focale riportata ? quella su Full Format ! Questo significa che se, ad esempio, usare un 24 mm su una delle nostre amate Nikon digitali, dovrete moltiplicare per 1,5 e quindi, per approssimazione, usare quanto la tabella indica per il 35 mm.

Tabella Scatti Sferiche/Cubiche

Focale FF Descrizione Totale Scatti
10,5 mm 1 scatto a +90? 6 scatti step 60? a 0? 1 scatto a -90? 8 scatti
15 mm 1 scatto a +90? 6 scatti step 60? a +30? 6 scatti step 60? a -30? 1 scatto a -90? 14 scatti
17 mm 1 scatto a +90? 8 scatti step 45? a +30? 8 scatti step 45? a -30? 1 scatto a -90? 18 scatti
20 mm 1 scatto a +90? 8 scatti step 45? a +60? 8 scatti step 45? a 0? 8 scatti step 45? a -60? 1 scatto a -90? 26 scatti
24 mm 1 scatto a +90?9 scatti step 40? a +50?9 scatti step 40? a 0?9 scatti step 40? a -50?1 scatto a -90? 29 scatti
28 mm 1 scatto a +90?10 scatti step 36 ? a +45?10 scatti step 36 ? a 0?10 scatti step 36 ? a -45?1 scatto a -90? 32 scatti
35 mm 1 scatto a +90?12 scatti step 30? a +60?12 scatti step 30? a +20 ?12 scatti step 30? a -20?12 scatti step 30? a -60?1 scatto a -90? 50 scatti





Le Meccaniche



Se la realizzazione di immagini "Planari/Piatte" non richiede particolari teste su cui montare la fotocamera, la realizzazione di "Clindriche" e "Sferiche/Cubiche" richiede sicuramente apposite meccaniche abbastanza precise.



Poich? i costi di dette meccaniche sono tutt'altro che indifferenti occorre prefissarsi se si ? interessati ad effettuare solo "Cilindriche" o, oltre ad esse, anche le "Sferiche/Cubiche".



Nel primo caso difatti la testa ? molto semplificata ed una volta regolata secondo i due assi per far cadere il "Punto Nodale" nel centro di rotazione ha il solo compito di prefissare degli angoli fissi a cui effettuare gli scatti facendo ruotare il tutto su un piano.



Vari costruttori offrono test per "Panoramiche Cilindriche". Due piuttosto accessibili come prezzo e facilmente reperibili sul territorio Italiano sono la testa 303 prodotta dalla Manfrotto e testa QuicklyQT prodotta da Martino Agnoletto (www.agnos.com).




La testa 303 di Manfrotto qui rappresentata :



Immagine Allegata: Manfrotto_303.jpg




? composta da due slitte regolabili lungo gli assi X e Y (per la regolazione del Punto Nodale)ed una meccanica in cui ? possibile regolare, in modo estremamente semplice, degli "step" di rotazione funzione dell'obiettivo utilizzato (vd. spiegazione relativa al FOV). Il suo costo ? attorno ai 300 EURO.



E' forse possibile risparmiare qualche EURO comprando le singole parti sciolte ed assemblandole da soli. Le parti necessarie sono:



- Due slitte 357


- Un attacco ad "L" 341


- Una testa rotante per panoramiche 300N



Immagine Allegata: Manfrotto_357.jpg Immagine Allegata: Manfrotto_341.jpg Immagine Allegata: Manfrotto_300N.jpg




... comunque il risparmio ? veramente minimo e quindi ... a voi scegliere :)




La testa QuicklyQT di AGNOS qui rappresentata :



Immagine Allegata: quicklyqt_standard_big.gif




? pi? semplice e pi? spartana pur avendo un costo anch'essa pari a circa 300 EURO.



Tra le due io suggerisco la Manfrotto 303 per il semplicissimo meccanismo di regolazione dell'angolo di avanzamento. Difatti per cambiare l'angolo d'avanzamento dulla testa AGNOS occorre smontare la meccanica e sostituite una piastra d'acciaio forata (con numero di fori pari a 360/angolo voluto), mentre con la Manfrotto basta svitare e riavvitare un perno !



Comunque vanno entrambe bene e, se non avete la necessit? di sostituire l'obiettivo con cui fate le "Cilindriche" (e quindi cambiare l'angolo d'avanzamento), sono veramente equivalenti.



Naturalmente, se fate una ricerca su Internet, troverete un'infinit? di altre teste per "Panoramiche Cilindriche" ma, a parte il fatto che i prezzi pi? o meno sono allineati, a parte il fatto che funzionalmente si equivalgono, in pi? avrete lo svantaggio di doverle importare ... con i costi del caso ;)




Cos? come abbiamo visto per le teste dedicate a "Panoramiche Cilindriche", anche per le "Panoramiche Sferiche/Cubiche" il mercato offre moltissime soluzioni.



Ancora una volta Vi suggerisco di guardare ci? che ? facilmente reperibile sul suolo d'Italia, senza andare a buttare soldi inutili per strani oggetti che dovrete far venire dall'estero e che onestamente, salvo costare uno spoposito, di pi? non offrono :)




I due prodotti con il miglior rapporto costo/prestazioni sono, ancora una volta, quelli prodotti dalla Manfrotto e dalla AGNOS.




La testa Manfrotto 303SPH qui rappresentata :



Immagine Allegata: Manfrotto_303SPH.jpg




? composta da una serie di slitte regolabili che permettono il corretto posizionamento della fotocamera e da due elementi di rotazione. Uno ? lo stesso utilizzato per la 303, ovvero il modulo d'avanzamento a scatti angolari 300N ed ? dedicato, come per la testa 303, alla rotazione sul piano di 360?; l'altro, con un meccanismo graduato a frizione regolabile, ? dedicato all'orientamento in verticale della fotocamera per effettuare i vari cerchi completi di 360? a varie angolazioni.


Il costo di questa meccanica e di circa 500 EURO.




La testa AGNOS QuicklyQT_Cubic qui rappresentata :



Immagine Allegata: quicklyqt_cubic.gif




e composta da una struttura rigida (per altro piuttosto pesante ed ingombrante) che da un lato ha una testa per rotazione angolare sul piano a 360? uguale a quella del modello QuicklyQT, e dall'altro un meccanismo graduato a frizione regolabile per l'orientamento in verticale della fotocamera.


Il costo di questa meccanica ? superiore ai 650 EURO (N.B. : tutti i prezzi indicati si intendono comprensivi di IVA).



Anche in questo caso tra le due io suggerisco la Manfrotto (io possiedo la AGNOS, un mio collega la Manfrotto). Prima di tutto ha il grosso vantaggio di essere pieghevole e quindi di poterla facilmente riporre nella borsa fotografia (la AGNOS ? rigida e piuttosto ingombrante : 350x220x130 mm), in secondo luogo, come per le teste per "Panoramiche Cilindriche", trovo molto pi? comodo il sistema di regolazione dell'angolo d'avanzamento.



Come gi? detto, se fate una ricerca su Internet, troverete un'infinit? di altre teste per "Panoramiche Sferiche/Cubiche" a prezzi completamente differenti e non giustificabili (anche il 30-40% in pi?), con caratteristiche simili che non vale proprio la pena di importare.




Il Fissaggio della Fotocamera



Bene, a questo punto avrete deciso quale ? la "Testa Panoramica" che fa al Vostro caso, l'avrete acquistata ed ora dovrete fissarci sopra la vostra fotocamera completa di obiettivo, facendo cadere il "Punto Nodale" esattamente sul centro di rotazione ... gi? ... il "Punto Nodale" ... che per Vostra sfortuna non ? indicato sugli obiettivi :lol:



Molti sono i suggerimenti che troverete se farete una ricerca per come trovare il "Punto Nodale", alcuni semplici, altri cos? intricati da essere impraticabili. Quello che voglio darvi io ? un suggerimento estremamente semplice, facilmente fattibile in casa e che garantisce degli ottimi risultati !



Il posizionamento del centro dell' obiettivo sul centro di rotazione non ? un grande problema (potete usare anche un centimetro e misurare) e uno spostamento un po' verso destra ed un po' verso sinistra della fotocamera permette il corretto posizionamento in pochi istanti. Pi? complesso ? capire quanto avanti ed indietro spostare la fotocamera affinch? il centro di rotazione sia proprio sul "Punto Nodale".



Montate il tutto sul cavalletto e munitevi di un paio di scope (scope, scopettoni, due bastoni dritti, ecc. ecc. va tutto bene).



Posizionate la prima scopa in modo che il suo bastone sia ben dritto in verticale a circa 50/60 cm dall'obiettivo e posizionate la seconda, anch'essa ben dritta (magari vi aiutate con qualche sedia) a circa 200/210 cm dall'obiettivo.



Dovrete ora fare in modo di posizionare il cavalletto cosicch? che guardando tutto a destra nell'oculare voi vediate i due bastoni come fossero uno solo, ovvero perfettamente in linea. Senza spostare il cavalletto, ruotate la fotocamera in modo da portare i due bastoni dal lato opposto (nel nostro esempio tutti a sinistra). Se durante la rotazione ed al termine della rotazione continuerete a vedere sempre un solo bastone (l'altro nascosto dietro) vorr? dire che avrete posizionato il centro di rotazione esattamente sotto al "Punto Nodale", se invece ruotando vedrete fuoriuscire il bastone posteriore ... dovrete spostare avanti o indietro la fotocamera per annullare tale effetto :)



Schematicamente :



Immagine Allegata: nodale_errato.jpg


Immagine Allegata: nodale_esatto.jpg




Vi assicuro che ? pi? difficile a dirsi che a farsi ;) Vedrete che con pochi tentativi raggiungerete il posizinamento esatto.


Con dello smalto per unghie, o altro colorante, Vi suggerisco di fare un bel segno a futura memoria cos? da evitare ogni volta di dover ripetere questa procedura. Altra soluzione ? utilizzare gli attacchi rapidi Manfrotto cos? da lasciare la base sempre fissata sulla "Testa Panoramica".




Prima di proseguire con le tecniche di ripresa ed il Software, voglio segnalarvi una simpatica possibilit?.




Un simpatico "Accrocco"



Come ho accennato in precedenza, nel caso sia necessario realizzare delle "Panoramiche Sferiche/Cubiche", senza pretese di alta risoluzione, esiste una possibilita offerta dalla AGNOS che riduce drasticamente i ... tempi di scatto !!!



Prendete difatti i seguenti 3 oggetti : un Nikkor 24mm f/2.8, un anello adattatore ed il Coolpix FishEye Converter FC-E9 ... metteteli assieme e ... avrete un potente Fisheye con ben 184? gradi di visione !!! Due scatti, uno davanti e uno dietro (magari, avendo tempo, meglio tre a 120? l'uno dall'altro) ed il gioco ? fatto ... o quasi !!!



Immagine Allegata: _GPB0085_01.jpg Immagine Allegata: _GPB0086_01.jpg




Ho detto quasi poich?, in realt?, per usare l'insieme per fare delle panoramiche, occorre una apposita testa panoramica che permetta di tenere il tutto. Tale testa ? l'MrotatorB di AGNOS.



Immagine Allegata: fce9bolla_ing.gif



Immagine Allegata: _GPB0087_01.jpg




Il costo di tale testa ? abbastanza limitato, circa 260 EURO e permette, con precisione, di fissare la fotocamera con l'obiettivo, l'anello adattatore ed il FC-E9 in un insieme robusto, massiccio e stabile.



Immagine Allegata: _GPB0089_01.jpg




E vediamo rapidamente cosa si riesce a produrre.


Gli scatti che seguono sono stati fatti oltre tre anni fa con una D100. Per ovvie ragioni di spazio li ho dovuti ridurre :



Immagine Allegata: foto1.jpg Immagine Allegata: foto2.jpg



Immagine Allegata: foto3.jpg




Il risultato dopo lo Stitching ? il seguente :



Immagine Allegata: pano.jpg




La parte bianca in basso, se vista con un apposito programma per la visualizzazione delle equirettangolari, altro non ? che un "logo" inserito ad arte per coprire la parte del cavalletto e della testa che una ripresa circolare a 184? ovviamente include ;)



La qualit?, per applicazioni WEB, ? pi? che accettabile !




La fase delle riprese



Dotati della dovuta attrezzatura, effettuare gli scatti per una "Panoramica Cilindrica" o una "Panoramica Sferica/Cubica" non ? cosa complicata, ma vi sono alcuni piccoli dettagli da non trascurare se si vuole ottenere un ottimo risultato.



Prima di tutto occorre dotarsi di una buona livella a bolla (le teste panoramiche AGNOS ne sono dotate di base) per livellare perfettamente la fotocamera prima di iniziare a scattare.


ATTENZIONE, durante la fase di rotazione della testa panoramica, molto difficilmente la fotocamera rester? in bolla. Un errore comunemente commesso ? quello di preoccuparsi e di rimettere in bolla la fotocamera mano mano che si ruota la testa panoramica. MAI FARLO ! E' del tutto normale che la fotocamera vada fuori bolla, poco male, ruoter? su un orbita leggermente inclinata, ma PIANA. Se aggiustate la messa in bolla durante la rotazione non farete altro che cambiare ogni volta piano provocando degli errori di parallasse difficilmente recuperabili !



Seconda cosa estremamente importante per facilitare la fase di "blending" ? quella di avere le immagini pi? uniformi possibili, ovvero ... regolazione dell'esposizione tassativamente manuale (attenzione ho detto manuale e non a priorit? di diafremmi o di tempi) e fissa per tutti gli scatti.


Questo significa che prima di scattare o con l'esposimetro della fotocamera, o con un esposimetro manuale, dovrete misurare le varie condizioni di illuminazione e scegliere un valore medio valido per tutti gli scatti.


Contrariamente a quanto di pu? pensare, avrete in questo modo una tonalit? di colori, nei vari scatti, molto pi? uniforme che con un esposizione automatica. Questo far? si che l"armonizzazione" dei vari scatti sia molto pi? semplice dando risultati perfetti.



Terza cosa da considerare con attenzione ? il punto da cui effettuare gli scatti.


Ovviamente il gusto personale influenzer? molto questa decisione, tenete per? sempre in considerazione che state creando o un cilindro o una sfera e che l'osservatore si trover? a guardare dal centro di questo cilinrdo o di questa sfera (ovvero dal vostro punto di osservazione).


Un suggerimento ? quello, ad esempio, di evitare di attaccarsi ad un muro verticale che render? del tutto piatto (metaforicamente) un lato dei nostra ripresa curva :)


Un problema che invece non va sottovalutato, ma che esiste solo per le "Panoramiche Sferiche/Cubiche", ? l'individuazione di alcuni punti di riferimento per i due scatti a +90? e a -90?. Spesso si trascura questo particolare che ... emerge in tutta la sua problematica, in fase di "unione" (warping). E' difatti molto difficile unire delle immagini che ... non hanno punti di riferimento comuni :D


Relativamente al cielo ... c'? poco da fare, o si trova un qualche riferimento o ... si soffrir? in fase di "unione", relativamente al pavimento ... un trucco ? mettere apposta dei riferimenti che non disturbino troppo (pezzetti di carta, sassolini, ecc. ecc.).



Quarta cosa, sempre relativa alle "Sferiche/Cubiche" ? ... lo scatto a -90? ! Gi?, ovviamente non potete farlo con la fotocamera montata sulla testa per panoramiche e con il cavalletto :)


Con molta attenzione dovrete cercare di memorizzare il punto in cui si trova la fotocamera se la girate a -90?. L'afferrerete saldamente e rimarrete immobili mentre un aiutante sgancer? la testa panoramica e toglier? il cavalletto. A questo punto, con la visuale libera, effttuerete a mano lo scatto a -90?. Non ? facile, ma con un po' di pratica si ottengono dei buoni risultati, altrimenti ... b?, ci sono dei trucchi software per nascondere il problema :lol:



Un ultima cosa, infine, da non trascurare ? la robustezza del cavalletto.


Non sembra, ma una D200 o una D2X, con un Nikkor 14mm f/2.8D ED, montata su una testa per "Panoramiche Sferiche", ha un peso non trascurabile ed in grado di mettere in crisi i treppiedi pi? leggeri.


Posso solo dirvi che, forse esagerando, io uso la testa QuicklyQT_Cubic di AGNOS (peso 3,5 Kg) montandola su un cavalletto Manfrotto TRIAUT 058B con testa 490.




Per quanto riguarda invece le "Panoramiche Planari/Piatte" le cose sono pi? semplici, specialmente se la distanza da cui si effettuano gli scatti e rilevante rispetto a ci? che si riprende.


Nel caso contrario il problema non sar? tanto lo Stitching, ma quanto necessario fare dopo per raddrizzare le prospettive ! Ovviamente, potendo, il problema delle "linee cadenti" e delle errate prospettive ? risolvibile effettuando i vari scatti con un obiettivo decentrabile, nato proprio per questo scopo. A questo proposito ho da poco effettuato un ottimo affare su eBay e mi sono dotato di un PC Nikkor 28mm f/3.5 :lol:



Le "Planari/Piatte" possono essere tranquillamente fatte a mano libera avendo sempre cura di effettuare gli scatti con una sovrapposizione di almeno il 15-25% e seguendo gli stessi suggerimenti, per l'esposizione, gi? dati per le "Cilindriche/Sferiche".




Il Software






PTGui



Ed eccoci quindi giuti alla fase pi? importante ... il montaggio dei vari scatti (Stitching) al fine di ottenere la nostra bella panoramica.



Ovviamente scordatevi di riuscire a fare delle buone panoramiche senza gli stumenti software adatti :lol: , ma adatti non necessariamente significa costosi ! Anzi ... in barba a software costosissimi, i migliori risultati li otterrete proprio con uno dei pi? economici, ma allo stesso tempo dei pi? potenti ... PTGui.



Dal limitatissimo costo di soli 65 Euro, PTGui ?, per esperienza personale, uno dei pi? economici software di Stitching, ma ? anche il pi? potente ed il pi? flessibile.



Nato inizialmente come semplice "interfaccia grafica" (front-end) per i "Panorama Tools" di Helmut Dersch, si ? evoluto nel tempo sino a diventare quasi completamente indipendente dai suddetti (ne fa ancora uso, ad esempio, per le immagini fatte con Fish-Eye).



PTGui permette la creazione di "Panorami Planari/Piatti", "Panorami Cilindrici" e "Panorami Sferici". Non ? invece in grdao di produrre "Panorami Cubici" che, comunque, vedremo essere facilmente ottenibili partendo da un "Panorama Sferico".



L'interfaccia grafica di PTGui pu? essere usata in una versione "Semplificata" o "Avanzata". Inizialmente usate l'interfaccia semplice e, una volta presa la mano passate senza esitazione a quella avanzata che vi permette di accedere a funzioni estremamente evolute.



Raccolti i nostri scatti sar? sufficiente indicare a PTGui dove essi si trovano e quali caricare. Una volta caricati ed identificata l'ottica con cui sono stati scattati (dai dati EXIF) il programma vi proporr? il tipo di "Panoramica" che ? possibile realizzare (tra Piana, Cilindrica e Sferica).



Quello che nelle precedenti versioni era tutto manuale ? stato ora reso tutto automatico ed il programma, analizzando le varie foto, individuer? i punti in comune tra gli scatti adiacenti (evitandovi un massacrante lavoro manuale ... che per molto tempo il sottoscritto ha fatto ...). Naturalmente sar? sempre possibile intervenire a mano e aggiungere/integrare i punti che legano uno scatto ad un altro.



Trovati tutti i necesari punti comuni verr? effettuata una fase di ottimizzazione ed un primo assemblaggio grezzo sul quale, volendo, potrete intervenire per effettuare delle correzioni. Esempio : capovolgere l'immagine (gi? ... a volte si confonde ? mostra l'immagine capovolta), cambiare il punto di centro, allineare l'orizzonte, ecc. ecc.



Soddisfatti dell'immagine grezza, potrete avviare la vera fase di Sitching, non prima per? di aver selezionato le dimensioni dell'immagine finale (PTGui propone Dimensione Massima, Dimensione Stampa 4Mb, Dimensione WEB, ma potete liberamente impostare la dimensione da Voi preferita in pixel). Verr? avviata una fase di Warping seguita dalla fase di Blendig ed infine ... il nostro panorama sar? pronto !!! ... e qui salteranno fuori gli errori commessi in fase di ripresa delle immagini :D



Bene, se si tratta di un "Panorama Piano", nessun problema, lo potremo tranquillamente esaminare con il viewer di Windows (in fin dei conti si tratta di una foto piana), ma ... se abbiamo generato un "Panorama Cilindrico" o ... un "Panorama Sferico" ??? Dovremo ricorrere ad alcuni software dedicati per visualizzarli !




WPanorama



Vi sono in giro molti software per la visuializzazione delle "Panoramiche Cilindriche", ma uno gratuito, semplice da usare e piuttosto potente ? senz'altro WPanorama che potete trovare QUI.



Vi assicuro che per essere un Viewer ? piuttosto potente; tra le sue funzioni troviamo difatti la possibilit? di visualizzare "Panorami Cilindrici" parziali, fare da Salva Schermo, mostrare il panorama su pi? schermi (per chi usa sistemi con pi? monitor), ecc. ecc.



Ha il grosso vantaggio di essere completamente gratuito, anche se l'autore non disdegna una eventuale donazione libera :)




FSPViewer



Come per le panoramiche cilindriche, cos? per le "Panoramiche Sferiche" esistono un'infinit? di viewer, ma sicuramente uno dei pi? belli e incredibilmente veloce ? FSPViewer (anch'esso gratuito) sviluppato in Italia da Fuvio Senore e che potete scaricare da QUI.



Esso permette la visione a Schermo Pieno delle panoramiche sferiche dando veramente la sensazione di trovarsi immersi nel luogo che stiamo visualizzando. Pu? essere utilizzato sia con comandi da tastiera che con l'uso del mouse, nel qual caso la rotellina centrale consente delle veloci operazioni di zoom sui particolari di un'immagine. Prendete il .jpg della vostra sferica, trascinatelo sull'icona di FSPViewer e ... godetevi lo spettacolo !



Ve lo consiglio caldamente !




Bene, ora avete gli strumenti per esaminare il risultato del vostro Stitching ;) e, a questo punto, potreste scoprire che non tutto ? andato come vi aspettavate ! :D



Parti Disallineate



Anche se il lavoro che PTGui esegue automaticamente per la ricerca dei "Control Point", ovvero dei punti in comune tra due foto contigue (in ogni direzione), ? normalmente ottimo, vi sono alcuni casi in cui ... dovrete intervenire manualmente.



Prima di tutto dovrete individuare le immagini che NON collimano, cosa che sembra semplice, ma che in realt? a volte confonde le idee. Il sistema pi? sicuro e quello di rilaciare PTGui, riaprire il progetto, che mi auguro avrete salvato, e attivare il "Panorama Editor" che vi permette di vedere un preliminare dell'assemblaggio.


Selezionando in alto a sinistra l'apposita icona relativa a "Edit Individual Images". In tal modo potrete evidenziare le singole foto che compongono la vostra panoramica e capire quali sono quelle che creano il disallineamento.



Individuate le immagini, andate nella sezione dei "Control Point" di PTGui e selezionate le due foto che creano il problema. A questo punto aggiungete dei "Control Point" cos? da facilitare il lavoro al modulo di assemblaggio (Warping).



Se dopo questa operazione continuerete ad avere problemi di disallineameto ... b? c'? poco da fare ... avete sbagliato gli scatti (es. rimessa in bolla della testa durante la rotazione, spostamento del cavalletto, ecc. ecc.) :(




Ghost (doppie Immagini)



Purtroppo, a causa magari di un errato punto nodale, o in caso di scatti a mano libera, l'errore di parallasse si fa sentire !



Riprendiamo i nostri due scatti di esempio :



Immagine Allegata: parallax.jpg




... abbiamo gi? visto che il risultato dell'assembraggio provoca dei "Ghost" :



Immagine Allegata: paralax_overlaped.jpg




... ma a questo punto possiamo cercare di limitare il danno utilizzando un software di armonizzazione (Blending) pi? evoluto rispetto a quello di base di PTGui. Tale software, che potete scaricare da _QUI_ , prende il nome di "SmartBlend" e pu? essere direttamente integrato in PTGui come un plug-in.



Scaricato il .zip dal sito, scompattatelo e salvate il tutto in una cartellina. In PTGui andate in "Tools", "Options" e selezionate "Plugins" e, nella riga relativa a "Smartblend" mettete il nome (completo di percorso) dell'eseguibile che avete scaricato, ad esempio : C:\Program Files\smartblend_1_2_4\smartblend.exe



Bene, salvata l'impostazione create di nuovo il vosto panorama, ricordandovi per? di selezionare nella sezione "Advanced" della maschera relativa alla creazione del panorama, "Blend using : Smartblend plugin"



Ed ecco il risultato :



Immagine Allegata: blended.jpg





Nette Separazioni di Colori (immagini suddivise in parti)



B? ... evidentemente vi siete scordati di lavorare in "manuale" e quindi i vari scatti sono esposti in modo differente con il risultato che, a volte, neanche il miglior programma di armonizzazione (Blending) riesce a sistemare le cose.



C'? poco da fare ... si pu? tentare con Photoshop di lavorare su luminosit?, contrasto e saturazione per cercare di avvicinarsi il pi? possibile e, spesso il gioco riesce, ma in caso contrario ... bisogna effettuare di nuovo gli scatti :P




Pubblicare su WEB



Sino ad ora abbiamo visto come produrre le nostre "Panoramiche" e come visualizzarle sul nostro PC.



Il passo successivo ? quello di pubblicarle su WEB.



Naturalmente, nel caso di "Panoramiche Planari/Piatte" il problema non sussite, esse difatti sono delle normali immagini .jpg che potrete visualizzare come qualunque altra immagine.



Il problema si complica per le "Panoramiche Cilindriche/Sferiche" poich? non ? pi? sufficiente la semplice pubblicazione del .jpg ma occorre un vero e proprio programma di visualizzazione che possa operare all'interno di un sito WEB.



Un tempo la soluzione pi? diffusa era quella basata su "applet Java". Purtroppo tale soluzione richiede che sul sistema dell'utente che visualizza la panoramica sia installato il "Run Time" di Java, cosa che, nella maggior parte dei casi, non ? vera.


L'installazione di Java, seppure semplice, richiede comunque di andare sul sito della Sun, sceglire quale Run Time ? adatto al ns. sistema, scaricarlo ed installarlo ... serie di operazioni che scoraggiano la larga maggioranza di semplici utilizzatori del PC.



Una soluzione che oramai si ? affermata da un po' di tempo ? quella di convertire la nostra panoramica in formato "QuickTime™".


Come sempre ? necessario avere installato sul proprio sistema il plugin di QuickTime, ma l'operazione ? molto pi? semplice di quella di installare il run time di Java e buona parte degli utenti PC, vuoi per vedere dei filmati, vuoi per altri motivi, ha gi? tale plugin installato. In caso contrario tale plugin ? facilmente installabile, gratuitamente, collegandosi al sito della Apple.



Pi? evoluta, e secondo me pi? vantaggiosa in termini di velocit? e di occupazione di disco, ? la soluzione di convertire la panoramica in formato Flash.


Anche in tale caso occorre avere installato il plugin di Flash, che per? ? estremamente pi? semplice da installare che non QuickTime. Non solo, l'installazione di QuickTime richiede comunque di scaricare circa 20 MBytes di codice, mentre l'installazione del plugin Flash richiede di scaricare solo 1,3 MBytes ! E' evidente che, specie per utenti non ancora su ADSL, il vantaggio ? notevole.



Come sempre, dopo aver personalmente provato vari programmi per effettuare le necessarie conversioni voglio suggerirvi quelli che, secondo me, offrono il miglior rapporto prezzo/prestazioni mantenedo estremamente alto il livello di qualit? !




Pano2QTVR



Pano2QTVR ? un economicissimo programma che potete scaricare _QUI_ che permette, nella versione pi? economica (30 EURO + IVA) la conversione dal formato Sferico a quello Cubico, con la possibilit? di salvare separatamente le singole facce per una eventuale post-produzione, e la produzione di files .mov (QuickTime), mentre, nella versione pi? costosa (55 EURO + IVA), aggiunge anche la possibilit? di creazione di files formato .swf (Flash).



Estremamente semplice da utilizzare, ? completo di utilissime funzioni, non in ultima anche la possibilit? di generarvi il codice html per la pubblicazione del vostro lavoro.



Prendiamo, come esempio, la seguente equirettangolare (la cui versione in dimensioni 2480 x 1024 potete scaricare da QUESTO link) :




Immagine Allegata: PiazzaSmall.jpg




e utilizziamo Pano2QTVR per generare sia la versione QUickTime che la versione Flash, nonch? il relativo codice HTML di esempio.



I risultati ottenuti sono visibili (sempre che abbiate installato sul vostro sistema sia QuickTime che il plugin Flash) ai seguenti link :



Esempio in QuickTime



Esempio in Flash




Ovviamente l'HTML generato ? solo da esempio, ma pu? essere facilmente modificato ed inserito all'interno di un vostro sito WEB.



Come ho gi? detto, consiglio di orientrarsi verso la versione Flash, non fosse altro che per l'estrema flessibilit? offerta da questo prodotto e per la leggerezza del suo plugin.




Flash Panorama Player



Rilasciato da poco tempo, "Flash Panorama Player" che potete scaricare da _QUI_ ? anch'esso un software per la trasformazione di una "Panoramica Cubica" (richiede le 6 faccie del cubo separate in 6 files .jpg) in una animazione Flash.



Molto simile a Pano2QTVR, se ne differenzia per alcune funzionalit? aggiuntive tra qui un ottima risoluzione a "Piena Pagina" e la possibilit? di utilizzare alcuni plugin appositamente studiati, tra cui un interessante "MP3 Player" che permette di aggiungere della musica alle panoramiche.



Il costo ? estremamente contenuto ... soli 39,95 EURO !



Anche per questo prodotto potete vedere un esempio :



Esempio in Flash Panorama Player





TourWeaver



Un interessante prodotto per chi vuole realizzare Visite Virtuali ? sicuramente TourWeaver prodotto dalla EasyPano.



Seppur dal costo non indifferente, costa difatti circa 200 US$ nella versione standard e circa 500 US$ nella versione professional, permette di produrre sofisticate Visite Virtuali adatte ad illustrare Musei, Alberghi, Ville e ... anche Citt?.



La maggiore potenzialit? st? nel fatto di poter creare, attraverso l'uso di templates sia gi? pronti che da voi disegnati, delle pagine in cui si possono contemporaneamente avere "Panoramiche Sferiche", semplici foto, link tra una panoramica e l'altra, una mappa topografica che illustra la posizione dell'osservatore, un indicazione grafica di ci? che l'osservatore st? vedendo (proporzionata al FOV selezionato), ecc. ecc.



Ovviamente ? un prodotto abbastanza complesso adatto a chi ha una certa ... manualit? informatica :D



Essendo basato su applet Java, richiede che sul sistema dove viene visualizzata la Visita sia installato il Run Time di Java, Run Time che potete scaricare da _QUI_ .



Per dare un'idea delle potenzialit?, vi riporto tre esempi di applicazioni reali (che sarebbe molto meglio aprire in una finestra di popup con una sintassi del tipo ...



java script:windowOpen('/gallery/Tourweaver/Villa/Tourviewer_villa.html','680','500')



... ma che qui purtroppo non ? permessa ;) ) :







Appartamento



Albergo



Museo





... divertitevi a navigare all'interno delle varie visite virtuali e ad ammirare le varie possibilit?.




Conclusione



Con questa serie di messaggi spero di avervi illustrato, chiarito e messo un po' d'ordine nell'affascinante mondo delle "Panoramiche".



Di certo essi non sono esaustivi dell'argomento, che ? piuttosto vasto, ma sicuramente possono essere una buona guida per chi ? interessato a queste interessanti tecniche che permettono di illustrare la realt? cos? come ?, nel suo insieme completo, lasciando a chi la osserva di scegliere il "suo" angolo di visione :)



Grazie per aver avuto la pazienza di essere arrivati a leggere fino qua gi?, io resto a completa disposizione per consigli, suggerimenti, aiuti e ... perch? no, proposte di collaborazione per eventuali lavori ;)




Per domande, commenti, richieste di consigli, amenit? varie, ecc. ecc. ... _QUI_


-
Copyright ? 2007 - 2010 Guglielmo Braguglia per Nikonland - riproduzione riservata
-

Articoli simili : La gestione del Colore ... rendere semplice ci? che sembra complicato

  • You cannot edit this record
Array
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi