Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
  • You cannot edit this record

Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM ... Il Gigante -----

Submitted by: gpb01
Submitted: nov 22 2006 00:00
Last updated: set 30 2010 13:30
Category: Obiettivi Sigma, Tokina e Tamron per l'innesto Nikon
Titolo : Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM ... Il Gigante
Keywords : ZOOM .
Con i suoi circa 6 Kg. di peso e i suoi 54 cm di lughezza (escluso il paraluce) il Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM non pu? certo definirsi un "oggettino" da portare comodamente con s? nella borsa fotografica.


Salvo poi essere dei culturisti (e chi scrive ? comunque 183 cm per 130 Kg di peso quindi ... non proprio un mingherlino) ? praticamente impossibile utilizzare un tale "Gigante" senza il supporto di un monopiede o, meglio, di un robusto treppiedi.


La casa madre lo fornisce con una robusta borsa di nylon, ben imbottita e con i necessari cinghiaggi per il trasporto a tracolla.

Mancano purtroppo due piccole rotelle che la trasformerebbero in un comodo trolley ed eviterebbro di massacrarsi le spalle nei lunghi tragitti. Sar? comunque una modifica che applicher? da solo prima del prossimo viaggio ;)


Estratto dalla sua borsa e applicato il paraluce vi ritroverete ad avere ci? :


Immagine Allegata: 20061121_16143782_NIKON D200.jpg



... un bellissimo obiettivo non proprio facile da maneggiare !!!


A giustificazione di questa mia affermazione vi prego di fare il confronto tra le dimensioni del Sigma e quelle del pi? diffuso e conosciuto Nikkor VR 70-200 mm F2.8G IF-ED :


Immagine Allegata: 20061121_16443849_NIKON D200.jpg



Immagine Allegata: 20061121_16124341_NIKON D200.jpg



... differenza impressionante vero ?


Sotto il profilo estetico (anche l'occhio vuole la sua parte ... specie quando si spendono oltre 6000 Euro) non ? certo all'altezza del suddetto Nikkor, anzi e estremamente pi? spartano e ... oserei dire quasi deludente (per fortuna che poi dimostra invece tutto il suo valore sul campo ... che ? quello che conta).


Immagine Allegata: 20061121_16084957_NIKON D200.jpg Immagine Allegata: 20061121_16483908_NIKON D200.jpg



Come si nota i numeri relativi alla focale sono semplicement "stampati" e non serigrafati e non vi sono particolari rifiniture.

Il porta filtri (filtri interni da 46mm), ben visibile in entrambe le immagini, ? semplicemente incastrato a molla, senza alcuna ghiera di fissaggio (come ? invece sul Nikkor 300mm f/4 IF-ED) e, a mia impressione, ? anche un punto di possibile accesso per la polvere (per sicurezza, durante il mio ultimo safari fotografico in Namibia, ho provveduto ad avvolgere questa parte dell'obiettivo con della bella plastica trasparente tenuta ben ferma da robusti elastici). Lato positivo ? che ? montato su un'anello girevole che ? comodissimo se si inserisce un filtro polarizzatore.


Per il resto la finitura ? verniciatura nera opaca che ... si sporca facilmente e si pulisce difficilmente !


Concludiamo qui gli aspetti negativi e passiamo a quelli positivi :D


Quest'ottica copre il range da 300 mm a 800 mm, senza variare la lunghezza del corpo, coprendo un angolo che varia da 8,2? a 3,1?.

L'anello di regolazione della focale ? molto pratico, facilmente impugnabile, duro a sufficienza alla rotazione, ma estremamente fluido.


La sua struttura interna ? di 18 lenti, di cui due nella parte anteriore di tipo ELD (Extra Low Dispersion), in 16 gruppi, secondo questo schema :


Immagine Allegata: lens.gif



La messa a fuoco ? demandata ad un motore HSM (Hyper Sonic Motor) che permette di avere un autofocus veloce e silenzioso.

Un apposito anello (nella foto quello zigrinato, dopo quello della scelta della focale) permette la messa a fuoco manuale. Anche la messa a fuoco non varia la lunghezza del corpo. La distanza minima di messa a fuoco ? di 6 mt.

Manca il commutatore Fuoco manuale/Fuoco Automatico. Questo non ? importante in AF-S in cui la messa a fuoco manuale ha priorit? su quella della fotocamera. In AF-C invece, poich? la fotocamera aggiusta continuamente il fuoco, la messa a fuoco manuale non pu? essere usata. Comunque, per l'uso che si fa normalmente di quest'obiettivo ... non ? un problema.


Il diaframma, composto da 9 lamelle, chiude da un minimo di F5.6 ad un massimo di F32. L'apertura non cambia al variare della lunghezza focale (F5.6 da 300mm a 800mm ;) ).


Contrasto e nitidezza alle varie focali sono indicati dal seguente grafico MTF (Modulation Transfer Function) :


Immagine Allegata: Mft_1.jpg Immagine Allegata: Mft_2.jpg




Passiamo ora ad esaminare alcuni scatti.

Preciso che tutte le immagini che saranno qui riportate sono cos? come prodotte dalla D2X semplicmente convertite da .NEF in .JPG con Bibble Pro disattivando qualunque genere di correzione e solo ridimensionate !

La seguente tabella mostra una serie di scatti a F11 alle varie focali :

300 mm F11

400 mm F11

500 mm F11

600 mm F11

700 mm F11

800 mm F11

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita



Non si notano particolari "saturazioni" e i colori rimangono piuttosto costanti su tutta la gamma focale.

L'autofocus della D2X, forse a causa del tipo di immagine, ha avuto qualche difficolt? a mettere a fuoco le immagini a 700 e 800 mm.

Per esaminare invece eventuali vignettature, aberrazioni, ecc. ecc. ho scelto un soggetto semplice (non certo artistico), ma nel contempo con delle linee di contrasto piuttosto forti.

La seguente tabella riporta quindi una serie di scatti effettuati alle seguenti focali : 300, 400, 500, 600, 700 e 800 e con le seguenti aperture : F5.6, F8, F11, F16, F22, F32 ...

mm/F F5.6 F8 F11 F16 F22 F32
300 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

400 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

500 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

600 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

700 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

800 mm

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita



Mentre l'obiettivo risulta comportarsi bene con tutte le combinazioni, risulta evidente una certa propensione della D2X a sovraesporre quando il diaframma ? a 32. Questo ? forse dovuto al tipo di misurazione esposimetrica selzionata che era su "3D Color Matrix II" ... forse un impostazione "Spot" avrebbe evitato il problema.




Le due immagini che seguono sono invece un raffronto tra il Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM utilizzato con focale 300 F8 (a sinistra) ed il AF Nikkor 300 F4 utilizzato sempre ad apertura F8 (a destra) nelle stesse condizioni di luce (sette minuti tra una e l'altra):


Immagine Allegata: _D2C1166.jpg Immagine Allegata: _D2C1169.jpg



... la differenza di tonalt? balza subito agli occhi ... ah ... sono fatte entrambe con una Nikon D200 e non una con una Canon e una con Nikon :D :D


E per completare il quadro, alcuni scatti effettuati nel mese di Agosto 2006 con quest'obiettivo :


Immagine Allegata: 20060818_15111130_NIKON D2X.jpg Immagine Allegata: 20060818_15225700_NIKON D2X.jpg



Immagine Allegata: 20060818_15524665_NIKON D2X.jpg Immagine Allegata: 20060818_16024132_NIKON D2X.jpg



Immagine Allegata: 20060818_16051072_NIKON D2X.jpg Immagine Allegata: 20060819_08492657_NIKON D2X.jpg



Immagine Allegata: 20060819_09400964_NIKON D2X.jpg Immagine Allegata: 20060819_09433490_NIKON D2X.jpg




Possiamo quindi trarre le seguenti conclusioni :


PRO:

- Luminosit? eccezionale ... F5.6 a 800 mm

- Ampia estensione ... da 300 mm a 800 mm senza cambiamenti esterni della lunghezza

- Ottimo autofocus basato sulla tecnologia HSM

- Ottime ghiere per la regolazione dello zoom e dell'eventuale messa a fuoco manuale (anch'essa senza alcun allungamento/rotazione esterna)

- Portafiltro interno da 46 mm dotato di ghiera per la rotazione (polarizzatori)

- Assenza di particolari vignettature o aberrazioni cromatiche su tutta l'estensione e con tutte le aperture

- Colori saturi e vivi

- Estremamente robusto e corredato di ottima borsa imbottita per il trasporto


CONTRO:

- Il peso ... circa sei Kg che lo rendono un oggetto utilizzabile solo su cavalletto o monopiede

- Le finiture ... piuttosto spartane e la superfice piuttosto difficile da pulire

- Mancanza del selettore fuoco manuale-automatico

- Il sistema di bloccaggio del portafiltro ? costituito solo da una molletta

- Se pu? essere un difetto ... distanza di messa a fuoco minima di 6 mt


GIUDIZIO FINALE:

Un ottimo obiettivo con un rapporto prezzo/qualit? pi? che accettabile (il costo si aggira attorno ai 6000 EURO)

Utilizzabile per Reportage Naturalistici, Sport (estremamete facile aiutarsi nella ricerca dell'inquadratura posizionando lo zoom a 300 mm per poi centrare il dettaglio passando a 800 mm) e ... Paparazzate da lunga distanza :D

Nel complesso un bellissimo obiettivo, probabilmente uno dei migliori prodotti da Sigma.


Domande e Commenti qui


-
Copyright ? 2006 - 2010 Guglielmo Braguglia per Nikonland - riproduzione riservata
-

Articoli simili : NIKON ZOOM-NIKKOR 80-200mm STORY

Angenieux 28-70mm f/2,6 AF

Nikon Nikkor 18-200mm f/3.5-5.6G IF-ED AF-S VR DX ... Il tuttofare

  • You cannot edit this record
Array
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi