Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
  • You cannot edit this record

Angenieux 28-70mm f/2,6 AF -----

Submitted by: Adriano Max
Submitted: ott 13 2009 14:06
Last updated: gen 03 2011 10:44
Category: Obiettivi Sigma, Tokina e Tamron per l'innesto Nikon
Titolo : Angenieux 28-70mm f/2,6 AF
Keywords : ANGENIEUX ZOOM AFD
Eccoci ad una nuova recensione. Si tratta di un obiettivo particolare, messo in produzione nel 1991: l'Angenieux 28-70mm f/2,6 AF, qui nella sua versione con innesto per Nikon.

Vi anticipo subito che potete leggere un ottimo articolo di Marco Cavina su quest'ottica QUI, dove viene inquadrato bene dal punto di vista storico e si accenna alle sue caratteristiche ottiche e peculiarit?.

Noi cominciamo presentando l'ottica in s?, che pesa circa 700gr, mette a fuoco ad una distanza minima di 65cm e monta filtri di diametro 77mm o 82mm (se usato insieme al suo paraluce).


Immagine Allegata: _MAX8861.jpg
Immagine Allegata: _MAX8868.jpg

Immagine Allegata: _MAX8867.jpg
Immagine Allegata: _MAX8869.jpg

L'ottica con il suo paraluce di corredo montato ? senz'altro un oggetto particolare che non passa inosservato. E' costruito con estrema cura in tutti i suoi dettagli:

Immagine Allegata: _MAX8871.jpg

In questa immagine ? visibile il filtro da 77mm in dotazione, di eccellente qualit?, da usare per evitare l'accumulo di polvere tra la lente frontale e le lamelle del peculiare diaframma/paraluce anteriore, nonch? per proteggere lo stesso da eventuali urti che potrebbero danneggiarlo:

Immagine Allegata: _MAX8875.jpg

sono anche visibili i due tappi: uno da 77mm per l'uso 'liscio', l'altro da 82mm da montare sul paraluce (che io monto sul filtro a sua volta montato sull'ottica).



Le prestazioni dell'obiettivo sono di rilievo, anche se ? avvertibile una certa morbidezza a TA (ricordiamoci che detiene il record di luminosit? tra le ottiche zoom: f/2,6) e, specie dopo i 50mm ? senz'altro opportuno chiudere l'ottica a f/4 per avere risultati pi? 'secchi', specie sui sensori (l'ottica ? un progetto pensato per la pellicola).

Ecco un paio di immagini a 70mm nelle peggiori condizioni possibili. Rispetto al Tokina 28-70mm f/2,6-2,8 (Tokina compr? da Angenieux questo progetto riproponendolo con leggere modifiche che ne abbassarono leggermente la qualit? complessiva) l'Angenieux migliora chiudendolo appena di 1/3 o 2/3 di diaframma; il Tokina andava chiuso di 1 o 1,5 diaframmi. Ecco le due scene di test:

Immagine Allegata: scena.jpg Immagine Allegata: _MAX9093.jpg


Ed ecco la resa ai vari diaframmi (i primi scatti sono a 1/3 di diaframma l'uno dall'altro), gi? a f/4 i risultati sono buoni. Il miglior diaframma mi pare, su D200, f/5,6-8...

Immagine Allegata: Test-70mm-Angenieux.jpg Immagine Allegata: confronto_autunnale.jpg


Alle focali inferiori i risultati sono leggermente migliori, anche se resta il fatto che l'obiettivo andrebbe usato considerandolo come se avesse la massima apertura a f/3,2 mentre la maggior apertura di f/2,6 dovrebbe essere considerato un valore di emergenza.

La resa complessiva di quest'ottica ? per i miei gusti splendida, il piacere di usarlo anche: in luce brillante e intensa l'ottica ? in grado di scolpire benissimo l'immagine e restituisce gradazioni di colore intense ma equilibrate. In luce scarsa, potendo rimanere intorno a f/4, i colori sono di una maturit? e profondit? impressionante per uno zoom... ecco comunque due scatti a f/2,6: ne risente solo la nitidezza...


Immagine Allegata: _MAX8711.jpg

Immagine Allegata: _MAX8716.jpg
In questa immagine ? visibile il flare che caratterizza anche il Tokina (vedi qui per il Tokina), dovuto alla lente posteriore (nell'Angenieux leggermente meglio trattata, comunque) perfettamente piana che riflette le forti sorgenti luminose nuovamente sul sensore.


a diaframmi pi? aperti di f/4 come visto la nitidezza cala rapidamente, specie verso le focali pi? 'lunghe', ma il fenomeno pu? essere sfruttato come ottica da ritratto morbida.

Rispetto al Tokina ATX-Pro 28-70mm f/2,6-2,8 la resa ? complessivamente superiore (a 70mm si guadagna un diaframma in nitidezza) anche se sinceramente mi aspettavo risultati ancora superiori. Si guadagnano 5cm in minima distanza di messa a fuoco, mentre la costruzione complessiva ? eccellente.

Schema ottico di 16 lenti in 8 gruppi:

Immagine Allegata: schema.gif


Io ho potuto realizzare un mio sogno trovandolo come vera occasione: quando usc? il suo prezzo sfiorava i 2.200.000 Lire !

Buoni sogni a tutti, quindi ! Intanto potete commentare QUI.

Adriano.
Articoli simili : NIKON ZOOM-NIKKOR 80-200mm STORY

Sigma APO 300-800 F5.6 EX DG HSM ... Il Gigante

Nikon Nikkor 18-200mm f/3.5-5.6G IF-ED AF-S VR DX ... Il tuttofare

  • You cannot edit this record
Array
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi