Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
  • You cannot edit this record

La Scelta del Monitor Ideale -----

Submitted by: Lieve
Submitted: dic 11 2009 12:26
Last updated: dic 17 2009 12:08
Category: Materiale Vario
Titolo : La Scelta del Monitor Ideale
Keywords :

Immagine Allegata: eizo.jpg


Tradizionalmente - ? invariabile - chi pensa di dotarsi di un nuovo computer si preoccupa di gigabyte e gigahertz.
Alla fine, ma proprio in fondo, aggiunge un monitor qualsiasi.
Se questa strategia pu? andare bene per una macchina da ufficio o giusto per la navigazione su internet, d'accordo.
Ma per una "camera chiara digitale", ovvero per il posto di lavoro di un fotografo, la prospettiva andrebbe invertita.

Cos? come, anche grazie a Nikonland, ? passato il concetto che con le fotocamere digitali della seconda e terza generazione la differenza ? tornata a farla l'ottica dove effettivamente andr? concentrato l'investimento, il fotografo accorto non potr? trascurare che ha poco senso investire migliaia di euro in corpi ed ottiche e poi guardare le foto su uno schermo buono si e no per ordinare la spesa online.
A poco serviranno un processore quad-core e quattro gigabyte di memoria se le immagini da noi cercate con tanto sforzo verranno visualizzate senza sfumature, con colori immaginari o con contrasto eccessivo.
Viceversa si dovrebbe partire con la scelta del monitor, destinando ad esso una parte importante del proprio budget e scegliendo gli altri componenti del computer in funzione del monitor.

In questo articolo cercheremo di vedere quali criteri prendere in considerazione per scegliere al meglio, considerando che un buon monitor pu? durare anche dieci anni (gli attuali LCD vengono venduti per durare fino a 30.000 ore di utilizzo, circa 11 anni di utilizzo da 8 ore al giorno 7 giorni su 7).
E quindi coprir? la vita anche di tre computer consecutivi.
Lesinare su questo investimento si rileva quindi miope, dannoso e spesso induce a valutare in modo scorretto le proprie attrezzature.

Differenze tra monitor CRT e monitor LCD


L'uomo ? per natura analogico. Non dimentichiamocelo mai.
Il sistema digitale ? sempre una approssimazione della realt?.

Questa premessa per ricordare che i monitor crt (ovvero quelli a tubo catodico) come anche i televisori conservano dei vantaggi innegabili insiti nella riproduzione del colore rispetto ai pi? moderni display digitali a controllo digitale.
Ovviamente portando con se limiti e problemi specifici che li hanno fatti giustamente accandonare dai produttori mondiali.

Resta il fatto che i migliori monitor LCD riportano nelle specifiche molto spesso la dicitura "riproduzione colore di classe CRT" oppure addiruttura "in grado di assicurare una riproduzione dei colori superiore ai migliori CRT".

Di fatto moltissimi professionisti si affidano ancora ai propri supermonitor a tubo catodico (penso ai vecchi Lacie, ai mitici Barco, agli Eizo e ai Sony, tra cui l'ultimo sontuoso 24 pollici wide che costava 15 anni fa pi? di sei milioni di lire !) e sono restii al passaggio agli schermi piatti.

Solo con le ultime offerte di questi anni e l'introduzione di tecnologie di produzione diverse dal classico vecchio pannello con una gamma di colori ridotta possiamo adesso entrare in possesso di monitor realmente di fascia alta, a prescindere dal prezzo di acquisto.

Le diverse tecnologie dei pannelli a cristalli liquidi


PANNELLO TN (twisted nematic ) - E' il pannello pi? comune, diffuso ed economico ed ? montato nella maggior parte dei monitor in commercio.
In generale ? indicato per monitor ad uso generale o multimediale.
Nei giochi di simulazione pu? sfruttare i tempo di risposta molto rapido ma viene penalizzato anche dagli angoli di visione limitati, in particolare nella visione verticale.
Molti pannelli TN anziani ed economici utilizzano 6bit, invece di 8bit per colore , per cui possono visualizzare solo 256.000 colori (6 bit di colore per canale R, G, B.) gli altri sono solamente simulati con la tecnica del DITHERING.
In pratica i colori mancanti vengono simulati usando accostando colori diversi per produrre il tono richiesto.
Alcuni monitor TN riportano la dicitura TN+FILM.
Si tratta di una semplice copertura con una pellicola che migliora gli angoli di visione

VANTAGGI
costo
tempi di risposta rapidi, poco effetto scia o cometa

SVANTAGGI
angoli di visuale scarsi
scarsa riproduzione dei colori e scarsa omogeneit?
Non esistono neri realmente profondi ma grigi scurissimi.


PANNELLO IPS (in plane-switching) - E' un brevetto Hitachi del 1996 nato per migliorare gli angoli di visione e di riproduzione del colore dei TN.
I tempi di risposta all'inizio erano alti (anche superiori ai 30 ms) e sono stati migliorati solo con il S-IPS (Super-IPS) sviluppato da LG- Philips nel AS-IPS (Advanced Super IPS) e nell'ultima evoluzione H-IPS pannello montato su alcuni degli ultimi modelli di alcune marche come NEC Mitsubishi, Apple.

L'utilizzo di questi pannelli ? destinato a monitor con una ampia diagonale 24-26-30 pollici e di fascia alta.


VANTAGGI
riproduzione dei colori
angoli di visuale pi? elevati del TN

SVANTAGGI
uniformit? spaziale e controllo di qualit? dei pannelli (in pratica in molti esemplari gli angoli non hanno la stessa resa del centro con differenze di luminosit? o di colore)
tempi di risposta pi? alti in generale rispetto ai migliori TN


PANNELLO MVA (multi-domain vertical alignment) - E' stato originariamente sviluppato nel 1998 da Fujitsu come compromesso tra TN e IPS
Con le evoluzioni P-MVA & A-MVA proposte da AU Optronics ed S-MVA prodotto da Chi Mei Optoelectronics si sono ottenuti risultati superiori.

VANTAGGI
buone prestazioni generali in tutti i settori ma

SVANTAGGI
non eccellenti in nessun campo


PANNELLO PVA (patterned vertical alignment) Brevetto di Samsung, va nella stessa direzione del MVA per migliorare la resa dei TN ma offre un rapporto di contrasto e angoli di visuale superiori.
Samsung ? andata ancora oltre pannello S-PVA (super patterned vertical alignment) che presenta un contrasto ancora migliore con tempi di risposta pari ai migliori TN.
I monitor che montano questo pannello sono consigliati in ambito grafico

VANTAGGI
contrasto elevato ed ottimi angoli di visuale
elevata riproduzione dei colori

SVANTAGGI
prezzo rispetto al TN

Retroilluminazione a LED - anche questa introdotta da Samsung due anni fa e proposta per i televisori di fascia alta (ci sono modelli da 70 pollici) in grado di avere le massime prestazioni in tutti i settori.
Appena introdotta nei monitor, ci sono pochissimi modelli disponibili ma probabilmente rappresenta il futuro in fascia altissima.

VANTAGGI
stesse caratteristiche di S-IPS e S-PVA ma con in pi? la possiblit? di variare la luminosit? in funzione della scena (in pratica, neri pi? profondi nelle scene scure e bianchi che non forano lo schermo in quelle pi? chiare)

SVANTAGGI
prezzo superiore per il momento del 50% rispetto alle altre tecnologie.

I principali produttori di pannelli a cristalli liquidi


I principali produttori di pannelli al mondo sono pochi. Gli altri producono piccole quantit? per usi speciali (ad esempio Mitsubishi, Hitachi e Nec per monitor medicali o per strumenti di misura), esistono altri produttori cinesi, specializzati nella fascia bassa del mercato cui spesso si rivolgono i principali produttori per loro serie molto economiche.

AUO Optronics Taiwan, ? il principale produttore di pannelli LCD con tecnologia TN, destinati alla fascia del mercato pi? economica.

SAMSUNG Corea. E' uno dei colossi della microelettronica mondiale con dimensioni pari o superiori alla stessa Sony. Utilizza tecnologie derivate da quelle della produzione della memoria.
Ha introdotto nel tempo diverse innovazioni per migliorare le caratteristiche dei propri pannelli, tra questi i pannelli con retroilluminazione tipo PVA e gli ultimi con lampade posteriori a LED.
Samsung produce anche monitor con il suo marchio e televisori. Quest'ultimo settore ha decisamente il sopravvento nella sua strategia industriale.
Solo ultimamente Samsung ha lanciato alcuni modelli di monitor di fascia alta e altissima dedicati ai professionisti della grafica.
Forse il marketing di Samsung si ? reso conto che se altri riescono ad avere un margine elevato utilizzando pannelli Samsung, vuol dire che il mercato di nicchia andrebbe quanto meno esplorato meglio.

LG-PHILIPS Corea.S i tratta della fusione delle divisioni dedicate ai pannelli LCD di LG (ex Lucky Goldstar, grande produtto coreano) e Philips, a suo tempo noti singolarmente per le linee Flatron e Brilliance, rispettivamente di LG il primo e di Philips il secondo. LG-Philips produce pannelli per monitor e per televisor che vengono poi utilizzati principalmente da LG e da Philips ma anche da altri produttori. LG-PHILIPS ha il proprio fiore all'occhiello nei pannelli di fascia alta di tipo S-IPS, usati anche da Lacie, Apple e Eizo per le loro migliori realizzazioni.

Come determinare che tipo di pannello monta un determinato monitor


In questo sito ? possibile interrogare un database che contiene le informazioni circa i pannelli utilizzati nella maggior parte dei monitor in commercio.

A titolo di esempio ne riporto aluni e alcune famiglie.

APPLE


Apple Imac 17 (widescreen) has a 17 inch TN panel.
Apple M9177 (Widescreen) has a 20 inch 16 ms S-IPS (LG.Philips LM201W01) panel.
Apple M9178 (Widescreen) has a 23 inch 16 ms S-IPS (LG.Philips LM230W02) panel.
Apple M9179 (Widescreen) has a 30 inch 16 ms S-IPS (LG.Philips LM300W01) panel.


LACIE

LaCie 119 has a 19 inch 20 ms P-MVA panel.
LaCie 120 has a 20 inch 16 ms P-MVA panel.
LaCie 20VisionII has a 20 inch 16 ms S-IPS (LG.Philips LM201U04) panel.
LaCie 319 has a 19 inch 18ms S-IPS (LG.Philips LM190E05) panel.
LaCie 320 has a 20 inch 16 ms A-TW-IPS panel.
LaCie 321 has a 21 inch 20 ms SA-SFT (NEC NL160120BC27-02) panel.
LaCie 324 (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240CS) panel.
LaCie 526 (widescreen) has a 26 inch 6 ms (g2g) AS-IPS panel.
Lacie Photon 19Vision has a 19 inch 25 ms S-IPS (LG.Philips LM190E01-C4 ogs? kaldt LM190E02) panel.
LaCie Photon 20Vision has a 20 inch 25 ms S-IPS panel.


EIZO

Eizo CE210W (widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM210M2) panel.
Eizo CE210W-K (widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM210M2) panel.
Eizo CE240W (widescreen) has a 24 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo CE240W-K (widescreen) has a 24 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo CG19 has a 19 inch 20 ms S-IPS (Hitachi NL128102BC29-01) panel.
Eizo CG21 has a 21 inch 50 ms S-IPS (Hitachi TX54D11VC0CAB) panel.
Eizo CG210 has a 21 inch 30 ms S-IPS (Hitachi TX54D11VC0CAC) panel.
Eizo CG210-K has a 21 inch 30 ms S-IPS (Hitachi TX54D11VC0CAC) panel.
Eizo CG210N has a 21 inch 30 ms AS-IPS panel.
Eizo CG210N-K has a 21 inch 30 ms AS-IPS panel.
Eizo CG211-BK has a 21 inch 30 ms AS-IPS panel.
Eizo CG211-GY has a 21 inch 30 ms AS-IPS panel.
Eizo CG220 has a 22 inch 37 ms S-IPS (Mitsubishi AA222ZA01) panel.
Eizo CG221 (widescreen) has a 22 inch 30 ms AS-IPS panel.
Eizo CG222W (widescreen) has a 22 inch 8 ms (g2g) S-IPS panel.
Eizo CG241W (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240CS) panel.
Eizo HD2431W-BK (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo HD2431W-GY (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo HD2441W-BK (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo HD2441W-WS (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo HD2451W-BK (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo HD2451W-WS (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo L557 has a 17 inch 25 ms PVA (Samsung LTM170E6-L03) panel.
Eizo L560t-c has a 17 inch 25 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo L560t-c-k has a 17 inch 25 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo L565 has a 17 inch 35 ms S-IPS (Hitachi TX43D15VC0CAD) panel.
Eizo L567 has a 17 inch 35 ms S-IPS (Hitachi TX43D15VC0CAD) panel.
Eizo L568 has a 17 inch 25 ms PVA (Samsung LTM170E8-L02) panel.
Eizo L578 has a 17 inch 12 ms (g2g) PVA (Samsung LTM170E8) panel.
Eizo L760t-c has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo L760t-c-k has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo L767 has a 19 inch 25 ms PVA (Samsung LTM190E1-L03) panel.
Eizo L768 has a 19 inch 25 ms PVA (Samsung LTM190E4-L02) panel.
Eizo L768-AS has a 19 inch 25 ms PVA (Samsung LTM190E1-L03) panel.
Eizo L778 (M190) has a 19 inch 12 ms (g2g) PVA (Samsung LTM190E4) panel.
Eizo L788 has a 19 inch 25 ms PVA (Samsung LTM190E4-L02) panel.
Eizo L795 has a 19 inch 25 ms PVA (Samsung LTM190E1-L03) panel.
Eizo L797 has a 19 inch 20 ms SA-SFT (NEC NL128102BC29-01) panel.
Eizo L885 has a 20 inch 20 ms ASV (Sharp LQ201U1LW01 eller LQ201U1LW21 eller LQ201U1LW28) panel.
Eizo L887 has a 20 inch 20 ms ASV (Sharp LQ201U1LW21) panel.
Eizo L985EX has a 21 inch 40 ms S-IPS (Hitachi TX54D11VC0CAB) panel.
Eizo L997 has a 21 inch 30 ms S-IPS (Hitachi TX54D11VC0CAC) panel.
Eizo M1950 has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA panel.
Eizo M1950-K has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA panel.
Eizo M1950-S has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA panel.
Eizo S1721 has a 17 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1721-K has a 17 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1721AS has a 17 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1721AS-K has a 17 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1731 has a 17 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM170E8) panel.
Eizo S1731-K has a 17 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM170E8) panel.
Eizo S1731AS has a 17 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM170E8) panel.
Eizo S1731AS-K has a 17 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM170E8) panel.
Eizo S1910 has a 19 inch 12 ms (g2g) PVA panel.
Eizo S1910-AS has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung) panel.
Eizo S1910-K has a 19 inch 12 ms (g2g) PVA panel.
Eizo S1921 has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1921 has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1921-K has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1921AS has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1921AS-K has a 19 inch 20 ms PVA (Samsung) panel.
Eizo S1931 has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM190E4) panel.
Eizo S1931-K has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM190E4) panel.
Eizo S1931AS has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM190E4) panel.
Eizo S1931AS-K has a 19 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTM190E4) panel.
Eizo S1931NSA-BK has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1931NSA-GY has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1931NSH-BK has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1931NSH-GY has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1932SA has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1932SE has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1932SH has a 19 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S1961 has a 19 inch 8 ms PVA (Samsung LTB190E2-L01) panel.
Eizo S2000 has a 20 inch 8 ms (g2g) A-MVA (AUO) panel.
Eizo S2031W-BK (widescreen) has a 20 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2031W-GY (widescreen) has a 20 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2031WE-BK (widescreen) has a 20 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2031WE-GY (widescreen) has a 20 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2100 has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM213U6) panel.
Eizo S2100-K has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM213U6) panel.
Eizo S2110W (Widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM210M2) panel.
Eizo S2110W-K (Widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM210M2) panel.
Eizo S2111W-BK (widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM213U6) panel.
Eizo S2111W-WS (widescreen) has a 21 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM213U6) panel.
Eizo S2231WE (widescreen) has a 22 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2231WH (widescreen) has a 22 inch 8 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2401SE (widescreen) has a 24 inch 5 ms TN panel.
Eizo S2401SEK (widescreen) has a 24 inch 5 ms TN panel.
Eizo S2401WE (widescreen) has a 24 inch 5 ms TN panel.
Eizo S2401WH (widescreen) has a 24 inch 5 ms TN panel.
Eizo S2410W (widescreen) has a 24 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo S2410W-K (widescreen) has a 24 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo S2411W-BK (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo S2411W-WS (widecreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTM240M2) panel.
Eizo S2431WE-BK (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo S2431WE-GY (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo SX2461W (widescreen) has a 24 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo SX2761W (widescreen) has a 27 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.
Eizo SX3031W-BK (widescreen) has a 30 inch 6 ms (g2g) S-PVA (Samsung) panel.
Eizo SX3031WK (widescreen) has a 30 inch 6 ms (g2g) S-PVA panel.


Sony (si tratta in realt? di televisori full-HD e non propriamente monitor) :

Sony KDL-40V2000 has a 40 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTA400WS) panel.
Sony KDL-46S2000 has a 46 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTA460HS-L02) panel.
Sony KDL-46V2000 has a 46 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTA400HS-LH1) panel.
Sony KDL-V32XBR1 has a 32 inch S-PVA (Samsung LTA320WS) panel.
Sony KDL-V40XBR1 has a 40 inch S-PVA (Samsung LTA400WS) panel.
Sony KLD-46X2000 has a 46 inch 8 ms (g2g) S-PVA (Samsung LTA460WT) panel.
Sony KLV-S23A10 has a 23 inch 8 ms (g2g) PVA (Samsung LTA230W1-L02) panel

Alcuni tra i principali produttori di monitor e loro offerta



Samsung Samsung propone un'ampia scelta di monitor di fascia media e bassa con l'eccezione di alcuni modelli di recente intorduzione e dedicati alla fascia alta.

Apple disponibili in tre formati da 20, 23 e 30 pollici in tecnologia S-IPS. Apple ha avuto il pregio di essere il primo produttore di personal computer ad offrire in modo istituzionale una linea di monitor di prestazioni superiori, quando gli altri in generale offrono ancora oggi solo monitor generalisti. Buoni e tutto sommato con un buon rapporto prezzo/prestazioni non rappresentano per? il top nel segmento alto, tanto che moltissimi mac-user si rivolgono comunque a Lacie (che fa un notevole comarketing con i seller Apple) ed Eizo.

Nec ne c? un grande produttore giapponese specializzanto in molti settori tra cui quello della visualizzazione.
Offre prodotti di fasce molto diverse, dal semplice "assemblato", monitor di altro produttore ricarrozzato ai monitor della serie Specra View, prodotti di fascia realmente high-end e pensati per le massime prestazioni (100% di riproduzione del gamut Adobe).
A differenza degli Spectra View, gli altri monitor NEC attualmente soffrono di problemi di omogeneit? di prestazioni e di controllo di qualit?.

Lacie E' un produtto francese specializzato nell'aftermarket. Ultimamente si ? spinto con pi? decisione sul versante dello storage di rete ma mantiene una linea molto interessante di monitor grafici, basata su pochi modelli ben definiti. Lacie in pratica ricarrozza monitor NEC cui fa un elevato livello di update, selezionando pannelli e calibrandone le prestazioni di ogni singolo esemplare (chiedendo per? un notevole extra-prezzo). I suoi prodotti sono molto quotati ma ? frequente sentire di problemi all'alimentazione, fatto comune per prodotti di derivazione Philips.

Eizo Eizo Nanao ? un costruttore giapponese, presente sul mercato dei monitor sin dal 1968. Produce solo monitor.
Negli ultimi anni ha allargato la sua produzione con una offerta differenziata per fasce di utilizzo e di prezzo.
Attualmente ? il produttore dedicato al settore dei monitor col pi? numeroso catalogo. I modelli delle serie CE e specialmente quelli della serie CG rivaleggiano per la palma di miglioni monitor esistenti.

Quato Se Eizo pu? essere considerato la "Porsche" dei monitor, sicuramente Quato ? la Ferrari.
Costituita dai progettisti della Barco (riferimento mondiale ai tempi dei CRT) dopo che quest'ultima ha chiuso i battenti, Quato produce semplicemente i migliori monitor disponibili in fascia alta.
Qualit? certificata tedesca, prezzi degni della migliore oreficeria !

Criteri della scelta


E qui entriamo nell'area del dubbio !

TN, S-PVA o S-IPS ?
Quattro terzi o panoramico ?
Di un costruttore generalista o specializzato ?
Da quanti pollici ?

Non esistono ricette adatte a tutti i budget ma possiamo definire alcuni criteri pensati per il fotografo.

- evitiamo accuratamente i pannelli TN e puntiamo a quelli S-PVA ed S-IPS, sono i pi? indicati ad una corretta riproduzione dei colori
- un costruttore specializzato in generale assicura una migliore corrispondeza del progetto alle aspettative dell'utente, come in tutti i campi. Quindi possibilmente orientiamoci sui modelli Eizo, Lacie, Apple e Nec a seconda delle proprie necessit? o almeno sui prodotti di fascia alta (invariabilmente con pannello S-PVA) dei grandi costruttori come Samsung, Dell ed HP.
- privilegiamo - se possibile - quelli dotati di LUT (look-up-table programmabile, ovvero di tabella interna dei colori selezionata elettronicamente) a 10 o 12 bit almeno
- se le dimensioni non sono un problema puntiamo almeno su un 24 pollici, salvo andare sui modelli pi? piccoli per motivi di economia e non di prestazioni. Meglio un valido monitor da 19 pollici che uno da 27 pensato per lavorare con la Playstation !
- il formato panoramico consente di visualizzare bene la foto lasciando ai lati lo spazio per le palette. Non ? vero che il monitor da 4/3 sia pi? indicato per la fotografia. E' solo questione di abitudini
- evitiamo accuratamente i monitor con finitura lucida tanto di moda adesso, buoni forse per visualizzare divx ed andiamo su quelli con finitura opaca.
- evitiamo i monitor che incorporano dispositivi multimediali. In generale sono pensati per usi generici e non grafici
- privilegiamo se possibile i monitor che incorporano una calibrazione hardware ed hanno un software specifico sviluppato dal produttore
- andiamo su monitor con ingressi DVI, quindi collegamento digitale e non il semplice VGA a 9 pin.

E i consigli operativi :

- installiamo sempre il file di configurazione del monitor sotto Windows in modo informare il sistema operativo e la scheda grafica delle caratteristiche del monitor
- installiamo sempre gli ultimi driver della scheda grafica
- impostiamo sempre la massima risoluzione disponibile, invariabilmente ? quella che viene pubblicizzata nella caratteristiche del monito.
Per i monitor tradizionali abbiamo per i 17'' 1024x768, per il 19'' 1280x1024, per i 21'' 1600x1200. Per i monitor panorami avremo diversi rapporti a seconda delle dimensioni del pannello fino ad arrivare ai 2560x1600 punti (rapporto 1,6) per i 30 pollci.
- attenzione, i monitor da 30 pollici richiedono schede grafiche speciali. Consultare le specifiche del produttore per vedere quali schede siano adatte a quel dato modello

Alcuni modelli disponibli sul mercato per fascia di prezzo



L'Apple Cinema Display da 20 pollici rappresenta una buona scelta. Panoramico, formato 1680x1050 punti, trattamento antiriflesso, pannello S-IPS LG-Philips, viene proposto a meno di 600 euro.
Restando in questa fascia di prezzo, ci sono svariati modelli della serie S (da 19 e da 20 pollici) di Eizo, tutti con pannello Samsung S-PVA.
Non sono monitor pensati per il grafico ma comunque hanno prestazioni validissime per i nostri scopi e sono proposti a prezzi anche inferiori, di poco, ai 400 euro.

Salendo abbiamo nella stessa classe il NEC 2490, il Lacie 324, il Samsung 245T e diversi modelli Eizo da 24 pollici, tutti impostati sul medesimo pannello Samsung S-PVA di eccellenti caratteristiche.
La gamma di prezzo varia da un minimo di 800 euro per arrivare anche a 1.450 euro, a seconda del modello e delle dotazioni.
Sono tutti monitor pensati per il video ad alta risoluzione (standard blu-ray da 1920x1080 punti, in alcuni casi riprodotto in hardware con crop 1:1 e non con scaling, ed ingressi HDMI dedicati a dispositivi video esterni).

Oltre abbiamo modelli specializzati come il Lacie 526, il Nec 2690 (sia standard che Spectra View), gli Eizo CE240 e CG241. Monitor costosi ma non ancora di fascia high-end, diciamo tra i 1.500 e i 2.000 euro di prezzo.

Pi? in alto abbiamo apparecchi pensati per assicurare l'esatta riproduzione di tutti i colori esistenti (Eizo e Barco) oppure monitor di dimensioni superiori, come l'Apple da 30 pollici e gli Eizo da 27 e da 30 pollici.

Quale che sia la scelta da fare, il consiglio e di indirizzarci verso un prodotto di questo livello, adeguato alle proprie necessit? e capacit? di spesa, evitando comunque offerte di monitor non indicati per la grafica.

Conclusioni


Fermiamoci un attimo a riflettere.

Avendo la disponibilit? economica, ? ovvio, nessuno si farebbe mancare una D3 o una D300. E magari un bel 70-200/2.8VR ... :wub:
Ebbene, alla stessa maniera dovremmo valutare l'acquisto del monitor, strumento indispensabile per valutare, elaborare e sviluppare le nostre composizioni fotografiche.
In base alla nostra possibilit? di spesa, il monitor dovrebbe essere preso in esame come se fosse un corpo macchina o un ottimo obiettivo.

Anzi, considerando che tramite il monitor valuteremo il rendimento di tutto il nostro corredo e che con quello correggeremo le nostre immagini per ottenere stampe corrette, l'importanza del monitor dovrebbe anche essere preminente rispetto al resto del corredo.

Insomma, il monitor come parte integrante del corredo fotografico e in questo senso valutato con giudizio.

Per questa ragione un monitor dedicato espressamente ai fotografi - e quindi non genericamente multimediale, magari semplicemente grande e vistoso o munito di altoparlanti e prese USB - sar? sicuramente la scelta migliore.

Certo questi monitor sono prodotti di nicchia perch? costruiti con criteri e con materiali pi? costosi.

Ebbene, se per questo dovremo accontentarci di un pannello pi? piccolo per avere la qualit? che cerchiamo, sar? per una giusta causa.

Del resto un 19 pollici Eizo, anche di fascia entry-level, costa pi? del doppio di un moderno 22 pollici Acer o Hannspree.
Quindi una spesa a partire da 400 euro per arrivare anche fino a 1.500 non dovrebbe far impallidire nessuno, specie se magari lo sforzo per comperare una D300 l'abbiamo fatto ...

Ma vi assicuro che la differenza c'? tutta, si vede, eccome se si vede. Fidatevi ! :D

Commenti
Articoli simili :
  • You cannot edit this record
Array
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi