Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
  • You cannot edit this record

Colleghiamo in remoto la nostra fotocamera -----

Submitted by: gpb01
Submitted: set 01 2010 17:16
Last updated: set 30 2010 13:44
Category: Materiale Vario
Titolo : Colleghiamo in remoto la nostra fotocamera
Keywords : wireless .
A volte c'? l'esigenza di voler controllare la nostra fotocamera da una certa distanza, senza necessariamente dover avere metri e metri di cavo USB tra i piedi (... inoltre la lunghezza ufficiale dei cavi USB 2.0 non pu? superare i 5 mt.).

Naturalmente esistono i prodotti "Ufficiali", come il Nikon WT-4 (di cui abbiamo anche parlato QUI), ma per l'amatore, a cui l'esigenza si presenta saltuariamente, sicuramente la spesa di oltre 700 ? per l'acquisto di detto oggetto ? del tutto ingiustificata.

Quello che in quest'articolo voglio mostrarvi ? un "bricolage" fatto in casa che permette di ottenere risultati anche notevolmente migliori di quelli ottenibili con i prodotti "Ufficiali".

E' da un po' di tempo che sono usciti sul mercato vari prodotti per poter "remotizzare" le porte USB di un PC. Questi oggetti si collegano alla rete in WiFi e, con l'ausilio di un driver, fanno credere al PC dove detto driver ? installato di avere delle porte USB aggiuntive che, in realt?, si trovano sull'unit? remota conessa wireless.

Molti di questi oggetti hanno pero dei grossi limiti per cui, ad esempio, vanno bene per rendere remoto un disco USB oppute una stampante, ma mal si comportano con webcam o altri oggetti che non siano quelli previsti.

Io ? un po' di tempo che st? studiando la questione per permettere il collegamento delle nostre fotocamere, tramite la porta USB, in remoto e, finalmente, dopo varie prove, sono riuscito a trovare un oggetto affidabile e di costo pi? che abbordabile da chiunque si voglia divertire a controllare in WiFi la propria Nikon :)

Perch? ho sottolineato le parole "affidabile" ? ...
... perch? occorre fare una dovuta precisazione.

L'oggetto che illustrer? ? commercializzato dalla Belkin, ma, fortunatamente ... non ? tutta "farina del loro sacco". Dico "fortunatamente" perch?, purtroppo, se indagate un po' su internet, scoprirete che Bellin non ? proprio famosissima per il supporto dei suoi prodotti ... e quello preso da me in esame, fosse per loro, sarebbe ancora alla versione software di quando ? stato rilasciato :( ... ma, come ho detto "fortunatamente", in realt? chi produce un oggetto simile (io credo cambi solo la scatola ;)) e maniene il software (aggiornatissimo) ? Sylex Technology.

La cosa da fare quindi, dopo aver installato correttamente l'oggetto come indicato da Belkin, ? andare sul sito di Sylex Technology e scaricarsi il software aggiornato ... QUI (scaricare per Win o per Mac il software per SX-Virtual Link).
Installato questo software "aggiornato" ed utilizzando il programma di controllo della Sylex Tech, al posto di quello vecchio della Belkin, tutto funzioner? correttamente ed in modo affidabile. :)


Premesso questo, vediamo ora l'oggetto Belkin ed il suo funzionamento pratico.


L'unit? in questione ? la Home Base, in vendita normalmente a meno di 100 ? ...


Immagine Allegata: 01_belkin.jpg


... e dalle dimensioni abbastanza ridotte : 12 x 13 x 3 cm.

Precisiamo subito che questo modulo nasce per essere poggiato su un tavolo ed alimentato mediante un alimentatore, fornito assieme al modulo, a 220v. Fortunatamente per?, l'uscita del suddetto alimentatore ? una corrente continua da 12v. ovvero ... la stessa data da 8 pile AA da 1,5v. messe in serie ;) !

Come porta pile ho quindi deciso di utilizzare un oggetto che avevo nel cassetto, un Nikon MS-D10 ... Immagine Allegata: MS-D10.jpg ...

... naturalmente esistono in commercio porta pile mooooolto pi? economici (se fate una ricerca su internet trovate dei porta pile, per 8 pile AA, venduti a 1,95 ?, che vanno benissimo per il nostro scopo), per cui, salvo non lo abbiate gi? e non vi serva, cercate qualche altra cosa pi? economica :D

Ho misurato tramite un tester digitale l'assorbimento del modulo sia a riposo che in trasmissione (durante il trasferimento da fotocamera a PC di un'immagine) e non ho mai visto l'assorbimento salire oltre i 400 mA. per cui, con le attuali pile ricaricabili da 2500 mA/h e oltre ... ce ne ? per svariate ore (... ho provato personalmente con le Powerex 2700 mA/h Immagine Allegata: powerex2700.jpg e dopo 6 ore era ancora perfettamente funzionante) !

Immagine Allegata: front.jpg ... Immagine Allegata: rear.jpg


Il tutto pu? trovare posto in una di quelle borsette porta fotocamera che si possono attacare alla cintura ... ne pi? ne meno la stessa scomodit? del Nikon WT-4 ma ... ad un prezzo decisamente inferiore e con prestazioni decisamente superiori (... considerate che il WT-4 implementa al massimo la 811.g a 54 Mbps, mentre questo implementa anche la 811.n che raggiunge i 300 Mbps e che ho personalmente visto funzionare a 270 Mbps) ;)


All'interno il circuito ? abbastanza semplice ...


Immagine Allegata: 02_belkin.jpg


... ed ? facile immaginare che, se si eliminasse la parte dei connettori (alimentazione e USB), altri fonzoli e si compattasse il tutto ... la cosa potrebbe benissimo trovare posto all'interno della fotocamera (... avete presente quanto ? piccola la schedina che, all'interno di un iPod/iPhone gestisce tutte le connessioni di rete wireless ? :)), cosa che speriamo, nel futuro, Nikon faccia :rolleyes:


Il frontalino dell'unit? ? "essenziale" e permette di avere sott'occhio se la conessione WiFi ? correttamente attiva ...


Immagine Allegata: 03_belkin.jpg


... tutto il resto ... si fa via software che, come gi? indicato ... viene fornito sia per la piattaforma Windows che per quella Mac OS X :)


Si comincia con l'iserire nel proprio PC il CDROM che arriva a corredo. Come ho segnalato all'inizio, la configurazione iniziale ? meglio farla con il software che accompagna l'oggetto per poi passare al software scaricato dal sito dells Sylex per l'uso normale.

Inserito il CD viene avviato il programma di setup che si presenta cos? :

Immagine Allegata: HomeBaseSetup.jpg


... per prima cosa, occorre selezionare la voce "Setup Home Base" attraverso la quale si configurano i parametri di connessione alla rete wireless. Ovviamente, visto che la parte wireless deve ancora essere configurata, per questa fase, e solo per questa, sar? necessario collegare la Home Base, al nostro router, attraverso la sua porta Ethernet mediante un cavo di rete, cavo che potr? essere eliminato finita la configurazione.

L' Home Base pu? lavorare sia con una configurazione wireless ad "infrastruttura" (ovvero tutto il traffico gira attraverso un access point WiFi al quale possono essere collegare pi? stazioni di lavoro) sia con una configurazione "punto-punto" (Ad-Hoc, ovvero un collegamento uno ad uno tra l'Home Base ed il PC che l'utilizza). A secondo quindi della configurazione desiderata, occorrer? inserire i vari parametri di connessione (es. nome della rete, indirizzo IP fisso o dinamico, tipo di sicurezza adottata, password, ecc. ecc.).

Finita e salvata la configurazione, si dovr? disconnettere dal cavo di rete l'Home Base e procedere al suo riavvio ... se tutto ? stato fatto bene, essa si connetter? in pochi secondi alla rete WiFi dandone ricontrontro attraverso le lucine poste sul pannello frontale.

Il passo successivo, sempre dal programma di setup, ? l'installazione del software che ne permette il normale utilizzo. Ancora una volta, come segnalato, installeremo il software originale dal CD della Belkin, software che poi aggiorneremo con quello scaricato dal sito della Sylex. Per installare il software sar? sufficiente scegliere la voce "Install Control Center" e si attiver? la procedura di installazione guidata.

Terminata l'installazione, prima di procedere con il detto aggiornamento, si prover? a lanciare li "Control Center" per verificare che l'Home Base venga effettivamente vista ...

Immagine Allegata: Belkin001.jpg


... dopo di che si potr? lanciare il software di installazione del "SX Virtual Link" (questo ? il nome del prodotto Sylex) per aggiornare, all'ultima release, i driver ed il software d'uso.

Terminato l'aggiornamento e riavviato il sistema, si potr? finalmente lanciare il nuovo software "Sx Virtual Link" e cominciare a utilizzare la nostra Home Base ...

Immagine Allegata: SX Virtual LinkScreenSnapz002.jpg


... che, come detto, verr? perfettamente gestita dal software Sylex.

A questo punto, con un normale cavetto USB, collegheremo la nostra fotocamera (non prima di esserci assicurati di aver impostato nel Menu di Setup Nikon, la voce USB a MTP/PTP) con una delle 4 entrare USB che sitrovano sul retro della Home Base e la accenderemo. Essa sar? riconosciuta dalla Home Base ed il software di controllo aggiorner? la sua schermata :

Immagine Allegata: SX Virtual LinkScreenSnapz003.jpg


... un doppio click sulla relativa riga creer? la conessione logica tra porta USB della Home Base ed il PC ed il software di controllo ci confermer? la cosa :

Immagine Allegata: SX Virtual LinkScreenSnapz004.jpg


Questa connessione logica sar? vista dal nostro PC come se fisicamente noi avessimo attaccato la nostra fotocamera ad una delle porte USB. Lanciando su Mac l'applicazione di base "System Profiler" (equivalente nel mondo Win al modulo che mostra le Risorse del Computer) si potr? verificare quanto affermato :

Immagine Allegata: Belkin004.jpg


A questo punto la fotocamera ? connessa e si potranno utilizzare i programmi applicativi per la sua gestione.


Segue a Pagina 2 (fare click sul 2 qui sotto) >>>>





Articoli simili :
  • You cannot edit this record
Array
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi