Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

- - - - -

Il dopoguerra e la rinascita di Nikon

storia nikon

II capitolo della nostra rivisitazione della storia quasi secolare di Nikon.

 

 
La Nikon SP
 
E'  nel 1957 che tutta la tecnologia impiegata da Nikon nei telemetri della nave da battaglia Yamato di Mitsubishi trova il definitivo compimento in uno strumento pacifico.
 
La miniaturizzazione permette di impiegare un telemetro che in pochi cm di lunghezza è composto da ben 28 elementi ottici.
Questi consentono l'uso automatico di cornici di inquadratura per focali che vanno dal 28 al 135mm.
Il tutto con correzione automatica della parallasse.
 
Immagine Allegata: SP.jpg
La Nikon SP del 1957
 
Non bastasse, la macchina ha a dispozione anche aggiuntivi reflex da 180 a 500 mm
E se non bastasse ancora, la macchina ha a disposizione anche : motori di avanzamento pellicola, esposimetri, otturatore in titanio da 1/8000''.
 
E alcuni tra i più leggendari obiettivi per fotocamere a telemetro, come il Nikkor-S 5cm F1.1 e il Nikkor 3.5cm F1.8.
 
Probabilmente il più avanzato concentrato di tecnologia meccanica del momento. Un momento irripetibile perchè già da tempo gli specchi riflettevano la luce.
 
Ah, già ma questa è un'altra storia ;) Ne riparleremo più avanti :)
 
Immagine Allegata: NIKKOR_S_C_5_CM_F1_4.jpg
il leggendario 5 cm F1.4 Nikkor-S, il primo standard della storia, prodotto in qualche cosa come 100.000 esemplari negli anni '50 (non stiamo parlando di un 18-55 di plastica fatto in massa in Cina dei giorni nostri. Questo obiettivo costavo più di un mese di stipendio di un impiegato medio).
 
7 elementi, 3 gruppi, diaframma a 12 lamelle.
 
Il trattamento superficiale è stato studiato .... studiando le deficienze degli obiettivi Zeiss d'ante e dopoguerra e lavorandolo perchè il suo contrasto fosse nettamente superiore da F2 in su.
 






9 Comments

Foto
Leonardo Visentìn
feb 26 2015 13:38
Ottimo viaggio nella storia del marchio e dell'evoluzione della fotografia.

Una S digitale e moderna sarebbe un sogno per molti, ma non per tutti
Foto
danighost
feb 26 2015 18:27

Maga a scuola si studiava storia in questo modo :( ...

Foto
Andrea Zampieron
feb 27 2015 21:32

Storia e passione per la fotografia,spiegata in modo chiaro e alla portata di tutti

Foto
happygiraffe
feb 27 2015 22:33

Appassionante!

Foto
Adriano Max
feb 28 2015 12:32

SPETTACOLARE !! da mandare tramite raccomandata in Giappone !!

:bravo:

Foto
Paolo Mudu
feb 28 2015 23:08

Bello!

Riaccende la passione.

Fa pensare, pensare a quali ricercatezze si arriverebbe oggi, con l'attuale tecnologia e l'allora entusiasmo ed etica.

Grazie

La Nikon One del 1946-1948 e le successive telemetro costruite partendo dalla Contax II.

Il vetro ottico comprato ancora oggi dalla Schott.

 

Il legame tedesco di Nikon si è mantenuto ?

 

Direi di si. Se confrontiamo due oggetti recenti è immutato ai miei occhi.

 

Con le dovute proporzioni e fatta la tara del posizionamento (telemetro e full frame a pellicola la tedesca, mirrorless digitale in formato 16 mm la giapponese) :

 

Contax-Kyocera G2 :

 

Immagine Allegata: DSC_5292-600.jpg

 

Nikon V3

 

Immagine Allegata: Nikon_V3_mirino.jpg

 

forma, proporzioni, mirino aggiuntivo opzionale, rotellina ferticale che si aziona con l'indice, grip ... :) quasi una vera e propria citazione.

 

Sarà il primo auspicio di un prossimo futuro ? ;)

 
Impressionante!!

E allora... mi state proponendo di acquistare una Contax'...     mah.. forse non sarebbe poi male.. sta g2

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi