Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

1978 - 1981 : Plaubel Makina 67


Che c'entra con Nikon la Makina 67 ?

C'entra, c'entra.

Plaubel era un marchio tedesco attivo a Francoforte sul Meno tra il 1920 e il 1960.

Il marchio venne poi resuscitato dalla giapponese DOI a metà degli anni '70.

Prima del boom definitivo delle fotocamere in formato 24x36 si pensò ad un revival delle macchine a soffietto in medio formato, tipicamente alla "tedesca" (Zeiss in primis) con questo marchio.

Venne quindi presentata la Plaubel Makina con obiettivo folding, otturatore centrale meccanico Copal, telemetro accoppiato al mirino.
In 6x7 cm poteva fare 10 fotogrammi da un rullo da 120.
La Plaubel Makina 67 :

Immagine Allegata: maki67.jpg


che come vedete in primo piano ....

A chi poteva rivolgersi la rediviva Plaubel per avere obiettivi all'altezza dei vecchi Zeiss ?

Ma a Nikon, naturalmente.

Nikon progettò e sviluppò due obiettivi in 6x7 per queste fotocamere.

Un 80/2.8 per la Plaubel Makina 67 e un 55/4.5 per la successiva (1981) W67

Immagine Allegata: GU3186_DSCN2289.jpg

Immagine Allegata: GU3186_DSCN2282.jpg

Immagine Allegata: GU3186_DSCN2290.jpg


Le fotocamere erano prodotte ed assemblate da Mamiya che aveva una grande esperienza in materia di medio formato.
Ma le difficoltà di quest'ultima (che sfiorò il fallimento a fine anni '80) rese impossibile il proseguimento di questa iniziativa originale.
Nel 1986 la produzione cessò.
Praticamente l'avventura durò otto anni, dalla presentazione alla Photokina del '78 alla cessazione della produzione.

I pochi esemplari disponibili oggi, in generale in ottime condizioni, vengono ceduti a prezzi intorno ai 1.500 euro.
La macchina é apprezzata per la sua compattezza, affidabilità e buona qualità delle ottiche, ovviamente.


Test d'uso[Eng]
Scheda[Ita]
Specifiche[Eng][Jap]

alcune altre immagini della macchina

Immagine inserita struttura del soffietto e della messa a fuoco

Immagine inserita meccanismo di carica e scatto

Immagine inserita interno ed alloggiamento pellicola

Immagine inserita schema lenti del Nikkor 80mm f/2.8 un 6/4 diverso dai soliti schemi Gaussiani, distanza minima di maf: 1 metro
caratteristiche del telemetro accoppiato: base 65mm (effettiva 42mm), esposimetro all'arseniuro di Gallio, dal range EV 3-18, alimentato da due batterie all'ossido di argento SR44

e mancano ancora alcuni pezzi alla "collezione" Nikkor da medio formato...

Immagine Allegata: cameras_b.jpg


5 Comments

Foto
danighost
gen 28 2013 14:58
Mi è sempre piaciuta la Mamiya medioformato, e le telemetro in generale (paradossalmente m'attirano le telemetro medioformato, che quelle informato Leica), chissà che prima o poi ...
Foto
Adriano Max
gen 28 2013 14:59
'Pezzo' Super interessante e che ho spesso adocchiato !! ... purtroppo è generalmente '$alato' e se è abbordabile non è in buone condizioni ...
Resta anche, nonostante le performance e l'indiscusso vantaggio di una pellicola di formato generoso, un attrezzo, nella sua relativa compattezza, di un certo 'peso' (1300-1400gr) !! Un dolce peso che porterei volentieri !!
:)

Ciao,
Adri.
Foto
Bernardo Gattabrìa
gen 29 2013 09:19

Mi è sempre piaciuta la Mamiya medioformato, e le telemetro in generale (paradossalmente m'attirano le telemetro medioformato, che quelle informato Leica), chissà che prima o poi ...

Ma è un lapsus aver indicato la Mamiya al posto della Makina, o c'è un certo collegamento, e allora confesso la mia ignoranza storica?
Foto
Adriano Max
gen 29 2013 17:54

Ma è un lapsus aver indicato la Mamiya al posto della Makina, o c'è un certo collegamento, e allora confesso la mia ignoranza storica?


La storia è complessa, con vendite e spostamenti del marchio, tuttavia in Wikipedia si legge, semplicemente:

The Japanese-made Plaubel Makina was a major redesign with Nikkor lenses and integrated metering. It was manufactured first by Copal and later by Mamiya. Models 67 and 670 have Nikkor 80mm f/2.8 lenses. The "67" series models take ten 6×7cm exposures on 120 rollfilm, The 670 model also accepted 220 rollfilm (20 exposures per roll).


Ciao,
Adriano.
Foto
Bernardo Gattabrìa
gen 29 2013 18:10
Grazie Adriano ! :)
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi