Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

E' arrivata la Canon ip7200!

Stampa inchiostri dyes stampa casalinga


 
COME ESCLUDERE LA GESTIONE DEL COLORE SULLA CANON ip4750
 
Questo passo è fondamentale per:
1. Stampare i target necessari alla produzione dei profili colore ICC
2. stampare utilizzando detti profili da un'applicazione di servizio (come LR, PS, CaptureOne, ecc)
 
La prima cosa da fare per escludere la Gestione del colore, che chiamerò d'ora innanzi CM (Color Management) è...escludere il CM ovviamente!
Questo si fa dal pannello principale del driver
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 1.JPG
 
Da qui si accede al pannello Main
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 2.JPG
 
E poi al pannello Color Intensity
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 3.JPG
 
E infine al pannello Matching dove si dovrà scegliere come gestione "none" e cioè "nessuna"
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 4.JPG
 
Salviamo il tutto
 
A questo punto dovremmo essere pronti...o no?
Dipende;
 
Caso 1  se dobbiamo stampare un target con l'utility ACPU oppure un'immagine da PS applicando un nostro profilo è sufficiente
Caso 2: se dobbiamo stampare un target usando il metodo della "trasformata nulla" ossia assegnando il target a un profilo e poi convertendolo allo stesso profilo allora non è sufficiente e si deve fare un altro passo importante per evitare di stampare target sbagliati e quindi ottenere profili completamente sbagliati
 
Infatti per uno stranissimo motivo se stampiamo con il metodo della trasformata nulla usando come profilo quello di uno spazio colore del tipo RGB (per es. ProPhotoRGB, AdobeRGB o sRGB) il driver della stampante "crede" ancora di vedere un tag che non c'è sul file che gli arriva e crea pasticci osceni.
Questa opzione "nascosta" non è documentata (se non in modo molto vago) ed è causa di tremenda frustrazione: Ovviamente se non si esclude il CM il profilo non funziona e non si sa cosa pensare: strumento rotto? software incompatibile? testine incostanti? carta incompatibile?
Comunque alla fine ho trovato qual era il problema ed è stata una grossa soddisfazione :)
 
Dobbiamo quindi fare un altro passo.
Sempre dal pannello principale del Driver selezionano questa volta Page Setup
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 5.JPG
 
e poi Print Options
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 6.JPG
 
qui dovremo mettere la spunta su "Disable the color profile setting of the application software"
 
Immagine Allegata: Driver ip7250 - 7.JPG
 
Per non dover rifare ogni volta questa impostazioni è meglio salvare il tutto come un preset di stampa da scegliere dal pannello di selezione della carta. Per la carta glossy per esempio io ho creato il preset "My Glossy Premium Q2" Q2 perchè come detto col driver Glossy II non si ha accesso alla qualità 1, ma solo alla qualità 2 che è comunque ottima e perde quasi niente rispetto alla 1.
 
A questo punto possediamo finalmente la chiave segreta per stampare i target usando PS SENZA il CM. Stampiamo quindi i target, li lasciamo riposare 24hr, li misuriamo e produciamo il profilo.
Per questo test ho usato la Carta Glossy Premiun con qualità 2. Ho usato un target di 840 su una pagina A4. Lo strumento è il nuovo EyeOne Pro II e il software è i1Profiler.
Il profilo ottenuto ha un gamut molto simile a quello canned fornito col driver. Vediamo sotto un confronto
 
Immagine Allegata: Gamut ip7250 Glossy custom vs canned.JPG
 
La domanda che ci poniamo è: quale è più preciso, quello fatto da SlowPrint apposta per questa stampante o quello canned?
Per fare questo confronto in modo rapido usiamo il target già stampato come banco di prova e confrontiamo i valori colorimetrici letti per ogni tacca (valori Lab) con quelli "predetti" dal profilo. Cominciamo col profilo "custom" e cioè quello fatto da noi.
 
Immagine Allegata: Custom Profile Accuracy.JPG
 
Nel grafico vediamo che la precisone del profilo è elevatissima con un DeltaE-2000 medio di 0,04 e di 0,2 per le tacche del gruppo "le peggiori 10%"
Passiamo adesso al profilo canned:
 
Immagine Allegata: Canned Profile Accuracy.JPG
 
Sullo schemino del Delta-E i quadratini sono color-coded: verde è quasi perfetto, giallo è peggio, marrone peggio è rosso al di sopra dell'ultima soglia.
Già da questo si può immaginare ...il risultato.
E infatti abbiamo un Delta-E medio di 2,36 con un Delta-E medio nel 10% worst di 5.93.
 
Questi numeri in pratica dicono che il profilo canned è "utilizzabile" e che le stampe verrano fuori "decenti", ma nulla di più.
Col profilo fatto ad hoc abbiamo invece un livello di precisione altissimo che garantisce la massima qualità di stampa.
 
Nel frattempo mi sono arrivati gli inchiostri sostitutivi Fotorite.
Questa volta ho optato per le cartucce riempibili e non per il CIS, cioè il sistema di alimentazione continua. Il CIS è molto pratico per grandi volumi di stampa, ma è un po' delicato nella gestione perchè a volte crea ostruzioni e ...spandimento di inchiostro.
Le cartucce sono meno comode perchè vanno riempite manualmente ogni volta, ma sono più robuste nell'uso. Anche questa sarà una valutazione che conto di ottenere dall'uso pratico di questa stampante
 
I prossimi passi saranno:
 
1. Installare gli inchiostri sostitutivi della Fotorite e costruire i profili ICC definitivi.
2. Confrontare gli inks sostitutivi con gli originali Canon in termini di
- gamut
- Nero
- durabilità (ci vorrà del tempo)
- praticità d'uso
 
3. farla lavorare come la vecchia sorella ip4850 e recuperare almeno 100 volte il suo valore!!
Man mano che procederò col lavoro pubblicherò i risultati e arricchirò questo articolo.
 
Le Canon della serie ip7200 rappresentano oggi una delle migliori opzioni per la stampa casalinga e spero che questo articolo possa essere utile ai potenziali utenti interessati.
 
 
...a seguire con i nuovi test.

 



Test: Yes



56 Comments

Una piccola stampantina domestica con grandi pretese di qualità. L'utilizzo di inchiostri compatibili di qualità tramite CIS o cartucce ricaricabili risolve il suo principale difetto: il costo esorbitante delle cartucce.

Foto
Valerio Brùstia
apr 05 2015 08:31

aspetto di vedere come carichi e scarichi le cartucce ricaricabili, e poi valuto anche io.

La mia l'è bellemorta

 

ciao e buona Paqua

Foto
Silvio Renesto
apr 05 2015 08:48

Articolo prezioso, stavo giusto cercando una sostituta per la mia Epson che sanguina blu. 

Grazie, un'indicazione utile.

Sono curioso anch'io di vedere come saprai utilizzare questa piccola stampante, anche perché non pensavo che un simile prodotto destinato al mercato consumer potesse offrire prestazioni elevate dopo un opportuno settaggio.

Per inciso, pur utilizzando la stampante per soli documenti, devo dire che negli anni solo le Canon mi hanno soddisfatto per robustezza e durata nel tempo. ;)
Foto
Leonardo Visentìn
apr 05 2015 09:00
Anch'io ho preso qualcosa da alternate.it (il monitor Dell 24") e mi hanno dato 1.50 indietro...

Grazie per l'ottima prova di questa stampante home, anche se ho deciso che non avrò stampanti a casa in futuro

Sono curiosissimo anch'io di vedere come andrà con i compatibili di Fotorite. Li ho ordinati e mi dovrebbero arrivare settimana prossima.

Questa volta invece del CIS ho optato per le cartucce ricaricabili auto-resettanti. Poi vi spiegherò il perchè.

Let's wait and see...

Foto
danighost
apr 06 2015 20:38

Domanda: ma è idonea per le "classiche" stampe 10x15?

Domanda: ma è idonea per le "classiche" stampe 10x15?

E' perfetta per quelle stampe, direi insuperabile.

Il problema è che ci vuole un profilo fatto ad hoc se si vogliono ottenere buoni risultati. I profili forniti col driver sono molto approssimativi.

Ma tutto questo dovrebbe venir fuori coi prossimi test che ho in programma e che verranno inseriti nell'articolo.

Foto
danighost
apr 06 2015 21:08

Ok quindi avevo capito bene l'uso di questa stampante/articolo ... resto sintonizzato ...

Aggiornamento 1:

Finalmente dopo vari giorni di prove...ho capito perchè il profilo della ip7250 non veniva bene.

In pratica nella stampa del target non viene disabilitata completamente la Gestione del Colore a meno che, sul menù di stampa della stampante, oltre a scegliere ovviamente l'esclusione della gestione del Colore, non viene spuntata anche una misteriosa opzione sepolta in mezzo alle opzioni "nascoste" che spiegherò poi.

Appena si asciugano i nuovi target li misuro e poi correggo l'articolo con i nuovi profili e i nuovi commenti. Questa volta sono sicuro che i profili ICC verranno eccellenti.

 

Aggiornamento 2:

Sono arrivati gli inchiostri sostitutivi. Appena ho finito i test con le cartucce originali, le sostituirò con questi e in tal modo potremo fare un primo confronto tra originali e sostitutivi.

Foto
Aldo Del Favero
apr 14 2015 20:13

Aggiornamento 1:

Finalmente dopo vari giorni di prove...ho capito perchè il profilo della ip7250 non veniva bene.

In pratica nella stampa del target non viene disabilitata completamente la Gestione del Colore a meno che, sul menù di stampa della stampante, oltre a scegliere ovviamente l'esclusione della gestione del Colore, non viene spuntata anche una misteriosa opzione sepolta in mezzo alle opzioni "nascoste" che spiegherò poi.

Appena si asciugano i nuovi target li misuro e poi correggo l'articolo con i nuovi profili e i nuovi commenti. Questa volta sono sicuro che i profili ICC verranno eccellenti.

 

 

Ho avuto lo stesso problema con una multifunzione Epson XP 750, ne ho parlato più di un anno fa, solo che non sono mai riuscito a risolverlo... e dopo chili di carta e litri di inchiostro sprecati ho lasciato perdere...

 

Ho avuto lo stesso problema con una multifunzione Epson XP 750, ne ho parlato più di un anno fa, solo che non sono mai riuscito a risolverlo... e dopo chili di carta e litri di inchiostro sprecati ho lasciato perdere...

Conosco bene le Epson avendone avute di tutti i tipi e di tutti... i colori...ma non avevano questo tipo di menù nè quindi questo tipo di problemi.

Non conosco il tuo caso nei dettagli ovviamente, ma sospetto che il tuo problema fosse legato alla mancata esclusione del CM (Color management) a livello di applicativi e/o di sistema nel caso usassi Mac.

Foto
happygiraffe
apr 15 2015 08:33

 

 

sospetto che il tuo problema fosse legato alla mancata esclusione del CM (Color management) a livello di applicativi e/o di sistema nel caso usassi Mac.

 

Stesso problema. Sto diventando matto, ieri ho buttato via litri di inchiostro e chili di carta e dopo innumerevoli tentativi di ritrovare la configurazione ideale (persa con il cambio del mac) mi sono arreso. :(

 

Stesso problema. Sto diventando matto, ieri ho buttato via litri di inchiostro e chili di carta e dopo innumerevoli tentativi di ritrovare la configurazione ideale (persa con il cambio del mac) mi sono arreso. :(

Cosa intendi?

 

I driver Epson per Mac e Win sono praticamente identici, ed offrono le stesse configurazioni (con gli stessi risultati). 

Non vedo quale possa essere il problema. Se é questo, prova a descriverlo. 

 

Per la stampa dei target invece é necessario il software offerto da Adobe, che funziona. 

Peraltro anche il software di X-Rite (ho il Munki) ha sempre funzionato nel corso degli anni e degli O.S., anche quando ColorSync ha impedito a Photoshop di stampare senza Colour Management. 

a_

 

P.S. Piuttosto, é fastidioso che sul Mac mi venga segnalato "colour" come un errore, pur avendo impostato British English come lingua.  :angry:

Maledetti americani...  :huh:

Foto
happygiraffe
apr 15 2015 09:03

Sono intervenuto a sproposito, perché io ho una Canon (una piccola MP990). Ad ogni modo la frustrazione rimane, anche perché con il vecchio Mac ha sempre stampato bene.

Foto
Alberto73
apr 15 2015 09:28

Sono curioso di leggere come vanno gli inchiostri compatibili, anche se non per stampe fotografiche li ho usati una volta sola su una stampante Epson economica e (probabilmente perché stampo poco a colori) mi stavano dando grossi problemi per cui ho deciso di abbandonarli...... (po la stampante mi ha abbandonato comunque) :P

Ecco fatto: ho riscritto metà dell'articolo.

penso che sia interessante la parte in cui svelo la chiave segreta per stampare escludendo la Gestione del Colore. L'ho documentata passo passo.

 

E poi c'è l'analisi dei profili "canned" (e cioè quelli forniti con la stampante) confrontati con uno fatto ad hoc da SlowPrint. I risultati sono interessanti

Update: ho aggiunto alcune informazioni.

Ho verificato che il problema della esclusione della Gestione del Colore si presenta solo quando si stampano i target da PS usando il metodo della trasformata nulla, assegnando e poi convertendo il target al profilo di uno spazio colore RGB.

Per la stampa con ACPU e per la stampa delle immagini da PS o LR non ci sono problemi.

 

Ho spezzato l'articolo in due e la questione della gestione del Colore viene trattata in una pagine nuova che si trova qui.

 

A presto coi prossimi update

Riprendo questa discussione perché vorrei acquistare una macchina per stampare da solo le mie foto, e leggendo l'articolo ho pensato che potrei "allenarmi" con una come questa prima di passare eventualmente a qualcosa di più professionale, stante il relativo costo di un simile "test".

 

Vorrei prima imparare cosa vuol dire stampare a casa, in particolare il b&n, per poi passare a formati più grandi di A4 (ma non credo che andrò oltre l'A3) con un'accettabile qualità complessiva.

 

Non so se mi sono perso qualche articolo, ma qui accennavi al fatto che avresti aggiornato le tue valutazioni sull'uso di inchiostri sostitutivi: hai news a riguardo?

 

In rete ho visto dei video illustrativi del montaggio di cartucce "speciali" collegate ai suoi serbatoi esterni, ma il tutto mi è sembrato piuttosto macchinoso. In altri video ho visto invece come riempire direttamente le cartucce originali, ma sapevo che ciò potrebbe rovinare in modo definitivo le testine di stampa.

 

Cosa puoi consigliare? :)

Per volumi molto alti di stampa consiglio il CIS cioè i serbatoi esterni.

Per volumi più bassi consiglio le cartucce alternative auto-risettanti riempite a mano con la siringa (adesso io uso queste dopo anni coi CIS).

L'ultima opzione e cioè le cartucce alternative già riempite le sconsiglio perchè il risparmio è piccolo e perchè il colore potrebbe cambiare ogni volta. Meglio attingere dalla stessa bottiglietta per periodi più lunghi.

 

Infine un'annotazione: queste stampanti a un solo nero sono più difficili da usare sul B&N per via delle grossi dominanti che troverai.

E' fondamentale farsi un profilo ICC ad hoc per ogni carta e poi usare sempre lo stesso inchiostro.

Infine io adoro gli inchiostri dye-based, ma se non sono originali hanno problemi di fading. Vanno benissimo sulle carte lucide e sulle matte, male sulle baritate.

I pigmenti invece vanno benissimo sulle baritate e durano un milione di anni, ma vanno male sulle lucide e male sulle matte.

Ciao

Domanda forse un pò ingenua per chi ci capisce (Spinoza in primis): ma in linea teorica sarebbe possibile ottenere da una discreta stampante A4 come questa una buona stampante espressamente per il bianco e nero andando a sostituire le cartucce colori con dei grigi intermedi ovviamente compatibili ed in qualche modo gestendole via sw? 

Grazie. Lk

No quadtone funziona solo con Epson. Dovresti cercare sulla lista delle stampanti supportate.

La mia necessità è quella di cercare di fare delle buone stampe casalinghe in bn A4 senza arrivare ai costi proposti dalle varie Epson SureColor SC-PC600 o Canon PIXMA Pro 10, considerandone anche gli ingombri ridotti. Possibile che per il colore ci sia questa possibilità mentre per la stampa con più toni di grigio si debba per forza ricorrere a tali proposte ingombranti e care anche da gestire?

Grazie

 

Lk

Perchè  sulle stampanti domestiche (non profilate) le stampe a colore vengono benino e quelle in BN vengono uno schifo?

10 punti a chi risponde in modo corretto ;) ;)

Nessuna risposta?

Il motivo è che sul colore una certa deviazione viene accettata dal nostro occhio perchè può essere dovuta a una sorgente luminosa differente e viene interpretata come un WB differente, ma compensata cromaticamente anche se non è costante per tutti valori di chiarezza.

Sul B&N invece le deviazioni di colore creano dominati cromatiche che risultano immediatamente inaccettabili al nostro occhio.

Anche sul B&N un leggero scostamento verso un qualsiasi colore è accettabile purchè sia uniforme su tutto l'arco delle chiarezze e cioè da L*=0 a L*=100, ma quasi sempre questo scostamento non è uniforme e si hanno stampe che sono per esempio gialle nelle zone scure, verdi in quelle intermedie e blu su quelle chiare!

 

Per questo motivo il B&N richiede o dei driver avanzati come l'ABW (Advanced Black and White) della Epson ed equivalenti Canon, oppure volendo usare i driver normali, richiede dei profili di output accuratissimi.

Ricordiamoci la regola numero 1 del B&N: "nella stampa digitale i grigi sono semplicemente dei colori come tutti gli altri". Cioè la stampante non sa che sono un po' speciali ;)

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi