Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

PercepTool


Volevo segnalare un interessante plugin per Photoshop ed un libro da cui questo plugin prende spunto.
 
Il plugin si chiama PercepTool é relativo alle immagini in B/N e cerca di risolvere il problema di adattare la luminanza di un immagine, così come ripresa dal sensore, alla luminosità così come invece vede un oggetto il nostro cervello.
 
Lo scrittore di tale plugin é tale George DeWolfe che, prendendo spunto da un scritto di Edwin Land del 1978 (che trovate a pag.21 del cap. I del pdf allegato), ha studiato per oltre 30 anni il problema e oggi, non riusciendo a trovare un modo per effettuare la correzione con i comandi standard di Photoshop, ha sviluppato un apposito plugin.
 
PerceptTool funziona prendendo l'immagine catturata dal sensore della fotocamera (che identifica come immagine di luminanza) e la trasforma in quello che in realtà il nostro cervello "vede" quando guardiamo lo stesso oggetto fotografato.
 
Praticamente l'immagine di "luminanza" viene scomposta nelle sue due componenti di "illuminazione" e di "riflessione" (secondo lo stesso processo che viene automaticamente svolto dal cervello) che vengono ricombinate assieme secondo il processo di "percezione".
Il risultato é l'immagine di "luminosità". La maggior parte dei cambiamenti sono fatti attraverso la differenza di ricombinazione dei bordi dell'immagine e l'ottimizzazione dei valori tonali.
 
Riporto un paio di esempi, presi dal suo sito, per illustrare il risultato:
 

Immagine Allegata: 1.jpg --> Immagine Allegata: 2.jpg

 
Immagine Allegata: 3.jpg --> Immagine Allegata: 4.jpg
ed il pdf contenente i primi due capitoli del suo libro (in lingua inglese) Immagine Allegata: 5.jpg :


 
Allega File  BWPrinting1and2.pdf   7,12MB   59 Numero di downloads

 
 
 
 
Per chi fosse interessato, il libro completo é ordinabile su internet.
 
Il plugin può essere provato/acquistato, sia nella versione per Win che nella versione per Mac, _QUI_ ad un prezzo che, visto lo sforzo e lo studio che c'é stato dietro, ritengo ragionevole ... praticamente 90 US$.
 
Spero di aver stimolato la curiosità degli amanti del B/N ...
... provatelo e fatemi sapere.
 
La stessa cosa stò facendo io e prossimamente posterò qualche foto con i risultati (ci vuole un po' ... non é così immediato da utilizzare Immagine inserita )
 
©2009 - 2010 Guglielmo Braguglia per Nikonland - riproduzione riservata
 
 
 




13 Comments

Foto
Mauro Maratta
lug 15 2009 22:24
Si, avevo letto anche io l'introduzione e la base di studio da cui ? nata questa idea, decisamente affascinante.

Quando ho visitato il sito qualche mese fa era disponibile solo per Mac e quindi mi ? passato di mente.

Adesso lo prover? senza dubbi ... stampando i risultati :D
Magari possono interessare le istruzioni che accompagnano il plugin ... Allega File  PercepTool_instruction_sheet_1.5.pdf   576K   99 Numero di downloads


Guglielmo
Bergelmir
lug 18 2009 18:09
La teoria di DeWolfe ? interessantissima, per? ho notato che in rete ci sono pareri piuttosto contrastanti su questo PercepTool, basta cercare un po' nei forum in giro per rendersene conto.
Indubbiamente ? ottimo per risolvere rapidamente bianchi e neri ed evitare lunghe prove con curve, affilature ed effetti vari con photoshop, tuttavia molti sostengono che chi conosce discretamente l'uso di curve, livelli e affini pu? anche farne a meno.
Io ancora non mi sono fatto un'opinione, per? mi sembra significativo che ad esempio il forum di dpreview abbia moltissimi commenti negativi sul plugin.
Anche il forum di Luminous Landscape pi? o meno riporta gli stessi dubbi, giusto per citare due fonti per lo meno attendibili.

Personalmente cercher? di approfondire perch? comunque mi interessa moltissimo l'argomento in s?.
Una cosa che vorrei capire ? come sia possibile tecnicamente che a livello software il valore RGB di un pixel sia realmente scomposto nei suoi valori di riflessione e illuminazione.

La teoria di DeWolfe ? interessantissima, per? ho notato che in rete ci sono pareri piuttosto contrastanti su questo PercepTool, basta cercare un po' nei forum in giro per rendersene conto.
Indubbiamente ? ottimo per risolvere rapidamente bianchi e neri ed evitare lunghe prove con curve, affilature ed effetti vari con photoshop, tuttavia molti sostengono che chi conosce discretamente l'uso di curve, livelli e affini pu? anche farne a meno.
Io ancora non mi sono fatto un'opinione, per? mi sembra significativo che ad esempio il forum di dpreview abbia moltissimi commenti negativi sul plugin.
Anche il forum di Luminous Landscape pi? o meno riporta gli stessi dubbi, giusto per citare due fonti per lo meno attendibili.

Sicuramente manipolando le curve si pu? fare buona parte di quello che fa PercepTool?, ma sicuramente il plugin semplifica di molto una lunga serie di operazioni e valutazioni che non tutti gli utenti sono in grado di fare.

Come sempre ... non ? certo la "panacea universale", per? lo st? provando ed effettivamente si riescono a fare cose interessanti, quindi ... uno strumento in pi? :)
Ovviamente non ? "la soluzione" per il B/N ... ma del resto ... questo ? anche chiaramente detto nelle istruzioni del plugin : "... You may now continue editing with the tools suggested in the workflow in the B&W Printing book or continue with your own workflow.". ;)

Personalmente cercher? di approfondire perch? comunque mi interessa moltissimo l'argomento in s?.
Una cosa che vorrei capire ? come sia possibile tecnicamente che a livello software il valore RGB di un pixel sia realmente scomposto nei suoi valori di riflessione e illuminazione.

Bella domanda ... a "quanto scrive", lui c'ha messo 30 anni a capire cosa e come fare, quindi ... auguri :lol:

Guglielmo
Giustissime osservazioni quelle di Belgemir, ma ricordiamo sempre che un plugin raramente sar? risolutivo.
Se vogliamo avere la pappa pronta, va bene, altrimenti no.

Sto provando questo plugin, e trovo sia un bellissimo punto di partenza, come probabilmente sono tutti i filtri ed i plugins.

Mi ritengo piuttosto bravo con curve e livelli, e proprio per questo apprezzo ogni cosa mi metta in condizioni di semplificarmi la vita.
Non per questo mi affido completamente ad un plugin....

Questa ? la ragione per cui mi piace molto questo, mentre alla fin fine (per il mio modo di lavorare, per limiti miei, per una sorta di "snobismo"...) apprezzo meno i prodotti di Nik Software, che nascono per dare una risposta pi? "definitiva" con un minore intervento da parte dell'operatore.
Servono a cose diverse, probabilmente.
a_

Ecco qui una prima prova che ho fatto con PercepTool.

L'immagine di partenza ? questa qui :
 

Immagine Allegata: _GPB9660_2.jpg


... e questo ? il risultato dopo l'applicazione di PercepTool con, ovviamente, la regolazione manuale secondo il mio gusto dei parametri che il plugin richiede :
 

Immagine Allegata: _GPB9660_2a.jpg


Non so dire quale delle due preferisca, comunque l'effetto ? interessante ... continuo a giocarci smile.gif

Guglielmo

Bergelmir
lug 31 2009 11:40

Non so se vado un po' fuori tema, visto che si parla di un software specifico, comunque l'argomento ? sempre lo stesso.

Mi ero quasi del tutto dimenticato che in GIMP, a partire dalla versione 2.6 in poi, esiste una funzione di GEGL chiamata c2g (che starebbe per "colour to greyscale"), che fa praticamente lo stesso lavoro di Perceptool, in quanto lavora su contrasto, valori tonali e luminosit? percepiti.
Essendo parte integrante del motore grafico, la profondit? di elaborazione ? anche a 32 bit.
A titolo di esempio, ho provato ad elaborare una semplice foto di lavoro in automatico, senza nemmeno spostare i controlli. Perdonate se il soggetto non ? gran ch? (? un barattolo di aceto con deposito di madre...), ma era giusto per provare con quello che ho sottomano in questo momento:

Immagine di partenza:

Immagine Allegata: MadreNL.jpg

Immagine elaborata:

Immagine Allegata: MadreBN.jpg


Certi dettagli, come le gocce sul barattolo, la superficie del tavolo e la filettatura in trasparenza sotto al coperchio sono chiaramente pi? visibili in BN rispetto all'originale. Forse certi neri sono molto chiusi, ma a me il risultato piace (ovviamente parlo di risultato fotografico, non della foto in s?).
Siccome in prevalenza uso Linux, trovo questa funzione particolrmente interessante e se qualcun altro di voi usa GIMP o GEGL, lo inviterei a provare c2g per vedere se i risultati sono comprabili con Perceptool.
Io magari in futuro prover? ad elaborare immagini pi? interessanti...

Interessante, soprattutto se fosse possibile una comparazione con PercepTool.
Probabilmente quello che ci sta dietro ? un "pensiero" simile, ma certamente sviluppato in maniera diversa.
Se avessi la pazienza di fare un po' di confronti... :rolleyes:
a_

...
A titolo di esempio, ho provato ad elaborare una semplice foto di lavoro in automatico, senza nemmeno spostare i controlli. Perdonate se il soggetto non ? gran ch? (? un barattolo di aceto con deposito di madre...), ma era giusto per provare con quello che ho sottomano in questo momento:
...

Ho preso la tua immagine di partenza e ho effettuato un elaborazione con PercepTool senza la trasformazione in b/n (gi?, perch? PercepTool pu? essere usato anche su immagini a colori) ed il risultato ? questo :

Immagine Allegata: MadreNL_2.jpg


E' stato ottenuto non con la versione "Script" ma con la versione "Filter" (che ? praticamente automatica e non presenta nessuna GUI), proprio per evitare "personali" interpretazioni ;)

Trovo il risultato interessante, forse un po' scuro (cosa semplice da corregere), ma con una discreta messa in evidenza delle "ombre".

Guglielmo

Ho preso la tua immagine di partenza e ho effettuato un elaborazione con PercepTool senza la trasformazione in b/n
...

... ed ecco il risultato con una trasformazione in b/n :

Immagine Allegata: MadreNL_3.jpg


Dettagli sempre evidenziati, ma ... un po' pi? leggibile nelle zone scure :)

Guglielmo
Sono passati due anni e mezzo.... e qualche versione di PT.

Come dicevo, sono sempre stato interessato alla teoria che sta alla base del plugin, molto piú che al plugin stesso, proprio per i limiti tecnici del software.

Credo che per la terza volta ho scaricato la Demo un paio di settimane fa, ma questa volta ci ho visto qualcosa di leggermente differente.
Chiaramente é sempre un punto di partenza, senza la pretesa di risolvere tutto con un click, ma mi pare che il punto di partenza sia ulteriormente migliorato.

O forse, semplicemente, sono io che ho trovato finalmente l'approccio che cercavo e riesco a trarre piú soddisfazioni di quante ne avessi nelle precedenti prove.

Insomma, PT nella versione 2.0.4 é diventato il mio regalo di natale a me stesso, e l'ho appena installato.
Seæguiranno commenti ed impressioni, quando avró stampato abbastanza. :)
a_
Foto
Mauro Maratta
mar 31 2016 08:41

[...]
Seæguiranno commenti ed impressioni, quando avró stampato abbastanza. :)
a_

 

Avrai stampato qualche cosa in questi ... 5 anni ? :)

 

Avrai stampato qualche cosa in questi ... 5 anni ? :)

 

Nope, abbandonato. 

La lentezza mi era esasperante, e mi ha fatto passare la voglia. Tra l'altro la versione che avevo non era piú funzionante con il nuovo Photoshop, e c'é  stato un gap troppo lungo prima dell'attuale versione 3 (gap "compensato" da una orribile Action per Ps, i cui risultati erano davvero poverelli). 

 

Adesso la nuova versione promette bene, ma non é in alto nella lista spese. 

a_

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi