Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

A caccia in Tanzania con gli Hadzabe

hadzabe tanzania africa reportage hunting caccia

Un giorno Ordinario con gli Hadzabe

Immagine Allegata: 01_FAB4235.jpg

Gli Hadzabe (o Hadza boscimani) sono una tribù nomade di una etnia del centro-nord della Tanzania nei pressi del Lake Eyasi (Africa). La tribù Hadza sembra provenire dalle Khoisanids.
Usano un linguaggio caratterizzato da "click-sound" (consonanti emessi con "schiocchi della lingua") e conservano ancora una rudimentale forma di vita molto simili ai loro antenati.
Grazie a questa forma di vita ancestrale, ad un'economia basata sulla caccia (arco e freccia), alla raccolta e per il commercio al baratto, gli Hadzabe sono stati in grado di sopravvivere negli ultimi 40 mila anni.
In questo documentario fotografico cercherò di riflettere, attraverso fotografie, sui costumi sociali e rituali, sulla loro affinità con l'ambiente e con gli animali selvatici, nonché sul loro rapporto con le tribù vicine.
Una opportunità di documentare un gruppo etnico contemporaneo, che discende direttamente dagli antenati africani più diretti all "Homo Sapiens".

Materiale per la caccia (maggiormermente arco e frecce) e provviggioni affumicate e lasciate essiccare al sole
Immagine Allegata: 02_FAB4243.jpg Immagine Allegata: 03_FAB4269.jpg

Il gruppo degli uomini che si dedicano alla caccia, vivono separati dalle donne che si dedicano a badare ai piu' giovani
Immagine Allegata: 04_FAB4239.jpg Immagine Allegata: 05_FAB4247.jpg

Sebbene sia il centro Africa la mattina prima del sorgere il sole fa abbastanza freddo si socializza e ci si riscalda intorno al fuoco
Immagine Allegata: 06_FAB4252.jpg Immagine Allegata: 07_FAB4263.jpg

E' ora di andare....accompagnati dai fedeli amici
Immagine Allegata: 08_FAB4279.jpg Immagine Allegata: 09post-15-0-67019700-1389980380_thumb.jpg








24 Comments

Foto
danighost
gen 17 2014 19:59

wow che bel servizio fab :)

Foto
Silvio Renesto
gen 17 2014 20:49

Ottimo!

Foto
Fab Cortesi
gen 17 2014 21:26

Grazie infinite.

 

Per la cronaca, trovandoci su un sito di fotografia chiamato NikonLand, tutto il servizio e' stato effettuato con una Nikon D3s, il Nikkor 24-70 f2.8 e l'ausilio del flash SB-910 nelle situazioni piu difficili.

Avevo con me anche il Nikkor 70-200 f2.8 ma che non ho utilizzato proprio per la possibilita di fusionarmi con i soggetti e i luoghi.

 

 

Comunque e' parte di un lavoro piu lungo (fatto in lingua inglese e spagnola ) e sebbene abbia postato molte foto alcune della quali sembrano ripetersi, volevo dare il senso del percorso effettuato con questa stupenda Tribu Hadzabe, che ringrazio vivamente per i due giorni di calorosa ospitalita'.

 

PS:

 Alcune foto sono state scattate con una compatta non Nikon, una Canon S100. 

Foto
Bruno Mora
gen 17 2014 21:40

Interessantissimo, grazie. Anni fa andai anche io a caccia con gli Hadzabe, e ho parecchio materiale, ma non ho mai pensato di farne un reportage.

Conservo ancora una freccia intarsiata che il capovillaggio mi dette in cambio del mio cappellino, che gli piaceva molto. 

Foto
Fab Cortesi
gen 18 2014 00:24

Interessantissimo, grazie. Anni fa andai anche io a caccia con gli Hadzabe, e ho parecchio materiale, ma non ho mai pensato di farne un reportage.
Conservo ancora una freccia intarsiata che il capovillaggio mi dette in cambio del mio cappellino, che gli piaceva molto.

E perche no Bruno?!? Intendo il reportage.
 
Per quanto riguarda la freccia e il cappellino, pensa che la loro forma di commercio e' appunto il baratto.
Considera che la freccia o meglio la punta della freccia, e' stata forgiata artigianalmente da mani esperte di altra tribu (la cultura degli Hadzabe non e' artigiana) e acquistata barattandola per qualche cosa.
Ti metto l'esempio pratico
 
Immagine Allegata: _FAB3944.jpg
 
Immagine Allegata: _FAB3946.jpg  Immagine Allegata: _FAB3954.jpg   Immagine Allegata: post-15-0-81669100-1390000999_thumb.jpg
 
 
Quindi tieniti stretta la tua freccia!
Foto
Bruno Mora
gen 18 2014 10:39

Grazie Fab, informazioni preziose, io però ho solo lo stegno di legno, non la punta di metallo :( . Però è tutta decorata con intagli e con i piumini infilati dietro.

 

Ti hanno offerto il fegato di gazzella abbrustolito sulle braci? Io lo avevo mangiato ed era buono.

Foto
Fab Cortesi
gen 18 2014 11:23

Grazie Fab, informazioni preziose, io però ho solo lo stegno di legno, non la punta di metallo :( . Però è tutta decorata con intagli e con i piumini infilati dietro.

 

Ti hanno offerto il fegato di gazzella abbrustolito sulle braci? Io lo avevo mangiato ed era buono.

 

Ad ogni modo hai uno strumento "unico" di caccia sopravvivenza costruito manualmente che nelle sue decorazioni e forme ha molto del nostro ante-passato.  :ibf_thumbup:  :ibf_thumbup:

 

No fegato quel giorno, ho mangiato carne di zebra (quella che si vede essicandosi e penzolante) e el secondo giorno di un volatile. 

Foto
Bruno Mora
gen 18 2014 11:31

Vedi che una settimana dietro questi come ti calano il colesterolo cattivo e i trigliceridi!

Foto
Fab Cortesi
gen 20 2014 11:48

Come dicevo Bruno,

 

la freccia ha un valore proprio perche di questa popolazione rimangono circa 500 persone. 

Molto interessante il servizio.

Fab ho qualche domanda non fotografica, nel senso che questo servizio mi ha incuriosito molto.

 

Questa tribù volontariamente non si fonde con il resto della popolazione? Nel senso, non mi è chiaro come si interfaccia questa tribù col resto che la circonda.

 

Sono stato in Tanzania ma solamente di passaggio a Dar Salam quindi non ho mai visto la zona rurale.

Foto
Fab Cortesi
gen 20 2014 12:48

Molto interessante il servizio.

Fab ho qualche domanda non fotografica, nel senso che questo servizio mi ha incuriosito molto.

 

Questa tribù volontariamente non si fonde con il resto della popolazione? Nel senso, non mi è chiaro come si interfaccia questa tribù col resto che la circonda.

 

Sono stato in Tanzania ma solamente di passaggio a Dar Salam quindi non ho mai visto la zona rurale.

Ciao Arsenio,

 

nessun problema un piacere risponderti.

Sebbene sono in contatto con altre popolazioni questa tribu volontariamente non si fonde con le altre. 

Diciamo in parte.

Considera anche che sono nomadi, che pero ogni giorno hanno a doisposizione sempre meno per spazio (piccole riserve),  per contaminazione umana e culturale (agricoltura etc) e riduzione del risorse da cacciare.

 

Queste non solo parole mie (vecchi studi di antropologia) ma anche di un grande ricercatore - Frank Marlowe  professore di Antropologia dell'universita di Harvard.

Reportage bellissimo!!

Molto interessante e ben descritto, oltre che fotografato!

Hai davvero mangiato per due giorni quello che cucinavano nella tribù? Magari era buono, però... :)
Foto
Fab Cortesi
gen 21 2014 14:48

Molto interessante e ben descritto, oltre che fotografato!

Hai davvero mangiato per due giorni quello che cucinavano nella tribù? Magari era buono, però... :)

Grazie.

 

Si, in parte mangiato quello che offriva il convento oltretutto per apprezzare l'ospitalita ricevuta.....

Pero fuori menu ho mangiato riso (preventivamente portato) e bevuto esclusivamente acqua inbottigliata.

Grazie.

 

Si, in parte mangiato quello che offriva il convento oltretutto per apprezzare l'ospitalita ricevuta.....

Pero fuori menu ho mangiato riso (preventivamente portato) e bevuto esclusivamente acqua inbottigliata.

 

Ci tieni al tuo intestino ;-)

Foto
Andrea Marzorati
gen 21 2014 15:37

Complimenti per il lavoro molto ben fatto ed estremamente interessante

Foto
Fab Cortesi
gen 21 2014 17:26

Molto interessante e ben descritto, oltre che fotografato!

Hai davvero mangiato per due giorni quello che cucinavano nella tribù? Magari era buono, però... :)

 

Per la cronaca questi sono due dei tanti studi di Marlowe che parlano anche di alimentazione degli Hadza  e del l'importanza del rituale di condividere il cibo.

 

Immagine Allegata: Dibujo.JPG

 

Immagine Allegata: Hunter Hadza.JPG

 

 

 

 

Ci tieni al tuo intestino ;-)

Si abbastanza ! ;)

Non volevo passare il resto del viaggio in posizione "seduta forzata". :D

Foto
Max Aquila
gen 21 2014 22:06

Grazie infinite.
...
 
 
Comunque e' parte di un lavoro piu lungo (fatto in lingua inglese e spagnola ) e sebbene abbia postato molte foto alcune della quali sembrano ripetersi, volevo dare il senso del percorso effettuato con questa stupenda Tribu Hadzabe, che ringrazio vivamente per i due giorni di calorosa ospitalita'.
 
...

...se mai ci dovessero leggere
;-)
Foto
Fab Cortesi
gen 23 2014 17:15

Si perfetto, Grazie! ;)

 

Oltretutto mai dire mai ....perche non sappiamo con certezza di cosa sia capace la tecnologia! AH-ahahahah :D  :D

Foto
Max Aquila
gen 23 2014 18:35

Si perfetto, Grazie! ;)
 
Oltretutto mai dire mai ....perche non sappiamo con certezza di cosa sia capace la tecnologia! AH-ahahahah :D  :D

Fab...
la prossima volta che pubblichi un reportage di questa fatta, fallo direttamente su frontpage... http://www.nikonland...age/indice.html
Ho impiegato due ore e mezza a trasferire una per una le tue 46 foto del barbecue tanzanico....

un'indigestione da scimmia arrosto!
:-)))
Foto
Fab Cortesi
gen 24 2014 09:43

Fab...
la prossima volta che pubblichi un reportage di questa fatta, fallo direttamente su frontpage... http://www.nikonland...age/indice.html
Ho impiegato due ore e mezza a trasferire una per una le tue 46 foto del barbecue tanzanico....

un'indigestione da scimmia arrosto!
:-)))

Ben volentieri lo farei pero non so come.

Si ha bisogno di una abilitazione particolare?

 

O c'e' un percorso che pero io disconosco.

Foto
Leonardo Visentìn
gen 24 2014 10:37
Complimenti, gran bel servizio! Diciamo che ci vizi con il tuo operato fotografico, ma puoi permettertelo, anche perché sai come costruire un racconto, e non solo presentare delle pur belle immagini. Leggo sempre con soddisfazione!
Foto
Paolo Tagliaro
gen 26 2014 00:07

Mi piace il reportage sia la parte narrativa che fotografica.

Sono impressionato dal fatto che mangino le scimmie, io mi sentirei quasi un cannibale.

Ciao,  ho seguito con molto interesse il racconto (testo e immagini)  della tua esperienza di vita a contatto con una antichissima Comunità dell'alta Tanzania e ti ringrazio per averla voluta condividere con noi.  Vedo che li hai potuti seguire nella caccia e vivere con loro un quotidiano che per te sarà stato come viaggiare nel tempo.  Una ricca esperienza,  la tua,  e un raro privilegio che,  nel tempo,  sarà sempre più arduo sperimentare.  Grazie. Alberto

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi