Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Nikon ZOOM 70-200/4 VR III : tanto tuonò che piovve


Atteso sin da quando fu lanciato il modello equivalente da Canon e ancora di più da quando anche Nikon si è decisa a proporre ottiche ad apertura costante F4 (i popolari 24-120/4 e 16-35/4), si aggiunge buon ultimo al trio portando però al debutto il nuovo sistema di stabilizzazione VR che dovrebbe garantire almeno 5 stop di tranquillità nel tempo di posa al fotografo.

Immagine Allegata: 3-System.jpg

E' composto da ben 20 lenti in 14 gruppi e si annuncia più compatto del professionale 70-200/2.8 VR II con passo filtri di 67 mm.
Da rimarcare che la messa a fuoco minima è di 1 metro. Avrà quindi limitate capacità macro (ma è da verificare a che focale sarà alla messa a fuoco minima !).

Le caratteristiche presentate dal comunicato stampa non vanno molto oltre ma è atteso in vendita a fine novembre con un prezzo consigliato di 1.399 dollari.
Il collare del treppiedi sarà però opzionale e costerà altri 239 dollari.

Aggiungeremo le specifiche esatte appena disponibili.

Il comunicato stampa di Nikon USA :


MELVILLE, N.Y. (October 24, 2012) – Today, Nikon Inc. announced the newest addition to its legendary NIKKOR line of lenses, the AF-S NIKKOR 70-200mm f/4G ED VR telephoto zoom lens that provides a popular and versatile focal length and a constant f/4 aperture for full frame FX-format photographers. The 70-200mm f/4 is the first NIKKOR lens to feature the third generation of Nikon's Vibration Reduction (VR) technology to meet the still image and video demands of advanced photographers and videographers.
"With the new AF-S NIKKOR 70-200mm f/4, Nikon offers enthusiasts an essential telephoto zoom lens capable of amazing clarity and control, at a price point that's easily attainable," said Bo Kajiwara, Vice President of Marketing, Planning and Customer Experience, Nikon Inc., "With the introduction of Nikon's third generation of VR technology, the AF-S NIKKOR 70-200mm f/4 lens offers superior performance and stunning image quality whether shooting beautiful stills or HD video in challenging lighting conditions."
Legendary Image Quality and Performance
In an expansion of Nikon's f/4 series of NIKKOR lenses, the AF-S NIKKOR 70-200mm f/4 is an uncompromising telephoto zoom lens ready for real-world creative applications by professionals and enthusiasts including sports, portraiture and wildlife shooting. Smaller and lighter than Nikon's AF-S NIKKOR 70-200 f/2.8 lens, this 70-200mm f/4 lens offers a valuable alternative that maintains the superior image quality and lightning quick performance photographers have come to expect from Nikon.
Additionally, Nikon's newest lens is the first to feature VR image stabilization technology that is able to vastly reduce camera shake and blur by offering the equivalent shutter speed of approximately five stops slower than otherwise possible. Now users are able to shoot confidently in lower light or while handheld to deliver razor sharp images and smooth HD video.
When used alongside the Nikon D4, D800 series and D600 D-SLR cameras, 70-200mm f/4 lens users can take advantage of Nikon professional grade teleconverters to increase the focal length without sacrificing AF and VR abilities. By utilizing the camera's cross-type focus points at f/8 and below, users can effectively double the focal length of this f/4 lens to 400mm and still retain the AF ability to capture clear subjects at an even greater distance.
Constructed from 20 optical elements in 14 groups, the AF-S NIKKOR 70-200mm f/4 maintains several core Nikon technologies including the exclusive Nano Crystal Coat to significantly reduce instances of ghosting and flaring. In addition, Nikon's Silent Wave Motor (SWM) provides quiet and responsive autofocus (AF) operation. The lens also features two versatile focus modes, M/A (autofocus with manual override) and M (manual focus) to adapt to a users shooting preferences. The AF-S NIKKOR 70-200mm f/4 achieves the top class feel, superior operability and solid handling that only NIKKOR glass can offer.
Price and Availability
The AF-S NIKKOR 70-200mm f/4G ED VR will be available in late November 2012 for a suggested retail price (SRP) of $1,399.95*. Nikon also offers an optional Tripod Collar, available in the near future for a suggested retail price (SRP) of $223.95*. For more information on this and other NIKKOR lenses, as well as other Nikon products, please visit www.nikonusa.com.


Caratteristiche salienti :

850 grammi
78 mm x 178 mm (diametro, lunghezza)
passo filtri 67 mm
3 lenti ED, diaframma a 9 lamelle
messa a fuoco minima di 1 metro
rapprto di riproduzione 0.274x
Trattamento Nanocrystal
Messa a fuoco Interna

Immagine Allegata: AFS_70_200_VR.jpg
il nuovo 70-200/4 VR III

Immagine Allegata: 353_HB_60.png
il paraluce (in dotazione)

Immagine Allegata: 353_RT_1.png
il collare per il treppiedi (opzionale)


98 Comments

Foto
tulkashin
ott 24 2012 08:29
Parlano di 5 stop. Il paraluce non è a petalo come per il 2.8
Per 1400 USD sembra interessante per chi, come me, ha ancora il vecchio VR1 e non gradisce troppo i 1500g di peso.
Potrebbe essere l'alternativa di qualità al 70-300 ?
Resto molto attento alla finestra...così sulla carta (VR3 e peso) potrebbe essere una lente per sport molto performante e ad un prezzo più che accessibile rispetto ai fratelli f/2.8.
Non mi aspettavo una lente di questo tipo da Nikon, onestamente...
Foto
giannizadra
ott 24 2012 09:38
Metto il comunicato in Italiano:
http://www.nital.it/...70-200mm-f4.php

Finalmente (per chi lo attendeva spasmodicamente) è arrivato...
Qualche nota sulle specifiche.
Un po' più pesante dell'omologo Canon.
Quanto a dimensioni è piuttosto "lungo"; diametro secondo logica.
Caruccio (riferito al prezzo di lancio). Trovo "stravagante" l'idea dello zoccolo opzionale. La cosa, stante il costo dell'accessorio, piacerà però a Kirk. Molti ne faranno a meno, confidando nel VRIII.
L'RR max dichiarato fa pensare a una focale effettiva alle brevi distanze un po' più lunga del fratellone f/2,8.
La resa ottica (da verificare) sarà sicuramente all'altezza del prezzo e dello schema ottico.

Da stamane, le lamentazioni sull' ottica-che-non-c'è si sposteranno sull'80-400 VRIII...
Foto
Mauro Maratta
ott 24 2012 09:42
La prima cosa che rimuovo dai miei 70-200/2.8 e l'attacco del treppiedi, mai usato su questo genere di obiettivi.
Ma purtroppo là non si può rimuovere anche il collarino e quindi me lo devo sempre portare appresso.
Secondo me è una scelta molto intelligente da parte di Nikon che ha consentito di contenere il peso che altrimenti avrebbe comunque superato il chilo.
Foto
giannizadra
ott 24 2012 09:46
Nel mio "vecchio" 80-200/2,8 AFS lo zoccolo (collarino compreso) è completamente rimovibile.
E' strutturalmente uguale a questo nuovo, ma era fornito in dotazione.
Foto
tulkashin
ott 24 2012 09:53
Si sa se è tropicalizzato o è una via di mezzo tra 70-300 e 70-200 2.8, riguardo la costruzione?
Visto il peso, può essere che sia stata ridotta la dimensione del sistema VR?
Foto
giannizadra
ott 24 2012 10:01

Si sa se è tropicalizzato o è una via di mezzo tra 70-300 e 70-200 2.8, riguardo la costruzione?
Visto il peso, può essere che sia stata ridotta la dimensione del sistema VR?


Non sono stati resi noti (finora) i dati che richiedi.
Non credo che il VR sia stato "rimpicciolito": il peso è di circa un etto maggiore rispetto all'omologo Canon stabilizzato (il che fa ben sperare anche per la costruzione).
Foto
Mauro Maratta
ott 24 2012 10:03
E' anche solo un etto in più del 70-300 4.5-5.6 VR che è tutto di plastica e non è certo tropicalizzato.
Insomma, ho i miei dubbi.
Foto
Max Aquila
ott 24 2012 10:21

La prima cosa che rimuovo dai miei 70-200/2.8 e l'attacco del treppiedi, mai usato su questo genere di obiettivi.
Ma purtroppo là non si può rimuovere anche il collarino e quindi me lo devo sempre portare appresso.
Secondo me è una scelta molto intelligente da parte di Nikon che ha consentito di contenere il peso che altrimenti avrebbe comunque superato il chilo.

il peso ma non il prezzo...
traducendo da dollari in euro alla maniera tutta n-italiana di vendere Nikon saremmo a 1400+240=1640 euro
un po' troppo vicino ai 2100 delfratellone f/2,8

pero' sono molto interessato al contenimento dimensioni e peso sperando in una TA adeguata alle aspettative.

questi zoom vanno usati diaframmando massimo un terzo di stop per essere davvero utili nella resa tra primo piano e sfondo.
Foto
giannizadra
ott 24 2012 10:50
Una interessante nota comparativa da Mansurov, con gli MTF "ufficiali" (e teorici) Nikon affiancati a quelli del fratellone f/2,8.
Tenete presente che le curve sono a TA (vale a dire f/4 per l'uno, f/2,8 per l'altro).
Il recensore è talmente entusiasta che sembra quasi essersene dimenticato...
http://photographyli...vr-announcement
Foto
Silvio Renesto
ott 24 2012 10:54
Facendo due conti, alla focale minima sarà quasi 170 mm (168 e qualcosa).
Lo voglio.
Ciao,

Silvio


PS Senza treppiedi di dotazione? Ma sono pazzi?
E' una mossa commerciale per farlo costare/pesare di meno.
Lo sanno tutti i fotografi che è necessario, ma è bello poter dire che pesa meno e costa meno :-)
E funziona pure con i TC a quanto pare...

Cmq si, inizio a volerlo pure io ;-)
Foto
Adriano Max
ott 24 2012 11:39

E' una mossa commerciale per farlo costare/pesare di meno.
[...]


Ma perchè ? il fisso 180mm f/2,8 Ai-s, che ha un peso nominale di 800gr, che non ha neppure il VR non è mica dotato di attacco per il treppiedi ... con un VR da -5 e considerando che deve essere un'ottica 'agile' (pesa neanche un etto più di un 105 VR) è fondamentale che questo f/4 non venga usato su treppiedi: altrimenti prendete il f/2,8 ! su treppiedi non sentirete il suo peso ...
;)

Ciao,
A.

A mio avviso molti di noi dovrebbero confrontarlo (non otticamente, ma quanto a ingombri e peso) con il vecchio 70-200 f/4 AF: questo nuovo è 3 cm più lungo di quello e pesa 100gr in più di quello. Io trovo sia un ottimo 'sviluppo' !
;)

Restano da verificare le sue prestazioni ottiche sul campo ...

Ciao,
A.
Foto
giannizadra
ott 24 2012 11:50

Ma perchè ? il fisso 180mm f/2,8 Ai-s, che ha un peso nominale di 800gr, che non ha neppure il VR non è mica dotato di attacco per il treppiedi ... con un VR da -5 e considerando che deve essere un'ottica 'agile' (pesa neanche un etto più di un 105 VR) è fondamentale che questo f/4 non venga usato su treppiedi: altrimenti prendete il f/2,8 ! su treppiedi non sentirete il suo peso ...
;)

Ciao,
A.


Forse non hai capito che Wendigo vuole usarlo a distanza ravvicinata, col diaframma chiuso il più possibile per la pdc.
Il treppiede gli serve per questo (tempi lunghi) e anche per non spostare il focus allo scatto... mica per sorreggere il peso dell'ottica.
Quanto all'f/2,8 che secondo te sarebbe più "da treppiede", io prendo ottiche più luminose per poterle utilizzare in luce scarsa con tempi veloci atti a fermare il movimento del soggetto... in ogni caso che ci azzecca il peso dall'ottica col treppiede?
Foto
Silvio Renesto
ott 24 2012 12:28
Yess, a me f2.8 serve poco, lo userei a mano libera alle distanze normali, ma sulle brevi distanze questo è più o meno l'equivalente del venerabile 80-200 f4 AiS (senza attacco per il cavalletto anche lui, ma erano altri tempi) o la versione pro dei meno prestanti 70-210 Ff4 fisso o F4.5.56. Non sostituisce certo il 200 micro AfD, però è un tuttofare molto versatile per le uscite non macro in cui capiti un'occasione di foto ravvicinata. Per cui io trovo giusto che il collare sia rimovibile per chi non ne ha bisogno, ingiusto che sia opzionale per chi lo vuole.
Il prezzo è alto comunque.
Ciao,

Silvio
:bravo:
É come doveva essere !

Intendo pesante piú o meno la metá dell'f2.8 ed "agile", cioé convenientemente stretto (sulla lunghezza c'é poco da fare).
Poco piú grande e pesante del Canon, che era il campione da "copiare".

Anche io sono convinto che l'idea di non mettere l'attacco per il treppiede di serie sia buona.
L'uso che ne vuole fare Silvio é senz'altro un buon uso per una lente del genere, ma a mio parere il 70-200/4 nasce per tutt'altro uso, dove il treppiede non é assolutamente una prioritá.
Piuttosto, mi spiace di piú che Nikon non abbia mai rinnovato il 70-180 Micro, mentre questo continua ad essere un ripiego per la macro...

Ora é da vedere come va sul campo, ma le premesse sono buone.
Soprattutto per il fatto che Nikon non ha fatto un obbiettivo inutile, come sarebbe stato se avessero lanciato una lente da una dozzina di etti.

Otto etti e mezzo per 18 centimetri mi pare sia esattamente quello che ci si aspettava nelle migliori delle ipotesi. :)
a_

Una interessante nota comparativa da Mansurovs, con gli MTF "ufficiali" (e teorici) Nikon affiancati a quelli del fratellone f/2,8.

Quello che c'é di interessante in quelle curve é il fatto che anche in questo zoom non paiono esserci cali alle lunghe focali.
Se non cede a qualche focale intermedia (cosa che mi stupirebbe molto), mi pare un buon biglietto da visita.
a_
Foto
giannizadra
ott 24 2012 13:46

Quello che c'é di interessante in quelle curve é il fatto che anche in questo zoom non paiono esserci cali alle lunghe focali.
Se non cede a qualche focale intermedia (cosa che mi stupirebbe molto), mi pare un buon biglietto da visita.
a_


In effetti, a 200mm quelle curve sembrerebbero addirittura migliori che a 70mm.
Fosse vero anche "sul campo", concordo che questo è l'elemento più interessante.
"Cali" alle focali intermedie nei telezoom di solito non si verificano; è la massima la più critica.
Parrebbe un gran bell'attrezzo... sicuramente da provare.
Foto
Mauro Maratta
ott 24 2012 13:58
Continuo a pensare che per il 95% degli utenti - come nel caso del 70-300 VR e di molti per il 70-200/2.8 - l'attacco del treppiedi sia esattamente quello che è : un optional eventuale.
Si tratta di un obiettivo pensato per l'uso a mano libera veloce.

Francamente vedo l'impiego di cui parla Silvio come una forzatura.
Un giorno, tra qualche anno, rifaranno qualche cosa per il macro a focale variabile.
Ma intanto che ci pensano, ci sono soluzioni dedicate di gran lunga superiori al classico zoom da reportage o da sport outdoor (ovvero questo 70-200/4) :)

La distanza di un metro, consente di stare più vicino al soggetto (nel caso del 70-200/2.8 stiamo a 135 cm).
Quindi Rudolf secondo te patirebbe in sport indoor? Forse è per questo che hanno scelto di mettere il VR3 e non il VR2
Foto
Mauro Maratta
ott 24 2012 14:57
Uno stop di differenza è uno stop di differenza se c'è poca luce.
I soggetti in movimento richiedono, a prescindere dalla presenza del VR sia esso I, II o III, di 1/500 di secondo per avere foto ferme.
Salvo fare panning che indoor, basket o volley, è praticamente impossibile.

E' un obiettivo da usare all'aperto. Benissimo in autodromo dove si pò risparmiare quel mezzo chilo di peso se intanto si porta un peso massimo :)

Uno stop di differenza è uno stop di differenza se c'è poca luce.
I soggetti in movimento richiedono, a prescindere dalla presenza del VR sia esso I, II o III, di 1/500 di secondo per avere foto ferme.

...E per quanto i nuovi moduli di D800 e D4 lavorino a -2EV, l'autofocus per lo sport deve essere messo in ogni caso nelle condizioni migliori possibili.
Quindi con l'obbiettivo piú luminoso possibile. :)
a_
Al di là di tutto, i Canonisti sono piuttosto soddisfatti del loro 70-200 f4. Mi auguro che il nostro abbia prestazioni almeno equivalenti alla concorrenza.
Io lo vedo molto bene come zoom da viaggio su FX.
E sono piuttosto convinto che senza la D600 lenti così non sarebbero ancora arrivate.
Foto
Mauro Maratta
ott 24 2012 15:43

E sono piuttosto convinto che senza la D600 lenti così non sarebbero ancora arrivate.


E viceserva :)
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi