Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Val Roseg un luogo incantato


La val Roseg si trova in svizzera ed è accessibile tramite sentieri ben segnalati ,ci si arriva da diverse direzioni ma di solito trovo più comodo farlo tramite il passo del maloja (chiavenna) attraversando quindi la dogana dove si può compilare e far timbrare il modulo per l'apparecchiatura fotografica (modulo qui : Allega File  modulodogana.pdf   19,77K   315 Numero di downloads
) proseguendo quindi verso Pontresina,il paese successivo a Sankt Moritz.

 

Parcheggiata l'auto davanti la stazione o in quello poco sopra risulta facile trovare il sentiero per Val Roseg,basta seguire i numerosissimi
cartelli,in pratica lasciando la stazione alle proprie spalle i sentieri si trovano sulla destra un po' più avanti.

 

Coordinate di inizio sentiero : 46.490286,9.899443

 

Immagine Allegata: val_roseg.jpg
Immagine Allegata: pontresina.jpg

 

L'unica raccomandazione è di non imboccare la pista da sci di fondo che oltre a incrociare alcune volte il sentiero si confonde con esso,
il "nostro" è quello delimitato ai lati da numerosi bastoni (viola/rosa) e prestare attenzione ai cartelli di divieto di accesso ai pedoni.
Al terzo Achtung! ho capito quale seguire :)

 

Immagine Allegata: _DSC2283.jpg
Immagine Allegata: _DSC3621web.jpg

 

La camminata non è impegnativa (15 minuti circa) ed è quasi totalmente in piano,attraversata la ferrovia del bernina
si arriva alla prima posatoia piena di semi curata dalle guardie forestali dove tantissime cincie sono impegnate a mangiare.

 

Immagine Allegata: _DSC2253.jpg

 

Per attirarle sulla vostra mano quindi non portate semi ma pinoli tritati,nocciole etc.. insomma cibo più calorico dei semi,inutile il pastone per insettivori
acquistato per l'occasione ,ha attirato solo la nocciolaia e non era nemmeno molto convinta.
Molti di voi sono esperti fotografi naturalistici quindi è superfluo dire che cibi salati sono molto dannosi,compresi cracker o pane salato.

 

Poco più avanti c'è la seconda tramoggia con le palline di grasso appese e altri semi ,qui si trovano molte cincie dal ciuffo ,cinciallegre , nocciolaie e un picchio muratore che ha fatto capolino tra i rami ma non così vicino da essere fotografato.

 

Immagine Allegata: _DSC3816.jpg
Immagine Allegata: _DSC3721web.jpg
Immagine Allegata: _DSC0470web_cleaned.jpg

 

L'emozione di sentirli posare sulla mano è indescrivibile e questa valle ha il potere di far tornare tutti bambini.
Si incontrano famiglie con bambini e cani al seguito ma tutto nel massimo rispetto e silenzio,ho avuto anche l'occasione di far due parole con una
fotografa di milano che ora abita in svizzera e che passeggiava senza reflex ,godendosi il panorama.

 

Immagine Allegata: _DSC1957(mark)_cleaned.jpg

 

In questo periodo le corte giornate suggeriscono di recarsi presto sul posto ed ovviamente di vestirsi pesante perché lo star fermi a fotografare anche dentro la neve fa raffreddare velocemente il corpo.Ho testato delle bustine scaldamani che nonostante il lungo tempo di riscaldamento sono tornate utili,ma le Aptonia non raggiungono temperature elevate come speravo.
L'attrezzatura da portare dipende dal vostro stile fotografico,ma le cincie sono talmente amichevoli che basterebbe un 60mm :) ,ho settato iso alti per avere tempi rapidi di scatto (minimo 1/600 con soggetto fermo ) e aperture intorno a 5.6.

 

La d600 con 180 Afd si è comportata bene,considerando la pigrizia dell'obiettivo e le schede sd di pessima qualità che limitavano la raffica mentre
la d700 è stata messa a dura prova con il 120-400 che per avere una resa decente avrebbe dovuto essere chiuso a f8 ma non è stato possibile per via delle condizioni di luce.
Ho impostato l'autofocus su singolo punto e scattato a raffica,modalità manuale .

 

Immagine Allegata: _DSC3598web.jpg

 

Ultime raccomandazioni:
Preferisco portarmi franchi svizzeri perché i parcheggi sono a pagamento altrimenti tocca farseli cambiare al bar,parlare inglese o tedesco è raccomandabile essendo il cantone dei grigioni di lingua prevalentemente tedesca (59 %) .
 
Immagine Allegata: _DSC2257.jpg
Le strade sono sempre molto pulite,ma come abitudine ho gli pneumatici invernali montati e le catene a bordo.

 

Buone foto!
 




2 Comments

Bei posti, anche se per fare foto preferirei andarci in periodi più caldi.

Per piu' di 30 anni, quando ancora abitavo 'di la', ci ho stazionato due/tre volte l'anno; una per sciare e due per golfeggiare o rampichinare, ma mi comportavo sempre come la tua amica fotografa di Milano.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi