Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

AAA - Cercasi tele per caccia fotografica


Domanda sempre ricorrente, oggetto di tanti quesiti sul forum e nonostante sia sempre ricorrente mai abbastanza dibattuta.


AAA - tele per caccia fotografica cercasi

Immagine Allegata: 1_D3X9195.jpg Immagine Allegata: 2_D3X5322.jpg



Tendenzialmente la domanda andrebbe ribaltata in fotografo per caccia fotografica cercasi.


Perché se é chiaro come dovrebbe essere il teleobiettivo per caccia fotografica per eccellenza (immancabilmente il più lungo, veloce e luminoso possibile ma al contempo il più economico del mondo), é molto più difficile che chi é alla ricerca di questo oggetto del desiderio abbia le idee chiare al proposito.

Infatti é più o meno normale, dopo aver scelto l'obiettivo normale preferito (ovvero quello che si utilizza di più per la gran parte delle foto e che, immancabilmente, in formato FX é una cosa del tipo 28-70 o equivalente 18-XX in formato DX), il passo successivo é quello di andare alla ricerca di qualcosa di corto per i panorami (esigenza anche questa non sempre molto chiara in mente) o di qualche cosa di lungo per ... andare a caccia.

Sgombriamo subito il campo dagli equivoci, il genere fotonaturalistico necessita di attrezzi adeguati, come tutti i generi, solo che sono particolarmente costosi, almeno nel catalogo Nikon. Bisogna quindi chiedersi quali compromessi siamo disposti ad accettare (meno comodità, ad esempio ed allora il MF, meno qualità, ed allora qualche universale.
Ma a caccia di che ? E quando ? E quante volte (in un anno, in un mese, ogni settimana)? E con che pretese di qualità ? E a quali ingombri e pesi ?

Queste sono domande essenziali. Se la caccia fotografica é la mia passione prevalente, farò sacrifici ed attenderò per comprarmi un 500 o un 600 adeguato alla bisogna.
Se prevedo qualche uscita all'anno potrò anche ripiegare su un 300 con moltiplicatore di focale, oppure su un universale di minore qualità ma di soddisfazione per quello che dovrò fare.

La tipologia di obbiettivo cambia notevolmente in funzione delle aspettative e dei desideri del fotografo: infatti, cosa si vuole fotografare? Mammiferi grandi o piccoli, volatili?, insetti? L'attrezzatura cambia notevolmente. Certo, c'é anche chi fa della macro con un vecchio 600 AiS e tubi di prolunga, ma non é certamente il modo più comodo. Personalmente ritengo che l'attrezzo giusto serva sempre, se non si può ci si arrangia con quello che si ha.

Un'altra cosa da considerare é che la lista dei desideri di ognuno può essere estremamente variata: qualcuno non vuole sobbarcarsi peso ed ingombri, qualcun altro nn vuole obbiettivi sopra il chilo e mezzo, qualcun'altro ancora fa fotonaturalismo in Tibet ed arrivarci con poco bagaglio é essenziale.

Pertanto i consigli che deriveranno da questo articolo vanno ponderati anche in funzione di chi li da, IO. Cioé una persona che non valuta peso ed imgombri perché ha uno sherpa personale ed un mulo al seguito.

Bando alle ciance: esistono ottimi obbiettivi manual focus che on un po' di pratica consentono eccellenti risultati e non costano l'equivalente di una utilitaria: ad esempio l'ottimo 400 3,5 Nikkor che si trova attorno ai 1200-1500 euro. Se si va sull'Af in casa Nikkor il più economico ? il 300 AFS 4, che é un obbiettivo eccellente e costa attorno ai 1500 o poco più, pesa un chilo e mezzo ed occupa poco spazio in borsa.

Sempre sui MF, si trova l'eccellente 300 2,8 Nikkor. Con un po' di esperienza si riesce ad ottenere foto buone. D'altro canto, personalmente, fotografavo con un Nikkor 400 3,5 Ai-S, e le foto a fuoco e/o nitide erano circa il 30% (obbiettivo pesante e, soprattutto, pesantemente sbilanciato in avanti, cavalletto obbligatorio). Quest'ultimo é un obbiettivo eccellente, che si trova peraltro attorno ai 1000-1200 in buone condizioni. Va benissimo per soggetti statici.

Sui manual focus di qualità a prezzi abbordabili non andrei oltre, i due indicati sono i campioni indiscussi, anche se non sono economici: l'acquisto, come sempre, va ponderato attentamente in funzione dell'uso e delle capacità.
Cisarebbero anche i catadriottici: un Nikkor 500 F8 viene via per 500 euro scarsi. Se l'uso é saltuario vale la pena di provare, con tuti i limiti degli obbiettivo a specchi.

UNIVERSALI:
sul grande capitolo degli universali bisogna fare delle distinzioni: esistono quelli buoni (ad esempio il Sigma 120-300), ma non sono economici (circa 3800€ di listino), come pure ci sono gli all-purpose che arrivano ai 500 mm (il 50-500 Sigma ad esempio). Quest'ultimo a mio avviso rappresenta un grosso equivoco: pensare che si possa ottenere la stessa qualità di un tele fisso, avendo anche il lato normale e medio tele. Si perfettamente che di questo obbiettivo ci sono gli estimatori a spada tratta (basta andare sul sito di Juza per rendersene conto), ma chiunque abbia provato un buon tele lungo vede istantaneamente la differenza. Con l'ulteriore svantaggio che si possono buttare i 1800 euro necessari per l'acquisto. Se proprio si vuole avere un tele forse (dico solo forse perché non lo conosco) il Sigma 150-500 potrebbe fare alla bisogna, costa poco rispetto alla focale, ma ho il sospetto che valga anche poco.

Dal necessariamente breve elenco ho omesso volutamente l'80-400 Nikkor, il Sigma 120-400 ed il Sigma 70-300. Di questi ho conoscenza diretta solo del primo: ha numerosi fans ed ancora più numerosi detrattori. A 400 mm é pressoché inusabile se si vuole qualità. Accettabile fino a 250 mm, a questo punto c'é da chiedersi perché preferirlo al 70-300. Degli altri due: li conosco solo per le foto da Internet, e già così non mi sembrano entusiasmanti.

ACCOPPIATE:
da considerare anche il tipo di corpo macchina che si possiede. SU DX un 300 può a volte bastare, mentre su FX sicuramente si sarà corti. Da valutare attentamente il tipo di fotografie che si intende fare.

SUGGERIMENTI.
Premessa: un obbiettivo, secondo me, si acquista perché ? funzionale alle proprie esigenze. Serve per fare determinate cose e si compra per quello. Non vale il ragionamento opposto: ho 500 euro da spendere, cosa mi compro? Ragionamento che porta a frustrazioni ed insoddisfazione.
1) se il tele serve solo occasionalmente e non con continuità, personalmente mi orienterei su un corpo DX e su un 300 AFS F4, magari usato, se ne trovano in buone condizioni a prezzi accettabili (attorno ai 700 euro o poco più).
2) da considerare un obbiettivo che costa poco e rende molto, il campione indiscusso degli zoom 70-300:

Immagine Allegata: 3_70_300_1.jpg

Va bene per esigenze sporadiche, é un obbiettivo multiuso, poco imgombrante, stabilizzato. Circa 800 grammi di peso, 15 centimetri di lunghezza, veloce, stabilizzato, fino a 250 va bene da 5,6 ad 8. Ottimo per verificare se l'interesse esiste e buono per uscite occasionali. Tanto più se usato su corpi DX. Usabile anche per altro (così se la fotonaturalistica non interessa granché si usa, bene, per altro.
3) Uscite frequenti ed autentico interesse per il genere: munitevi di un tele lungo. Il 500 é lo standard. Si trova (poco) il 500 AFS usato ed in discrete condizioni (diffidate degli usati dei fotonaturalisti: in genere sono obbiettivi che sono andati ovunque, anche on maltempo: da provare e controllare). Alternativa molto valida é il Sigma 500 F4,5, non buono come il Nikkor ma quasi, a costi quasi dimezzati.

CONCLUSIONI
1) Valutare se l'interesse é sporadico, occasionale o potrebbe diventare un genere praticato.
2) Esiste anche la possibilità di noleggiare o farsi prestare un tele lungo per verificare se soddisfa le aspettative: costa molto, molto meno di un acquisto sbagliato.
3) Qualunque sia il tele che prenderete, buon divertimento.


49 Comments

Foto
Mauro Maratta
nov 09 2010 11:38
Grazie Giovanni.

Una disamina sintetica certamente ma a mio parere puntuale.
Su cui molti dovrebbero riflettere quando pongono il classico quesito ... cosa compro per fare fotonaturalistica ?

E quale ? in termini assoluti il punto di compromesso accettabile ? Varia in funzione delle aspettative o ? solo una questione di portafogli ?

...... E quale ? in termini assoluti il punto di compromesso accettabile ? Varia in funzione delle aspettative o ? solo una questione di portafogli ?


Ho volutamente trascurato i lunghi tele Nikkor ed il 200-400. Per questi mi riprometto di fare una comparativa sull'uso non appena il tempo migliora ed ho un fine settimana libero. Ho in programma una prova sul campo naturalistico di 200-400, 300, 400, 500 e 600, grazie anche alla disponibilit? dell'amico Rino.

Per quanto riguarda la tua domanda, il compromesso dipende da numerosi fattori, certo, anche la disponibilit? economica, ma soprattutto la qualit? che si vuole ottenere dalle immagini. Ritengo assolutamente fuorviante consigliare per la fotonaturalistica un 500 F4 se poi non si accetta anche il peso, l'ingombro, il costo ovviamente, ma soprattutto non si considera l'uso che se ne vuole fare in relazione alle aspettative richieste. Come sempre il compromesso dipende dal fotografo: se si ritiene di avere necessit? di una certa ottica o si risparmia in funzione della medesima o si accetta un compromesso qualitativo. Se le proprie foto si stampano 13x18 o non si stampano affatto la necessit? qualitativa scende, ovviamente, ma se si fruisce delle immagini a monitor, o si fanno videoproiezioni, anche in questo caso le differenze di qualit? saltano agli occhi.

Se si fotografa su DX un buon punto di partenza lo vedo in un 300 F4, oppure, spendendo un po' di pi?, in un 120-300 Sigma, oppure ancora l'evergreen Nikkor 70-300. Quest'ultimo l'ho provato molto spesso e per quello che costa rende molto, altamente consigliabile per iniziare.

Giovanni
Foto
Adriano Max
nov 09 2010 13:20
Io utilizzo pochissimo i tele, per due/tre ragioni: tendo ad avvicinarmi al soggetto e se non posso farlo studio comunque come fare in modo da coglierlo, se possibile, in un'altra occasione. La seconda ragione ? che i tele sono ingombranti e pesanti e per foto occasionali posso accontentarmi di croppare... Le prime ragioni sono causa della terza (che ? un effetto collaterale pi? che una ragione): mi portano a non portare :P frequentemente un tele con me, quindi non avendolo, non lo uso... affermazione certo ovvia ma per me il punto ? questo, non altro.

In montagna, dove si ? giocata la maggior parte della mia esperienza nella fotografia di animali (mammiferi) quando decidevo per un'uscita il miglior compromesso (prezzo/peso/prestazioni) era sempre il 400mm f/5,6. Ho sempre desiderato un 400mm f/3,5. Attualmente la mia prima scelta sarebbe (e lo ? stata) il 70-300 f/4,5-5,6 VR ... ma credo che se dovessi riprendere il genere punterei almeno ad un f/4, come suggerito: cadrei quindi sul 300 f/4 Nikkor, desiderando per? un 400 f/2,8 o un 500 f/4 per l'estrema qualit?...

Ma alla fine tra tutte le ottiche forse, per avere 1 strumento flessibile, definitivo (cio? per me sarebbe un punto di arrivo probabilmente, visto il costo), di alta qualit?, trasportabile e ricondizionabile al massimo non riesco per? a pensare ad altro che a un 300mm f/2,8 dotato anche di un moltiplicatore dedicato 1,4x insieme a un corpo DX e uno FX, con buona pace dei puristi ...

... puntando forse al 200-400 f/4 VR II (magari l'hanno migliorato come il 70-200 VR II) compromettendo la qualit? per una certa versalit? ...

Ciao,
A.
Foto
giannizadra
nov 09 2010 15:03

.....
In montagna, dove si ? giocata la maggior parte della mia esperienza nella fotografia di animali (mammiferi) quando decidevo per un'uscita il miglior compromesso (prezzo/peso/prestazioni) era sempre il 400mm f/5,6. Ho sempre desiderato un 400mm f/3,5.
.....


Per quelli, magari ti bastava un 17mm... :P

Immagine Allegata: _DSC7223.jpg

O a farla grande ( :) ), un 105mm:

Immagine Allegata: _DSC7988.jpg

Ciao! :D
Foto
Adriano Max
nov 09 2010 16:02
Hehe... no, con il 400mm ho solo foto su pellicola, di molti anni fa...


Immagine Allegata: nasswand_camoscio_2.jpg

Immagine Allegata: cervo_femmina_dobbiaco.jpg

Immagine Allegata: kenia_aquila.jpg

Immagine Allegata: kenia_impala_parto.jpg

Immagine Allegata: kenia_zebra.jpg


Ciao,
Adri.
Non l'ho mesa nell'articolo perch? non la trovavo:
ecco il 400 3,5 all'opera (ovviamente su pellicola)

Immagine Allegata: Bufalo.jpg

Giovanni
Condivido l'impostazione dell'articolo mirato a rispondere ad una domanda che spesso si legge nei forum. Come tutte le cose ci si arriva per gradi. E' giusto entrare in modo "soft" nell'argomento fotonaturalistica perch? essendo un genere specializzato richiede attrezzature specializzate che sono giustificate (in quanto costose) solo se veramente ci si appassiona.
Per me il grande classico che costituisce la porta d'ingresso ? il Nikkor 300 f/4 AFS, pure duplicato a 1,4. Per molti ? anche il punto di arrivo. E' leggero e maneggevole e di costo accessibile. Nell'attesa che Nikon ci proponga la versione VR (che sono sicuro andrebbe a ruba).
Step successivo adottato da molti con soddisfazione ? il 300 f/2.8 (in tutte le versioni autofocus) moltiplicato a 1,7 o pi? spesso a 2x ma costituisce una soluzione gi? pi? costosa.
Personalmente se qualcuno mi chiedesse un consiglio su un obiettivo da caccia fotografica, non proporrei 70-300 che resta uno zoom tuttofare ma gi? troppo buio e decisamente pi? orientato allo sport o foto di strada.
teleobbiettivi per caccia fotografica...

pezzo ben fatto.. esaustivo.. e insomma chiaro... non vi ? altro da aggiungere...
Foto
Adriano Max
nov 11 2010 16:54

[...]
Step successivo adottato da molti con soddisfazione ? il 300 f/2.8 (in tutte le versioni autofocus) moltiplicato a 1,7 o pi? spesso a 2x ma costituisce una soluzione gi? pi? costosa.[...]


Un Nikkor 300 f/2,8 ? di eccelsa qualit?, moltiplicato col dedicato 1,4x si ricondiziona in un comunque buono :P 420mm f/4: per me sarebbe comunque la prima scelta... la pi? versatile che riesco ad immaginare, come amatore, in assoluto... anche in considerazione che il 300 f/2,8 AFS sta a 5k ? e il 400 f/2,8 sta invece a 8k ? !!
;)

Ciao,
A.
Premesso che prima di leggere questa risposta bisognerebbe leggere questa discussione, ho provato il 400 2,8 con il nuovo TC20III e, o improvvisamente mi ? calata la vista o hanno fatto qualche stregoneria, perch? diventa un 800 5,6 per nulla disprezzabile.

Giovanni
Foto
Adriano Max
nov 12 2010 10:40

Premesso che prima di leggere questa risposta bisognerebbe leggere questa discussione, ho provato il 400 2,8 con il nuovo TC20III e, o improvvisamente mi ? calata la vista o hanno fatto qualche stregoneria, perch? diventa un 800 5,6 per nulla disprezzabile.

Giovanni


Cio? questa ? ovvero il punto di vista di Nikonland sui teleconverter... sono assolutamente daccordo che usarli deve essere un'eccezione e che bisogna puntare alla focale 'cruda' che pi? si usa !

E' anche vero che il 400mm f/2,8 VR AFS ? un'ottica pazzesca, comunque, ma davvero costosissima: non potr? mai permettermela, cos? come il 200-400mm f/4...
:unsure:

"la vita ? un brivido che vola via ? tutto un equilibrio sopra la follia" Vasco dixit
:P

Ciao,
A.
Foto
Mauro Maratta
nov 15 2010 12:35
Adriano ... un 400/2.8 AF-S usato ... obiettivo di gran pregio, costa molto meno di un 300/2.8 VR II con TC-14E II. Giusto se vogliamo parlare di prezzi.

Ma in fondo hai ragione tu, la questione dovrebbe essere posta in altri termini, magari poco popolari ma : per il genere di fotografia che prediligo dovrei comperare un 600/4 AF-S. Ma so che non potr? mai permettermelo.
Quindi ? meglio che cambi genere fotografico ... dato che non posso nemmeno accettare compromessi qualitativi.

Poi, pu? essere che il nuovo TC-20 E III sia cos? miracoloso ma ? un argomento che abbiamo gi? dibattuto per mesi e alla fine ognuno ? rimasto della sua opinione.
Io che ho il 400/2.8 AF-S VR II ti assicuro che non riesco a tollerarne le foto con il duplicatore (cosa vera anche per il nuovo 300/2.8 VR II, meno vera per i pi? vecchi AF-S senza VR).
Ma la finisco qui senn? il bell'articolo di Giovanni ritorna ad essere una diatriba tra detrattori e fautori dei teleconverter.

Per esempio, io sono senz'altro favorevole al 70-300 VR per usi generali e per riprendere animali con il giusto compromesso.
Per quello che costa, basta limitarsi a fare delle belle stampe con il giusto livello di sharpening e non si rimpianger? troppo un 300/4.

......Per esempio, io sono senz'altro favorevole al 70-300 VR per usi generali e per riprendere animali con il giusto compromesso.
Per quello che costa, basta limitarsi a fare delle belle stampe con il giusto livello di sharpening e non si rimpianger? troppo un 300/4.


ESATTO: proprio cos?. Se poi la fotonaturalistica diventa una ossessione, allora si fa musina e si compra quello che serve. Da giovane (molti anni fa), rinunciai al motorino per la F3 e con i risparmi mi comprai il 400 3,5.
Oggi ho visto un 500 AFS in vendita a 3500 euro, ad esempio, ed ? ottica ottima.

Giovanni
Foto
Adriano Max
nov 15 2010 13:47

ESATTO: proprio cos?. Se poi la fotonaturalistica diventa una ossessione, allora si fa musina e si compra quello che serve. Da giovane (molti anni fa), rinunciai al motorino per la F3 e con i risparmi mi comprai il 400 3,5.
Oggi ho visto un 500 AFS in vendita a 3500 euro, ad esempio, ed ? ottica ottima.

Giovanni


Ok, io per? l'ho venduto per due motivi: a 300mm f/5,6 ? poco luminoso e anche col bel sole mi sono scappati scatti mossi... per avere foto interessanti ? ok (e per il suo prezzo ? un obiettivo straordinario, intendiamoci) ma per fotografare un animaletto e averne un dettaglio senza rimpianti dovevo chiudere a f/8... per tutto il resto, ribadisco, ? perfetto.
Un po' di CA a TA a 300mm, ma l'ho notata solo io...
:P

Per i prezzi, io parlavo del nuovo contro nuovo, immaginando che sull'usato, al ribasso le differenze rimangano percentualmente comparabili... ma sono davvero poco esperto e quindi chiedo: i prezzi si livellano sulla stessa cifra ? Normalmente quando un'ottica supera i 2k ? io non guardo pi? molto il prezzo... io se potessi mi prenderei un 300mm f/2,8 AF-I e duplicatore... e per quest'accoppiata penso di potermela cavare con 2k ?... o sbaglio ?
:unsure:

Ciao,
A.
Foto
Mauro Maratta
nov 15 2010 15:21
I prezzi nel settore dei lunghi sono in tensione da quando Nikon ha presentato la classe 3 (D3/D300) per la scarsa quantit? di pezzi sul mercato.

Diciamo che si trovano 300/2.8 AF a 1.300 euro, AF-I a 2.000 euro, AF-S I a 2.500 euro, AF-S II a 3.000 e VR I a 3.500 euro.
Per i 400/2.8 si devono aggiungere un paio di migliaia si euro.
Il 500/4 in proporzione costa di meno (2.000 un P, 4.000 un AF-S, 3.500 un AF-I).
I pochi 600/4 disponibili, vengono qualche cosa in pi? del 400/2.8.
Foto
Adriano Max
nov 15 2010 17:04
Grazie Mauro: chiarissimo ! messa cos? e diluendo un po' nel tempo (mesi, anni :P ) l'accumulo delle risorse necessarie, potrebbe non essere una mission impossible accedere ad un 300mm f/2,8 AFS ...
:)

Le ottiche pi? lunghe sono gi? cos? specialistiche a queste luminosit? che in ogni caso, anche per necessit?, ricorrerei a lenti non Nikon (per via dei costi) ...
:rolleyes:

Ciao,
A.
Foto
Mauro Maratta
nov 16 2010 08:55
Ricordiamoci sempre che il bel 500/4.5 Sigma (in prospettiva oggetto di riprogettazione per l'inserimento del OS) pesa ed ingombra come un 300/2.8 Nikon e costa pi? o meno come quello ... ma usato !
Foto
Adriano Max
nov 18 2010 10:27
Se davvero lo rifanno l' 80-400 f/4,5-5,6 AFS VR N potrebbe essere il '400mm f/5,6' dell'attuale era fotografica...
:P
Foto
Adriano Max
nov 22 2010 10:10
Senza dimenticare che se la caccia fotografica ? qualcosa di non praticato e l'uso ? proprio saltuario, se non si ha intenzione di pubblicare o si fa una gita per caso una volta l'anno in una riserva, possedendolo, anche un 70-200 f/2,8 duplicato (2x) potrebbe cavarci dalla bisogna per una volta (con ribrezzo dei puristi, lo so... ma chi va a caccia per la prima volta il fucile di solito lo prende in prestito da chi ne ha due) !!
:P
A me la caccia fotografica piace parecchio, i prezzi dei tele per? non sono per le mie tasche, ma non demordo, con AF-S 300/4 ( comprato usato pari al nuovo ad 850 euro) ed il TCII 1,7 ( pagato 300 euro nuovo), ho messo su la mia "arma" da caccia.
Il risultato ? questo

Immagine Allegata: _DSC1895.jpg
... e questo

Immagine Allegata: _DSC1917.jpg

Pi? che dignitoso direi, voi che dite?
Foto
Adriano Max
nov 25 2010 10:04
Io dico che la tua combinanazione - la tua 'arma' - ? un punto di arrivo per molti !
:vinco:

Si traduce pi? o meno in un 510mm f/6,8 il cui unico vero limite per un amatore ? la luminosit? (io opterei ad esempio per un 1,4x come moltiplicatore, ma sono scelte in definitiva personali: una volta che si moltiplica si ? gi? scelto di arrivare ad un compromesso) ... e solo se questo genere diventasse una ragione di vita probabilmente nel tempo riusciresti a mettere da parte i $$ necessari per un 'arma' un filo pi? luminosa; ad esempio qui ? in vendita un 300mm f/2,8 AFD con il relativo 2x a 1700? ... tra qualche anno per? magari un AFS coster? altrettanto e avremo modo di accedervi se capita l'occasione ...
;)

Il 300mm f/2,8 AFD:
Immagine Allegata: 19.06.09.600 (13).JPG

Ciao,
Adri.
:)
Chiaramente i compromessi, se sono scelte meditate, vanno rispettati. Osservo solo che se il genere piace, prima o poi il porcellino lo si rompe per comprare l'armamento desiderato.
Io purtroppo, sono un fotografo che agli uccellini piace fare il ritratto, e quindi un 300 ? invariabilmente corto, anche moltiplicato. Se per questo praticamente ogni tele, anche lungo, per me diventa subito corto: d'altro canto avvicinarsi a 5-7 metri ad un martin pescatore, a parte condizioni particolari, non ? facile.

In un mio precedente articolo avevo parlato dell'importanza del camuffamento: con le dovute accortezze ed abbigliamento i metri di distanza dal soggetto si riducono di molto e questo consente di usare anche focali relativamente pi? corte. Ho notato che gli uccelli sono pi? preoccupati del riflesso sulla lente frontale dell'obbiettivo che dal rumore di scatto, mentre sono estremamente attenti ai movimento, per cui l'immobilit? totale ? un requisito indispensabile. Prima di spendere danaro su obbiettivi pi? lunghi cercherei di praticare questa arte raffinata.

Giovanni
Foto
Adriano Max
nov 25 2010 10:27

[...] Prima di spendere danaro su obbiettivi pi? lunghi cercherei di praticare questa arte raffinata.

Giovanni


Mi inchino alla sapienza dei praticanti, il consiglio inoltre sa anche molto di ZEN e tattiche Ninja :P : c'? materiale per cui appassionarsi...
;)

Ciao,
Adriano.
Foto
Mauro Maratta
nov 25 2010 11:01
La penso come Giovanni, avendo peraltro fatto anche io gli step intermedi (ovvero proprio 300/4 AF-S con TC-17 e Sigma 120-300/2.8 prima di passare a cose pi? definitive).

Peraltro segnalo che il 300/2.8 sopra indicato, oltre ad essere carissimo ... ? associato con un TC manual focus ... :bigemo_harabe_net-112:
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi