Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon V3 e 70-300 VR a gonfie vele !

Nikon 1 Nikon V3 Nikon 1 70-300mm VR Palermo-Montecarlo Race 2015 mirrorless vela d altura regatta

ingredienti della ricetta:
- 1 V3
- 1 70-300
- 1 spot come Mondello beach, Palermo
- 1 gommone appoggio
 
Tempo di preparazione: meno di un'ora
Difficolta': alla portata di tutti  :o
Miscelare in JPG l'efficientissimo AF-C della Nikon V3 in modalita' AutoISO 100-800 con la ricerca Automatica del soggetto, impostare il modo S a 1/2500", regolare il Matrix in sovra e sotto esposizione a seconda dell'angolazione rispetto la luce, impostare lo scatto alla sequenza (minima) di 10 ftg/sec, regolare il VR del 70-300 in posizione Active, fare cuocere il tutto per soli 56 minuti sotto il sole di Agosto di Mondello Beach:

 

risultato?


Tremila files tra cui scegliere i migliori da lavorare su Lightroom e poi da stampare per le cupe giornate d'inverno....  :ciao: 

Immagine Allegata: 0021  _DSC7586 21082015 Max Aquila photo (C).jpg

 
Uno dei motivi che mi hanno spinto all'acquisto del 70-300 VR per la Nikon V3 e' stato il pensiero che potesse risolvere molti dei problemi che si pongono i fotografi di regate veliche, specie di quelle, come la Palermo Montecarlo, cui partecipano barche di stazza completamente differente, ponendo problemi di inquadratura dal gommone appoggio non indifferenti.
Immagine Allegata: 0019  _DSC7536 21082015 Max Aquila photo (C).jpg
Ecco spiegata la "ricetta vincente" che in queste pagine porta a far diventare... facile cio' che normalmente sembra davvero difficile.
 Immagine Allegata: 0012  _DSC7268 21082015 Max Aquila photo (C).jpg Immagine Allegata: 0010  _DSC7191 21082015 Max Aquila photo (C).jpg
Cominciamo dal fatto ben noto che fotografare da un gommone in rapido movimento a velocita' variabili fino a una decina di nodi, in piedi e inquadrando in un francobollo di mirino un teleobiettivo imbracciato quasi essenzialmente a mano libera, (un monopiede e' inconcepibile da usare su imbarcazioni pneumatiche, ma anche su quelle rigide per ovvii rischi connessi ai contraccolpi che metterebbero a serio repentaglio l'integrita' dello scafo e del...fotografo) risulta essere una palestra degna certo di un ventenne, meno per un quarantenne, decisamente ...probante per gli over fifties...
 Immagine Allegata: 0001  _DSC6628 21082015 Max Aquila photo (C).jpg Immagine Allegata: 0002  _DSC6640 21082015 Max Aquila photo (C).jpg
Immagine Allegata: 0003  _DSC6646 21082015 Max Aquila photo (C).jpg
Immagine Allegata: 0004  _DSC6747 21082015 Max Aquila photo (C).jpg




Test: Yes



29 Comments

Foto
Mauro Maratta
ago 27 2015 08:23

Il sensore della Nikon J5 è allineato per prestazioni di rumore e dinamica a quello della D300s, ultima "professionale" Nikon in formato piccolo.

I nuovi sensori che Sony ha presentato questa estate in formato 1'' autorizzano a pensare a capacità di ripresa ancora superiori (comprese raffiche a velocità fuori dalla nostra comprensione ... ).

 

Questo per dire che già oggi una fotocamera Nikon 1 di qualità professionali impegnata nello sport outdoor con il sole (vela, motori, tennis, golf) potrebbe conquistare uno spazio primario.

 

A detrimento di D4 e D5 e grossi calibri, come nel mio caso.

 

Che sia questa la palla al piede che impedisce a Nikon di far fare il giusto balzo al sistema liberandolo dalle briglie pensate per l'ipotetica mamma che fotografa i figlioli alle partite di calcio o dalla ragazzina nipponica attenta a che il colore della sua Nikon 1 si intoni con l'ultimo grido dei colori degli smalti per le unghie, ovviamente coordinati con quello della borsetta ?

 

Mah ... speriamo che ci pensino su bene. Io ci conto !

 

Perchè ovviamente per fare foto come quelle che ha fatto Max per questo servizio, ci vuole tanto manico, a prescindere che si abbiano 20 o 50 anni.

Che il mezzo ci aiuti, può essere un vantaggio per tutti ... belli e brutti !

 

;)

Foto
Adriano Max
ago 27 2015 08:44

Belle sensazioni, vien voglia di navigare a vela !

:)

 

Splendido strumento per tirare lontano il 70-300 della Nikon 1 ! non l'ho mai toccato nè visto ...

 

Ciao,

Adri.

belle.. belle ed ancora belle...  chissà se poi un giorno o l'altro non facciano sui navigli, una competizione simile..  con l'handicap del salto della conca, da fare in maniera rapida...

 

Comunque, a parte la battuta finale di poche parole fa..  se per la prossima macchina serie V, usassero come test quanto si è fatto su Nl.. sarebbe una gran bella macchina ma.. ho l'impressione che: facciano come al solito di testa loro, e che sia già in produzione o.. quasi..

 

concludendo, max.. gran bella prestazione dell'accoppiata  V3+ Aquila   :)

Belle immagini per le quali, aldilà delle prestazioni che V3+70-300mm consentono, si comprende quale perizia ci voglia per portarle a casa. ;)

 

Max, sarei curioso di sapere se avessi scattato in RAW a quali vantaggi e svantaggi saresti andato incontro: in altre parole, i file sarebbero stati più lavorabili in LR e di migliore qualità in previsione di stampe a grande formato? Quanto avrebbe pesato la minore velocità della raffica? :rambo:

Foto
Max Aquila
ago 27 2015 14:53

grazie a tutti,

per quanto concerne i NEF della V3, fin quando su Lightroom non saranno gestibili al meglio delle loro potenzialita' (oggi e' sconcertante in negativo) continuero' ad usare jpg Fine.

Peraltro a mare e' piuttosto importante ottenere fin da subito un file accuratamente esposto, perche' i salti di EV sono sempre notevoli anche in zone adiacenti.

 

Nelle foto dell'articolo la postproduzione (tranne in due o tre foto su cui ho appositamente esagerato) ha riguardato essenzialmente un paio di step di giallo in piu' per la cromia e qualche lieve sovraesposizione (connaturata al Matrix) da correggere.

 

Saturazione, Vividezza e Clarity sono rimaste a riposare sonni tranquilli...grazie al 70-300VR

 

In quanto alla raffica...beh... considerato che invece dei 60ftg/sec disponibili, ne ho usato (come spesso faccio) solo 10/sec penso che l'unico problema usando NEF possa essere la limitazione del buffer:

ma le raffiche da otto-dieci ftg prima della saturazione magari si limiterebbero a cinque/sei: penso di farmeli bastare!

Comunque nel frattempo arriveranno V4 o V5 a tirarci d'impaccio....

Foto
Mauro Maratta
ago 27 2015 14:57

Concordo, nello sport se l'immagine è ben esposta, il jpg è bell'é cotto, pronto per l'uso.

 

Io provato a fare 7000 NEF in autodromo l'anno scorso e mi sono ritrovato con file sporchi e rumorosi che LR mal digerisce e che sono praticamente ingestibili en masse con Nikon Capture NX-D.

Da quel dì, solo jpg.

 

;)

 

Peraltro Nikon con il suo mirabolantissimo ed essenziale aggiornamento firmware per la V3 ha accuratamente evitato di aggiornare la macchina al Picture Control 2.0 come invece avrebbe dovuto fare.

 

:(

 

Chebbestie

 

:( :(

Foto
Adriano Max
ago 27 2015 15:17

Ciao !

Oggi in pausa pranzo ho incontrato Roby C che mi ha fatto dare un occhio al suo 70-300 montato sulla V3:

un oggetto veramente bello e ... potente !

Capisco l'entusiasmo di Mauro e le spalle di chiunque stanno già ringraziando ...

:)

 

Roby inoltre ha portato una lente macro Nikon Close-up T5 che unita al tele in questione gli ha permesso di fare foto a distanza ravvicinata in modo semplice e qualitativamente efficace per gli standard del sistema Nikon 1... roba tranquillamente pubblicabile: è un sistema versatilissimo e leggero.

 

Grazie Roby !!

Adri.

Foto
Max Aquila
ago 27 2015 16:54

Ciao !

Oggi in pausa pranzo ho incontrato Roby C che mi ha fatto dare un occhio al suo 70-300 montato sulla V3:

un oggetto veramente bello e ... potente !

Capisco l'entusiasmo di Mauro e le spalle di chiunque stanno già ringraziando ...

:)

 

Roby inoltre ha portato una lente macro Nikon Close-up T5 che unita al tele in questione gli ha permesso di fare foto a distanza ravvicinata in modo semplice e qualitativamente efficace per gli standard del sistema Nikon 1... roba tranquillamente pubblicabile: è un sistema versatilissimo e leggero.

 

Grazie Roby !!

Adri.

Si Adriano,

ma Roby (e non soltanto lui) di queste propensioni del 70-300 ne scrive da tempo.

 

Non vendiamo materiale Nikon ne' materiale per Nikon.

 

Noi siamo Nikonland, scriviamo di tutto cio' che concerne Nikon ed altro ancora  :)

Dopo cena se la cosa non disturba, metto alcuni scatti..  ( non di mulini.. tranquilli ) fatti con V3 + 10-100 e 70-300 accoppiati sempre con la 5T..  

 

grazie adri.. per il commento..

Foto
Adriano Max
ago 28 2015 09:56

Si Adriano,

ma Roby (e non soltanto lui) di queste propensioni del 70-300 ne scrive da tempo.

 

[...]

 

Certamente, lo dò sempre per scontato. Fai bene a sottolineare che la nostra è passione che passa per i filtri della ragione.

Mi entusiasma il fatto che sia un bell'attrezzo: non mi serve, ma riconosco un fatto anche se io cerco sensori più grandi e un miglior controllo dello sfocato.

E ancora volevo far notare come frequentare Nikonland possa essere anche una frequentazione non virtuale, uno scambio di entusiasmi e conoscenze 'dal vivo' !

:)

 

Ciao,

Adri.

Foto
takeaphoto
ago 28 2015 15:31

Il particolare che i NEF siano mal digeriti da LR e soci non è mica "roba" di poco conto.

Avevo in mente questa accoppiata per un viaggio "particolare" ma questo problema mi lascia perplesso  :GrattaTesta:  ... vedremo !!

Foto
Max Aquila
ago 28 2015 18:38

Il particolare che i NEF siano mal digeriti da LR e soci non è mica "roba" di poco conto.

Avevo in mente questa accoppiata per un viaggio "particolare" ma questo problema mi lascia perplesso  :GrattaTesta:  ... vedremo !!

mah...

Direi che il bilancio delle pubblicazioni su Nikonland mie, di Mauro e degli altri che utilizzino in questo modo le ONE parla chiaro a favore di questa pratica.

E siamo persone che altrimenti predicano l'utilizzo del RAW ove convenga.

Ribalto la domanda di Pedrito anche a te:

ma perche' per foto di viaggio (o di street) avreste questa necessita' di utilizzare il RAW di una DSLR?

 

Foto di lavoro?

...

ma perche' per foto di viaggio (o di street) avreste questa necessita' di utilizzare il RAW di una DSLR?

 

Foto di lavoro?

Esigenza di avere il meglio dalle proprie esperienze. 

Voi sarete bravissimi a settare il JPG on camera delle vostre macchine, ed a cambiarlo ogni volta che la situazione lo richiede per uniformare la resa (perché ovviamente nel corso di una due giorni cambi i settings almeno quattro o cinque volte su impostazioni divverenti, se ci si limita ad esterni, vero?). 

Io tutta quell'esperienza non ce l'ho, ma avendo molto ben chiaro in testa il risultato che voglio ottenere non posso che scattare in RAW. Sviluppo in batch, ed ottengo dettagli e rese che mai avrei con i JPG. :) 

Anche perché mi conosco, e non avrei mai la pazienza di cambiare i settings ogni volta che cambiano le condizioni di ripresa. 

:) 

a_

 

P.S. Per assurdo, ho fatto foto di lavoro con la D70 ed i suoi JPG... Tanto erano foto per il web (ai tempo dell'800x600), e nessuno ha mai avuto modo di vedere le pesanti posterizzazioni che c'erano nelle versioni a piena definizione. ;) 

(ma in ogni caso, avevo anche i RAW...)

Esigenza di avere il meglio dalle proprie esperienze. 

...

 

Risposta esatta! ;)

Foto
Max Aquila
ago 28 2015 19:21

 

Risposta esatta! ;)

beh....

non sono solamente le Nikon 1 ad aver problemi di interazione con Lightroom: 

che fate? Cambiate software sul pc invece che settings sulla macchina?

 

Non fate piu' foto?

 

O NEF o morte?

 

:)  :)  :)

Ma che problemi ci sono con i NEF delle One? 

Confesso di non avere mai avuto a che fare con un file One (che sono NEF "normali", immagino).

Sono peggio - leggi piú lenti - dei RAF Fuji?

a_

 

P.S. Scherzi a parte, so bene che un JPG ben settato da una macchina moderna é ottimo (Nikon in testa, con i PC). 

Ma preferisco avere a che fare con centinaia di RAW piuttosto che con migliaia di JPG a 10 scatti al secondo (e non parlo nemmeno dei 60...). 

Considerazione del tutto personale e non cedibile. :) 

Foto
Max Aquila
ago 28 2015 21:09

Ma che problemi ci sono con i NEF delle One? 

Confesso di non avere mai avuto a che fare con un file One (che sono NEF "normali", immagino).

Sono peggio - leggi piú lenti - dei RAF Fuji?

a_

 

P.S. Scherzi a parte, so bene che un JPG ben settato da una macchina moderna é ottimo (Nikon in testa, con i PC). 

Ma preferisco avere a che fare con centinaia di RAW piuttosto che con migliaia di JPG a 10 scatti al secondo (e non parlo nemmeno dei 60...). 

Considerazione del tutto personale e non cedibile. :)

Che condivido in pieno,

ma finche' queste aberrazioni esisteranno meglio fare di necessita' virtu'...

Sono da anni ormai LR addict e purtroppo, nonostante ogni sforzo, gia' dalla D800 in poi (Df inclusa) al momento in cui LR importa i miei NEF si aggiungono elementi cromatici e di contrasto del tutto ingiustificabili anche importando a zero.

Poi tocca lavorare comunque ogni file o operando in batch.

Con i NEF delle V ONE accade in modo ignobile e davvero infestante.

 

Siccome finora queste mirrorless le uso per giocare e non per lavoro il problema si pone relativamente...ma anche a me piacerebbe gestire dei RAW su quel programma piuttosto che dei settings su jpg che peraltro reggono discretamente bene l'urto delle correzioni eventuali.

 

Il problema si manifestera' in tutta la sua gravita' quando Nikon iniziera' a fare sul serio in ambito mirrorless

Foto
Mauro Maratta
ago 29 2015 06:41

Ma che problemi ci sono con i NEF delle One? 

 

 

Sono normalissimi RAW che aperti con Nikon Capture NX-D sono perfetti come si è scattato.

E' Adobe che li apre ... da cani.

 

Allora vada se si ha qualche decina di scatti da regolare a manina per un dato lavoro.

Ma io nello sport non ci penso nemmeno ad avere a che fare con 10-12.000 NEF per sessione, l'ho fatto una volta per provare : mai più.

I jpg prodotti dalla V3 in ambito sportivo, ben esposti e opportunamente regolati in macchina sono perfetti per stampe A3+/A2 (verificato).

Almeno, per me ;)

 

Comunque sono anni che invoco che Nikon dia la mancia ad Adobe e produca i suoi profili per le sue fotocamere per ACR/LR e li fornisca gratis a tutti gli utenti di programmi Adobe.

 

Chissà se prima di andare in pensione mi faranno la grazia ...

  :(

beh....

non sono solamente le Nikon 1 ad aver problemi di interazione con Lightroom: 

che fate? Cambiate software sul pc invece che settings sulla macchina?

 

Non fate piu' foto?

 

O NEF o morte?

 

:)  :)  :)

 

No, no, si scatta, si scatta comunque! :D

 

Per quanto mi riguarda, durante ogni uscita (leggi: una giornata a zonzo da qualche parte, una festa di compleanno, una manifestazione, ecc.) statisticamente non scatto mai più di 100/150 foto, essendo il mio modo di fotografare più mirato e ragionato - non intendo migliore! - di altri qui.

 

Non ho inoltre necessità di scattare a raffica, non frequentando autodromi o palazzetti o stadi (in realtà in questi ultimi sono di casa, ma non per fotografare :rolleyes: ); se poi aggiungiamo che non sono esperto nel settaggio dei picture control, ecco che il quadro è completo.

 

Talora però amo stampare qualche foto in grande formato, e vuoi mettere la qualità e flessibilità di un raw rispetto ad un jpg?

 

Spesso mi piace anche scattare in b/n e, sebbene veda già l'immagine in monocromia, mi capita anche di decidere a casa di sviluppare così alcune immagini inizialmente pensate a colori: il raw è senza dubbio il miglior file che si possa avere per la conversione, mentre non sarebbe possibile - ovviamente - cambiare idea volendo sviluppare a colori un jpg esposto in b/n.

 

Riguardo infine i vari sw di sviluppo, mi accorgo anch'io che sovente l'immagine proposta dopo l'importazione è assai diversa da quella che avevo visto in fase di scatto, ma trattandosi di mettere mano di volta in volta a pochi file, non mi pesa il tempo passato al pc per le attività necessarie a sviluppare decentemente ogni foto. ^_^

Foto
Max Aquila
ago 29 2015 09:46

 

No, no, si scatta, si scatta comunque! :D

 

Per quanto mi riguarda, durante ogni uscita (leggi: una giornata a zonzo da qualche parte, una festa di compleanno, una manifestazione, ecc.) statisticamente non scatto mai più di 100/150 foto, essendo il mio modo di fotografare più mirato e ragionato - non intendo migliore! - di altri qui.

 

Non ho inoltre necessità di scattare a raffica, non frequentando autodromi o palazzetti o stadi (in realtà in questi ultimi sono di casa, ma non per fotografare :rolleyes: ); se poi aggiungiamo che non sono esperto nel settaggio dei picture control, ecco che il quadro è completo.

 

Talora però amo stampare qualche foto in grande formato, e vuoi mettere la qualità e flessibilità di un raw rispetto ad un jpg?

 

Spesso mi piace anche scattare in b/n e, sebbene veda già l'immagine in monocromia, mi capita anche di decidere a casa di sviluppare così alcune immagini inizialmente pensate a colori: il raw è senza dubbio il miglior file che si possa avere per la conversione, mentre non sarebbe possibile - ovviamente - cambiare idea volendo sviluppare a colori un jpg esposto in b/n.

 

Riguardo infine i vari sw di sviluppo, mi accorgo anch'io che sovente l'immagine proposta dopo l'importazione è assai diversa da quella che avevo visto in fase di scatto, ma trattandosi di mettere mano di volta in volta a pochi file, non mi pesa il tempo passato al pc per le attività necessarie a sviluppare decentemente ogni foto. ^_^

immaginavo....

 

Ma rispetto la tua obiezione riguardo l'uso dei jpg, mi pare di capire quindi che con la tua Nikon ONE tu lavori quindi sempre in NEF.

 

Davvero sei soddisfatto dei risultati che ottieni e del tempo che impieghi al computer per rimettere tutto a posto?

 

Indipendentemente dalla quantita' di scatti, di cui si tende a parlare sempre: ti chiedo allora, 

hai mai provato a lavorarci direttamente in jpg? (e di stampare poi tranquillamente fino ad A2)

 

Perche' se cosi' non fosse....ti suggerisco di farlo

immaginavo....

 

Ma rispetto la tua obiezione riguardo l'uso dei jpg, mi pare di capire quindi che con la tua Nikon ONE tu lavori quindi sempre in NEF.

 

Davvero sei soddisfatto dei risultati che ottieni e del tempo che impieghi al computer per rimettere tutto a posto?

 

Indipendentemente dalla quantita' di scatti, di cui si tende a parlare sempre: ti chiedo allora, 

hai mai provato a lavorarci direttamente in jpg? (e di stampare poi tranquillamente fino ad A2)

 

Perche' se cosi' non fosse....ti suggerisco di farlo

 

Sì, è così, scatto praticamente sempre in NEF, anche con la V1. ^_^

 

In realtà il tempo di sviluppo al pc non mi pesa, anzi, lo considero il necessario completamento della fase di ripresa, similmente a come si faceva quando si sviluppava la pellicola e si andava poi a stampare in camera oscura per ottenere l'immagine finale; lo ritengo, insomma, un passaggio "obbligato" e, se vuoi, anche creativo grazie alle innumerevoli possibilità offerte dai sw di sviluppo.

 

Aggiungo anche un altro aspetto: in tutta sincerità, non sempre riesco ad ottenere un file perfetto e qualche esposizione la canno spesso e volentieri :D , cosicché il nef mi consente un po' di margine per recuperare l'errore... :rolleyes:

 

Naturalmente ho provato il jpg on camera e i settaggi dei pc prendendo spunto da quanto ampiamente trattato da queste parti ma, forse per incapacità nell'ottenere dei profili decenti, sono poi tornato al più rassicurante nef. :)

 

Ma raccolgo il tuo invito e tenterò ancora: chissà che non riesca a raggiungere anch'io un risultato almeno soddisfacente. ;)

 

 

PS  Nel caso, hai qualche suggerimento oltre a quanto descritto nel topic ad hoc?

Indipendentemente dalla quantita' di scatti, di cui si tende a parlare sempre: ti chiedo allora, 

hai mai provato a lavorarci direttamente in jpg? (e di stampare poi tranquillamente fino ad A2)

 

Perche' se cosi' non fosse....ti suggerisco di farlo

 

Max stai dicendo che con jpg riesci a recuperare bene il file tanto quanto col NEF?

Intendo soprattutto esposizione/ombre/etc...

Foto
Mauro Maratta
ago 29 2015 10:21

Ovviamente io parlavo di sport, e di jpg già perfetti in partenza :

 

Immagine Allegata: _DSC6708.jpg

 

questa immagine è passata per Photoshop solo per il ridimensionamento per il web :)

 

(PS : la mia V3 supera i 60.000 scatti nel suo primo anno di vita ;))

Foto
Max Aquila
ago 29 2015 11:32

 

Sì, è così, scatto praticamente sempre in NEF, anche con la V1. ^_^

 

In realtà il tempo di sviluppo al pc non mi pesa, anzi, lo considero il necessario completamento della fase di ripresa, similmente a come si faceva quando si sviluppava la pellicola e si andava poi a stampare in camera oscura per ottenere l'immagine finale; lo ritengo, insomma, un passaggio "obbligato" e, se vuoi, anche creativo grazie alle innumerevoli possibilità offerte dai sw di sviluppo.

 

...

 

PS  Nel caso, hai qualche suggerimento oltre a quanto descritto nel topic ad hoc?

Scusami,

io ho ancora una camera oscura in BN, inutilizzata da anni.

Quando ci entravo facevo sessioni anche di sei-otto ore per ottenere da uno-due rullini da 36 pose dieci, dodici stampe di qualita'.

Ne uscivo distrutto dalla fatica...

 

Per una pellicola in BN che usavo ne scattavo una ventina a colori, diapositive, e non facevo proprio nulla dopo lo scatto se non consegnarle al lab e raccomandarmi (o pregare) che le sviluppassero con tutti i crismi... Ed il bianco e nero occupava uno spazio espressivo importante tra i miei scatti.

 

Per mia esperienza, chi parla in questo senso di similitudini tra camera chiara e camera oscura, o si e' dimenticato del tutto quelle esperienze...oppure scatta davvero poco e stampa ancora meno in digitale.  :)

 

Per cui... tornando al digitale...

 

il consiglio che do a te e a chiunque altri pensi che usare ausilii che possano portare da soli a risultati ottimali e' proprio quello di metterti alla pedissequa prova se per caso, in jpg, settando per bene la tua V1 che produce dei NEF quasi ignobili rispetto quelli di una V3 per ovvii motivi legati alla qualita' del sensore, tu non riesca a utilizzare quella macchina per quello che dovrebbe essere: cioe' una punta e scatta (come peraltro mi pare si attagli bene alla tipologia delle foto di street che di solito proponi) cioe' un apparecchio che produca immediatamente una foto fruibile, che trasmetta il senso dell'idea che hai avuto al momento dello scatto (preponderante rispetto la gestione successiva del file ottenuto) senza doversi applicare eccessivamente al computer per .... tirare fuori dopo quello che in fase di composizione dell'inquadratura ed esposizione della luce non si era riusciti ad ottenere.

 

Proprio come si lavorava mettendo un rullino di diapositiva (Velvia, Kodachrome, Ektachrome, Agfachrome...ad libitum) dentro una Nikon F5 (F100/F801s/FM2/F2A...ad libitum) fino a pochi anni fa: esponendo e componendo per ottenere un risultato utile. Subito:)

 

In questo senso gli scatti della discussione in oggetto: dove esposizione e inquadratura hanno la meglio rispetto alla postproduzione (operata per diletto in un paio di scatti che si prestavano all'uopo)

Foto
takeaphoto
ago 29 2015 17:05
Grazie a tutti per gli interventi, ora mi è tutto chiaro almeno in relazione alle mie necessità d'uso.
Infatti sembrerebbe che di negativo tale accoppiata abbia due punti:
- lo sfuocato ridotto insito nelle minori dimensioni del sensore
- la male gestione del NEF da parte di LR
Quest'ultimo handicap risolvibile, non senza qualche disagio, utilizzando i sw di gestione raw della Nikon.
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi