Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

La Nikon V1 nella Preistoria

nikon V1 macro

La V1 si rivela non solo una fotocamera agile e performante per le uscite leggere, nello street , ma anche un interessante strumento di lavoro per chi come me "viaggia nel tempo".
Leggendo il thread iniziato da RobyC4 sulla ViOne, mi aveva stuzzicato l' idea di usare la V1 anche per lavoro, per via della praticità, le piccole dimensioni e la compatibilità con le ottiche macro (con fattore di crop 2,7x).
Mi succede spesso di lavorare in trasferta in laboratori di istituzioni (musei ed altro) non sempre attrezzati in modo ottimale per le riprese fotografiche, per cui devo portarmi dietro reflex, cavalletto ottiche e tubi o converter per ottenere i rapporti di riproduzione ottimali per documentare i dettagli degli esemplari.
Volevo verificare se la V1 mi avebbe potuto semplificare le cose.
Oggi è capitata l'occasione.
Grazie ad un gentile prestito di V1 e adattatore, ho provato prima a casa per vedere di familiarizzare con lo strumento, prima di ritrovarmi in difficoltà sul posto. Ho provato il 105VR (funziona tutto) e il 50 f1.8 AfD (funziona tutto meno l'autofocus, ma il segnalatore di corretta messa a fuoco sul display è ottimo).

Immagine Allegata: v1 intro1.jpg

Test preliminare "casalingo": Nikon V1 con 105 VR, sviluppo e pp con Photosopo CS5.

Quindi sono andato a fotografare con la D800 e il 50mm per la ripresa di insieme dell'esemplare e con la V1 e il 105 per i particolari.

Immagine Allegata: v1pal1.jpg

La V1 sul cavalletto in laboratorio davanti all'esemplare da fotografare, tipico caso in cui devo fotografare in condizioni non ottimali.

Il risultato... adeguatissimo qualitativamente, e c'è dell'altro.

Il vantaggio della V1 non sta solo nel poco ingombro, il fattore di crop ha un doppio vantaggio, oltre a ottenere un buon dettaglio di particolari molto piccoli posso stare più lontano che con una reflex ed ho una profondità di campo maggiore, in pratica ho più dettaglio su piani diversi, mi è facile illuminare anche in condizioniun po' di fortuna , si fa meno fatica e si impiega meno tempo.
Insomma per quel che mi riguarda la V1 è promossa anche come strumento per il paleontologo!

Inserirò infatti le immagini ottenute con la V1 nel mio prossimo lavoro scientifico.
Per questioni di embargo non posso mostrare immagini dell'esemplare completo (è una nuova specie...) prima che sia pubblicato, ma posso mostrarvi alcuni dei particolari che ho ripreso simili a quelli che inserirò nelle tavole fotografiche.

Immagine Allegata: v1pal2.jpg

Una serie di vertebre, ciascuna lunga circa mezzo cm. Nikon V1, 105 VR, photoshop CS5.

Immagine Allegata: v1pal3.jpg

Una singola vertebra. Nikon V1, 105VR, Photoshop CS5.

Per entrambe le foto il vantaggio è che a parità di immagine finale ho una maggiore pdc, scatto da maggiore distanza e quindi gestisco l'illuminazione anche con mezzi di fortuna.

Per finire...se qualcuno è curioso di sapere cosa stavo fotografando, questo è più o meno come sarebbe sembrato a chi lo avesse visto vivo durante una nuotata (nel mare che c'era fra Varese e il Canton Ticino) 240-245 milioni di anni fa, milione più milione meno. Era lungo un po' meno di un metro (il disegno è mio).

Immagine Allegata: edwardsiip1.jpg

Un grande grazie a Rudolf per l'occasione concessami!!

Silvio Renesto (aka Wendigo)
Test: Yes



5 Comments

Foto
~ Fabio Desmond ~
nov 09 2012 20:28
Bè la piccolina ha la sua versatilità non indifferente :D
Dipende tutto da chi la possiede.
Grazie Wendigo di questo test originale.
Foto
Mauro Maratta
nov 09 2012 20:37
La Nikon V1 e' una macchina seria e chi dice il contrario ... non sa di cosa parla ;)
Foto
Silvio Renesto
nov 10 2012 10:01
Diciamo che proprio la versatilità è il suo forte. In laboratorio da me su IFF Super Repro, illuminatori vari e tempo illimitato avrei usato anche solo la D800 con tutti gli ammennicoli, ma quando si è in giro la V1 è un vero ... asso nella manica.
Ciao,

Silvio
sono contento di varie cose..
la prima che rudolf te l'abbia prestata ma, se non ricordo male una mano l'avevo lanciata, ma non è un problema.. se poi uno o l'altro ha contribuito poco importa , l'importante è raggiungere il fine..

seconda.. che il tuo target è stato raggiunto in pieno.. e mi pare alla grande...

terzo.. che ci hai messo al corrente di una nuova specie scoperta...

ora, non ti resta che trovarla.. media sai dov'è... occhio ad una cosa... controlla se lo farai, che nella scatola vi sia tutta la documentazione Nital per la registrazione...

se poi non la trovi che è stato venduto tutto.. fammi un fischio che avrei un'altro indirizzo, un pò meno appertibile.. ( senza FTI.. ) ma qulche decina di euri in meno...

e visto che ci siamo..

l'altro giorno ho beccato il GPS per one.. ad un prezzo ad hoc.. solo che malgrado tutte le assicurazioni, non potevo registrarlo ed allora è tornato indietro... peccato..

La Nikon V1 e' una macchina seria e chi dice il contrario ... non sa di cosa parla ;)


Hia ragionissima... specie poi, una volta acuistato il 6.5-13... e magari anche il SB-7 N...
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi