Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Sigma SD quattro, la forza del particolare (test/prova).

Sigma SD Quattro macrofotografia fotografia scientifica

La  qualità di immagine della SD quattro è stata una vera sorpresa, l'ho provata in un contesto professionale e la macchina si è rivelata  uno strumento  eccellente per la documentazione paleontologica, sia  a scopo didattico che scientifico. Vi racconto come e perchè.

Le caratteristiche, i pregi e i difetti della Sigma SD quattro sono stati ampiamente, direi sapientemente,  descritti da Mauro Maratta nel suo articolo, che vi invito a leggere se ancora non l'avete fatto. 
Qui non li ripeterò. La mia intenzione è invece mostrare quanto questa insolita macchina fotografica mi abbia sorpreso (ed entusiasmato) quale strumento per il mio lavoro, regalandomi un'esperienza davvero speciale (per chi non lo sapesse, sono un Paleontologo, dei Vertebrati per l'esattezza, e mi occupo di Rettli fossili, soprattutto del Triassico, ossia intorno ai 200 milioni di anni fa, presso l'Università dove insegno. Ho al mio attivo oltre sessanta lavori scientifici  oltre ad un'intensa attività di divulgazione con conferenze e tutto il resto).
 
 
La fotografia ha un ruolo fondamentale in Paleontologia,per documentare i risultati dei propri studi, o semplicemente avere illustrazioni di fossili a scopo didattico o divulgativo.
 
 
 
Siccome i fossili sono tra le cose più tranquille che si possano immaginare, le limitazioni della SD quattro in fatto di ISO, tempi di reazione e così via, divengono irrilevanti. Con un buon stativo od un treppiedi, e potendo gestire la luce, si possono ottenere eccellenti immagini rimanendo a 100 iso e chiudendo i diaframmi quanto serve. Se ne vanno quindi i difetti di questa fotocamera, ma rimangono i pregi, soprattutto come vedremo, la ricchezza di dettaglio e la  sensazione di tridimensionalità che da' ai soggetti fotografati cosa che credo si possa ottenere solo con strumenti molto più costosi, o ingombranti, o tutte e due le cose.
 
 
 

Immagine Allegata: ammo.jpg

 

 

Quello che veramente fa la differenza nella Sigma SD Quattro per la mia attività non riguarda tanto le foto di esemplari interi da pubblicare su riviste scientifiche (dove date le dimensioni finali delle foto pubblicate il livello di esigenza è spesso inferiore) quanto nella ricchezza del dettaglio dei particolari indispensabile nelle fasi attive della ricerca e nella sfruttabilità dei crop più spinti, anche per la didattica. 
 
Ho fotografato questa ammonite cinese che ha ancora la conchiglia originale conservata, caso piuttosto raro. Il diametro dell'esemplare è circa tre-quattro centimetri. L'ho ripresa con il 50mm f1.4 ART e la Lente addizionale acromatica Marumi da 3 diottrie. Nota: Tutte le foto dell'articolo sono state riprese con il 50mm ART con o senza la lente Marumi a seconda della necessità.
 
 

Immagine Allegata: ammonitesutr.jpg

 

 

E questo è il crop al 100%
 
 

Immagine Allegata: sutures.jpg

 

E' qui ho avuto la prima  rivelazione.  Non avevo mai visto una foto, specialmente un crop così spinto,  in cui si vedesse così bene la distinzione fra i vari strati della conchiglia, le suture interne (quelle forme arborescenti)  e la roccia sedimentaria che ha riempito l'interno della conchiglia. Una tridimensionalità stupefacente in un crop 100%. Certo non stampabile ma perfettamente usabile a scopo didattico. Infatti, insieme a quella che segue, l'ho inserita nel Power Point della mia lezione di Venerdì scorso. 
 
 
Ammonite in sezione, poco più grande di quella della fotografia precedente, ma conservazione differente. L'Ammonite è ricoperta da Pirite, un minerale di ferro che precipita in ambienti poveri di ossigeno spesso ad opera di batteri.
 

Immagine Allegata: piritizzazione.jpg

 

 
Di nuovo crop al 100%
 

Immagine Allegata: incrostazione.jpg

 

 

Di nuovo, stupore nell'apprezzare lo "scalino" tra la pirite incrostante nera e i setti della conchiglia che la suddividono in tante camere. Anche questa usata a lezione!
 
 
 
Un Bivalve... 
 

Immagine Allegata: bivalvi.jpg

 

 
Volete vedere bene le strie di accrescimento in rilievo? Eccovi serviti.
 

 

Immagine Allegata: strie.jpg

 
 
Una Felce del Carbonifero.
 

Immagine Allegata: felci.jpg

 

Le pieghe delle foglioline.
 

Immagine Allegata: foglie.jpg

 

Ricordo che ho usato un obiettivo standard (come lunghezza focale) ed una lente aggiuntiva; con un vero macro le cose avrebbero potuto essere ancora meglio, sia nei casi precedenti che per quel che segue.
 
 




Test: Yes



24 Comments

Foto
Gabriele Castelli
ott 08 2016 21:02

Articolo interessantissimo, sia dal punto di vista fotografico, sia per aver svelato particolari del lavoro di un paleontologo. 

 

E' un'ulteriore testimonianza della qualità di questa macchina fotografica, i crop 100% dei fossili sono impressionanti.

 

Evabeh, continuate a farmi aumentare la voglia di comprarne una, continuate... :D

Foto
Max Aquila
ott 08 2016 22:13

Difficile non essere entusiasmati dai tuoi files.

Spettacolare la resa con quell'obiettivo.

 

Mi sa che uno dei primi acquirenti Mtrading lo ha gia' trovato, beninteso con un Macro 105 Sigma per Sigma, come natura esige per il tuo genere.

 

Secondo me hai addirittura compresso eccessivamente le immagini: immagino cosa possa essere uno di questi files a 1200-1600 punti per lato. O anche di piu', in una pagina dedicata, come >Mauro ha fatto con le sue modelle, le quali sono certo preferirebbero molta meno risoluzione sulla pelle di quanta invece serva ai tuoi scopi.

 

Eccezionale: non avevo dubbi (come anche Roby...)!!!

 Ti sei meritato  un grandissimo " Bravo " ma bravo veramente, quello che voglio sperare che il tuo dipartimento sta macchinetta assieme al 105

 

micro te li acquisti, se non lo fanno.. beh.. è una perdita.. ma per loro..

 

Oltretutto ci stai con questo tuo bel lavoro.. tritando i maroni, come si suol dire.. nel senso che ora  " bisogna riuscire a trovarsi la SD 4.. "

 

ormai è imperativo, guardando i tuoi file, ci rendiamo conto di quanto perdiamo come resa e qualità globale, con le nostre povere macchinette..

 

grazie Silvio ed anche chiaramente Mtrading

 

Ottimo, 10 e lode..

Foto
danighost
ott 09 2016 00:45

Ecco ora ho ancora più dubbi :( ... nonostante ho più risposte :D

Foto
Mauro Maratta
ott 09 2016 04:46

Come già annunciato, adesso é possibile caricare jpg al 100% in galleria per incorporare le immagini nei test (vedi mie prove della sd Quattro e del 105/1.4).

http://www.nikonland...imiti-gallerie/

Foto
danighost
ott 09 2016 11:07

Come mai vedo un diverso wb tra le due macchine, nelle foto a confronto con la Nikon? 

Foto
Silvio Renesto
ott 09 2016 13:31

Credo ne abbia parlato Mauro nel meeting: il nuovo Foveon non ha lo stesso numero di pixel nei diversi strati, invece  ha molti più pixel nello strato blu rispetto a quelli degli strati i verde e rosso, così i raw se non vengono corretti, risultano freddi. Se ho detto male, Mauro potrà essere più preciso ed esauriente. 

Comunque entrambe le immagini sono "false", il nikon è troppo carico rispetto all'originale. Ma l'interesse era per la nitidezza, così non ho corretto.

Foto
danighost
ott 09 2016 14:21

Credo ne abbia parlato Mauro nel meeting: il nuovo Foveon non ha lo stesso numero di pixel nei diversi strati, invece  ha molti più pixel nello strato blu rispetto a quelli degli strati i verde e rosso, così i raw se non vengono corretti, risultano freddi. Se ho detto male, Mauro potrà essere più preciso ed esauriente. 

Comunque entrambe le immagini sono "false", il nikon è troppo carico rispetto all'originale. Ma l'interesse era per la nitidezza, così non ho corretto.

 

Perfetto grazie :) ... 

Foto
Mauro Maratta
ott 09 2016 14:42

In realtà, come dice Silvio, entrambi i bilanciamenti del bianco sono falsi. Le due macchine reagiscono diversamente.

Solo che noi siamo abituati alla risposta delle Nikon e qualche volta le altre ci lasciano un pò spiazzati.

 

In generale le Sigma non sono sofisticatissime in questo senso. Meglio fare prima uno scatto al classico Color Checker per avere un riferimento :)

Foto
Paolo Mudu
ott 09 2016 23:21

Ottimo ed impressionante lavoro!

Il Foveon si può considerare approvato dall'Associazione Paleontologi Italiani?

:banana:

Grazie Silvio

sei riuscito ancora una volta ad emozionarmi

 

complimenti

Le immagini sono belle anche solo fotograficamente parlando!

 

E le spiegazioni a corredo le arricchiscono contribuendo a renderle leggibili anche a chi, come me, non è un "addetto ai lavori". Continua a proporne altre!

 

Mi permetto di dire che con un obbiettivo macro le foto e soprattutto i crop sarebbero assai più definiti ed interessanti: come dire che sotto una Ferrari non puoi montare delle gomme ricoperte... :P

 

Ma mi rendo conto che ottenere il budget necessario all'acquisto di un'attrezzatura non deve essere una cosa facile facile.

Foto
Marco Pagani
ott 10 2016 11:15

Ciao Silvio,

articolo interessantissimo sotto tutti i punti di vista! 

Per qualche strana ragione ho guardato prima la versione in inglese, dove c'è qualche refuso con le immagini, specie l'ultima pagina, ma credo anche prima.

Ciao

Marco

Foto
Mauro Maratta
ott 10 2016 11:21
[...]

 

Ma mi rendo conto che ottenere il budget necessario all'acquisto di un'attrezzatura non deve essere una cosa facile facile.

 

Nel caso in ispecie dipende solo dal fatto che la sd Quattro che ci è stata fornita in visione da Mtrading, aveva in dotazione soltanto il 50mm mentre il 105/2.8 OS non è disponibile, salvo su ordinazione (al momento). :)

 

Peraltro il 105/2.8 OS costa meno al momento del Sigma Art 50/1.4 che è e resta un obiettivo di fascia superiore. ;)

Foto
Silvio Renesto
ott 10 2016 12:56

Ciao Silvio,

articolo interessantissimo sotto tutti i punti di vista! 

Per qualche strana ragione ho guardato prima la versione in inglese, dove c'è qualche refuso con le immagini, specie l'ultima pagina, ma credo anche prima.

Ciao

Marco

 

Ciao Marco, quanto tempo!

Un piacere ritrovarti..

Dovrei aver corretto l'ultima pagina, non ho trovato errori nella prima, se mi sono sfuggiti, segnalatemeli, grazie!!!.

Foto
Marco Pagani
ott 10 2016 13:02

:-) in fondo a pagina tre manca l'immagine col disegno... 

ancora complimenti per questo articolo! Marco

Foto
Silvio Renesto
ott 10 2016 13:06

Le immagini sono belle anche solo fotograficamente parlando!

 

E le spiegazioni a corredo le arricchiscono contribuendo a renderle leggibili anche a chi, come me, non è un "addetto ai lavori". Continua a proporne altre!

 

...

 

Ma mi rendo conto che ottenere il budget necessario all'acquisto di un'attrezzatura non deve essere una cosa facile facile.

 

Volentieri :)

 

I finanziamenti più che altro sono pochi e con quelli devi farci tutt... il problema aggiunto è che le vie per acquistare sono molto farraginose.

 

Tornando alle immagini sto meditando di fare delle paleo-interpretazioni,... appena ho tempo.


:-) in fondo a pagina tre manca l'immagine col disegno... 

 

Corretto, grazie!

Foto
Adriano Max
ott 10 2016 13:38

Incredibile quanta informazione in più venga fornita da questa Sigma... limpida ed apprezzabilissima la tua semplicità espositiva, una semplicità difficile: rende chiaro ciò che un occhio non allenato non vedrebbe MAI !

Bravo Silvio, e grazie !

Adriano.

:)

Foto
Mauro Maratta
ott 17 2016 07:27

La redazione di Nikonland segnala con orgoglio che questo articolo, nella sua versione in inglese (qui) é stato messo in evidenza sul suo profilo Twitter dal Presidente e CEO di Sigma, Kazuto Yamaki

 

Immagine Allegata: post-1-0-81373800-1476174681.jpg

 

un segno di dove possono arrivare i nostri test ;)

:ibf_thumbup:

Foto
danighost
ott 17 2016 09:10

ottimo modo per festeggiare il decennale :)

Foto
Giannantonio
ott 17 2016 10:45

:)

Foto
Gabriele Castelli
ott 17 2016 12:49
Ragazzi che spettacolo.
C'è davvero di che andare orgogliosi :)

Complimenti Silvio!
Foto
Gianni_54
ott 17 2016 16:36

Lo scrivevo ieri, che i prossimi dieci anni saranno ancora migliori. Tali risultati non gli hanno ottenuti neppure le varie riviste patinate (fra l'altro "REFLEX" ha cessato le pubblicazioni con il mese di settembre) o i vari siti esclusivamente strumentali.

 

Congratulazioni, in particolare all'estensore dell'articolo.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi