Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Sigma SD Quattro e 150 Macro, una coppia "particolare".

Sigma Sd Quattro 150mm macrofotografia Foveon

Ho accettato con vero piacere  di riprovare la Sigma SD Quattro, questa volta accoppiata ad un vero obiettivo macro, il Sigma 150mm f2.8 Macro OS. Grazie all'elevato rapporto di riproduzione ho potuto provare inquadrature strette, diverse, che trasformassero la rappresentazione del reale in un ... astratto naturale. 
 

In questa nuova esperienza con  la Sigma SD Quattro,  accoppiata ad un vero obiettivo macro, il Sigma 150 OS, ho potuto sperimentare. Il 150mm mi ha permesso  non solo le classiche foto "scientifiche" o semplicemente illustrative, di cercare inquadrature strette, originali, che trasformassero la rappresentazione del reale in immagine creativa, al limite dell'astratto.  
 
Prima le impressioni d'uso
 
 

Immagine Allegata: kit.jpg

 

 

 
 
Va chiarito che l'obiettivo può essere usato solo in modalità di messa a fuoco manuale. In autofocus si rifiuta di agganciare, indipendentemente dalle condizioni di luce o di contrasto del soggetto. 
Messa a fuoco manuale quindi, meglio controllando l'inquadratura sul display ingrandito per quattro e con focus peaking. Devo dire che il focus peaking della Sigma Sd Quattro con il display su 4x è poco visibile,bisogna fare molta attenzione. Con l'ingrandimento a 1x si vede meglio ma è anche meno preciso. Questi i limiti operativi.
 
Però con un vero macro si fanno ... vere macro!
 
A proposito: cliccate sulle immagini, ne vale la pena!
 
 

Immagine Allegata: triloscale.jpg

 

quanto è piccola la cosina nera?

 

 

Con il 150 arriviamo a questo ingrandimento:
 

Immagine Allegata: trilo.jpg

 

Nessun crop (stacking di sette/otto foto per avere tutto a fuoco)

 
 
Ho fatto due sessioni di scatto in due musei differenti e con scopi diversi, uno più documentativo, l'altro più interpretativo, non oso dire artistico.
 
Nella prima  pur usando l'autoscatto, ho avuto dei micromossi e fuori fuoco, colpa della mia scarsa gestione della luce
Comunque qualcosa di interessante l'ho ottenuto. E, grazie all'elevato rapporto di riproduzione ho potuto fare foto di dettagli minuti senza dover "croppare" per mostrarli.
 
Questa è una punta di freccia opera di nativi americani, vecchia di diecimila anni, viene dalla Florida. Emozionante.
 
 

Immagine Allegata: arrowpoint.jpg

 

 

E' stata ricavata scheggiando una selce a coralli, mi sono avvicinato ed ho ripreso un particolare:
 
 

Immagine Allegata: corallini.jpg

 

Si vedono molto bene i coralli

 

Solito tentativo in luce UV:
 
 
 

Immagine Allegata: anguilla.jpg

 

questa Anguilla lunga 30cm e vecchia 100 milioni di anni

 

Immagine Allegata: canocchiavis.jpg

 

Si è mangiata una Canocchia (c'erano già ed erano buone come oggi)

 

 

Immagine Allegata: canocchiauv.jpg

 

In luce UV

 

 

In ultravioletto si vede molto bene, tra l'altro si nota la differenza di costituzione fra la corazza della canocchia e le ossa dell'anguilla. La resa di questa fotocamera in UV ha lasciato sbalordito anche il mio collega che assisteva.
 
 




Test: Yes



29 Comments

Foto
happygiraffe
ott 28 2016 20:21

Complimenti Silvio! Le foto sono spettacolari!!

Foto
Giannantonio
ott 28 2016 21:28
Molto belle,complimenti! Questa SD quattro ė pazzesca in questo campo.
Foto
danighost
ott 28 2016 22:52

Complimenti, speravo invece che l'autofocus funzionasse :( ...

Bene.. siamo ormai sul tardi, mezzanotte e passa da un pezzo, riaccendo il pc e finalmente vedo tutto alla grande.. ma alla grande davvero.. per fortuna che Mauro ti ha prestato il suo parco luci.. che senza quello..

 

Lavoro veramente eccellente..

 

Mi ripeto, bravi tutti.. ma a Sigma un plauso particolare..

Foto
Mauro Maratta
ott 29 2016 10:37

Immagine Allegata: SDIM0060.jpg
Sigma sd Quattro con Sigma 150/2.8 OS, F13, ISO 100, flash Fomex da 600 W/s
 
Confermo anche io la quasi impossibilità di ottenere una messa a fuoco automatica in un tempo ragionevole con il Sigma 150/2.8 OS e la Sigma sd Quattro

 

Segnalo con l'occasione tutti gli articoli che abbiamo dedicato alla Sigma sd Quattro :
 
      27/09/2016 - Sigma sd Quattro : l'altro modo di bere scuro (test/prova) - letture (6304) - autore : Mauro Maratta
      28/10/2016 - Sigma SD Quattro e 150 Macro, una coppia "particolare". - letture (206) - autore : Silvio Renesto
      08/10/2016 - Sigma SD quattro, la forza del particolare (test/prova). - letture (1124) - autore : Silvio Renesto

Foto
Gabriele Castelli
ott 29 2016 17:29

Foto spettacolari, mi sono messo la foto dell'ammonite come sfondo del desktop. Spero non ti dispiaccia :)

 

Pensare poi che siano quel che resta di esseri viventi così antichi mette i brividi.

Foto
danighost
ott 29 2016 18:46

Silvio, come hai lavorato per queste foto? in M? E' come quando usi le Fujifilm, ti dà l'esposizione in tempo reale?

Foto
Silvio Renesto
ott 29 2016 19:33

Ho lavorato in A nella prima sessione tranne nella foto UV dove  sono passato ad M, nella sessione con Mauro ancora in M, ma chiudendo il diaframma ad esempio non mi si scuriva l'immagine come con le fujifilm quando attivi il preview dell'esposizione finale, però sinceramente non so se sia presente come opzione da selezionare oppure no.

Foto
danighost
ott 30 2016 08:18

Grazie :)

Foto
Mauro Maratta
ott 30 2016 10:38

Ho lavorato in A nella prima sessione tranne nella foto UV dove  sono passato ad M, nella sessione con Mauro ancora in M, ma chiudendo il diaframma ad esempio non mi si scuriva l'immagine come con le fujifilm quando attivi il preview dell'esposizione finale, però sinceramente non so se sia presente come opzione da selezionare oppure no.

 

 

Si, c'è l'anteprima dell'esposizione. Io però la disattivo per lavorare in Manuale con il flash, non ha senso.

 

 

Si, c'è l'anteprima dell'esposizione. Io però la disattivo per lavorare in Manuale con il flash, non ha senso.

 

Giusto ricordarlo. 

L'anteprima dell'esposizione é una delle novitá fondamentali degli EVF, ma ovviamente se non si lavora in luce ambiente fa solo danno. 

a_

Foto
Leonardo Visentýn
ott 30 2016 15:48
Diciamo che il più delle volte non vedi niente...

Da profano della paleontolgia posso solo esprimermi sulle foto: veramente belle per dettagli e colori!

 

Ma apprezzo molto le spiegazioni a corredo, che danno la misura dell'unicità dei soggetti fotografati e aiutano a capire cosa si sta guardando.

per fotografie come queste, che in pratica sono uno still life, non mi interessa minimamente se si lavora in SF o meno, qui.. non è una questione di tempo.. ma di pazienza.. e il risultato finale regala attimi di felicità..

Foto
Marco Pagani
ott 31 2016 14:34

Ero qui che aspettavo questo articolo!

Mentre facevate questi scatti al museo di Malnate letteralmente friggevo dalla voglia di venire a ficcare il naso nel vostro stanzino, ma ero totalmente rapito insieme a mia moglie dal curatore, dai suoi racconti e dalle sue spiegazioni... E' stata molto più di una semplice visita, credo grazie all'intercessione di Silvio :-)

Visita consigliatissima a tutti! In ogni caso è stata una bella occasione per rivedere anche Gianni, e per incontrare Mauro.

Gli scatti dei dettagli qui sopra mi piacciono molto, mi sembra una bella idea comunque accompagnarli con una vista di insieme del soggetto e con qualche spiegazione, visto che sono oggetti che hanno molto da raccontare. Vale senz'altro la pena di continuare.

Ciao e grazie!

Marco

Foto
Silvio Renesto
ott 31 2016 20:15

Grazie a tutti voi, 

  onestamente  devo ringraziare soprattutto Mauro non solo per avermi dato la possibilità di fare questi test,  che sono stati una rivelazione e un gran divertimento ma  per l'aiuto con le luci, in realtà queste foto sono fatte a quattro mani ;) .

Non avevo idea della resa di questo sensore.  Adesso è difficile vedere altre macro con gli stessi occhi. 

Peccato per gli "shortcomings" connessi alla tecnologia che ne restringono l'utilizzo. 

Se avrò occasione di  fotografare altri soggetti informativi e appealing, molto volentieri proseguirò (mmmm... con quale macchina? )

Foto
Leonardo Visentýn
ott 31 2016 20:43
Ti fai comprare questa :)
Foto
Max Aquila
ott 31 2016 21:30

Grazie a tutti voi, 

...

proseguirò (mmmm... con quale macchina? )

aspe'... ora ci gioco io...!

 

In attesa della DP 4H

Foto
Silvio Renesto
nov 01 2016 09:08

Più seriamente mi chiedevo se esistesse un altra macchina che garantisca una  resa simile in quelle condizioni, ma con una versatilità d'uso maggiore in altre, e senza dover spendere cifre folli.  Mauro suggerisce la Nikon D810. 

 

 

 

 

Comunque...  sono curioso anch'io sulla SD Quattro H

Foto
Mauro Maratta
nov 01 2016 09:19

La Sigma sd Quattro H avrà una resa del tutto identica, stesse caratteristiche generali - pregi e difetti - offrirà di diverso solamente :

 

- 5 megapixel in più (equivalenti secondo i calcoli Sigma ad un 50 megapixel con matrice di Bayer)

- i grandangolari saranno più grandangolari e i tele meno tele

 

probabilmente però scalderà un pelo di più e sarà un pelo più lenta.

bello... mi piace l'unità di misura del " pelo..  "  intriga.. 

Foto
Mauro Maratta
nov 01 2016 13:34

bello... mi piace l'unità di misura del " pelo..  "  intriga.. 

 

 

facile che avrà anche ... un pelo meno di autonomia :marameo:

Foto
Silvio Renesto
nov 03 2016 22:48

La Sigma sd Quattro H avrà una resa del tutto identica, stesse caratteristiche generali - pregi e difetti - offrirà di diverso solamente :

 

- 5 megapixel in più (equivalenti secondo i calcoli Sigma ad un 50 megapixel con matrice di Bayer)

- i grandangolari saranno più grandangolari e i tele meno tele

 

probabilmente però scalderà un pelo di più e sarà un pelo più lenta.

 

Si potrà salire un pelo di più con gli ISO?

Foto
Mauro Maratta
nov 04 2016 05:52
No ma potrebbe esserci meno rumore a 100 ISO.

Queste macchine vanno usate a sensibilità base, non hanno amplificazione interna, la variazione di sensibilità é digitale.
probabilmente però scalderà un pelo di più e sarà un pelo più lenta.

 

 

Pensi che potrebbe essere un problema nelle foto di paesaggio con tempi lunghi? Ad esempio 90 secondi?

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi