Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Sigma dp3 Merrill : l'amica dei fiori (test/prova)


Terzo appuntamento con la serie Sigma dp, in questo caso una Merrill con il classico sensore Foveon a colori RGB, senza interpolazioni, senza estrapolazioni, senza demosaicizzazioni, senza filtri, puro technicolor !

Avete presente una scatola di sardine sotto'olio di quelle grosse ?
 
Ecco ! Immaginatela di plastica con i bordi stondati ma bella spessa, mi raccomando.
 
Immagine Allegata: ROX_4258.jpg
 
Aggiungete davanti un barattolino (sempre in plastica) di fagioli di quelli piccoli, metà porzione.
Una rotella sopra e qualche tastino.
Dietro un display LCD a bassa risoluzione.
Dentro una batteria a mezza carica, 720 mAh e un processore che non avrebbe fatto andare nemmeno i primi cellulari GSM 15 anni fa ...
 
Immagine Allegata: ROX_4259.jpg
 
Il raffronto con la nuova Sigma dp0 Quattro sembra quello di certe ragazze dei licei americani, tipo quella paffutella con i calzettoni vicino a quella veramente sexy e in tiro !
 
Immagine Allegata: ROX_4252.jpg
 
Immagine Allegata: ROX_4254.jpg
 
Le Sigma Merrill sono le compatte Sigma della precedente generazione, quella di mezzo.
Il nome Merrill è in onore di Richard Merrill, l'inventore del sensore Foveon, morto nel 2008.
 
Le macchine come da tradizione si differenziano per l'ottica mentre per il resto sono tutte identiche tra loro.
 
Hanno prestazioni da bradipo della foresta. Comandi primordiali ma semplici. Una autonomia che si potrebbe misurare ancora in rullini (3 al massimo !).
Mai visto un'altra fotocamera il cui indicatore della carica della batteria comincia a ridursi già dal primo scatto ... :(
 
Eppure, hanno qualche cosa di unico nel loro cuore. Le Sigma con il Foveon sono le uniche macchine digitali fuori dal coro.
Come l'altro modo di bere scuro nei confronti della Coca Cola. Avete capito ?
Rimando ai precedenti articoli sulle due Sigma dp Quattro passate per questi schermi (Sigma dp2 Quattro : figlia della luce Sigma dp0 Quattro : prime impressioni) per altri dettagli tecnici.
 
Sappiate solo che il sensore di queste Merrill è quello classico Foveon composto da tre strati a colori tutti uguali, per circa 5x3 megapixel, equivalenti ad una matrice di 16-25 megapixel se proprio vogliamo fare il paragone con una Bayer.
 
Ma ho parlato troppo, per una volta preferisco dare fiato alle immagini e basta.
 
Le foto che seguono alle pagine seguenti sono state sviluppate per lo più con profilo naturale tramite il software proprietario di Sigma.
Una sistematina con Camera Raw ed eccole qua :)
 




Test: Yes



64 Comments

Foto
Paolo Mudu
ago 04 2015 21:47

Ehmm, mi sono sentito chiamato in causa, comunque non ho tutta la serie...ancora! 

Foto
Mauro Maratta
ago 04 2015 21:49

Ma attendiamo comunque il tuo test della dp1 perchè io non sono interessato a quel particolare modello ;)

la nitidezza, nel bene e nel male di questa scatola di plastica, come è stata da te definita.. è da far venire la pelle d'oca.. ma veramente, già si nota nelle miniature.. ma se poi le apri..

la voglia di buttar via tutto viene.. bradipo si, bradipo no..

e poi.. se avrò la fortuna ( di poterti vedere quando sarai in pensione.. non credo ma.. crediamoci.. ) sono convinto che Sigma o chi per essa, avrà potuto tirar fuori meraviglie da quel sensore..

e se poi.. sempre con un velo di sogno.. la marca XYZ.. avrà sviluppato per bene un sensore simile, almeno sotto il profilo concettuale.. altro che Hubble si potranno avere tra le mani..

Comunque è un'oggetto che da veramente da meditare..
Foto
Dario Fava
ago 04 2015 23:15
Io sarei curioso di vedere il confronto tra una tabella colori contro la d810 cruda e profilata, così per vedere se effettivamente è così realistica o se pompa e basta. La macchina non mi interessa minimamente l'incarnato delle modelle è troppo saturo per i miei gusti, i fiori ho smesso di fotografarli da un po' e quella lentezza e spartana elettronica mi ricorda tanto i tempi della Fuji s3 che ancora ho per ricordo.. Gran sensore, per l'epoca ma a che prezzo. (Non in soldi ma in termini di operatività)
Foto
Mauro Maratta
ago 05 2015 07:25

Io sarei curioso di vedere il confronto tra una tabella colori contro la d810 cruda e profilata, così per vedere se effettivamente è così realistica o se pompa e basta. [...]

 

Perchè no, Dario, alla prima occasione.

 

Tieni comunque nel debito conto che la mia dp3 è una compatta con ottica fissa, che ho pagato meno della Nikon J5 ;) e del Nikon 60/2.8G che userò nel confronto ;)

Foto
Dario Fava
ago 05 2015 07:31

 

Perchè no, Dario, alla prima occasione.

 

Tieni comunque nel debito conto che la mia dp3 è una compatta con ottica fissa, che ho pagato meno della Nikon J5 ;) e del Nikon 60/2.8G che userò nel confronto ;)

No ma a me interessa sapere solo se i colori sono realistici o se vengono pompati dal sistema, sensore-software.

La D810 è al momento la macchina con il sensore più performante a bassi iso e non voglio certo confrontare la qualità.

 

Quando faccio ritratti ad esempio il profilo di ACR della mia 800 e 750 non viene modificato con quello realistico del color checker perché mi piace di più l'incarnato che le nikon mi danno. Diversamente quando ambiento molto oppure faccio riproduzioni di dipinti il profilo colore è fondamentale perché la D800 cede sui rossi e gli arancioni.

Foto
Mauro Maratta
ago 05 2015 07:34

Ok, io però guardo quelle foto di Saba e mi innamoro di every little thing she has ;)

Foto
Dario Fava
ago 05 2015 07:36

Eh grazie, lo vedo anch'io ma questo funziona solo con Saba :D :D :D

Foto
Dario Fava
ago 05 2015 07:45

A dimostrazione di quanto scritto sopra, la stessa foto con profilo Adobe Standard e Color Checker profiled

 

è un particolare di una stanza di una locanda delle mie parti ...tra l'altro ottima location per foto a tema.. ciò che vede l'occhio entrando è esattamente come nella seconda foto mentre la prima è mortificante ma siamo in un caso estremo, sui toni dell'incarnato nikon è imbattibile a mio parere.

 

Immagine Allegata: DSC_3956AS.jpg

Immagine Allegata: DSC_3956cc.jpg

 

Scusate la macchina è la D750 l'ottica il sigma art 24

Foto
Mauro Maratta
ago 05 2015 07:46

Non lo so, gli americani la pensano al contrario : sui toni dell'incarnato Canon pensano che sia imbattibile mentre quelli Nikon sono itterici ;)

Foto
Dario Fava
ago 05 2015 07:53

Non lo so, gli americani la pensano al contrario : sui toni dell'incarnato Canon pensano che sia imbattibile mentre quelli Nikon sono itterici  ;)

De gustibus, quel rosso mattone che pervade tutto l'incarnato e che entra a mortificare anche i verdi del fogliame a me fa ca.. poi ognuno la pensa come crede.

Foto
Mauro Maratta
ago 05 2015 16:52

Stesse circostanze

 

Immagine Allegata: _D8X5318.jpg

Nikon D810, Sigma 85/1.4 ad F2, 200 ISO, WB come scattato, sviluppo in LR profilo Adobe Standard, ombre aperte, bianchi alzati, luci abbassate

 

Immagine Allegata: DP3M0229_rec.jpg

Sigma dp3 Merril, profilo Standard, tutto automatico

 

;)

Stesse circostanze

 

attachicon.gif_D8X5318.jpg

Nikon D810, Sigma 85/1.4 ad F2, 200 ISO, WB come scattato, sviluppo in LR profilo Adobe Standard, ombre aperte, bianchi alzati, luci abbassate

 

attachicon.gifDP3M0229_rec.jpg

Sigma dp3 Merril, profilo Standard, tutto automatico

 

;)

Metti per favore un dettaglio al 100% della Sigma ed uno allo stesso ingrandimento per la Nikon?

 

Continuo a pensare che alla Sigma il software lo abbia sviluppato qualcuno che prima lo sviluppava per la camera dell'iPhone. ;)

a_

Foto
Mauro Maratta
ago 05 2015 18:55

Preferisco rimandare ad altre situazioni più controllate.

Peraltro qui parliamo di F4 equivalenti contro F2 ;)

Preferisco rimandare ad altre situazioni più controllate.

Peraltro qui parliamo di F4 equivalenti contro F2 ;)

Meglio. :) 

a_

Foto
Paolo Mudu
ago 05 2015 22:58

Può interessare una comparazione tra la Merrill e la Quattro?

Foto
Mauro Maratta
ago 06 2015 07:17

Può interessare una comparazione tra la Merrill e la Quattro?

 

Temo che interesserebbe solo noi due. Ma ammetto di essere curioso, pur pensando che in termini di immagine le differenze siano just nuances

Foto
Dario Fava
ago 06 2015 07:25

Come mai la 810 esce con una saturazione così carica in adobe standard?

Questa è la stessa situazione con la 750 che contro la mia 800 viene sviluppata con colori e contrasto più decisi, sono certo che sulla mia 800 sarebbe stata più soft.

Immagine Allegata: DSC_3336.jpg

Foto
Mauro Maratta
ago 06 2015 07:28

Due parole sulle due foto mostrate più sopra.

 

Personalmente non ho alcuna velleità di pixel-peeping al 100% o al 400%, lascio ai misurori certi piaceri.

Mi soffermo invece, e molto, sull'aspetto estetico.

 

Pur con due immagini non sovrapponibili (un 85 mm ad F2 e 200 ISO nella prima, circa 2 ore prima nella mattinata, un 75mm eqv. ad F4, 100 ISO la seconda, verso l'una) la differente resa dei due setup (con il primo che costa circa dieci volte il secondo ;)) è evidente ad occhio.

 

La prima immagine sembra stampata su carta lucida tanto la superficie della ragazza brilla, non solo gli occhi.

Nella seconda invece è come se avessimo scelto una carta matte.

 

I toni poi, nel wb automatico per entrambe le macchine, danno all'ocra nella foto Nikon, al terra d'ombra (non terra di Siena) nella Sigma.

 

Attenzione non sto usando i nomi artistici dei colori a casaccio. Perchè è qui che stanno le differenze.

 

E nel microcontrasto. Ineffabile nella Sigma, al di là della nitidezza assoluta, che si può facilmente smorzare mettendo in negativo la definizione e la risoluzione nel pur primitivo software in dotazione, per poi dare uno sharpening a piacere, localizzato o globale, via LR o Photoshop.

 

Proverò più avanti e mi confronterò con chi è interessato.

 

Ma volevo insistere sull'altro modo di bere scuro che rappresentano, uniche nel panorama digitale, queste Sigma-Foveon.

 

Nessuno, ad esempio, ha notato la resa dei petali dei fiori bianchi nelle immagini dell'articolo ? Sembrano origami.

Non dubito che dopo un pò di manipolazioni in sviluppo e PP ci si possa arrivare anche con la Nikon, ma la Sigma mi da quel risultato just-out-of-the-box.

Una cosa apprezzabile per un certo tipo di immagini.

 

Che non è, io credo, la riproduzione fedele e calibrata dei colori e la produzione di cataloghi.

 

Ché Leonardo aveva in mente i colori reali ISO-UNI mentre ritraeva Belle Ferronnière ? :)

Foto
Mauro Maratta
ago 06 2015 07:29

Come mai la 810 esce con una saturazione così carica in adobe standard?

Questa è la stessa situazione con la 750 che contro la mia 800 viene sviluppata con colori e contrasto più decisi, sono certo che sulla mia 800 sarebbe stata più soft.

attachicon.gifDSC_3336.jpg

 

E si vede che la D750 è meglio della D810 e il Sigma 85/1.4 HSM progettato da chi fa le Sigma dp ;)

 

Però nella tua foto non c'è dettaglio da nessuna parte ... se è quello lo scopo, con la Nikon J5 verrebbe ancora più soft  :)

Due parole sulle due foto mostrate più sopra.

 

Personalmente non ho alcuna velleità di pixel-peeping al 100% o al 400%, lascio ai misurori certi piaceri.

...

E nel microcontrasto. Ineffabile nella Sigma, al di là della nitidezza assoluta, che si può facilmente smorzando mettendo in negativo la definizione e la risoluzione nel pur primitivo software in dotazione, per poi dare uno sharpening a piacere, localizzato o globale, via LR o Photoshop.

...

Nessuno, ad esempio, ha notato la resa dei petali dei fiori bianchi nelle immagini dell'articolo ? Sembrano origami.

Non dubito che dopo un pò di manipolazioni in sviluppo e PP ci si possa arrivare anche con la Nikon, ma la Sigma mi da quel risultato just-out-of-the-box.

Una cosa apprezzabile per un certo tipo di immagini.

...

La mia richiesta di un dettaglio comparabile non era per pixel peeping, cosa che anche a me non piace fare. 

 

É dettata dal tentativo di capire quanto nelle foto della Sigma é software e quanto é sensore

Io continuo ad avere l'impressione che la prima ipotesi sia la piú probabile.

 

Voi vi siete innamorati di questa resa, ma io continuo a non trovarci niente di speciale. Al contrario, ci vedo qualcosa che assomiglia troppo ad una maschera USM eccessiva ed applicata un po' a casaccio.

Insomma, piú artefatti di quanto una normale matrice di Bayer fa, in un sensore che in teoria non dovrebbe averne. 

a_

Foto
Mauro Maratta
ago 06 2015 08:01

Faremo una comparativa in cui dimostrerò, se possibile, che al netto dello sharpening, le differenze stanno altrove ... ovvero in come i colori vengono riflessi dalle forme fotografate, specie se colorati di tinte piane ;)

 

Ma attenzione, io non sono affatto innamorato di questa scatola di sardine e delle foto che fa. Solo sottolineo come le pietanze che serve, abbiano un sapore molto, molto diverso da quanto Mr. Bayer ci abbia abituato. :)

Foto
Dario Fava
ago 06 2015 09:10

 

E si vede che la D750 è meglio della D810 e il Sigma 85/1.4 HSM progettato da chi fa le Sigma dp ;)

 

Però nella tua foto non c'è dettaglio da nessuna parte ... se è quello lo scopo, con la Nikon J5 verrebbe ancora più soft  :)

Per soft intendo nei colori, il dettaglio è quello che offre un'ottica come il 135 a TA messo su una macchina con filtro AA, a mio avviso a parte l'apertura eccessiva (a 4 sarebbe stato meglio), la combinazione ideale per il ritratto, la macchina con AA resta ancora la mia preferita, ad apporre maschere di contrasto c'è sempre tempo, continuo a non capire lo scopo di ottenere foto ultra dettagliate sulla pelle che ti costringe a fare un lavoro di pulizia pesante meticoloso (se si vuole mantenere l'ultradettaglio) oppure come si faceva una volta con le hasselblad e zeiss nitidissimi (milioni di attrezzatura) per poi metterci davanti un filtro flou per rendere tutto più morbido :D

 

Immagine Allegata: DSC_3336crop.jpg

Foto
Mauro Maratta
ago 06 2015 09:17

Ma se voglio avere l'ultradettaglio, ho lo strumento.

 

Sapendo di poter passare a D810 e 300/4E se voglio l'opposto, solo gli occhi a fuoco e tutto il resto sfumato.

 

E' ovvio che non ci penso neppure a post-produrre la pelle o altro con la dp3. E' per lo scopo opposto che l'ho comprata e la userò, realismo assoluto, se il soggetto se lo può permettere ;)

 

Anche per i colori "soft" (sbiaditi o pastello ? Due concetti lontani) ci si arriva.

Ma qui posso avere colori intensi senza un briciolo di LR ;)

Foto
Dario Fava
ago 06 2015 09:50

Il problema è che io sono sempre stato votato al ritratto, esistono anche i ritratti molto definiti e nitidi (dragan e tanti altri) "drammatici" si possono ottenere anche con una macchina con filtro AA lavorandoci su ma alla lunga mi stancano, è sempre lì la questione, quanto lavorare sul file per ottenere il risultato cercato... ho sempre preferito ottiche con nitidezza certo ma con un microcontrasto votato a rendere transizioni tonali morbide della pelle, ci vorrebbe solo un'ottica progettata per il digitale che abbia le caratteristiche del tuo zeiss ma con autofocus... prima o poi sigma la proporrà e sarà meravigliosa come tutti gli art.

Il nikkor è vecchiotto...

 

la stessa combinazione ottica-macchina ma ad f8 in studio, la nitidezza c'è si contano i capelli uno ad uno, quel che cambia è il microcontrasto sulla pelle come piace a me, tolti quei tre brufoletti e lavorata un pelo la luce in 5' ho la foto pronta.

 

Immagine Allegata: DSC_3215.jpg

 

Non sto dicendo che la Merril sia una ciofeca, ma credo che sia solo un lavoro di software, come lo era in fuji col super CCD che solo il software proprietario riusciva a gestire i dati raw (enormi per quel tempo) di quel sensore, con risultati identici al jpeg on camera.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi