Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Olympus OM-D E-M10 - prime impressioni e test d'uso


Galeotta fu l'occasione - l'Olympus Day organizzato da Newoldcamera - e la curiosità.
 
Unita ad un momento di critica particolare nei confronti di Nikon e alle molte aspettative deluse con la nuova Nikon 1 V3.
 
Morale, sono passato sopra al mio preconcetto del quattro terzi è un numero irrazionale ... e mi sono ritrovato nel sacchetto una Olympus OM-D E-M10 fiammante a prezzo da Olympus Day, insieme ad un economico ma per nulla economico Zuiko 45/1.8.
 
Una premessa ... 31 anni fa, il mio primo acquisto della mia prima reflex, la scelta presentatami dal negoziante di Varese fu tra la Olympus OM-2 con lo Zuiko 50/1.4 e la Nikon FE-2 con il Nikkor 50/1.4 AIs. All'epoca la spuntò Nikon. Oggi non c'era proprio competizione :)
 
Immagine Allegata: _D8E6809.jpg
trio di piccole, da sinistra la Nikon V1, in mezzo la Olympus OM-D E-M10, a destra la Fujifilm X-E1
 




Test: Yes



103 Comments

Foto
Silvio Renesto
mar 30 2014 15:21

Interessante tutto l'articolo, informativo e piacevole. 

Dalle foto sembra proprio piccolina!

Ma la cosa che mi ha colpito di più è quando hai scritto che la messa a fuoco è paragonabile a quella di una D200/D2x; è davvero un ottimo risultato per una mirrorless non V1.

Usabile anche su cose/creature che si muovono abbastanza veloci, se ci fossero gli obiettivi adatti... mi pare di aver letto che con gli obiettvi 4/3 (non m4/3) rallenta un po' l'autofocus.

Foto
Max Aquila
mar 30 2014 16:29
insomma
paese che vai, magagne che trovi?

Probabilmente piu' ci si allontana dal formato pieno, piu' e' faciel trovare approdo e conforto.
Salvo poi rendersi conto che il fattore nX e' la discriminante che allontana dalla piena soddisfazione.

Lo noto usando la X-E1 che nonostante sia solo 1,5X mi sembra piu' drammaticamente lontana dall'utilizzo di ottiche corte rispetto le ONE , teoricamente peggio penalizzate.
Ma servite da poche opportunita' ma definite.

Sara' quindi solo la disponibilita' di ottiche a condizionare?
Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 16:56

Interessante tutto l'articolo, informativo e piacevole. 

Dalle foto sembra proprio piccolina!

Ma la cosa che mi ha colpito di più è quando hai scritto che la messa a fuoco è paragonabile a quella di una D200/D2x; è davvero un ottimo risultato per una mirrorless non V1.

Usabile anche su cose/creature che si muovono abbastanza veloci, se ci fossero gli obiettivi adatti... mi pare di aver letto che con gli obiettvi 4/3 (non m4/3) rallenta un po' l'autofocus.

 

 

Non ti so e non ti saprò mai rispondere.

 

Ma ti ammonisco : sono macchine molto piccoline, assolutamente impensabile usarle con obiettivi più lunghi di 4 o 5 dita :)

 

Trovano a mio parere la loro ragione d'essere abbinate a fissi luminosi. A quel punto le prestazioni di immagine pura superano quelle di una D300 e si posizionano ad una incollatura da quelle di una D7000, nonostante il divario dimensionale del sensore.

 

Ammetto invece di non aver capito a pieno quanto dice Max. Posso però dire che per il formato MFT esistono al momento :

 

Olympus 12/2 (eqv. 24/4)

Olympus 17/1.8 (eqv. 35/3.8)

Panasonic 20/1.7 (eqv. 40/3.7)

Olympus 25/1.8 (eqv. 50/3.8)

Olympus-Leica 25/1.4 (eqv. 50/2.8)

Olympus 45/1.8 (eqv. 90/3.8)

Panasonic-Leica 42.5/1.2 (eqv. 85/2.4)

Olympus 75/1,8 (eqv. 150/3.8)

 

più un paio di pancake e svariati zoom sia luminosi (ma grossi) che opachi.

 

Per ora a mio parere nulla si sovrappone alle reflex né come offerta né come corredo. L'unica cosa che potrà farlo saranno le reflex senza specchio di Nikon e Canon, quando si degneranno, tra qualche anno, di proporci cose come una D800 o una D4 mirrorless.

 

Per intanto : si gioca ;)

Foto
Max Aquila
mar 30 2014 18:19

 

 

Non ti so e non ti saprò mai rispondere.

 

Ma ti ammonisco : sono macchine molto piccoline, assolutamente impensabile usarle con obiettivi più lunghi di 4 o 5 dita :)

 

Trovano a mio parere la loro ragione d'essere abbinate a fissi luminosi. A quel punto le prestazioni di immagine pura superano quelle di una D300 e si posizionano ad una incollatura da quelle di una D7000, nonostante il divario dimensionale del sensore.

 

Ammetto invece di non aver capito a pieno quanto dice Max. Posso però dire che per il formato MFT esistono al momento :

 

...

 

Per intanto : si gioca ;)

non mi riferivo al QUATTROTERZI che in quanto consorzio e' l'unico sistema che possa vantare una densita' notevole di ottiche, di marchio (anche se non sempre di fattura) diverso.

 

Quanto del fatto che, tornando dopo alcuni anni a utilizzare una APS-C come la X-E1 mi trovo a considerare nuovamente con angoscia il taglio operato sulle corte focali dal formato sensore.

 

Sensazione di vuoto maggiore di quella che mi da la stessa ONE, pur cosi' limitata in fatto di scelta: anzi direi...pur in funzione delle scelte obbligate che determina.

 

Figuriamoci la tua nuova Olympus, che annovera un listino ben vario di offerta e produttori.

 

La mia considerazione tentava di analizzare la tua scelta episodica ed improvvisa di provare anche questa strada:

mi pare, ribadisco, che non sia tanto la mancanza di opportune scelte di mercato a condizionare oggi la nostra voglia di scattare foto, quanto l'interazione di sistema con le ottiche disponibili, che soddisfino i parametri che nelle nostre menti, da utilizzatori, sono gia' ben scolpiti.

 

Vale a dire, pensare di comprare un 14mm 2.8 per ottenere sulla mia X-E1 un 21mm equivalente, ma con le caratteristiche fisiche di un ipergrandangolare come il 14mm non puo' non essere, limita ben piu' della spesa necessaria per acquistarlo (Fuji a poco meno di 600 euro).

 

Cambiare formato, scendendo nelle dimensioni del 4/3 o, peggio, del CX, dovrebbe appunto aiutare alla riprogettazione fisica delle ottiche, contenendo prezzi, pesi e dimensioni: per diversificare in maniera avvertibile, rispetto le potenzialita' ben note di un sistema reflex FF

Foto
Silvio Renesto
mar 30 2014 18:29

Sì, capisco l'ammonizione, occorrerebbe un buon tele espressamente  micro4/3; uno già c'è mi pare un 70/300 (quindi 140-600) ma molto chiuso (f6.3 se non ricordo male) forse per contenere le dimensioni oltre che i costi.

Max, la soluzione alle tue ambasce esiste: si chiama Sony A7.

Magari aspetta che scenda un po' di prezzo e che si trovi usata, ma la gioia di usare un 14mm che resta 14mm non ha prezzo.

Inizio a pensarla come il buon Spinoza...

beh, vediamo che l'effetto è positivo..  a quanto pare...  sono contento del tuo nuovo giocattolo, speriamo tu lo possa completare un pochino prossimamente..

Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 19:56

[...]

 

Cambiare formato, scendendo nelle dimensioni del 4/3 o, peggio, del CX, dovrebbe appunto aiutare alla riprogettazione fisica delle ottiche, contenendo prezzi, pesi e dimensioni: per diversificare in maniera avvertibile, rispetto le potenzialita' ben note di un sistema reflex FF

 

 

Io che non ho pezzi archeologici da maritare con una mirrorless, mi muovo più liberamente. E certo non è con un 12 mm che ho scelto di accoppiare la EM-10 ma ... con un normalissimo 45 :)

 

La mia valutazione per un sistema è dato dalle sue ottiche native.

E Sony per il momento non è una opzione valida per me, giacchè l'unico obiettivo che mi interesserebbe, costa come corpo e macchina che ho comprato ieri ;) e poi la cosa si fermerebbe li. :) perchè il resto sarà abnorme come qualsiasi ottica full-frame. Mentre EM-10 e 45/1.8 ingombrano esattamente come V1 e 18.5/1.8 ;) ;) quindi il mio full-frame mirrorless lo dovrà fare Nikon quando deciderà che sarà il momento.

 

Il domani verrà, intanto avrò fatto uno strasacco di foto di quelle che piacciono a me  ;)

4/3 è un numero irrazionale, ma è un numero importante!
Sono curioso di vedere il test sul campo
Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 20:15

Max, da 50 cm, auto-ISO, messa a fuoco al centro, rapida come la V1 ma si sente il sistema antivibrazioni in moto :

 

Immagine Allegata: _3300008.jpg

 

con il pollice sposto il punto di messa a fuoco dalla matrice di 80 punti verso sinistra, verso l'esterno :

 

Immagine Allegata: _3300014.jpg

 

il tutto dura una frazione di secondo, la messa a fuoco è immediata, scatto. Il tempo scende da 1/100'' ad 1/40'' ma l'immagine é ferma.

 

A 1.600 ISO :)

 

BIlanciamento del bianco ed esposizione automatiche, auto-iso. Nessuna compensazione. ORF aperti con CS6, aperte leggerissimamente le ombre e abbassati i neri ;)

Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 20:23

Lo rifaccio con la De il 60/2.8G.

 

Immagine Allegata: _DF08596.jpg

Immagine Allegata: _DF08597.jpg

 

ma devo andare a 6400 ISO per avere la profondità di campo equivalente, e devo accettare 1/50'' al limite del mosso.

Il bilanciamento del bianco della Df è più caldo, eppure qui ci sono 5.350 K misurati ... :(

 

Naturalmente devo sottostare al fatto che i punti di AF della Df ... sono tutti al centro mentre con la E-M10 ho a disposizione quasi l'intero frame  :bigemo_harabe_net-03:

 

Si i 6400 ISO della Df sono come i 1.600 della E-M10 ma con la Olympus a 6400 ISO non ci devo andare perchè se serve posso scendere con il tempo ... tanto ogni obiettivo è stabilizzato e se il soggetto è fermo si lavora anche con tre stop sotto il tempo di sicurezza :) :)

Foto
Max Aquila
mar 30 2014 20:33

Lo rifaccio con la De il 60/2.8G.

 

attachicon.gif_DF08596.jpg

attachicon.gif_DF08597.jpg

 

ma devo andare a 6400 ISO per avere la stessa apertura equivalente, e devo accettare 1/50'' al limite del mosso.

Il bilanciamento del bianco della Df è più caldo, eppure qui ci sono 5.350 K misurati ... :(

 

Naturalmente devo sottostare al fatto che i punti di AF della Df ... sono tutti al centro mentre con la E-M10 ho a disposizione quasi l'intero frame  :bigemo_harabe_net-03:

 

Si i 6400 ISO della Df sono come i 1.600 della E-M10 ma con la Olympus a 6400 ISO non ci devo andare perchè se serve posso scendere con il tempo ... tanto ogni obiettivo è stabilizzato e se il soggetto è fermo si lavora anche con tre stop sotto il tempo di sicurezza :) :)

e i vantaggi delle mirrorless sono tutti qui, difatti.

 

Ma, come dice Michele, avere anche un formato intero pensi possa danneggiare la fulmineita' della tua azione di maf?

 

Quand'anche...di quanto?

 

Perche' indipendentemente dalle scelte di campo, indipendentemente anche dal patrimonio di ottiche in mio possesso, Immagine Allegata: 001 _DSC8492 30032014 Max Aquila photo (c).JPG     :bigemo_harabe_net-03:

ma usare un 20mm per le prerogative fisiche che gli appartengono  

 

(Michele...non ci fosse stata l'era DX io i 12 14 o 15mm non li avrei mai neppure sognati...)

 

non avrebbe prezzo: e' quello il mio angolo di campo wide: ad altro non aspiro...

Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 20:36

Quando i sonisti presenti si doteranno di qualche cosa di autofocus te lo faranno sapere. Per quello che so io l'autofocus di Sony è nettamente inferiore a quello della Olympus. Ma io una Sony non l'ho ancora presa in mano.

 

Penso che il sistema MFT sia maturo/arrivato. Quello full-frame mirrorless, molto acerbo.

 

In pratica siamo tornati al 2001-2003. Bisognerà attendere il 2007 perchè esca la D3 mirrorless ;) ;)

 

Ma per chi ama lavorare con estrema calma focheggiando a mano attraverso adattatori che sconfessano l'idea del piccolo è bello, la A7 è li pronta per la pugna  :)

A me anche quella interesserebbe, ma a metà prezzo (con il 55/1.8 Zeiss) e con in dotazione il carica-batterie ;) ;)

 

Ah, non l'ho scritto ma questa cosetta da 395 grammi e 590 euro, fa 8 scatti al secondo per 13-15 scatti consecutivi. Tutti a fuoco e senza fare casino  :)

4/3 è un numero irrazionale, ma è un numero importante!
Sono curioso di vedere il test sul campo

Solo per la precisione: 4/3 è un numero razionale e non irrazionale, infatti può essere espresso da una frazione. Un esempio di numero irrazionale è Pi (o pi greco da noi).

Per il resto trovo interessantissima questa macchinetta e se trovassi da piazzare la V1 e accessori vari, farei il cambio al volo!

Già.. il buon Michele ha detto una cosa giusta.. piazzare la V1 e gli accessori.. senza svenarsi.. per quel che faccio ora.. mi faccio bastare la mia...

 

domani?.. chissà..

Foto
Mauro Maratta
mar 30 2014 21:15

Solo per la precisione: 4/3 è un numero razionale e non irrazionale, infatti può essere espresso da una frazione. Un esempio di numero irrazionale è Pi (o pi greco da noi).
Per il resto trovo interessantissima questa macchinetta e se trovassi da piazzare la V1 e accessori vari, farei il cambio al volo!



Già ma l'applicazione del termine irrazionale ad un numero che rappresenta un sistema era funzionale.
C'é del metodo in quella follia :) e 500 letture in poche ore pare che lo testimonino ;)
E' la scelta ad essere irrazionale ? :)
Michele, la mia era una citazione di quanto detto da Mauro

Mauro, allora ti stai ricredendo su questo formato.
Foto
Max Aquila
mar 30 2014 22:37

Alla fine avevi bisogno di qualcosa di leggero con un sensore migliore del CX.

 

 

 

Ahah! Touchè.

 

A me invece sta venendo la sindrome del full frame, mannaggia.

 

 

Mauro, allora ti stai ricredendo su questo formato.

 

 

Già ma l'applicazione del termine irrazionale ad un numero che rappresenta un sistema era funzionale.
C'é del metodo in quella follia :) e 500 letture in poche ore pare che lo testimonino ;)
E' la scelta ad essere irrazionale ? :)

si...

nel senso che dovevi spendere 600 euro per fare rivitalizzare il forum... :bigemo_harabe_net-16:

 

Ma tanto anche se scrivi il perche' non ti leggono: continuano a farne una questione di formato (o di squadra)  :GrattaTesta:

Foto
Max Aquila
mar 30 2014 23:03

...

In pratica siamo tornati al 2001-2003. Bisognerà attendere il 2007 perchè esca la D3 mirrorless ;) ;)

 

Ma per chi ama lavorare con estrema calma focheggiando a mano attraverso adattatori che sconfessano l'idea del piccolo è bello, la A7 è li pronta per la pugna  :)

...

e in quanto a "piccolo e' bello" vorrei ricordare come se ne stia parlando ancora in relazione alle megamacchine reflex attuali,

in quanto, ad un confronto all'americana con altre due giapponesi,

la mia Fuji, per esempio, spesso menzionata proprio come macchinetta compatta:

Immagine Allegata: 001 _D8C6581 30032014 Max Aquila photo (c).JPG  Immagine Allegata: 002 _D8C6589 30032014 Max Aquila photo (c).JPG

lo sia appena appena rispetto una Nikkormat FTn del 1972 anch'essa con ottica 35mm montata,

ma non di certo rispetto la progenitrice (della Nikkormat) Nikon S di quasi vent'anni prima (della Nikkormat, ancora)

considerando anche le micro dimensioni del 35/2.5 da questa mirrorless (RF) indossato...

:bigemo_harabe_net-03:

 

altro che compatte...

Foto
Mauro Maratta
mar 31 2014 05:21

Si, mi piace spendere centinaia di euro solo per rivitalizzare lo stato comatoso di Nikonland.

No, non mi sono ricreduto sul formato, resta irrazionale, per me.

Ma questa macchinetta va molto bene in confronto ad una Nikon One, anzi va come mi sarei aspettato dalla nuova V3 pur costando la metà ed avendo un mirino solido, fisso, con la calotta in metallo e non in plastichetta spessa quanto un'unghia come la D800.

La terrò ? Non lo so. Amplierò le ottiche ? Non lo so (? na credo di si, gli Zuiko sono bellini !)

Sindrome da full-frame ? Ne ho già tre di full-frame, molto efficienti quanto nessuna mirrorless di oggi può essere.

:)

Max, come hai visto, la E-M10 é grande circa come la tua Nikon S, le ottiche più o meno sono alla pari : solo che é una digitale moderna e aggiornata, come ci aspettiamo oggi da una cosa che vuole essere funzionale e voglia farsi usare.
Può essere che ci sia un adattoide per ottiche Nikon RF ma cui prodest quando ci sono già obiettivi MFT validi, piccoli, nitidissimi e tutto sommato con un prezzo onesto ?

Guarda gli Zuiko 17/2.8 e 17/1.8 ad esempio e confrontali con il tuo bellissimo cimelio vecchio più di me.


;)

Ovviamente si scherzave eh!

 

In ogni caso per quello che mi riguarda non spenderò più cifre non trascurabili per qualcosa di meno di una full frame (fatta eccezione per una D7100 con i suoi scopi precisi).

Come avete tutti ben detto, si gioca.

Foto
Dario Fava
mar 31 2014 08:34

Quel 45 lo trovo fantastico, vale più di quel che costa, io per il momento mi sono fermato col parco ottiche zuiko ma ammetto che sono ottiche ben progettate però ho altre priorità di investimento.

Io mai lamentato della mia olympus, l'ho anche usata, grazie la suo stile vintage, come accessorio per qualche ritratto in studio.

Foto
Mauro Maratta
mar 31 2014 08:58

Sì, capisco l'ammonizione, occorrerebbe un buon tele espressamente  micro4/3; uno già c'è mi pare un 70/300 (quindi 140-600) ma molto chiuso (f6.3 se non ricordo male) forse per contenere le dimensioni oltre che i costi.

 

 

C'è un discreto (o decente ?) Panasonic 100-300 F4-5.6 per MFT. Ming Thein ne parla abbastanza bene (qui) viene sui 500 dollari ma anche meno.

Io non ne so niente ed ammetto che mi interessa abbastanza poco, è in pratica un 200-600 F8-F11 come angolo di campo e profondità.

 

Però considerando che il nuovo 1 Nikkor per la V3 viene proposto a 1.099 dollari mi viene ancora da chiedermi cosa pensino dei propri clienti quelli di Nikon .... :( :(

ehm....il senso della mia osservazione e cioè che 4/3 non è un numero irrazionale andava inteso anche in senso "lato" come l'affermazione originale e intendeva cioè che questa macchina è tutt'altro che irrazionale. Non per niente viene considerata da molti osservatori la miglior macchina non-FF.

Naturalmente il fatto che le carte da stampa digitale abbiano rapporto uguale 2^0.5 (e cioè 1,4142...numero davvero irrazionale questo!) implica che, se si vorrà stampare col formato 4/3, si avranno 4 possibilità:

 

1. si stampa da rotolo (altezza minima 17")

2. si taglia la carta

3. si taglia l'immagine

4. si lasciano bordi vistosamente diseguali

 

Questo effetto è minimo col tradizionale rapporto 3:2 e cioè 1.5, molto vicino a 1.414.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi