Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon Coolpix P900, l'estrema.

nikonP900 Bridge camera Coolpix

La P900 è una Bridge-camera  ...ambiziosa, per la completezza di funzioni e, soprattutto per uno zoom  ...esagerato,  equivalente, nel formato 35mm, ad un 24-2000mm, l'unica con un'escursione tele così spinta!
A gentile richiesta, ecco le mie impressioni d'uso su questa singolare compatta ...gigante.
Questa  recensione è stata realizzata in collaborazione con l'amico Gianni Ragno che, oltre ad avermi prestato la fotocamera per la prova, mi ha gentilmente concesso di pubblicare alcune delle sue foto di paesaggio urbano, realizzate con la stessa fotocamera e, non ultimo a lui va il merito (o la colpa) del mio passaggio da Pentax a Nikon più di trent'anni fa.
 
 





Immagine Allegata: gianniragno_114.JPG

 

Gianni con il suo fidato 400mm f2.8

 
 
La P900 è una Bridge-camera, ossia fa parte di quella categoria di fotocamere con un look (e dimensioni)  da DSRL entry level, ma è equipaggiata con un sensore da compatta e l'obiettivo non è intercambiabile. Di bridge cameras ce ne sono tante, perchè occuparsene? Perchè la Nikon P900 è una bridge ambiziosa, spicca per la completezza di funzioni e, soprattutto per uno zoom  ...esagerato,  equivalente nel formato 35mm ad un 24-2000mm, l'unica con un'escursione tele così spinta!
Infatti di lei se ne sono occupati anche recensori stranieri che di solito disdegnano le fotocamere dal sensore di dimensioni inferiori ad un pollice.
Così, a gentile richiesta, ecco qui le mie impressioni d'uso su questa singolare compatta ...gigante.
 
 

Costruzione ed ergonomia.
 
Le dimensioni sono da reflex Dx, solo un po' più sottile per il differente tiraggio, l'impugnatura sporge in modo efficace, permette una presa comoda e stabile.
 
 

Immagine Allegata: vista1.jpg

 

 

Immagine Allegata: vista2.jpg

 

La P900 a confronto con la D7100 con il 16-85mm

 
Corpo in policarbonato(? plastica?)  sufficientemente solido, lo zoom esteso invece ha un'aria leggerina, mi da' l'impressione che non sopporti troppi maltrattamenti.
 
 

Immagine Allegata: zoom.jpg

 

La P900 in posizione di minima e massima focale.

 

 

 
Ottimo il posizionamento del foro filettato per il cavalletto, molto  spostato a sinistra, ma solo leggermente disassato rispetto  all'obiettivo e soprattutto, cosa intelligente e non frequente nelle compatte/bridge, lascia la  possibilità di aprire lo sportello della batteria (che ospita anche la scheda di memoria) anche con la fotocamera montata su treppiedi.
 
 

Immagine Allegata: vano.jpg

 

 

Il pulsante di scatto ha la giusta sensibilità, ben distinte la messa a fuoco dallo scatto.
 
Pulsanti e ghiere sono di uso intuitivo per chiunque abbia un minimo di esperienza e i menù sono semplici e di facile accesso, anche se come in tutte le fotocamere entry level  molte funzioni sono gestibili solo da menù anzichè accessibili direttamente, ma non è una difetto della P900.
Unica pecca, a mio vedere la presenza di una rotellina alla V1, scomoda, anche se più dura, quindi meno incline a muoversi da sè, anzi al contrario della V1, non mi è mai capitato.
 
Monitor orientabile ottimo, grande il giusto, non ho notato lag significativi; regge abbastanza bene anche all'aperto, raramente mi è capitato di vedere il mio riflesso anzichè quello che inquadravo. 
 
Mirino invece criticabile. Guardando nel mirino si vede ... un altro mirino, EVF, piccolissimo. Vien voglia di usare sempre il monitor. 
Non ho esperienza di bridge e compatte per cui può darsi sia una cosa comune per questo tipo di fotocamere.
 
Indipendentemente dalle dimensioni, monitor ed EVF sono ricchissimi di informazioni.
 
 

Operatività.
 
E' possibile controllare tutto tramite menù, ghiere e pulsanti, per cui si può lavorare in completo automatismo, come una compattina, oppure avere il controllo manuale di esposizione e messa a fuoco oppure avere  tutto quello che ci sta in mezzo fra le due possibilità. 
 
 
Accensione sufficientemente rapida. La zoomata è anche lei abbastanza veloce tenendo presente l'escursione incredibile.
 
AF affidabile per la categoria, aggancia bene in piena luce, perlomeno su soggetti statici, qualche incertezza in ombra.
 
Il VR mi ha lasciato leggermente perplesso, buono alle corte medie focali alle focali più lunghe (che in questo caso sono veramente lunghe) quando si attiva, l'inquadratura sembra fare un salto, il che mi spiazza un po' e a mano libera mi ha fatto buttare parecchie foto. Probabilmente bisogna farci la mano. Su cavalletto non accade.
 
Premendo sulla rotella/ghiera si possono selezionare varie modalità di messa a fuoco, fra cui Af, Af macro (solo con le focali grandangolari) messa a fuoco manuale.
Selezionando quest'ultima opzione si mette a fuoco agendo sul tastino laterale. Sul monitor compare una scala delle distanze.
 
Il flash estraibile ... fa il suo dovere.
 
La macchina non fa i raw e non ha slitta per flash esterni, mentre permette di trasmettere i file in wifi, fa i video e probabilmente prepara anche ottimi cocktails e fa  tante altre cose che io non so e non ho provato, perchè interessato all'aspetto puramente di ripresa e qualità di immagine.
 




Test: Yes



13 Comments

Ciao Silvio.. ho letteralmente.. divorato le tue note, bravo hai fatto un ottimo lavoro..e... perché non pensi anche a prendere quell'arnese?.. dai, non sarebbe poi male...

Foto
Mauro Maratta
giu 01 2015 07:17

Grande Silvio.

 

Così Nikonland è uno dei pochi siti al mondo a coprire con un test di prima mano questa curiosa Coolpix.

 

E' una macchina molto interessante a mio giudizio che purtroppo - come da malcostume Nikon di questo ultimo periodo - viene proposta alle persone sbagliate.

 

Perchè per tirare fuori risultati da WOW ci vuole dietro un bel manico, cosa peraltro comune anche a tutte le Nikon 1.

 

Capito bene a cosa serve e capito come servirsene diventa uno strumento molto particolare.

 

Confermo il mio interesse, appena si troverà nelle inevitabili svendite a metà prezzo tra 6 o 8 mesi sarà mia ;)

Interessante disamina. ;)

 

La macchina mi ricorda (per pregi e difetti) la compattona di qualità che ha permesso di divertirmi per circa tre anni e che, per peso ingombro e prestazioni, consente ad un fotografo non proprio alle prime armi di ottenere scatti di buona qualità, ovviamente usata secondo le sue possibilità e con i limiti che hai ben descritto.

 

Trattandosi di un prodotto che beneficia dell'ultima tecnologia, sarei curioso di conoscere come hai trovato la durata della batteria - generalmente il tallone di achille di queste macchine - l'usabilità delllo zoom (è motorizzato?), e se i files posso essere salvati in tiff, funzione utile per un'eventuale pp.

Foto
Silvio Renesto
giu 01 2015 10:10

Grazie a tutti,

 

La batteria:

          a proposito, la macchina viene venduta senza caricabatterie (disponibile come optional) e si carica via USB o con caricabatterie universale;

Il primo giorno si è esaurita dopo 5-6 ore  circa in cui non ho fatto moltissimi scatti ma ho usato intensamente sia monitor che zoom. Però non da' indicazioni precise sullo stato di carica, per cui non è semplice valutare a che livello di carica fosse la batteria quando Gianni me l'ha data.

 

Lo zoom:  è motorizzato, unicamente motorizzato, ossia non c'è una ghiera ma solo tastini. Lo stesso dicasi per la messa a fuoco manuale (tasto laterale), che per quanto pienamente fattibile, non è agevolissima.

Una  cosa di cui ho sentito veramente la mancanza però è il paraluce. Non esiste, bisogna comprarsene uno universale.

 

Non ha formati non compressi, quindi niente tiff. 

 

Mauro, mi hai incuriosito sulle possibilità d'uso (me ne vengono in mente alcune, altre... mah). E sono assolutamente d'accordo con te che per sfruttarla bisogna averci manico, non è per inesperti che pensano di avere un cannone pronto all'uso.

 

Roby ...  ci penso sopra  eh?

 

:)

Foto
Mauro Maratta
giu 01 2015 10:17

 

 

Mauro, mi hai incuriosito [...]

 

 

 

Io sono un amante di cannocchiali e binocoli. Il solo fatto di poter osservare a distanza e poter fermare in un fotogramma quello che vedo, non necessariamente per scopi di qualità, basterebbe.

Esattamente come diceva Andre_ l'altro giorno senza pensare esclusivamente alla natura.

 

E' l'altro motivo per cui mi piacerebbe, ad esempio, un 200-500 per la Nikon 1. Sarebbe l'equivalente - di maggiore livello - di questa compattona.

 

;)

Non la comprerò mai ma è davvero un bel prodotto, imho.

Foto
Silvio Renesto
giu 18 2015 22:08

Ci hai ragione è OOOOOOOOOOOOFFFFFFFFF Topic e la chiudiamo qui.

Però è stato divertente.

:P

 

Tornando in topic dpreview ha pubblicato un confronto sulle bridge con zoom estremi e la P900 dal punto di vista della qualità di immagine sembra cavarsela molto bene rispetto agli altri contendenti.

Foto
Dario Fava
giu 18 2015 22:28
Nikon si è data da fare anche con le coolpix, solo qualche anno fa io stesso avrei consigliato un panasonic, ma oggi ho preso una coolpix per i miei genitori che vanno in crociera in Africa. Ci voleva una compatta semplice di qualità con zoom lungo, avevo già pensato alla pana tz60 poi ho visto la s9700 stesso zoom 30x gps Wi-Fi e 2 mpixl in meno della pana. 6400 iso migliori, insomma visto che il mirino è un optional inutile per chi usa le compatte, questa coolpix con 100 in meno della pana rende meglio anche a bassi iso.
Questa una prova fatta a tutto zoom o quasi 700mm eq
Immagine Allegata: image.jpg

Bella Nikon :)
Foto
Silvio Renesto
giu 28 2015 17:59

Video fatti con la P900

 

alla rovescia da 2000mm equivalenti a ..boh.

 

http://i.imgur.com/SuoXJLU.gifv

 

da grandangolo a tele

 

http://i.imgur.com/wxAuLZr.gifv

..., e se i files posso essere salvati in tiff, funzione utile per un'eventuale pp.

Piccolo OT, valido per tutte le macchine come questa P900.

 

I formati TIFF delle macchine (che a memoria sono stati tolti dalle nuove DSLR Nikon e certamente Sony) in realtá servono... a niente. 

Per fare la differenza in PP, e dare la possibilitá di qualche recupero "intelligente" occorre avere piú di 8bit per canale, quindi RAW o TIF a 16bit (che non sono mai esistiti su nessun macchina).

I TIF ad 8bit non contengono nessuna informazione di colore piú di qaunto non abbiano i JPG, ed anche la definizione é nella pratica paragonabile.

Un JPG alla massima qualitá é si soggetto a qualche artefatto in quanto lossless lossy, ma la stragrande maggioranza di questi artefatti sono completamente invisibili, mentre le limitazioni del colore sugli 8bit per canale sono un fatto. Ed un limite invalicabile. 

 

Quindi o si usa il RAW (12, 14 o 16bit per canale che sia), oppure un JPG di ottima qualitá non é distinguibile da un TIF ad 8bit... se non per il peso nettamente minore. :)

a_

Foto
Leonardo Visentėn
giu 29 2015 22:58

Piccolo OT, valido per tutte le macchine come questa P900.
 
I formati TIFF delle macchine (che a memoria sono stati tolti dalle nuove DSLR Nikon e certamente Sony) in realtá servono... a niente. 
Per fare la differenza in PP, e dare la possibilitá di qualche recupero "intelligente" occorre avere piú di 8bit per canale, quindi RAW o TIF a 16bit (che non sono mai esistiti su nessun macchina).
I TIF ad 8bit non contengono nessuna informazione di colore piú di qaunto non abbiano i JPG, ed anche la definizione é nella pratica paragonabile.
Un JPG alla massima qualitá é si soggetto a qualche artefatto in quanto lossless, ma la stragrande maggioranza di questi artefatti sono completamente invisibili, mentre le limitazioni del colore sugli 8bit per canale sono un fatto. Ed un limite. 
 
Quindi o si usa il RAW (12, 14 o 16bit per canale che sia), oppure un JPG di ottima qualitá non é distinguibile da un TIF ad 8bit... se non per il peso nettamente minore. :)
a_


Un appunto: lossy, non lossless, il jpg.

Non sapevo che i tif fossero a 8bit anziché 16 (si vede che li uso tanto...). Quindi solo una "trappola per topi"?

Grazie della segnalazione, corretto. :) 

Non sapevo che i tif fossero a 8bit anziché 16 (si vede che li uso tanto...). Quindi solo una "trappola per topi"?

Per quanto ne so, si. 

Magari qualche dorso o MF lo avevano anche a 16bit, ma oggi non ha piú senso neppure lí perché le modifiche in fase di sviluppo vengono fatte meglio sui RAW, ed il contenuto di informazioni non é maggiore.

Teoricamente un TIFF a 16bit ha piú informazioni di un RAW a 16bit (il RAW standard delle medioformato é appunto 16bit) ma i dati di partenza son quelli, per cui non ce ne possono essere di piú. E i vari Lightroom, Capture One etc funzionano al 100% solo sui RAW, molto meno bene sui TIFF.

a_

...

I formati TIFF delle macchine (che a memoria sono stati tolti dalle nuove DSLR Nikon e certamente Sony) in realtá servono... a niente. 

Per fare la differenza in PP, e dare la possibilitá di qualche recupero "intelligente" occorre avere piú di 8bit per canale, quindi RAW o TIF a 16bit (che non sono mai esistiti su nessun macchina).

...

a_

 

Non lo sapevo: grazie per la precisazione. ;)

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi