Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Meyer-Optik Gorlitz 100 mm F2.8 Trioplan sulla Fujifilm X-E1


Ne ha già scritto Silvio Renesto tempo fa (qui) ma nello specifico su Canon e ad indirizzo macro, stiamo parlando di un vecchio obiettivo che ha origini tra le due guerre mondiali, costruito in quello che fu la Germania Est con attacco Exacta o Leica a vite.
 
Immagine Allegata: _D8E5238.jpg
Immagine Allegata: _D8E5234.jpg
Immagine Allegata: _D8E5229.jpg
 
é il 100 mm F2.8 della Meyer-Optik di Goerlitz, un mezzo tele interamente metallico con uno schema semplificato, caratterizzato da un iride a 16 lamelle con un movimento morbidissimo e senza scatti.
Qui lo vedete montato tramite adattatore Exa/Exacta su una mirrorless moderna, una Fujifilm X-E1 non nuova a questi accoppiamenti.
 
La particolarità di questo obiettivo è di avere una resa estremamente morbida, priva di contrasto con la tendenza a produrre aberrazioni ottiche di tutti i generi.
Cosa che può essere ben sfruttata per creare atmosfere oniriche in situazioni apparentemente le più banali.
 
come questa :
Immagine Allegata: _DSF0894.jpg
 
dove lo sfuocato si tinge di tinte pastello azzurre, ocra e rosate prese non si sa dove, mentre i "soggetti" sono sfumati e parzialmente indefiniti.
 
Immagine Allegata: _DSF1020.jpg
o qui, una foto dove il soggetto sono gli anelli di luce formati dallo sfuocato di fogliame e tronchi visti dal mio balcone.
 
 
Questa è uno scorcio preso tra gli elettrodomestici della cucina :
Immagine Allegata: _DSF0907.jpg
(per chi fosse curioso, è una macchina Nespresso con a fianco il dispenser delle capsule del caffé)
 
mentre in questa è certamente il ramo della mia metasequoia il soggetto ma ... ne siamo proprio sicuri ?
Immagine Allegata: _DSF0917.jpg
 
Mi è capitato anche un obiettivo analogo, sempre di Meyer-Optik ma un 135 mm F3.5 Primotar che mostra qualità simili anche se meno oniriche nelle sfumature.
 
Immagine Allegata: _DSF2501.jpg
sempre dal mio balcone, in primo piano dei fiorellini gialli di piccole dimensioni
 
Immagine Allegata: _DSF2511.jpg
Immagine Allegata: _DSF2513.jpg
ancora dal mio balcone, anelli di luce sulle foglie della magnolia
 
e qui, per finire, un confronto tra questo 135 mm e il moderno Fujinon 60/2.4 Macro a testimonianza della differente resa nello sfuocato più che sul soggetto :
 
Immagine Allegata: _DSF2523.jpg
Meyer-Optik 135 mm F3.5 Primotar
 
Immagine Allegata: _DSF2529.jpg
Fujinon 60/2.4 macro
 
Come concludere questo articolo e quale è il suo scopo ?
 
Dimostrare come con le moderne mirrorless digitali sia semplice riportare a vita attiva vecchi progetti ottici che diversamente non verrebbero più usati.
Alcuni di questi hanno caratteristiche peculiari che sono state perdute con il progredire dell'ottica.
 
Nel caso dei due obiettivi visti qui, sono i difetti ottici che possono essere sfruttati, se esistono le condizioni di luce e di sfondo ideali, per rendere fotograficamente caratteri praticamente pittorici o astratti.
 
Non è un genere di fotografia per tutti, lo comprendo, ma espressivamente per me ha un valore.
 
Qualcuno di questi oggetti ha raggiunto quotazioni del tutto insane (io ho pagato 150 euro il Trioplan e 5 euro il Primotar) e quindi non ha senso andarli a cercare.
Ma se qualcuno li ha li, a far nulla in vetrina. Oppure li ha un vecchio zio, retaggio del vecchio corredo Exacta.
Bè, perchè non provare a vedere l'effetto che fa ad improvvisarsi degli impressionisti digitali ?
 
Buon divertimento :)

Test: Yes



21 Comments

Foto
Mauro Maratta
ott 16 2013 19:04

La coppia Trioplan, Primotar :

 

Immagine Allegata: _DSC0556.jpg

Immagine Allegata: _DSC0558.jpg

 

 

il Primotar è decisamente più lungo, questo esemplare è di costruzione molto più recente del mio Trioplan

Immagine Allegata: _DSC0559.jpg

 

Il semplicissimo adattatore Kipon per Fuji-Exa :

 

Immagine Allegata: _DSC0561.jpg

Foto
Kintaro70
mag 12 2014 14:30

Una domanda per Spinoza, per caso hai provato a montare le Meyer Gorlitz (magari un 100mm 2.8 Trioplan) su mirrorless? Se si come va?

Sì, è stato forse il motivo principale del mio acquisto della Sony A7.

Va benissimo, meglio che sulla Canon 5D dove lo usavo prima, perchè il sensore è molto più avanzato.

Inoltre la messa a fuoco tramite il live-view dentro al mirino con ingrandimento di 12x elimina il problema della messa a fuoco che avevo con la 5D.

 

Come ho scritto sopra (era il 2012) sto aspettando che migliori il tempo per aggiungere qualche foto fatta coi Carl Zeiss Jena e i Meyer Goerlitz.... :wacko:

 

A dir la verità li ho anche pubblicati, ma solo in circolo ristretto perchè erano ritratti dei miei bambini.

Foto
Mauro Maratta
mag 12 2014 14:36

Una domanda per Spinoza, per caso hai provato a montare le Meyer Gorlitz (magari un 100mm 2.8 Trioplan) su mirrorless? Se si come va?

 

 

Io l'ho usato sulla tua macchina :

 

 16/10/2013 - Il Meyer-Optik 100 mm F2.8 Trioplan sulla Fujifilm X-E1 - letture (770) - autore : Nikonland
 

 

 

Foto
Kintaro70
mag 12 2014 16:24

Grazie Mauro è esattamente quello che cercavo.

 

Quante e quali versioni di 100mm 2.8 esistono, avete qualche specifica tecnica?

Foto
Mauro Maratta
mag 12 2014 20:54
A parte le varie montature disponibili (Exa/Exakta ed M, M42, M39, Praktina) ci sono due versioni sul mercato.
La più vecchia è quella di cui parliamo noi, con finitura in alluminio naturale. L'altra, più recente (e meno quotata) è del tutto diversa, verniciata in nero e con diversa forma del barilotto e delle serigrafie.
A seconda del tipo le quotazioni sballano da cifre ridicole a ... imbarazzanti (alluminio, Leica M, anche 800 dollari).
 
Comunque lo schema è sempre lo stesso (tre lenti), la costruzione diversa, tipo Zeiss i primi in alluminio, tipo DDR modello socialismo reale quelli neri.
 
Immagine Allegata: MEYER100S.jpg
 
 
A proposito, mi travesto per un minuto da Spinoza per precisare una cosa. Qui e su svariati altri siti si scrive spesso - erroneamente - Meyer-Görlitz ma il produttore si chiama Meyer Optik , la cui fabbrica era nella città di Görlitz, in Sassonia (ex DDR) :)
 
come peraltro testimoniato dal marchio originale :
Immagine Allegata: meyer.jpg
 
La Meyer Optik fu fondata da Herr Hugo Meyer (1873-1905) negli ultimi anni del '800. Negli anni '20 collaborò con il Prof. Paul Rudolph (Herr Tessar) nella produzione di obiettivi molto luminosi.
Dopo la guerra la fabbrica fu ripristinata e continuò la produzione dei vecchi modelli, poi rinnovati con la finitura nera opaca sotto il nome di VEB Feinoptisches Werk Görlitz riportato nel 1990 (post caduta del muro) all'originale Meyer-Optik di Görlitz.
Foto
Kintaro70
mag 12 2014 21:16

Frugando per il web ho visto che si parla di diaframma a 15 elementi per quelli in alluminio, ma non riesco a capire se anche i meno quotati neri hanno questa caratteristica?

 

Altra cosa di cui ho letto è che esistono due versioni alluminio, una con la V rossa che denota migliori controlli qualità ed una con la V bianca/grigia chiara, fantasie o verità?

Foto
Mauro Maratta
mag 12 2014 21:21

Anche il mio Primotar nero da $5 ha il diaframma a 16 lamelle, perfettamente fluido e senza click come il Triotar.

 

Non vedo alcuna V nè rossa né bianca sul mio Triotar. Francamente non riuscirei a capire la differenza. Sono tutti obiettivi otticamente obsoleti il cui valore intrinseco è simbolico, considerando poi l'età (il mio credo sia ben più vecchio di me) :)

Foto
Kintaro70
mag 12 2014 21:55

Anche il mio Primotar nero da $5 ha il diaframma a 16 lamelle, perfettamente fluido e senza click come il Triotar.

 

Non vedo alcuna V nè rossa né bianca sul mio Triotar. Francamente non riuscirei a capire la differenza. Sono tutti obiettivi otticamente obsoleti il cui valore intrinseco è simbolico, considerando poi l'età (il mio credo sia ben più vecchio di me) :)

 

Bhe ovvio, la mia curiosità era più per cercare di capire se le due versioni che citi fossero in grado di restituire la stessa resa sui punti luminosi sullo sfondo, tutto qua.

Foto
Mauro Maratta
mag 13 2014 04:18

Ma si, come hai visto nel mio articolo, anche il 135/3.5 Primotar fa i cerchiolini.
Dipende dallo scarso contrasto a tutta apertura (quindi un difetto ottico, non un pregio) e dalla scelta dello sfondo (a prescindere dall'ottica).
Molto si ricrea anche in PP ;)

Foto
Kintaro70
mag 13 2014 07:47

ok tutto chiaro, grazie per le info.

Ciao Mauro hai ancora l'x-e1 e il trioplan? Volevo prendermi l'x-e1 e cercarmi un trioplan o primoplan con mount exa, sinceramente vale la pena per il bokeh o secondo te e' troppo morbido?

Foto
Mauro Maratta
nov 08 2014 13:30

Ciao. Ho ancora il Trioplan. Non ho più la Fujifilm.

Conto di riutilizzare in futuro il Trioplan in full-frame.

 

Il Trioplan è un obiettivo molto particolare che produce uno sfuocato onirico. Il contrasto è bassissimo, quasi inesistente.

Si tratta di un obiettivo per effetti speciali, non per fotografia pura, gli effetti derivano dai suoi tanti difetti ottici.

 

Insomma, non saprei consigliarti se ne valga la pena. Dipende anche dal prezzo io l'ho pagato poco più di 100 euro ed è il mio 4° obiettivo in quella focale.

 

:)

Ti ringrazio ho visto foto bellissime con il trioplan 100 o il primoplan effettivamente il limite è il prezzo. Il trioplan 100 nero N versione exa lo conosci e lo sconsigli?

Foto
Mauro Maratta
nov 08 2014 13:52

Non conosco la versione nera più recente. Dovrebbero essere uguali come schema, diversi materiali (come tutto quanto fatto in DDR). :)

Ciao Mauro hai ancora l'x-e1 e il trioplan? Volevo prendermi l'x-e1 e cercarmi un trioplan o primoplan con mount exa, sinceramente vale la pena per il bokeh o secondo te e' troppo morbido?

Se ti poni il problema della morbidezza, il Trioplan non fa per te.

Non é un parametro nemmeno da prendere in considerazione, nel considerare una lente del genere.

 

Ti posso dire che ad f5.6 é pure un'ottimo obbiettivo, con pochissime aberrazioni anche se confrontato con molte cose recenti o nuove.

Ma non é per quello che é interessante.

 

Per intendersi, queste due foto sono fatte ad f2.8 ed a f5.6... e sono entrambe perfettamente a fuoco.

Full frame, Sony A7:

 

Immagine Allegata: 1441r27.jpg

 

Immagine Allegata: 1441r28.jpg

 

I parametri di giudizio sono totalmente differenti da quelli usati per una lente moderna. :)

(Ed anche l'uso non é pensato per soggetti distanti come qui, ma lo stavo provando)

a_

Hai provato e visto il famoso bokeh a bolle? Si manifesta solo in certe situazioni?

Hai provato e visto il famoso bokeh a bolle? Si manifesta solo in certe situazioni?

Se c'é qualcosa in background che possa "fare le bolle", ovviamente ci sono. Altrimenti no.

Lapalissiano... :P

a_

Hai qualche foto in ogni caso? Per particolare background cosa intendi, del controluce o cosa?

Foto
Mauro Maratta
nov 08 2014 15:10

Spero entro fino anno di poter acquistare la fuji x-e2 così da poter cercare ed utilizzare qualche vecchia ottica in particolare stò cercando qualcosa tra 55 e gli 80mm (il 56mm fuji è troppo costoso) per ritratto, ho letto pareri favorevoli del super takumar 55mm e 58mm, possiedo già un nikkor ai 135mm f2.8. Vediamo cosa si puù trovare di buono tra le vecchie ottiche manuali...

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi