Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Fujifilm X100F : serve altro?


Ultima evoluzione della fortunata capostipite presentata nel 2010, la X100F non ne tradisce la filosofia progettuale, ma la perfeziona sempre più, risolvendo alcuni inconvenienti della versione precedente.
 
Qui potete trovare le mie impressioni sul modello precedente la X100T.
 
La Fujifilm X100F rimane identica nella forma e nelle impostazioni principali.
 
 
Vediamo che cosa non è cambiato rispetto al modello precedente.
 
Sempre ben costruita, leggera, facile da impugnare e usare.
 
L'obiettivo è lo stesso: 23mm (35mm equivalente), f/2, con 8 elementi in vetro in 6 gruppi e comprende una lente con doppia superficie asferica ad alta prestazione e una lente convessa ad alta rifrazione

Il diaframma è costituito da 9 lamelle. 
 
C'è sempre la possibilità di usare un filtro ND incorporato che offre una compensazione dell'esposizione equivalente a 3 stop, utile per fotografare con diaframmi aperti in pieno giorno.
 
L'otturatore ibrido meccanico/elettronico, consente di impostare tempi di scatto fino a 1/32.000 di secondo.

 
Il diaframma a foglia, che permette un tempo di sincronia molto elevato: fino 1/1000 a f/2 e 1/2000 da f/2.8 in su. Questa caratteristica permette di usare il flash in condizione di elevata luminosità, ad esempio in pieno giorno, con diaframmi aperti, anche approfittando del filtro ND incorporato.
 
Il mirino ibrido elettronico/ottico, uno dei punti di forza di questo apparecchio. A dire il vero il mirino ottico lo uso poco, ma in alcune situazione può essere utile averlo.
 
Bene, ma allora cosa è cambiato?
 
Il sensore
 
La X100F usa lo stesso sensore CMOS X-Trans III da 24.3MP dei due modelli di punta, la X-T2 e la X-Pro2. Ci sono due formati di RAW, uno non compresso e uno compresso senza perdita di dati che riduce l'ingombro dei file del 50% circa.
 
La sensibilità varia ora da 200 a 12800 ISO, con la possibilità di "tirarla" da 100 a 51200. 
 
I comandi
 
Restano i classici comandi a ghiera caratteristici di Fujifilm per tempi, diaframmi e compensazione dell'esposizione, che sempre mi danno grande piacere. Si aggiunge la possibilità di regolare la sensibilità tramite una ghiera incapsulata in quella dei tempi. Non la trovo semplicissima da usare, specie se si deve lavorare velocemente, ma è comunque comodo averla a portata di mano.
 
La compensazione dell'esposizione permette ora un +/- 5.
 
Immagine inserita
 
Benedetta è invece l'aggiunta di un joystick per l'AF!
 
E' stata aggiunta una rotellina sulla parte anteriore e sono stati spostati tutti i pulsanti sul pannello posteriore in modo da essere raggiungibili con il pollice della mano destra.
Tutti i pulsanti sono personalizzabili a proprio piacimento.
 
Immagine inserita
 
Sembrano piccoli cambiamenti, ma posso assicurare che la praticità d'uso è migliorata notevolmente.
 
Resta, per chi non ha voglia di andare a cercare tra le voci nel menù principale, il tasto Q che offre un ventaglio (anchesso personalizzabile) di opzioni molto ampio.
 
Anche il menù è stato riprogettato in modo da essere più intuitivo e semplice da usare. E' stata aggiunta anche una pagina My Menu dove si possono salvare le voci delle impostazioni che usiamo più frequentemente.

 
Il display è fisso e non è non è touch. 
 
Autofocus e velocità operativa
 
Anche qui il salto in avanti è significativo.

 
La X100F eredita l'AF della X-T2 e della X-Pro2. Si passa dai 49 punti della X100T a 91 (fino a 325 con AF a punto singolo).
 
L'AF-S è molto reattivo e affidabile.
 
Immagine inserita
 
L'AF-C è migliorato molto, ma rimane a mio avviso sempre il punto debole.
 
Immagine inserita
 
Il riconoscimento del viso funziona meravigliosamente e ora permette la rilevazione dell'occhio
 
Immagine inserita
 
Ho usato la X100F spesso anche in fuoco manuale, lavorando in iperfocale e usando il focus peaking con il mirino elettronico. 

 
Immagine inserita
 
Batteria
 
La X100F usa le stesse batterie della X-T2 e della X-Pro2. Rispetto alla X100T il miglioramento è netto. Certo siamo ancora lontani dall'autonomia di una reflex, però si comincia a ragionare.
Questo non toglie che mi porto sempre dietro qualche batteria di riserva ;)
 
Profili jpeg
 
A quelli consueti si aggiunge il profilo B/N Acros, che ha me è piaciuto molto con i suoi neri profondi e le immagini ben contrastate.
 
Immagine inserita
Acros Yellow
 
Immagine inserita
Acros Yellow
 
Immagine inserita
Astia Soft
 
Immagine inserita
Classic Chrome
 
Lenti di conversione "digitali"
 
"Digital teleconverter" in inglese. In pratica, fotografando in jpeg, se si seleziona questa impostazione si può passare dal 35mm equivalente nativo a 50mm e 70mm, ruotando la ghiera di messa a fuoco come se fosse uno zoom. Naturalmente è una conversione digitale, non ottica. 
Funziona? Non lo so, non ho usato questa funzione. Se avessi voluto una Fujifilm a obiettivi intercambiabili, avrei preso un'altro modello ;)
 
Conclusioni
 
Anche se a prima vista le differenze non balzano all'occhio, la X100F è un miglioramento sostanziale del modello precedente: sensore da 24MP, AF molto più performante, maggiore autonomia, maggiore semplicità d'uso.
 
Ci sono tuttavia a mio avviso alcuni difetti abbastanza importanti: non è tropicalizzata, la scheda di memoria è singola e lo schermo è fisso e non touch.
 
E' la mirrorless ideale? No, no, per carità! E' una macchina molto specifica, che non mi sento di consigliare a tutti. Privarsi della possibilità di cambiare ottica per molti rappresenta un grosso limite. Io invece sono contento di aver trovato una macchina che mi permetta di fotografare solo a 35mm: in molte occasioni non ho bisogno d'altro e quando mi serve altro spesso preferisco passare alla reflex.
 
In sintesi:
 
Cosa mi piace 

  • la lunghezza focale, fissa, ma molto versatile. 
  • I controlli manuali di diaframma, tempo e compensazione, molto pratici e appaganti
  • il mirino ibrido
  • I profili jpeg e soprattutto l'Acros. 
  • la silenziosità offerta dallotturatore
  • La possibilità di usare il flash con tempi rapidi e diaframmi aperti
  • la qualità con cui è costruita e la leggerezza
  • il WiFi: è comodissimo per passare le foto su tablet o smartphone in un attimo
 
Cosa non mi piace
 
  • Display fisso e non touch 
  • Non è tropicalizzata
  • scheda di memoria singola
  • parasole non offerto in dotazione
  • Lente non stabilizzata
 
 Alcune immagini

 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita
 
Immagine inserita

Test: Yes



30 Comments

Foto
Max Aquila
giu 27 2017 16:35

Molto carina la tua X100F, come tutte le Fujifilm le quali, indipendentemente dalla destinazione d'uso, hanno basato e continuano a farlo sull'appeal da...macchina fotografica d'antan buona parte del loro marketing.

 

Riguardo alla sostanza, ti chiedo di fare (con i tuoi tempi) forza su te stesso ed aggiungere qualche immagine utilizzando quello zoom digitale che devono aver aggiunto a furor di popolo: chissa' come si comporti a distanza ravvicinata...

Il tuo integralismo e' coerente al proposito (35mm fisso e null'altro), ma giusto per dovere di cronaca.

Sono contento dell'aggiunta del joystick in deroga all'oldfashioned, ma in aiuto all'utente (con 325 punti af...).

Deve essere un refuso il tuo +/-5 EV del comando di compensazione exp: la foto parla chiaramente di +/-3 EV... oltre i quali mi chiedo sempre in che occasione, (a parte che durante un'invasione di ultracorpi metallici alieni) :marameo: , possa servire un comando di tale staratura esposimetrica.

 

A proposito dicci anche l'esposimetro come si comporti, perche' in alcune delle tue foto a corredo, specie quelle in BN, (a meno che non abbia scattato sempre con la cellula a matrice) non mi pare che l'interpretazione delle luci e delle ombre sia stata enfatizzata dove ci si aspettava.

 

Sulla mancanza del doppio slot mi trovi freddino: non mi pare che le esigenze di un backup on camera siano quelle della clientela cui possa essere destinata questa macchina, ma sopratutto....quando dovessi caricare una sd da 128GB con la quale quel sensore sarebbe capace, immagino, di 2000-2500 scatti ...tutti a 35mm di focale, direi che siano bastevoli.

 

E sul wifi...e' veloce si, ma immagino come sulle mie X-E1 ed X-T1, come sulla middle che sto provando GFX-50S, solo se il file sia un jpg. Per cui i tempi si allungano per chi come me scatterebbe in RAF da convertire prima in jpg per poter essere inviato allo smartphone.

 

L'unico sistema veramente efficiente in questo senso resta il PlayMemories Sony che attua conversione e compressione da solo, partendo dall' ARX, il raw del marchio.

 

Bellina la tua seconda X-xoo e suggestiva la capacita' di "costringere" a dimenticare zoom e sostituzioni ottiche.

Una bella palestra per i piu' appassionati di fotografia che vogliano imparare a muoversi (in tutti i sensi) in questo mondo.

E una liberazione per chi vive traumaticamente il peso da portarsi appresso di troppa roba, spesso inutilizzata

Foto
happygiraffe
giu 27 2017 20:09

Ciao Max, grazie dei commenti.

 

L'aspetto retrò è certamente accattivante e rassicurante, però quello che conta è sempre la sostanza ;)

 

Ti rispondo nell'ordine:

  • vi metterò qualche immagine ottenuta con lo zoom digitale. Fujifilm dice che non si tratta di crop, ma di immagini ricampionate a 24MP...
  • il joystick è molto, molto pratico da usare. E con un doppio click l'area di messa fuoco si posiziona al centro del fotogramma,
  • i +/- 5 EV sono reali. Per arrivarci bisogna ruotare la ghiera su C e modificare i valori tramite la rotellina anteriore. Forse che C stia per "Che cavolo stai facendo?"?
  • esposimetro: se qualche immagine non è esposta correttamente è colpa mia che ho compensato male durante lo scatto o sviluppato male dopo. Devo ancora però capire meglio come si comporti. Per esempio ho notato una tendenza alla sottoesposizione quando la modalità di riconoscimento del viso è attiva.
  • wi-fi: effettivamente trasmette solo i jpg. Se so che potrei aver bisogno del wifi, scatto in raw+jpg
Foto
Max Aquila
giu 27 2017 20:21

 

Ciao Max, grazie dei commenti.

 

L'aspetto retrò è certamente accattivante e rassicurante, però quello che conta è sempre la sostanza ;)

 

Ti rispondo nell'ordine:

  • 1 vi metterò qualche immagine ottenuta con lo zoom digitale. Fujifilm dice che non si tratta di crop, ma di immagini ricampionate a 24MP...
  • 2 il joystick è molto, molto pratico da usare. E con un doppio click l'area di messa fuoco si posiziona al centro del fotogramma,
  • 3 i +/- 5 EV sono reali. Per arrivarci bisogna ruotare la ghiera su C e modificare i valori tramite la rotellina anteriore. Forse che C stia per "Che cavolo stai facendo?"?
  • 4 esposimetro: se qualche immagine non è esposta correttamente è colpa mia che ho compensato male durante lo scatto o sviluppato male dopo. Devo ancora però capire meglio come si comporti. Per esempio ho notato una tendenza alla sottoesposizione quando la modalità di riconoscimento del viso è attiva.
  • 5 wi-fi: effettivamente trasmette solo i jpg. Se so che potrei aver bisogno del wifi, scatto in raw+jpg

 

1) grazie: alla luce di quanto dici potrebbe essere una facility che attiri molti piu' acquirenti a questa all-in-one

 

2) il joystick e' FONDAMENTALE in ogni sistema AF che oltre alle zone consenta il punto singolo....specie se questi siano centinaia

 

3) urka!

 

4) possibile che quando metti su il riconoscimento viso, per uno degli arcani collegamenti dei progettisti Fuji, la cellula esposimetrica si commuti in spot o semispot.

Nella parente obesa (GFX-50s) della tua compatta, se inserisco il riconoscimento viso od occhio, mi esclude del tutto la possibilita' di variare la cellula esposimetrica... Cose di casa loro...

 

5) e perche' ingombrare la scheda? Un passaggio in piu' nello stesso menu': conversione raw e poi connessione wireless ed il gioco e' fatto (la prima volta imposti i parametri di conversione in jpg e poi via...)

buonasera,

torno attivo dopo mesi, periodo nel quale parecchie rogne si sono susseguite in campo lavorativo. per fortuna a casa tutto ok che e' la cosa piu importante.

ma vi leggevo sempre. non ho mai smesso.

il diavolo tentatore e' tornato sugli stessi passi di un paio di anni fa. :ciao:

giusto stasera mi ero riproposto di andare a vedere questo gioiello che e' in vetrina in un negozio in centro, ma mia figlia era rimasta nuovamente a piedi col motorino e i programmi son cambiati.

 

non ricorderete ma avevo preso la versione "T" giusto in parallelo all'autore, che ringrazio.

va alla grande ma giusto quelle migliorie le trovo interessanti, e parlo principalmente del layout del corpo. sensibilita' e joystick in primis.

ora le rotelline sono 2, immagino che ci si possa indirizzare un po tutto, ma sono cedevoli come sulla T?

E il cambio sensibilita', diretto col suo bel "dial" che a me piace tanto, come si aziona?

 

tutto bello certo, ma andando al nocciolo della questione, il gioco varra' la candela? cioe', il passaggio da 3rd a  4th non e' che lo regalano .

 

io sono un utilizzatore "base", foto delle vacanze e poco piu.

 

un saluto

Gian


aggiungo solo che la mia T un bel di mi ha lasciato sgomento, tutte le foto iper esposte (apparentemente) invece era il monitor che "sparava" al max. e' andato a posto solo tramite un reset totale dell'apparecchio.

Foto
happygiraffe
giu 27 2017 21:43

Ciao Gian, bentornato.

Rotelline: quella della compensazione dell'esposizione non mi pare molto diversa da prima. Per abitudine la controllo sempre quando prendo in mano la macchina. E' un difetto che inspiegabilmente non è stato sistemato.

La rotellina di tempi e ISO funzione così: se la ruoti cambi i tempi, se la sollevi e la ruoti cambi gli ISO. Questa invece è improbabile che si sposti accidentalmente per via della posizione più protetta.

 

Vale la pena cambiare? Non lo so, non posso mettermi nei tuoi panni. Per me le ragioni del cambiamento sono state sensore, autofocus e joystick. La differenza c'è e si vede. Poi dipende sempre cosa ci devi fare e quanto sai resistere alle tentazioni  :brindanodiavoletti:

ciao, grazie.

posso aggiungere che questa macchinetta te la puoi veramente portare sempre appresso, pesa pochissimo (e funziona benissimo se le rotelle sono a posto)

per quanto mi riguarda ha due caratteristiche che sono sempre piu rare e che a me garbano

la prima e' che l'obiettivo e' fisso

 nel senso che nn e' a scomparsa ma e' li davanti ben piantato al suo posto e non sparisce nel corpo macchina come altre.

la seconda e' che ... l'obiettivo e' fisso  :) cioe' un 35mm e fine della fiera. con questo si pone il limite a acquisti e alla roba da portarsi dietro e complicazioni varie, "fine del tunnel" degli acquisti ... tranne che passare eventualmente alla 4th 

 

la batteria e' diversa?

Foto
Fab Cortesi
giu 28 2017 16:53

Grazie del test e delle tue considerazioni, le trovo ottime.

 

Per me il selettore Iso -Tempi e' un po scomodo da utilizzare (la X-pro2 che ho utilizza lo stesso sistema) specialmente quando si vuole cambiare gli iso senza togliere l'occhio dal mirino e quindi senza guardare il selettore , spesso cambio anche i tempi.

Come fotocamera da portarsi sempre con se la trovo perfetta, chiaro il costo meno. Pero la vedo un ottimo tuttofare da taschino.

Foto
Mauro Maratta
giu 29 2017 07:26

[...] Pero la vedo un ottimo tuttofare da taschino.


'nzomma, la vedo dura fare tutto con un 23mm fisso.
E infatti si vedono certi strafalcioni in giro ... :marameo:

Foto
Fab Cortesi
giu 29 2017 07:47

'nzomma, la vedo dura fare tutto con un 23mm fisso.
E infatti si vedono certi strafalcioni in giro ... :marameo:

 

Chiaro, dipende dal tipo di fotografia che si vuole fare.

Pero se si conoscono le caratteristiche (i limiti) e si ha bene in mente quello che si puo fare e quello che non si puo fare......il gioco e' fatto! ;)

Lo stesso vale per tutte le fotocamere e i vari obiettivi.

Foto
Mauro Maratta
giu 29 2017 07:50

[...] Pero la vedo un ottimo tuttofare da taschino.


e si ha bene in mente quello che si puo fare e quello che non si puo fare......il gioco e' fatto! ;)

 
 
Perfettamente d'accordo : così però hai dato la definizione di una fotocamera che NON è una tutto fare, diversamente da quanto hai affermato ieri :)

 

Insomma, queste Fujifilm X100 (tutte quante) sono valide macchine compatte per fare istantanee a 35mm.

Niente di meno e niente di più.

 

Secondo me Fujifilm, anzichè aggiornarle ogni 2 o 3 anni, dovrebbe decidersi a proporre - come fa Sigma - altre macchine analoghe con focali differenti, tipo 50, 24, 85mm.

Per molti sarebbe il corredo ideale e sceglierebbe ogni volta con quale uscire.

 

;)

 

In effetti è la stessa cosa che mi aspettavo avrebbe fatto Leica, dopo la Leica Q.

 

Ma evidentemente il mercato la pensa diversamente.

 

:)
 

Foto
Fab Cortesi
giu 29 2017 08:09

Si Mauro, pero con la stessa regola che ho detto sopra non raccomanderei la D5 (fotocamera che sdoro) a tutti.

Come dicevo raccomanderei la Fuji per un certo tipo di fotografia, chiaramente non per tutta la fotografia.

Come ha dimostrato Gio nel suo test, per quel genere di fotografia questa Fuji e' ideale. 

 

L'importante e' tenere bene a mente quello che si vuole fotografare e i risultati che si vogliono ottenere.

Anche perche il mercato e' saturo di fotocamere e obiettivi.

Foto
Mauro Maratta
giu 29 2017 08:15

Credo sia pacifico che la Nikon D5 non é un tuttofare. Bisogna possedere un intero corredo per fare tutto con la D5. E anche in quel caso ... manca ancora qualche cosa (tipo 5 stop di dinamica in più e/o 40 megapixel di risoluzione in più) :)

 

Infatti a me, pensando ad una tuttofare, viene in mente la Sony RX100 Mk Y.

Foto
Max Aquila
giu 29 2017 09:45

Credo sia pacifico che la Nikon D5 non é un tuttofare. Bisogna possedere un intero corredo per fare tutto con la D5. E anche in quel caso ... manca ancora qualche cosa (tipo 5 stop di dinamica in più e/o 40 megapixel di risoluzione in più) :)

 

Infatti a me, pensando ad una tuttofare, viene in mente la Sony RX100 Mk Y.

abbiamo testato come tuttofare all-in-one anche questa quattroterzi Panasonic LX100 24-70eq f/1,8-2,8 ...

 

Le Fujifilm ad ottica fissa sono uno sfizio...carine e complete, ma come sfizio... ;)

Io la vedo come una fotocamera nata solo per fare la street. La focale fissa (35mm equivalente) e l'impostazione progettuale, la portabilità e la discrezione non lasciano molto spazio per altri utilizzi. E' stata pensata così e in questo senso va vista come fotocamera di nicchia (ma una nicchia molto ampia, comunque, nel senso di utilizzo specifico). A me piace tantissimo, prima o poi me la comprerò, ma l'uso che ne farò sara esclusivamente quello.

Non va vista come una macchina "carina" o come una tuttofare. Va vista ed eventualmente apprezzata per quello che è. :)

Foto
Mauro Maratta
giu 29 2017 10:53

[...]

Non va vista come una macchina "carina" o come una tuttofare. Va vista ed eventualmente apprezzata per quello che è. :)

 

Concordo al 10000 % anche se sarei disposto a giurare che in molti la comprino più che altro perchè la trovano carina (e in effetti, uno così lo conosco :marameo:)

Foto
happygiraffe
giu 29 2017 11:19

Io l'aspetto nel test non l'ho neanche menzionato, ma è probabile che molti siano catturati dal design simil-Leica. Per quel che mi riguarda sono altre le cose che mi piacciono delle Fuji.

Io l'aspetto nel test non l'ho neanche menzionato, ma è probabile che molti siano catturati dal design simil-Leica. Per quel che mi riguarda sono altre le cose che mi piacciono delle Fuji.

 

Concettualmente l'unica Leica (confrontabile?) con la X100F sarebbe la Leica Q. Ma si tratta di un FF con ottica fissa 28mm (nè carne, nè pesce), un prezzo improponibile (questa sì è nicchia vera) e comunque _ a costo di essere impopolare _ con una dotazione tecnologica vergognosamente inferiore a quella della X100F.

Foto
Mauro Maratta
giu 29 2017 12:39

Già il fatto di essere su Nikonland, ti rende tout court _impopolare_

:post-42-1201873916: :post-42-1201873916:

Foto
Fab Cortesi
giu 29 2017 13:53

Quello che dicevo e' che la vedo una fotocamera (per me) "tuttofare" per lo street e il reportage,  che e' la "mia" fotografia.

Per il resto ci sono altre fotocamere.

 

PS un po OT:

Per l'ultimo viaggio che ho fatto nel sud della Francia  (son tornato ieri) ho optato per la Fuji X-Pro2 perche sapevo in partenza che tipo di fotografia sarei andato a fare.  Sinceramente nessun rimpianto.

Non credo che la X100 avrebbe fatto meno, solo che non la avevo e che non me la comprerei oggi tenendo la X-Pro, pero un pensiero ce lo avrei fatto.... solo a le stesse condizioni che ho avuto per la X-pro.

 

Se si hanno in mente le foto che si vogliono fare i materiali fotografici si limitano abbastanza e per quello che vedo io questa Fuji, per molti ma non per tutti, e' una alternativa valida.

Per esempio rimanendo nel mio modo di fotografare, chiaramente non la porterei per una sfilata di moda, ma si per il backstage.

Foto
happygiraffe
lug 01 2017 16:55

Per dovere di cronaca, metto qui tre immagini prese con lo zoom digitale.

Il sistema funziona solo impostando lo scatto in jpeg.

 

Questa è la prima immagine a 35mm eq., nessuno zoom digitale. ISO 200, f/5.6, 1/1250". Provia std. 

Jpeg Small Normale.

 

Immagine Allegata: _DSF9376.JPG

 

Questa è la seconda a 50mm eq.:

 

Immagine Allegata: _DSF9377.JPG


E questa è la terza a 70mm:

 

Immagine Allegata: _DSF9378.JPG

Foto
Max Aquila
lug 01 2017 17:37

grazie:

sempre per la cronaca, quando potrai/vorrai,  :marameo:

la stessa cosa a breve distanza utilizzandola in ritratto a luce ambiente?

 

Noti sui jpg interpolati,  impoverimenti in termini di contrasto e nitidezza?

Foto
happygiraffe
lug 01 2017 18:59

grazie:
sempre per la cronaca, quando potrai/vorrai,  :marameo:
la stessa cosa a breve distanza utilizzandola in ritratto a luce ambiente?


Certamente ;)

Noti sui jpg interpolati,  impoverimenti in termini di contrasto e nitidezza?


A 50mm la qualità è buona, a 70 la perdita di nitidezza si nota, ma è tutto sommato accettabile.
Tu dalle foto sopra che idea ti sei fatto? :marameo:
Foto
Max Aquila
lug 01 2017 20:59
Mi parevano molto buone entrambe. Per questo mi incuriosisce in ritratto a breve distanza, dove le magagne, se ci siano, si manifestano
Foto
happygiraffe
lug 01 2017 22:29

Le stesse foto le ho fatte anche in modalità jpg large+fine. Confermo che a 50mm va decisamente bene, mentre a 70 si nota una certa perdita di nitidezza, ma il risultato è comunque accettabile.

 

Domani provo con un ritratto. Stay tuned.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi