Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Il corredo ideale senza compromessi per la nostra Nikon (gennaio 2017)


Ogni nikonista doc con qualche anno di esperienza alle spalle saprebbe stilare a memoria il suo proprio corredo ideale senza compromessi per la sua Nikon.
Qui vogliamo dare il nostro punto di vista a chi invece questa esperienza non ce l'ha ma vorrebbe comunque essere informato.
Una premessa, non si tratta di scelte esclusivamente Nikon ma di quanto di meglio offre il mercato oggi, a prescindere dal produttore ...

***

Max Aquila di recente si è calato nei panni del nikonista tipo che vuole essere orientato sulle scelte più opportune da fare oggi per costruire un corredo equilibrato ma soprattutto utile e alla sua portata, dopo aver scelto quale reflex Nikon acquistare.
E' un compendio della nostra esperienza di questi anni, volutamente soggettivo e per nulla snob o elitario come spesso - e pure giustamente - ci accusano di essere.
Lo trovate qui : Compro una Nikon, e...gli obiettivi??? e tutto sommato non è necessario accendere una seconda ipoteca sulla casa per arrivare a mete più che ragionevoli, già a partire dal corpo macchina.
 
Ma ci è stato chiesto di ripetere la carrellata anche per chi volesse invece avere dei punti fermi - non propriamente dei consigli - per la costruzione di un corredo ideale e senza compromessi.
 
E' comunque necessaria qualche premessa.
 
1) escludiamo dal novero tutti gli obiettivi "esotici" pensati per scopi super-specialistici come tutti i superteleobiettivi, necessari per scopi specifici (come lo sport e la fotonaturalistica). Ognuno di quelli ha una sua propria ragione d'essere e non si può prescindere dal prenderli in considerazione anche al di fuori di un corredo "integralmente" senza compromessi (uno potrebbe stabilire che gli serve un 600/4E FL per fotografare i suoi soggetti preferiti mentre per il resto gli basta un superzoom come il 18-300 e magari usa entrambi su una Nikon D500, macchina che è al di fuori del corredo senza compromessi perchè ... rappresenta essa stessa un compromesso, essendo una "formato ridotto")
 
2) escludiamo anche tutti gli obiettivi macro (saranno oggetto di un articolo a se) e pure i decentrabili (obiettivi altrettanto esotici e specialistici dei superteleobiettivi)
 
3) escludiamo infine di idealizzare un fotografo tipo, perchè in questo caso non è detto che ci sia un fotografo che idealmente abbia bisogno di un ideale corredo senza compromessi per intero.
Perchè uno che si dedica alla foto di architettura difficilmente avrà bisogno di ottiche dedicate al ritratto (e viceversa) e perchè uno che li vuole tutti a prescindere, beh, li comprerà tutti a prescindere da ogni altra considerazione, anche se poi li userà solo raramente.
 
Infine una premessa, includerò nella lista anche svariati - eccellenti - obiettivi manual focus.
Obiettivi che io non inserirei nel MIO corredo senza compromessi, perchè ritengo che la messa a fuoco manuale, oggi, sia essa stessa un compromesso.
Ma persino io posso ammettere che per taluni fotografi, mettere a fuoco a mano possa invece rappresentare un valore anzichè un limite (o non rappresenti un limite in certi generi, come il paesaggio o la riproduzione di opere d'arte o lo still-life).
 
Ma il corredo ideale senza compromessi deve partire necessariamente dal corpo macchina.
 
In questo inizio di 2017 ancora non abbiamo notizie delle novità che Nikon proporrà nella nuova stagione.
Ad esclusione della Nikon D5, praticamente tutte le altre reflex full-frame hanno raggiunto quel punto di maturità che ne fa intravvedere l'opportunità di un aggiornamento.
Ma la nostra scelta, sempre per evitare i compromessi, resta quella di parlare solamente di ciò che si potrebbe comprare oggi, avendone i mezzi o la necessità.
 
Per questo, la nostra scelta di corpo ideale senza compromessi per la fotografia generale resta ancora - nonostante il progetto di base abbia oramai 5 anni e che nella sua attuale veste "aggiornata" sia stata lanciata quasi tre anni fa - la Nikon D810
 

Immagine Allegata: apertura.jpg

 

la Nikon D810, pur essendo da considerare una macchina della generazione "4" e quindi non l'ultimo grido tecnologico con l'uscita della Nikon D5, é l'ideale compendio di risoluzione, dinamica, prestazioni estreme alla sensibilità minima, capacità di recupero delle ombre e possibilità di post-elaborazione, che la pur prestante Nikon D5 - ammiraglia pensata più che altro per l'azione e per le alte sensibilità - non può dare.
Della Nikon D810 abbiamo parlato in due test:
 
- in termini generali : Nikon D810 : la terra promessa (test/prova)
- e come approfondimento di lungo termine : Nikon D810 : 40.000 scatti dopo (test/prova)
 
la Nikon D810 ha anche il vantaggio di costare una cifra più che ragionevole, oggi, per quanto offre, rispetto alla specializzata e supercostosa ammiraglia Nikon D5.
In vista di una sua più che probabile sostituzione con un modello che peschi proprio dalla D5 sia il motore dell'autofocus che quello di elaborazione delle immagini, spendere meno potrebbe essere una opportunità in più al momento dell'uscita della futura macchina ad alta risoluzione/dinamica.
 
Ma capiamo che qualcuno non vorrà privarsi dell'ultimo grido delle reflex Nikon - sebbene magari non gli serva la raffica o un buffer esagerato o le sensibilità della D5 - e quindi gli segnaliamo anche il nostro test relativo :
 
 
Immagine Allegata: nikon_d5_high_speed_data_transfer--original.png
Nikon D5 : semper fidelis (test/prova)
 
 
 
bene, scelto "il cavallo", dalla prossima pagina, andremo al cuore di questo articolo !
 
[il corpo] [grandangolari] [normali] [teleobiettivi] [conclusioni]
 







13 Comments

Foto
Max Aquila
gen 20 2017 20:28

e si,

ci voleva Mauro per il no compromise...

 

Io quegli obiettivi li guardo come punti di arrivo delle rispettive categorie cui tendere attraverso le mie infinite sperimentazioni alle quali tengo tantissimo  perche' costituiscono la mia storia e la mia esperienza.

 

Alcuni di quegli obiettivi li posseggo proprio perche' quel percorso...l'ho compiuto.

 

Bello Nikonland: siamo tanti, possiamo portare ognuno la propria esperienza... YES, WE CAN !!!

Foto
Suriano Andrea
gen 22 2017 13:59

...io mi ritengo un'altra delle "vittime" di Mauro, persona che non finirò mai di ringraziare anche se non ho avuto per ora l'occasione di incontrare. Per me rappresenta un vero e proprio punto di riferimento. 

 

Bello Nikonland? Direi strepitoso!!

Grazie Mauro, bel lavoro!

Foto
Mauro Maratta
gen 24 2017 17:01

...io mi ritengo un'altra delle "vittime" di Mauro, persona che non finirò mai di ringraziare anche se non ho avuto per ora l'occasione di incontrare. Per me rappresenta un vero e proprio punto di riferimento. 

 

Bello Nikonland? Direi strepitoso!!

 

 

Vittima  :wub:  ? Felice spero  :post-515-1140593913:  :lol:

Foto
Valerio Brùstia
gen 25 2017 09:32

 

 

Vittima  :wub:  ? Felice spero  :post-515-1140593913:  :lol:

 

vittima della miseria immagino, nel senso del prosciugamento del conto in banca

 

perchè la roba "bella" ma soprattutto buona, ahimè, costa un botto

Foto
Suriano Andrea
gen 27 2017 22:51

 

vittima della miseria immagino, nel senso del prosciugamento del conto in banca

 

perchè la roba "bella" ma soprattutto buona, ahimè, costa un botto

 

Beh, dai...è una soddisfazione anche fare dei sacrifici per  "la roba bella" no?

Foto
Suriano Andrea
gen 27 2017 22:52

 

 

Vittima  :wub:  ? Felice spero  :post-515-1140593913:  :lol:

...molto felice! 

Foto
Mauro Maratta
feb 21 2017 12:57

Ovviamente confermerò il giudizio quando li avrò provati, ma già a giudicare dall'esperienza del recente Sigma 85/1.4 Art, posso anticipare che i due nuovi :

 

Immagine Allegata: Sigma-14mm-F1.8-DG-HSM-Art-550x277.jpg

Sigma 14mm F1.8 Art

 

e

 

Immagine Allegata: Sigma-135mm-F1.8-DG-HSM-Art-LENS-550x254.jpg

Sigma 135mm F1.8 Art

 

annunciati oggi e di cui stiamo parlando qui

 

sono candidati seriamente a sostituire nel nostro corredo ideale

 

rispettivamente lo Zeiss 2.8/15mm e lo Zeiss 2/135mm Apo-Sonnar

 

e scusate se è poco.

 

;)

Foto
Mauro Maratta
feb 21 2017 18:21

Ops .... Zeiss ha appena annunciato un consistente ribasso sui suoi 2.8/15mm, 3.5/18mm e 2/135mm.

 

Lo chiamiamo effetto Sigma ? :marameo:

Foto
Max Aquila
feb 21 2017 19:06

Ops .... Zeiss ha appena annunciato un consistente ribasso sui suoi 2.8/15mm, 3.5/18mm e 2/135mm.

 

Lo chiamiamo effetto Sigma ? :marameo:

Alla Carl Zeiss ci sono uomini marketing intelligenti...

 

forse anche fotogenici... :marameo:

Foto
Mauro Maratta
mar 27 2017 09:52

Testato anche il Sigma Art 12-24/4 (qui), a mio parere pur eccellente e superiore in tutto al pur valido Tamron 15-30/2.8, non é all'altezza del nostro corredo ideale senza compromessi.

Il progetto stesso prevede dei compromessi introdotti per renderlo industrialmente proponibile sul mercato, a cominciare dalla luminosità massima limitata ad F4.

Mentre nel nostro corredo ideale non ci devono essere compromessi e gli obiettivi inseriti non devono proprio avere rivali, a prescindere dal prezzo.

 

Quindi al momento - nella mia modesta opinione - il vecchio Nikon 14-24/2.8 resta in sella saldamente, in attesa che la stessa Nikon ci proponga qualche cosa di nuovo, come ad esempio, un nuovissimo ed inedito (oltre che auspicabile) Nikon 16-35/2.8.

 

Mentre in classifica potrebbe entrare il più recente Sigma Art 14mm F1.8, obiettivo che di compromessi proprio non è disposto ad accettarne :marameo:

Foto
Mauro Maratta
apr 11 2017 14:46

Segnalo che il nuovo Sigma 135mm F1.8 Art sostituisce nel nostro soggettivissimo corredo ideale il precedente Zeiss 2/135mm Apo-Sonnar (ne parliamo qui)

Foto
Mauro Maratta
ago 02 2017 08:09

Lo sospettavamo ma dai primi scatti, anticipo che ci saranno due sostituzioni nel nostro "Corredo Ideale" alla voce [grandangolari].

 

Il nuovissimo Nikon 28/1.4E (in pratica un Nikon 105/1.4E accorciato) sostituirà lo Zeiss 1.4/28mm Otus e il Sigma 14/1.8 Art (di cui abbiamo per ora solo la versione Sigma) sostituirà lo Zeiss 2.8/15mm Distagon.

 

Associando a prestazioni sullo stesso piano, l'autofocus e, nel caso del 14mm, l'eccezionale luminosità per una focale così corta.

 

Non sono regalati ma costano entrambi meno dei due Zeiss che vanno a sostituire.

 

Ma noi che non ci accontentiamo mai, ci domandiamo adesso cosa ci proporrà di nuovo, il prossimo futuro da considerare nella nostra lista ideale :marameo:

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi