Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Guida all'acquisto dell'obiettivo macro per la nostra Nikon

obiettivi macro macrofotografia nikon Sigma Tamron Tokina

Se si vuole  approfondire qualche genere fotografico in particolare,come la macrofotografia può servire  un obiettivo dedicato. Quale acquistare fra la  vasta offerta di modelli e focali? Esaminiamone inseme le caratteristiche per una scelta ragionata. 


 
I tele macro "corti" da 90-105mm 
 
La  focale da 100-105mm  rappresenta un'ottima scelta per fare della macro sia sul campo che come still life/riproduzione. Si tratta di obiettivi di dimensioni relativamente compatte che possono eventualmente prestarsi come obiettivi da ritratto;  alcuni, come il Sigma 105mm f.28 Macro OS, hanno anche un costo contenuto senza rinunciare alla qualità. I nuovi modelli sono quasi tutti IF  (internal focus ) per cui il barilotto non si allunga mettendo a fuoco da vicino, il che li rende estremamente comodi nell'uso e non sottrae distanza di lavoro. Ecco i modelli attualmente disponibili (ordinati per lunghezza focale e marca):
 
 
Tamron 90mm f/2.8 Macro VC USD
 
 
Immagine Allegata: tamron90.jpg
 
Schema ottico (lenti/gruppi): 14/11
Diaframmi: f2.8-32
Distanza minima di messa a fuoco 30cm
Massimo rapporto di riproduzione 1x
Diaframma 9 lamelle
Passo filtri 62mm
Diametro x lunghezza 79x117mm
Peso 600g (baionetta Nikon)
Motorizzato USD
Stabilizzato SI
 
Completamente rinnovato rispetto al modello precedente (ancora in listino), si allinea come specifiche ai 105 Nikon e Sigma: è motorizzato, IF e pure tropicalizzato.
 
Tamron SP AF 90mm F/2.8 Di Macro 
 
Immagine Allegata: tamron90b.jpg
 
Schema ottico (lenti/gruppi): 
Diaframmi: f2.8-32
Distanza minima di messa a fuoco 29cm
Massimo rapporto di riproduzione 1x
Diaframma 9 lamelle
Passo filtri 55mm
Diametro x lunghezza 71x97mm
Peso 400gr
Motorizzato NO
Stabilizzato NO
 
E' il modello precedente, ma ancora in listino. E' più leggero, molto più economico, ma ha un af vecchio tipo, quindi incompatibile con le reflex entry level (D3xxx- D5xxx) inoltre non essendo IF, il barilotto raddoppia quasi la lunghezza alla minima distanza di messa a fuoco sottraendo distanza di lavoro.
 
Tokina AT-X Pro D 100mm f/2.8 Macro
 
Immagine Allegata: tokina100.jpg
 
 
Schema ottico (lenti/gruppi): 9/8
Diaframmi: f2.8-32
Distanza minima di messa a fuoco 30cm
Massimo rapporto di riproduzione 1x
Diaframma 9 lamelle
Passo filtri  55mm
Diametro x lunghezza 73,6x95mm
Peso 540g
Motorizzato NO (Af corpo macchina)
Stabilizzato NO
 
Robusto e compatto, come il Tamron 90mm vecchio modello ha una marcia in meno rispetto la praticità d'uso: non è motorizzato, quindi non compatibile con reflex entry level, non ha la correzione manuale della messa  fuoco automatica mentre  ha un meccanismo di commutazione Af/Mf a camma,  piuttosto obsoleto.
 
 
Zeiss Milvus 100mm f/2M
 
Immagine Allegata: zeissmilvus100m.jpg
 
Schema ottico (lenti/gruppi): 9/8
Diaframmi: f2-22
Distanza minima di messa a fuoco 44cm
Massimo rapporto di riproduzione 0,5x
Diaframma 
Passo filtri M67
Diametro x lunghezza 85x104mm
Peso 820g
Messa a fuoco manuale
 
Come per il 50mm Zeiss:  Solo per estimatori della massima qualità che non temono la messa a fuoco "a vista", le vibrazioni e gli basta arrivare ad un rapporto di riproduzione di 1:2
 







6 Comments

Grazie Silvio.

 

Credo che la tua carrellata sia esaustiva e completa. Così come comprensibili e condivisibili i tuoi consigli per gli acquisti, non pensati per esigenze specifiche ma avendo in mente un campo di azione generale o forse, rivolto alla macrofotografia in campo.

 

Ma in studio, per scopi di riproduzione - come hai tu stesso evidenziato nell'articolo - e benchè io abbia usato tutti i Sigma (persino quelli vetusti tipo il 50/2.8 e il primo 105/2.8) e svariati dei Nikon, l'unico obiettivo cui non potrei rinunciare mai, quello che utilizzo per fotografare tutti gli oggetti delle prove, i modellini, qualche volta anche le modelle, è il Nikon 60/2.8G AF-S.

 

Perchè un 105, per quanto di qualità superiore e per di più stabilizzato, stringe semplicemente troppo sul soggetto, e anche se il soggetto è grande solo una ventina di centimetri come un'automodello in scala 1:18, bisogna andare a piazzarsi a qualche metro di distanza e poi, anche ad F32, si deve usare il focus stacking per avere tutto a fuoco.

 

Con il 60/2.8 io riprendo ogni cosa tenendola in mano, con il flash messo alla buona sopra la mia spalla.

E ad F8 è tutto a fuoco :)

Foto
Silvio Renesto
feb 21 2017 13:54

Pienamente d'accordo. In studio il 60, fuori il 105 (o il 150 ;))

 

A ulteriore riprova di quanto scrivi(amo), professionalmente (per me) parlando, sia il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Milano che il Museo Di Scienze Naturali di Lugano (e pure quello di Brescia)  hanno un 60 micro.

 

 

 

 

(Al Museo di Storia Naturale di Milano usano Pentax....:P)

Foto
Gianni_54
feb 21 2017 14:33

Ottima recensione, come ben detto da Mauro, carrellata di ottiche macro esaustiva e completa.

Foto
Max Aquila
feb 21 2017 15:00
Finalmente questa rassegna. Grazie Silvio,la tua passione e competenza saranno utilissime a tutti coloro che su Nikonland si affacciano e desiderano aiuto nella realizzazione di immagini ravvicinate e macro.

Secondo me potresti anche aggiungere un altra pagina dove menzionare gli MF che hanno fatto epoca e che tu ritenga meritevoli di citazione.

Con le ML e gli anelli adattatori questi obiettivi possono ancora dire la loro grazie alle facilities consentite nella messa a fuoco facilitata dai mirini elettronici.
Foto
Silvio Renesto
feb 21 2017 15:36

Ci avevo pensato all'usato/ vintage, non l'ho inserito, perché  mi era sembrato di ravvisare nelle linee guida un'esortazione a proporre quanto correntemente disponibile e riferirlo a corpi nikon DSRL attuali.

 

Si può comunque fare, valutate e consigliatemi  se è meglio  come prosieguo di questa guida o come cosa a sè stante.

Io ne farei un articolo a parte.

 

Per quello che hai fatto io ho in mente un particolare tipo di fotografo che si rivolge al nuovo e probabilmente non propenso a provare le meraviglie del vintage semplicemente perchè disponibile solo sull'usato (non stiamo parlando ovviamente dei vari Zeiss Makro, Rolls Royce pensate per ricchi annoiati dalla quotidianità ... come scriverebbe Ken Rockwell).

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi