Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Leonard Nimoy, fotografo


Questo è un tributo ad un personaggio che raggiunta la notorietà grazie ad un ruolo televisivo particolarmente fortunato, ha avuto la volontà di realizzare il suo sogno di ragazzo, diventare un fotografo affermato. Senza per questo rinunciare alle sue origini e ai suoi trascorsi.
Immagine Allegata: 320x240.jpg
Leonard Nimoy nei panni del celeberrimo Spock, primo ufficiale dell'astronave Enterprise nella sua missione di esplorazione quinquennale alla ricerca di strani, nuovi mondi.
 
Nato nel 1931 a Boston da genitori ebrei emigrati dall'Ucraina devastata dalle purghe staliniane, si diede alla recitazione teatrale fin da bambino, pagandosi con i propri guadagni il college e gli studi di recitazione. Si avvicinò al famoso metodo Stanislasvky a Pasadena, durante la sua marcia di avvicinamento est-ovest ad Hollywood.
Dotato di una presenza scenica importante, una voce cavernosa, una recitazione per certi versi enigmatica, trovò spazio in quasi 50 "B" movie e prese parte come "character" in decine di serie TV tra cui Bonanza, Gunsmoke e Perry Mason. Ma senza mai trovare la celebrità.
 
Fu la partecipazione all'episodio pilota di una nuova serie televisiva di fantascienza a cambiargli la vita. Fu l'unico attore che poi venne scritturato per la produzione messa in onda nel 1966 dalla Paramount con il titolo Star Trek.
L'insperato successo della serie in TV consacrò il personaggio dello strano ufficiale scientifico, metà alieno e metà umano, impersonato da Nimoy : quel Mr Spock le cui espressioni, pause, introversioni, erano la trasposizione sullo schermo dello stesso Nimoy, non il contrario.
Anche il famoso saluto vulcaniano viene dalle origini ebraiche di Nimoy (l'equivalente della lettera S nel nostro alfabeto).
 
Il successo consentì a Nimoy di avere anche altre parti cinematografiche. La serie TV divenne anche una fortunata serie di pellicole cinematografiche.
Nimoy fu l'ultimo degli attori della serie "classica" a partecipare ai film di Star Trek (le ultime due apparizioni, come cameo in cui parla ad uno Spock più giovane in una realtà parallela alla nostra, nel 2009 e nel 2013, ad ottantanni già compiuti).
 
Ma la passione di Nimoy per le arti in generale era nata già da adolescente, quando con la sua Kodak a soffietto scattava fotografie ad amici e parenti che poi sviluppava e stampava da solo nel bagno del piccolo appartamento di famiglia a Boston.
 
Immagine Allegata: Zz-1-0_camera.jpg
"my camera", secondo Nimoy, la macchina con cui fece le prime esperienze
 
Nelle pause della carriera cinematografica e finite le prime due serie di Star Trek, ad inizio anni '70, studiò fotografia alla Università della California
(là c'è un corso di laurea molto rinomato) e per un certo periodo pensò di abbandonare le scene e diventare fotografo a tutti gli effetti.
 
 
Immagine Allegata: Leonard-Nimoy-and-a-Nikon-F-520x346.jpg
Leonard Nimoy nei primi anni '70 con la sua Nikon F
 
ma togliersi di dosso un ruolo come quello di Mr Spock non era certo facile. La fotografia divenne così una seconda attività, fino al 2003 quando decise di chiudere con il cinema e sentirsi realmente e solamente un fotografo.
 
Immagine Allegata: Leonard-Nimoy-Seth-Kaye-Photography.jpg
Nimoy ad inizio 21° secolo con la sua Hasselblad digitale
 







5 Comments

Foto
happygiraffe
mar 13 2015 13:02

Sapevo di questa sua attività di fotografo solo per sentito dire. Trovo la serie Full Body davvero toccante per sensibilità e ironia.

 

Grazie per la segnalazione :)

Foto
Adriano Max
mar 13 2015 14:22

Incredibile personaggio !

:)

Foto
Silvio Renesto
mar 13 2015 18:27

Grazie per questo articolo, che ho letto d'un fiato, oltre che interessante, è ispirato, sembra venire dritto dal cuore.

Come ho già scritto, Nimoy (forse più  il suo alter ego Spock?) è stato un compagno di gioventù con cui ho condiviso emozionanti avventure. Sapere di più su di lui è un arricchimento per me e per tutti quelli che leggono.

Silvio, ti segnalo allora che Mr Nimoy ha anche pubblicato svariati libri di poesie. a cavallo tra anni '70 e '80.

io le trovo un pò adolescenziali e mielose.

Si trovano come antiquariato su Amazon

 

Immagine Allegata: 51+p6iJStIL__AA160_.jpg Immagine Allegata: 51nUwWKIZSL__AA160_.jpg Immagine Allegata: 51w5qrplhgL__AA160_.jpg

 

We Are All Children Searching for Love: A Collection of Poems and Photographs

 

Come Be With Me

 

Warmed by Love

 

ce n'è un sito pieno qui : http://leonardnimoypoetry.com/

 

You and I have Learned

You and I
have learned
The song of love,

and we sing it well

The song is ageless
Passed on

Heart to heart
By those
Who have seen
What we see
And known
What we know
And lovers who have
Sung before
Our love is ours
To have
And
To share

The miracle is this
The more we share…
The more
We have

 

si vede che non era un Klingon ...

Foto
Silvio Renesto
mar 24 2015 16:19

Su quella che hai trascritto condivido, d'altro canto credo che sia rarissimo che qualcuno riesca ad essere maestro in ugual modo in campi diversi (Myamoto Musashi dicono lo fosse di scherma, pittura e poesia), è comunque interessante saperlo, grazie. 

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi