Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Sogni proibiti di un futuro incerto


E' una personale analisi di quanto potrebbe accadere in futuro e delle mosse opportune da fare per non infrangere i propri sogni con investimenti sbagliati.
 
Premesso che i sogni sono entità polimorfe e brand-indipendenti e la passione di ognuno può innestarsi su oggetti e strumenti adatti, adottati e/o adattati nei modi più o meno ingegnosi che l'animo umano è in grado di declinare (per esempio se il 24 e il 135 Sigma di cui si rumoreggia fossero all'altezza del loro 35mm f/1,4 effettuare uno switch a Sigma :P sarebbe più che leggittimo: molti professionisti - gente che mangia scattando fotografie - non hanno esitato un istante) ... faccio una considerazione, forse azzardata: che questo florilegio produttivo di Sigma (che poi è l'immissione massiccia sul mercato del frutto di investimenti di anni di ricerca) possa essere parte dei prodromi del prossimo terremoto innescato dalla A7-A7r di Sony: Sigma insomma intravede la fine del 'lungo tiraggio delle reflex' e sta applicando il cartello 'fuori tutto' al suo negozio ! Non vi sembra plausibile ?
;)
 

Immagine Allegata: soldout.jpg

 
Procedo quindi dicendo che non mi è chiaro se il mercato e la catena produttiva industriale siano pronte, ma mi è invece chiaro che Nikon e Canon dovranno sfornare ben altro che uno sputino come quelle due Sony.
 
Io immagino in potenza almeno due carronate: una - l'arma finale - è una macchina digitale pro mirrorless della stazza della D4 che con adattatori appositi (che riportino il tiraggio a quello delle reflex) continui la linea degli obiettivi pro Nikon; l'altra potrà essere una piccola macchina digitale mirrorless probabilmente simile alle Sony, per dare continuità al settore che spazia dalle reflex di fascia bassa su fin alla soglia della D600.
In quali tempi e con quali priorità non so, ma è quel che mi aspetto.
 
Entrambi questi oggetti naturalmente nel tempo saranno corredati da nuove ottiche adatte ai tiraggi ridotti mentre nel frattempo con i suddetti adattatori sarà garantita la retrocompatibili con le ottiche AFS che usiamo attualmente. Esattamente lo scenario che ha adesso Sony: deve garantire retrocompatibilità ma ancora ha pochissime ottiche dedicate alle nuove A7/A7r mentre delle 'vecchie' di classe A900 si vuole disfare ... però le Sony, pur belle, sembrano un parto precoce rispetto all'affidabilità d'uso delle reflex pro Nikon e Canon o alla velocità delle Nikon 1.
 
Quindi ? quindi la mia idea è quella di investire comunque su FX e prudentemente in ottiche facilmente rivendibili o comunque utilizzabili in futuro perchè le prossime macchine saranno molto probabilmente evoluzioni del punto zero sfornato da Sony (le A7): tra non molto finalmente Nikon ? Canon, Leica, Samsung o pincopallino potrebbero comporre in un panorama tecnologico/industriale un po' più maturo il futuro degli strumenti di ripresa fotografica.
 
Gli strumenti fotografici stanno cambiando e saranno oggetti diversi, peraltro deve essere evidente che vengono combattuti sul filo dei decimi di mm del tiraggio per evitare ad esempio che gli obiettivi Nikon possano essere ancora montati con adattatore su Canon e non viceversa ?
 
A me insomma sembra l'inizio una guerra ! anzi, è già iniziata: se Sony è già più corta delle future proposte avrà maggior possibilità di 'omnicompatibilità' ! Nikon si è portata avanti e sul formato CX il tiraggio messo in campo è tra i più corti: saprà fare altrettanto quando la stessa operazione la effettuerà sul formato pieno FX ?
;)
 
Chiaro ? 

 


15 Comments

Foto
Mauro Maratta
dic 13 2013 11:27
Molto ben scritto ma mi sfugge un punto.
 
Il tuo scenario nella mia granitica previsione del futuro si verificherà con certezza matematica.
 
E con la stessa certezza matematica alla fine di loro ne resteranno solo due. Le solite (Canon e Nikon), forse anche con un diverso rapporto di forze tra loro perchè Nikon mi sembra di gran lunga più agguerrita sul piano tradizionalmente fotografico di Canon.
 
Si tratta di disporre sul fronte della commerciabilità a prezzi ragionevoli per le prestazioni attese, sviluppi tecnologici e processi industriali che sarebbero già disponibili.
Come lo sono oramai i drones teleguidati anche ai comuni mortali come noi.
Non sparano Hellfire sul nemico ma ... possono fare altre cose meno bellicose come fotografare.
 
Ma, ed ecco il punto che ci divide, così come esistono ancora le medio formato, le grandi formato, le reflex e le telemetro a pellicola e qualcuno ancora le fabbrica nuove e c'è chi le compra ... le nostre reflex digitali pur raggiunto l'apice massimo del loro possibile sviluppo non si smaterializzeranno quando Nikon presenterà la sua Nikon 2, o Nikon 3, mirrorless nuova di pacca con nuove ottiche e nuovi accessori.
 
Quelle reflex continueranno a fare il loro dovere (e così le loro ottiche) finchè saranno riparabili e ci saranno parti di ricambio.
 
Quindi non vedo - almeno per quanto mi riguarda - la necessità di vendere, rivendere, svendere, cedere cose che amo, salvo che non mi servano più :)


Ah ... aggiungo ai miei sogni proibiti perchè l'eliminazion del mirabox lo renderà non solo possibile ma anche più facile ... che mi aspetto anche le repliche fedeli ma digitali della Nikon S3, della Nikon SP, della Nikon F e della Nikon F2 in futuro.
 
Ma con ottiche tipo un 50 F1 o anche F0.7 e mirino in grado di facilitare la messa a fuoco di precisione manuale con quelle aperture mentre simuliamo anche la nostra pellicola preferita e ogni notch di correzione della esposizione ;)
Foto
Adriano Max
dic 13 2013 11:55

Certamente non è il caso di svendere alcunchè ! come auspicabile i 'vecchi' vetri per reflex saranno sempre adattabili sui nuovi grazie al tiraggio ... ma per chi intende costruire ora un 'moderno' corredo sul nuovo sono analisi a mio avviso utili.

;)

 

La drfsp è anche tra i miei sogni, il punto è che sarà un oggetto pro. Deve esserlo: uno strumento affidabile, martellabile, modulabile ... ma anche un mattone di futuro.

 

Ciao,

A.

Foto
Mauro Maratta
dic 17 2013 09:59

Io dopo aver letto questo : E nacque una bimba : la Nikon Df, una storia di Natale

 

sono arciconvinto che da almeno 18 mesi, al Goto Laboratory stanno litigando su come sarà la Nikon Dsp mentre si baloccano con vari modelli in resina e obiettivi di celluloide

 

Immagine Allegata: black-Nikon-SP-rangefinder-auction.jpg

 

ovviamente nessun telemetro ottico (Nikon ha già dichiarato che è troppo complicato da riprodurre) e quindi esclusivamente EVIL. Ma per il resto una replica assolutamente fedele pur con il retro del tutto simile alla Nikon V3.

Dentro, il sensore della D5, verrà prodotta a Sendai per 4.000 euro con un 50/F1.2, nera e silver.

 

;)

Molto probabile, ma comunque un grosso errore.

Se la Fuji non avesse prodotto la X-Pro1, non avrebbe riscosso un centesimo dell'interesse che ha ora.

Anche se la X-Pro1 é fanalino di coda nelle vendite (ammesso che ne vendano ancora qualcuna).

Ma c'é. ;)

a_

Foto
Mauro Maratta
dic 17 2013 10:35

L'ha confidato a Giulio Forti, Tetsuro Goto qualche giorno fa :

 

 

Da tempo avevamo colto la domanda per una versione digitale della Nikon S3 (che è una fotocamera a telemetro per pellicola) o delle varie Nikon F (reflex 35mm), e quando abbiamo interrogato discretamente il mercato durante dello sviluppo della Df, ci siamo convinti che in molti avrebbero condiviso la nostra idea.

 

 

se il processo di design non è quello della nostra parodia ( : Intervista fuori onda con i progettisti della Df ), appena avranno il framework per una mirrorless ad alte prestazioni in full-frame, nessuno li dissuaderà dal farlo :)

 

Foto
Adriano Max
dic 17 2013 11:08

Alla fine l'inizio immagino sarà un compromesso :P ... però un oggetto che speriamo l'esperienza della Df e del CX possa contribuire a rendere più 'fine' di quella, prestazionale come l'altra.

L'unico punto che mi lascia pensieroso è la collocazione sul mercato che guiderà giocoforza il prezzo ... punto di forza e d'equilibrio del sistema Fuji.

:GrattaTesta:

 

L'unico punto che mi lascia pensieroso è la collocazione sul mercato che guiderà giocoforza il prezzo ... punto di forza e d'equilibrio del sistema Fuji.

 

Non dimentichiamo che Fuji "si é fatta un nome" con una macchina orrendamente sovraprezzata (la X-Pro1).

...Ma unica nel suo genere. ;)

 

Se Nikon uscirá con una concorrente della X-Equalcosa al prezzo della Leica, non solo non ne venderá nemmeno una, ma tutti ne parleranno solo male.

Se invece sará una concorrente delle Sony A7, ma con un design davvero "á la X-Pro1", allora la fama di Nikon salirá alle stelle, quale che siano il prezzo ed i dati di vendita di quelæ modello.

 

Per questo credo che qualsiasi cosa che verrá spacciata per la "Nuova SP", senza il mirino ottico sará un fallimento nell'immagine del marchio da cui sará difficile riprendersi, per Nikon.

 

Se invece ricalcheranno l'esperienza vincente di Fuji (modello di lancio con mirino ottico, il grosso delle vendite e dei guadagni con mirino elettronico), la fama di Nikon sará imperitura. :)

Non so quanto possano ancora permettersi di sprecare aggettivi ed esempi sbagliati, dopo quello che hanno fatto con troppe cose ormai (ultima la Df).

a_

Foto
Mauro Maratta
dic 17 2013 11:36

Ma un conto è fare un mirino ottico galileiano a la X-PRO1, un altro fare un telemetro funzionale moderno. Ammesso che al mondo ci siano più di 500 interessati ad una cosa del genere che difficilmente avrebbe ricadute su altri modelli e quindi con un ammortamento pro-capite insostenibile industrialmente. :)

Foto
Adriano Max
dic 17 2013 12:09

La Drfsp non credo proprio avrà un periscopio/telemetro alla fuji X-Pro. E' troppo pensare che possa davvero arrivare ad avere un mirino ibrido ottico/elettronico (e penso solo ai caschi dei top gun). Io mi aspetto senz'altro qualcosa di concettualmente simile alla Sony A7r, moltiplicato per il know-how Nikon.

 

Sogno che la frase simile a 'accelerare sulle piccole' che ho sentito nei riverberi dei vertici Nikon, fosse riferito a questa attesissima reincarnazione ...

:)

 

Non oso sperare di vederla nel 2014, perchè se l'attesa è simile a quella del 70-200 f/4 ... altro che pubblicità in mezzo al film ... seccheremo d'attesa ...

:mangia:

 

Ciao,

A.

Foto
Adriano Max
dic 26 2013 18:19
Tra le altre cose mi premeva far notare come in un futuro incerto Sigma si sia messa a sfornare ora ottiche che in molti casi sembrano preferibili a quelle originali ! E parliamo di ottiche FX ! Mi hanno ad esempio impressionato i primi test del 24-105 f/4, per tacer dei fissi ... :)
Foto
Mauro Maratta
dic 27 2013 08:40

Anche in Sigma sanno che in attesa che il futuro diventi il presente, si deve comunque fatturare :)

 

In quanto a me, l'arrivo della Df ha di molto raffreddato il mio interesse per le mirrorless correnti.

 

Le mie aspettative sono quelle di una reale sostituta senza specchio di una reflex professionale, fatta come una D4 o una F5, con prestazioni del tutto coincidenti sul piano ergonomico e superiori su tutto il resto :)

 

Se si deve sognare il futuro, meglio sognare il meglio e intanto usare il meglio che c'è al presente.   ;)

Foto
Federico777
dic 27 2013 11:01

Ax, per me l'idea di un mirino ibrido sarebbe perfetta... mi piacerebbe combinare i migliori EVF in commercio (Olympus e Sony) con quello galileiano della M6 :lol:

 

Federico

Foto
Adriano Max
dic 27 2013 11:31
Se dovessi farlo io sarebbe un mirino galileiano che però incorpora proiezioni elettroniche per emulare le cornicette e messa a fuoco: il telemetro meccanico non lo metterei proprio. Oltre alla possibilitá di switch a un mirino totalmente elettronico.
;)

Ciao,
A.
Foto
Paolo Mudu
dic 27 2013 11:58

L'idea di una S3 digit mi intriga molto purché non simil Df.

Vorrei cioè una camera apparentemente semplice, compatta e robusta, essenziale, 24 Mpx ma la tecnologia non si deve vedere.

Per estremizzare non vorrei neanche il monitor ma il collegamento con il proprio Smartphone per la visione.

Foto
Federico777
dic 27 2013 12:42

A me il telemetro piacerebbe ma, pensando alla compatibilità con tutte le mie ottiche la maggior parte delle quali sono per reflex, pensando cioè ad una fotocamera per fare tutto e non solo per utilizzare le ottiche M (quanto a quello d'altronde c'è già la M10, basta pagare :lol:), ne farei anche a meno, sostituito dalla proiezione elettronica di un quadratino ingrandito per mettere a fuoco all'interno del mirino galileiano. Naturalmente con possibilità di switch al mirino completamente elettronico che utilizzerei per lunghi tele, zoom, macro eccetera :)

 

Federico

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi