Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

05 - Luce ... colore e contrasto


Altro elemento caratterizzante della luce e' di certo il colore, che nella realta' cromatica e' sostanzialmente il pigmento, cioe' la materia colorante intesa nel senso chimico-fisico che assume significato mediante la percezione che ne abbiamo, mediata da retina dell'occhio, nervo ottico e cervello.
Occhio e mente possono arrivare ad una precisa percezione solamente per confronto o per contrasto.
Guardate come entrambi i quadrati gialli o rossi, se raffrontati ai rispettivi sfondi bianchi risultano percettivamente piu' scuri rispetto agli stessi colori inscritti su sfondo nero, sui quali acquisiscono notevole luminosita':

Immagine Allegata: 001 post-2-1197852910.jpg

Il colore fa acquistare alle superfici dei "valori emotivi" del tutto differenti da quelli lineari che avevano all'origine, grazie a luminosita' e contrasto, come in questo altro esempio:

Immagine Allegata: 002 post-2-1197852398.jpg
inoltre la percezione che abbiamo della realta' circostante pare influire parecchio sulle scelte cromatiche personali: sembra che ognuno di noi "maturi" una soggettivita' cromatica frutto di numerose variabili socio-culturali.
A fianco alle percezioni individuali ci sono poi le associazioni mentali generiche, per le quali determinati colori sono definiti come "caldi" (giallo, rosso, arancione), altri come "neutrali" (verde, giallo-verde, rosso-porpora), altri ancora come "freddi" (blu-verde, blu, blu-porpora), che spesso condizionano scelte, gusti, mode.

La nostra sorgente naturale di luce e il Sole, la cui emissione luminosa e da noi percepita cromaticamente come bianca: in realta' quel bianco e la mescolanza delle varie "luci colorate" di cui si compone lo spettro luminoso che possiamo percepire, in proporzione all'ampiezza ed alla lunghezza relative a ciascuna di queste tinte di cui si compone la luce
(ricordiamoci sempre che stiamo parlando di radiazioni elettromagnetiche).Immagine Allegata: 003 post-2-1197855526.gif

Per convenzione (e relativa misurazione) dal 1931 si e adottato il modello di Thomas Young, secondo il quale tre sono i colori fondamentali della luce: attraverso il rosso (R=red) , verde (G=green) , blu (B=blue) si possono ottenere tutte le altre tinte, compresa la luce bianca con la somma delle tre fondamentali della stessa densita'

Immagine Allegata: 004.png
Il modello RGB e soltanto uno dei sistemi utilizzati in Fotografia per la valutazione cromatica della luce e prende in considerazione una parte soltanto delle possibili colorazioni della stessa, ma da esso si possono costruire dei modelli utili alla generazione della maggior parte delle altre variabili, grazie a delle idonee filtrature in forza delle quali avvantaggiare la trasmissione di determinate parti dello spettro sensibile ed inibirne altre.







0 Comments

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi