Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon Df, Nikkor 24-85/3,5-4,5, qualche luce, in studio

nikon df nikkor 24-85 nudo in studio pittorialismo

Siamo così troppo ben abituati ad utilizzare materiale fotografico di prima classe che cadiamo nell'illusione che in fin dei conti sia quello il reale responsabile della qualità delle nostre foto.
Invece non è così e ogni tanto bisogna provare a se stessi che si può anche fotografare senza il paracadute costituito dal miglior obiettivo che possediamo con la più pixellata delle fotocamere che abbiamo.
 
L'occasione di vedere una modella romana di passaggio a Milano mi ha indotto a convincere Florestan ad uscire leggero.
La sola Nikon Df con il plasticotto 24-85/3.5-4.5 VR appena arrivato in sostituzione del bello e impossibile 24-70/2.8G, un obiettivo che in casa nostra era sempre ... o troppo o troppo poco e finiva per restare in disparte. 
 
Immagine Allegata: _DSC5738.jpg
Il Nikkor 24-85/3.5-4.5 VR nuova edizione, pagato 300 euro come nuovo da un fotografo che faceva il passaggio inverso.
 
Il progetto prevedeva una sessione di nudo a figura intera, in studio con i flash, nello stile dei pittori del tardo ottocento ma con la luce che a noi piace di più, quella del '600 italiano di Caravaggio e Velasquez (che la imparò a Roma mentre si perfezionava come pittore di corte).
 
Camera a tracolla senza neanche la borsa, una breve sosta dal venditore di scampoli del paese a rovistare tra i cestoni alla ricerca di un panno blu damascato e un pezzo di tessuto rosso cardinalizio.
 
Arriviamo in studio con un sacchetto di plastica ... e basta.
Giusto il tempo di mettere il fondale in stoffa a due toni di terra di Siena (per restare in ambito pittorico).
La poltroncina in mezzo con sopra il tessuto rosso.
E arriva la modella : "ho dimenticato a casa il reggiseno, va bene ugualmente ?". Capirai, le prime foto in intimo le facciamo sempre e solamente per lasciar sciogliere la modella che si trova davanti ad uno sconosciuto fotografo ...
Immagine Allegata: _DF08064.jpg
due strip-light da 180x40 cm con flash Fomex da 600 W/s, un bank da 50x70 con un Elinchrom da 400 W/S, un altro Elinchrom con lo snoot per dare quel colpo di luce di accento là dove serve per avere l'effetto caravaggesco.
 
E si parte
 




Test: Yes



33 Comments

Foto
Andrea Zampieron
mar 01 2014 17:37

Che dire,a volte sembra che la cosa più importante sia l'ottica,ma da quello che vedo ci vuole una grande mano per valorizzare anche un obiettivo così,non sono per niente preparato in materia ,ma gli scatti mi piacciono .

grazie per aver condiviso con noi questa esperienza

Andrea

Foto
Valerio Brùstia
mar 01 2014 18:34

Si Mauro, nulla da eccepire. Oggi anche gli obiettivi zoom di fascia media sono ottimi.

Però ti dico: se domani devi affrontare un set simile e dopodomani un'altro, e dopo ancora si ripete, allora il f/4.5 del mirino comincerà a farti venire il mal di testa e, voglia o non voglia, tocca tornare al pesante ingombrante, ma luminoso, 24-70/2.8 (per parlare di zoom).

 

La qualità ottica "assoluta" non è paracadute di un bel niente e le foto che hai messo qui lo dimostrano.

 

ciao 

Foto
Adriano Max
mar 01 2014 18:45

Nessuno più di Mauro sa quanto sia importante l'ottica. Se ha usato quel che ha usato è perché lo sa fare. I probabilmente si sprecheranno ... io sono felice per lui.

:)

 

Ciao,

A.

Foto
Silvio Renesto
mar 01 2014 19:39

Mi piacciono le foto in stile pittorico, tantissimo, queste sono magistrali, complimenti a Florestan. E, credimi, nonostante qualche scivolata nel giro dei misuroni, sono un fermo sostenitore del concetto alla base di questo articolo.

Foto
Mauro Maratta
mar 01 2014 20:30

Si Mauro, nulla da eccepire. Oggi anche gli obiettivi zoom di fascia media sono ottimi.
Però ti dico: se domani devi affrontare un set simile e dopodomani un'altro, e dopo ancora si ripete, allora il f/4.5 del mirino comincerà a farti venire il mal di testa e, voglia o non voglia, tocca tornare al pesante ingombrante, ma luminoso, 24-70/2.8 (per parlare di zoom).
 
La qualità ottica "assoluta" non è paracadute di un bel niente e le foto che hai messo qui lo dimostrano.
 
ciao

Il set standard é composto da fissi con due corpi.
Questo zoom invece servirà al 90% per le griglie di partenza e sempre con il flash ;)
Ecco perché era sprecato lo zumone da matrimonialista :)

Qui, come dice Adriano (grazie !) e recita l'articolo, si trattava solo di ricordare che ciò che conta é altro e che se sai cosa stai facendo, lo fai anche con un obiettivo che non spacca il capello ;)
Foto
Bernardo Gattabrìa
mar 01 2014 22:45

Questo è un obiettivo che ho in procinto di acquistare, non perché sia il non plus ultra, ma perché oramai sto viaggiando sempre con fissi per non portarmi appresso quel babasonno del 28-70 AFS 2,8. La vecchiaia incombe e un chilo di obiettivo non lo sopporto più.

Foto
Mauro Maratta
mar 02 2014 06:07
A F10 ? Nessuna ;) nemmeno con il 28-105 di vecchia memoria. Almeno, non ad occhio nudo ;)

In compenso avrei dovuto portare la borsa e un chilo in più.

E poi F2.8 per me é poco, quando si fa sul serio. Perciò alla fine quell'affare si é dimostrato inutile e ingombrante, nonostante ne abbia avuti tre, per 7 anni, con oltre 50.000 foto all'attivo ;)

...io un appunto l'avrei... :pipistrello: sul torace della modella...che peraltro ha il phisique du role adatto come facevi notare tu stesso...

Foto
Dario Fava
mar 02 2014 08:23
Mi piace quella luce, bella prestanza anche della modella, e non mi riferisco solo al fisico, per l'ottica mi viene quasi da sorridere, perché ricordo ancora pur essendo relativamente giovane, quando i matrimonialisti con una hasselblad ed ottica zeiss, mettevano un filtro flou davanti perché l'insieme era..... "troppo" per la quasi totalità dei soggetti. :)

...io un appunto l'avrei... :pipistrello: sul torace della modella...che peraltro ha il phisique du role adatto come facevi notare tu stesso...

 

 

Si, il tatuaggio: io l'avrei clonato.

Foto
Dario Fava
mar 02 2014 08:30
Ahahh... Ho avuto lo stesso pensiero anch'io, mannaggia al pipistrello :)
Foto
Mauro Maratta
mar 02 2014 13:11

Sicuro Antonio ? Io in quelle condizioni con la XE-1 non sono nemmeno riuscito a vedere la modella ed ho definitivamente rinunciato.

(per la cronaca con quella luce per scattare senza flash si va a 12.800 ISO e l'autofocus deve bucare le tenebre).

La X-E1 è una macchina da passeggio. Stop :)

 

Comunque, chi voleva capire ciò che intendevo dire con questo articolo lo ha capito (lo scopo non era mostrare le foto di Florestan).

Per tutti gli altri ci sono gli Imatest e la Mastercard :)

Foto
Mauro Maratta
mar 02 2014 20:22
No, non riesco a comunicare.

Non si voleva affatto parlare del plasticotto ma di quanto siano di gran lunga più importanti le idee ... e che se ci sono le idee, il materiale non conta, basta che te le lasci realizzare ...

... evidentemente non l'ho scritto bene. Vedrò di fare ammenda :(
Foto
Fab Cortesi
lug 25 2014 11:27

Qualcuno ha avuto modo di provare il 24-85 con la D800?

Come si comporta?

 

Lo chiedo perche a un paio di settimane dal viaggio in Australia vorrei viaggiare iperleggero pero senza rinunciare alla qualita.

Insomma sarei disposto a lasciare a casa il 24-70 2.8 per il 24-85.

Foto
Mauro Maratta
lug 25 2014 12:27
Dario Fava lo usa correntemente.
Io qualche volta.
Valgono le considerazioni generali : é un obiettivo entry-level ma compatto ed efficiente.
Si trova come nuovo per pochi soldi.

Non é il sostituto del 24-70/2.8 ma non é troppo peggio del 24-120/4 e del 24-105/4 Sigma. Valido quando serve lo zoom al posto o insieme ai fissi :)
Foto
Dario Fava
lug 25 2014 13:24

Sì esatto io lo uso spesso ai matrimoni, non ci trovo difetti di sorta se non il leggero schiacciamento ai terzi del 24mm come tutte le ottiche zoom dal range abbastanza ampio.

Per il resto è ottimo, colori brillanti AF preciso zoom non troppo lasco, leggero e resistente al vino bianco.. più di me che prendo la ciucca..

Anche lo sfuocato a 85 ta per soggetti ravvicinati non è male per uno zoom, non da prendere come riferimento ma se si vuole viaggiare leggeri, direi che è una soluzione ragionevole.

Ah lo stabilizzatore, occhio con i tempi rapidi, se hai uno stile da reporter lascialo disinserito perché è facile fare mossi anche a 1/1000s, ci vuole troppo tempo prima che si stabilizzino le lenti e poter usufruire di una stabilizzazione efficiente.

Io lo uso di rado quando devo fotografare con calma cose statiche.

Foto
Leonardo Visentìn
lug 25 2014 16:10
Lentezza VR dovuta all'amatorialità dell'oggetto in questione o anche per un 70-200 vr2 vale lo stesso problema? (Chiedo questo da profano perché il massimo che ho avuto come VR è stato il 18-105 DX)
Foto
Dario Fava
lug 25 2014 16:20

Dubito fortemente che il 70-200 vr1/2 abbia lo stesso comportamento tant'è che nella modalità active che il 24-85 non ha, si possono fare foto su barche o veicoli in movimento, credo proprio che il VR in questione sia poco più che un pro forma.

Foto
Fab Cortesi
lug 25 2014 16:33

Grazie infinite Mauro e Dario.

 

Si, come detto, vorrei viaggiare leggero pero con qualitá.

Ho trovato il 24-85 nuovo a meno di 300 e l'ho preso (fisicamente pero ancora non sta nelle mie mani)

Ho visto che con la Df si comporta egregiamente e che Dario lo utilizza a livello professionale per i matrimoni.

Quindi ritengo possa accompagnarmi. pero.... :GrattaTesta:  volevo una conferma.

 

Avevo anche pensato anche a un 24-120 pero per dimensioni e pesi quasi mi conviene il 24-85.

Non ho utilizzato il 24-120 e no sarei come si comporta con la D800. Avevo letto che non era cosi incisivo e quindi ho ripiegato sull economico zoom.

 

Il prezzo non ha importanza, posso comprare il 24-120 pero voglio essere sicuro che la resa sia la migliore per il peso trasportato.

...

 

Avevo anche pensato anche a un 24-120 pero per dimensioni e pesi quasi mi conviene il 24-85.

Non ho utilizzato il 24-120 e no sarei come si comporta con la D800. Avevo letto che non era cosi incisivo e quindi ho ripiegato sull economico zoom.

 

Il prezzo non ha importanza, posso comprare il 24-120 pero voglio essere sicuro che la resa sia la migliore per il peso trasportato.

 

Fab, al meeting di Milano ho utilizzato anche il 24-120mm di Tiziano, e mi sembra che quasi tutte le foto di Edy in esterno le ho scattate con questo obiettivo.

 

Se vuoi, ti rendo disponibili i NEF per la tua valutazione. :glinch:

Foto
Federico777
lug 25 2014 17:49

Per curiosità, qualcuno è in grado di azzardare una comparazione col vecchio 28-105 AFD, che ha sempre avuto un'ottima fama (nei limiti di fascia, s'intende)?

Foto
Fab Cortesi
lug 25 2014 19:43

 

Fab, al meeting di Milano ho utilizzato anche il 24-120mm di Tiziano, e mi sembra che quasi tutte le foto di Edy in esterno le ho scattate con questo obiettivo.

 

Se vuoi, ti rendo disponibili i NEF per la tua valutazione. :glinch:

 

Grazie, non c'e' bisogno mi fido della tua critica.

che impressione hai avuto?

 

 

Per quanto riguarda il 24-85 sono curioso di vedere che prestazioni puo apportare.

Il fatto di viaggiare leggero mi stuzzica. 

 

PS: Mauro se sto inquinando il post ne apro uno atto alle mie esigenze!

Con titolo viaggio Australia e materiale fotografico. 

Foto
Mauro Maratta
lug 25 2014 19:46
Non importa Fab, almeno con questa scusa qualcuno legge l'articolo ;)
Foto
Mauro Maratta
lug 25 2014 19:48

Per curiosità, qualcuno è in grado di azzardare una comparazione col vecchio 28-105 AFD, che ha sempre avuto un'ottima fama (nei limiti di fascia, s'intende)?


Il 28-105 é consanguineo del 105/2.8 AF-D, il 24-85 del 105/2.8 VR :)

Il 28-105 viene ancora usato in studio perché ... attenua contrasti e difetti. Con il 24-85 e la D800 é meglio impostare un -25 nel contrasto :)
Foto
Fab Cortesi
lug 25 2014 22:22

Sì esatto io lo uso spesso ai matrimoni, non ci trovo difetti di sorta se non il leggero schiacciamento ai terzi del 24mm come tutte le ottiche zoom dal range abbastanza ampio.

Per il resto è ottimo, colori brillanti AF preciso zoom non troppo lasco, leggero e resistente al vino bianco.. più di me che prendo la ciucca..

Anche lo sfuocato a 85 ta per soggetti ravvicinati non è male per uno zoom, non da prendere come riferimento ma se si vuole viaggiare leggeri, direi che è una soluzione ragionevole.

Ah lo stabilizzatore, occhio con i tempi rapidi, se hai uno stile da reporter lascialo disinserito perché è facile fare mossi anche a 1/1000s, ci vuole troppo tempo prima che si stabilizzino le lenti e poter usufruire di una stabilizzazione efficiente.

Io lo uso di rado quando devo fotografare con calma cose statiche.

 

Dario tu che ne pensi? vale la pena lasciare il 24-70 e portarsi il 24-85?

Nel senso di resa. 

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi