Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon D800 - Anteprima Preview

D800

Premessa fondamentale, questa è un'anteprima basata su notizie ufficiali Nikon e sul materiale ricavato da varie fonti sul web, e pertanto ogni considerazione è puramente speculativa partendo dai dati di targa.

Immagine Allegata: nikon-d800.jpg


Presentata a circa un mese di distanza dalla D4, la D800 mostra una linea estetica che segue la strada aperta dall’ammiraglia di casa Nikon presentando una linea leggermente più arrotondata rispetto alle precedenti semi-pro. Per quanto riguarda la disposizione dei comandi sul corpo macchina le novità sono legate più che altro alla funzione video in precedenza presente sulla sola D300s.
Il corpo deriva dalla D700 ed è in lega di magnesio:

Immagine Allegata: 315888.jpg


Una carrellata di immagini che completano le viste esterne, tenendo la D700 come riferimento per il confronto visivo:

Immagine Allegata: front.jpg


Immagine Allegata: retro.jpg


Immagine Allegata: sopra.jpg


Il mirino consente ora una visione del 100% della scena inquadrata (95 nella D700)

Immagine Allegata: viewfinder.jpg


Il sensore




Immagine Allegata: 315879.jpg


La vera novità della D800 è il nuovo cmos da 36 megapixels (50% in più rispetto a quello della D3x) attualmente il sensore con un un maggior numero di pixels in fotocamere reperibiuli sugli scaffali dei negozi che non siano di medio formato (canon realizzò un sensore APS-H da 120 megapixels ma resta tutt’ora un esercizio di stile e non un prodotto destinato alla vendita).
L’elevata risoluzione a pieno formato consente una modalità crop Dx di tutto rispetto (15,4 megapixels) superiore alle Nikon delle precedenti generazioni e a livello delle ultime nate nelle rispettive fasce di utenza.

Expeed 3

Immagine Allegata: expeed.jpg


Anche per la D800, per poter sfruttare appieno le funzioni della nuova fotocamera, la parte elettronica è stata aggiornata con l’adozione del processore d’immagine Nikon expeed 3 utile non solo per la fotografia ma anche per la funzione video full HD che sta prendendo sempre più piede nelle reflex di ultima generazione.
Accanto all’expeed 3 troviamo anche il nuovo sensore rgb da 91.000 pixels in cui l’algoritmo di elaborazione della luce è stato rivisto e il sistema di misurazione viene ora chiamato Misurazione Color Matrix 3D III. Questo nuovo sensore consente alle fotocamere di implementare funzioni come il riconoscimento dei volti anche utilizzando il mirino ottico.

Autofocus

Immagine Allegata: multicam3500fx.png


Il sensore autofocus è il medesimo della D4, più preciso con le basse luci rispetto ai precedenti (offre prestazioni elevate fino a un impressionante -2 EV - ISO 100, 20 ° C/68 ° F - che è circa il limite fisico di visibilità umana attraverso un mirino ottico) è stato ridisegnato per migliorare la compatibilità con le ottiche e i moltiplicatori di focale che inevitabilmente portano un deterioramento della luce che passa attraverso di esso e una riduzione del valore di apertura massima del diaframma.
A seconda del valore di massima apertura del diaframma cambia la compatibilità dei punti di messa a fuoco.
Con aperture massime fino a F5.6 è possibile utilizzare tutti i 51 punti di messa a fuoco:

Immagine Allegata: AF-points1-001.jpg


Con aperture massime inferiori a F8

Immagine Allegata: AF-points2-001.jpg


Per aperture intermedie (da 5.6 a 8)

Immagine Allegata: AF-points3-001.jpg


Video full HD (Output HDMI non compresso)
Non è una sorpresa che anche la D800 implementi una funzione video, esattamente come per la D4, in formato full HD 1080p a 30, 25 e 24 fps con l’opzione di poter registrare 60, 50 e 25fps a 720p per una durata di 30 minuti. I formati utilizzabili per la ripresa video sono sia quello FX che il DX ma anche il formato Full HD nativo (1920*1080). È inoltre possibile variare l’apertura del diaframma in modalità video utilizzando le modalità A e M.




Immagine Allegata: d800-16.jpg


Anche in questo caso troviamo il connettore per le cuffie esterne per poter ascoltare i suoni/rumori registrati senza ulteriori disturbi e la porta HDMI in formato non compresso per poter utilizzare i video alla massima risoluzione.

Immagine Allegata: accessori1.jpg


HDR (High Dynamic Range) on camera
Una nuova funzione della D800 è l’HDR che consente, con un singolo scatto, di ottenere diverse esposizioni della stessa foto che vengono poi ricombinate on camera in un’unica immagine così da avere una maggiore estensione di gamma. A seconda delle situazioni è possibile regolare il differenziale di gamma fino a 3 EV e, a seconda dei gusti, l’uniformità di fusione delle 2 esposizioni.




Immagine Allegata: hdr.jpg


Andiamo adesso alla lista delle specifiche e delle funzionalità:

Formato
Il sensore è un CMOS da 36,8 megapixel totali di cui utilizzati 36,3.
Il formato standard è il 36x23,9 mm (FX) con 36,3 megapixel, 7.360x4.912 pixel.
Sono disponibili i formati intermedi denominati 1:2 (30 x 20) da 6.144x4.080 per 25 megapixels e 5:4 (30 x 24) da 6.144x4.912 per 30 megapixels.
Sempre presente la compatibilità con il formato DX da 4800 x 3200 e 15.4 megapixel per 24x15,9 mm (quasi quanto la D4 e più della D700/D3s in formato FX e D300s in Dx).

Sensibilità
Standard da 100 a 6.400 ISO a passi di 1/3, 1/2 e 1EV.
Tre modalità fuori standard equivalenti ad ISO 50 ed ISO 12.800 e 25.600. disponibile la modalità auto-iso.

Cadenza
Può andare da 1 frame al secondo fino a 4 in formato pieno che possono diventare anche 5 in formato DX (6 con battery grip).
La sequenza massima copre 56 scatti in jpg e 21 raw a 12 bit a rimpimento del buffer.

Autofocus
Basato su sensore RGB a 91.000 punti e 3D con unità di elaborazione Nikon Expeed 3.
Il sistema controlla tutte le funzioni di esposizione, TTL, punto del bianco ed autofocus.
La valutazione dei dati tiene conto dei parametri misurati in ambiente 3D.
Il software oltre al sistema di riconoscimento delle scene, evoluzione di quello matrix introdotto con la F5 e che tiene conto dei dati introdotti in memoria per 60.000 scatti diversi, ora chiamato matrix 3D III, comprende la funzione di riconoscimento del volto.

Taratura dell’autofocus (dato mancante)

Compatibilità obiettivi
Totale con tutti gli obiettivi G e AF/AFD e P. Previa memorizzazione dei dati di focale e apertura massima anche con gli AI/AIs.
Per questi ultimi è possibile memorizzare i dati di 10 obiettivi diversi.
Gli obiettivi DX sono utilizzabili in modalità Crop (automatica).

Schermo LCD e LiveView.
Lo schermo LCD posteriore è un 3,2 pollici TFT con visione a 170° con una risoluzione effettiva di 640x480 punti su tre colori (totale 921.000 pixel) con angolo di visione di 170°, circa 100% di copertura dell'inquadratura e controllo automatico della luminosità del monitor con sensore di luminosità ambiente. In grado di effettuare ingrandimenti 10x per una verifica della messa a fuoco anche in modalità LiveView in cui viene simulata la visione della scena corretta con i dati di scatto. Ci sono due modalità una per l'utilizzo a mano libera e uno per quella su treppiedi.
Questo nuovo pannello utilizza una struttura antiriflettente che, come nella D4, ne miglio la visibilità anche in condizioni di luce elevata.

Immagine Allegata: lcd.png


Connettività
A differenza della D4, accanto alla porta HDMI non troviamo il connettore ethernet affiancato a una porta usb 2.0, ma una porta usb 3.0.

Modalità Video:
D-Movie in formato multiarea: è possibile registrare filmati Full HD (1080p) nei formati FX e DX, nonché in ritaglio Full HD (1920x1080) nativo. E’presente un’uscita HDMI a piena risoluzione senza compressione verso le periferiche esterne.

Pesi, misure, memorie, alimentazione.
La fotocamera pesa a vuoto 900 grammi ed è circa 14x12 cm di lato e poco più di 8 di profondità.
Utilizza le stesse batterie della D7000 le EN-EL15.
I supporti di memoria utilizzati sono due: Compact Flash (comprese le nuove con accesso UDMA ad alta velocità) e Secure Digital (SD) card con uno slot dedicato per ciascun formato. Le due schede possono essere usate in serie o in parallelo.
È possibile salvare su una il RAW e sull'altra il jpg, ma anche le foto su una e i video sull’altra.
il sistema flash resta il precedente e insuperato CLS basato su SB-910, SB-700 ed SB-200. Oltre al kit R1-C1 con SU-800.

MB-D12




Immagine Allegata: nikon MB-D12.jpg


Con l'adozione della nuova batteria en-el15 anche il battery grip è stato modificato (analogamente a quello della D7000 che adotta il mb-d11) a causa della differente disposizione dei contatti che la rende incompatibile col modello precedente.

Immagine Allegata: MBD12_front34r.jpg


come per il modello precedente è possibile utilizzare, oltre alla en-el15, la en-el18 della D4 e un set di batterie stilo, con gli appositi adattatori.

Immagine Allegata: d800-11.jpg


Passata la disamina possiamo azzardare alcune conclusioni, ovviamente basate sui dati che abbiamo (ovvero sulle prestazioni sulla carta) :

Pro:
- Range di sensibilità eccezionale per un sensore così densamente popolato.
- video in formato full HD
- maggiore durata minima dell’otturatore
- doppio slot SD/CF

Contro:
- incompatibilità col nuovo WT-5
- copertura parziale dei punti di messa a fuoco
- presenza dello slot misto per schede di memoria diverse

Altre considerazioni in ordine sparso.

Che macchina rimpiazza la D800
Per numerazione e costruzione dovrebbe essere l’erede della D700 ma il nuovo sensore strizza l’occhio a chi vorrebbe una D3x ma trova l’esborso di denaro eccessivo per le proprie possibilità.

La D800 è un buon investimento?
E’ il punto più controverso della nuova nata della casa nipponica: a quanti serviranno davvero i 36 megapixels offerti? L’ultima alternativa di fascia pro alla D800 al momento sembrerebbe essere la sola d4 in attesa di una ipotetica D400 che potrebbe essere presentata in un prossimo futuro.

Riassunto delle caratteristiche delle fotocamere digitali Nikon di fascia alta:

Immagine Allegata: tabella.jpg


Nikon D800E

Una variante della D800 è la versione E che si differenzia per il funzionamento del filtro passa basso che, contrariamente a quanto ventilato nei rumors, non è stato tolto del tutto, per non dover effettuare modifiche più radicali al sistema, ma semplicemente ne è stato modificato il funzionamenteo.
Normalmente i due filtri posti davanti al sensore dividono la luce prima in due e poi in 4 parti generando una “sfocatura” per contrastare aliasing e moiré, nella versione E il secondo filtro non fa altro che riunire i raggi di luce annullando di fatto la presenza del filtro e mantenendo i particolari più fini.




Immagine Allegata: d800e-olpf.jpg


Link
http://www.nital.it/...s/2012/d800.php
http://www.nikon.it/...ofessional/d800
http://www.nikonreflex.it/d800/

http://www.nikon.com...207_dslr_01.htm
http://imaging.nikon.../d800/index.htm
http://imaging.nikon...df/d800_28p.pdf
http://imaging.nikon...00/sample01.htm
http://imaging.nikon...00/sample02.htm
http://www.dpreview....iews/nikonD800/
http://www.nikonreflex.it/d800/
http://imaging.nikon.../features04.htm
http://www.bythom.com/d800intro.htm


0 Comments

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi