Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Nikon D7100 : 7100 scatti in due giorni con la Nikon D7100 : maratona/test sul campo

nikon d7100 test prova review

Immagine Allegata: _D7X0338.jpg
Immagine Allegata: _D7X0338 copy.jpg

Autodromo Nazionale di Monza, Variante Ascari, dall'alto della prima tribuna.
Nikon D7100 con Nikkor 300/2.8 VR II, crop mode 1.3x per un 600 mm equivalente.
Ripresa piena a 16 megapixel e suo crop al 100%.

Un dettaglio esemplare che viene mantenuto anche in questi primi piani, sempre alla Variante Ascari ma a bordo pista, alla ricerca dell'acqua espulsa dagli estrattori :

Immagine Allegata: _D7X3231.jpg
Immagine Allegata: _D7X2559.jpg

nella mia esperienza in pista, ancora non avevo visto file così puliti prodotti da una fotocamera Nikon in formato DX/APS-C finora.

Il tempo era decisamente inclemente, la macchina è l'obiettivo grondavano acqua, il fotografo tornato a casa si è cambiato integralmente ...

Immagine Allegata: _D7X1366.jpg

a fine sessione il contascatti, partito da 100, segnava 5.438. Con una riserva di carica della batteria EN-EL15 (estratta da una V1) che ancora residuava al 47% ...

Tutti gli scatti fatti in JPG, auto-ISO e Manuale, con combnazioni di coppia tempo diaframma tra 1/125'' ed 1/2000'' e tra F2.8 ed F11.
ISO sino a 2.000-2.200.
Nessuna incertezza.
Autofocus da punto singolo in AF-C al 3D sui 51 punti.
Nessuna incertezza.
Picture Control su Standard, Nitidezza a +2, Saturazione +1.

Il giorno dopo in studio, per una intera giornata di scatti con gli amici di Nikonland.
Il tema "La ragazza con il dragone tatuato" (libera ispirazione da Millenium-Uomini che odiano le donne).

Immagine Allegata: _D7X4861.jpg
La modella Dora, prima del makeup.
NEF sviluppato in LR4, preset Portrait.
6.400 ISO, F2.8, Nikkor 70-200/2.8 VR II

Immagine Allegata: _D7X4861 copy.jpg
dettaglio dell'occhio 1:1

rimozione del rumore standard per LR4.

Il rumore è ben presente ma molto ben diffuso. Sull'iride e sulla pupilla si vedono il fotografo e un altro presente oltre alle attrezzature dello studio.
Un dettaglio ancora perfettamente sfruttabile in stampa, nonostante la sensibilità siderale ...

Immagine Allegata: _D7X5109.jpg

come in questa foto, sempre a 6.400 ISO, con una scenetta improvvisata utilizzando i fotografi come comparse, immaginando una fermata della metropolitana :

Immagine Allegata: _D7X5109 copy.jpg

che ripropongo qui in b&n per eliminare il disturbo del colore.

Ancora qui, sempre a 6.400 ISO, con la sola luce pilota di un flash posto in alto (io in auto-iso, in manuale, mentre gli altri scattavano con il flash a 100 ISO) :

Immagine Allegata: _D7X5871.jpg

Nella stessa situazione, ma utilizzando con il flash, a 400 ISO.
Flash di studio da 400 W/s e bank quadrato, posto su giraffa a sinistra, più in alto, attivato dal flash della D7100 che ha comunque contribuito ad illuminare gli occhi della modella :


Immagine Allegata: _D7X5900.jpg
busto

Immagine Allegata: _D7X5900 copy.jpg
dettaglio del viso 1:1 da busto di sopra.
Sempre Nikon 70-200/2.8 VR II, F4, 400 ISO. NEF sviluppati con LR4.

Immagine Allegata: _D7X5863.jpg
controluce, luci a sinistra, finestra più octobox da 180 cm con lampade fredde, ancora 6400 ISO.

Intermezzo conviviale, a tavola, due ritratti fatti da Federica con la D7100 e il Nikkor 85/1.4G :
Immagine Allegata: _D7X5402.jpg
Immagine Allegata: _D7X5405.jpg .

Ma non contento della maratona, nella stessa serata al Velodromo Vigorelli per il derby di football Seamen vs Rhinos.
Qui la D7100, sempre con il 70-200/2.8 VR II ma come pezzo principale la D4 con il 400/2.8 VR II, restati inoperosi tutto il giorno ...

Immagine Allegata: _D7X6170.jpg
le condizioni di luce intorno alle 20:30.
ISO 6400 (auto-iso) jpg, PC su standard, saturazione +1, matrix.

Immagine Allegata: _D7X6118.jpg
riscaldamento del quarterback dei Seamen, sempre ISO 6400

Immagine Allegata: _D7X6071.jpg
ancora riscaldamento

Immagine Allegata: _D7X6202.jpg
azione di gioco a 5.000 ISO

Immagine Allegata: _D7X6211.jpg
azione di gioco a 6.400 ISO.

Solo in questa ultima sequenza ho notato - rispetto alla più pulita Nikon D4 - una dominante indotta sullo sfondo (il tavolato della vecchia pista ciclistica in legno) che in quella precedente non vedo (il tavolato è sporco ed è oramai di colore grigio medio). Sfondo in verità abbastanza spappolato dal rumore.
Parliamo però di un'area non illuminata che non interessa la scena in primo piano, illuminata da lampade a scarica a 45° in alto sui bordi della copertura delle tribune.

****

Conclusioni di questa maratona in cui una Nikon D7100 ha prodotto 7100 scatti in un giorno e mezzo. Partner per l'occasione il Nikkor 70-200/2.8 VR II (arma totale per questi generi) e una SDXC Lexar da 64 GB, 600x di tipo UHS-I acquistata nuova-nuova.

La macchina va maledettamente bene. Io l'ho strapazzata come nessun fotoamatore sano di mente farebbe e lei ha risposto mirabilmente senza la minima incertezza.
Anche sotto l'acqua battente di questa primavera umidiccia, a 5 o 6 gradi centigradi ha prodotto foto perfette, pronte per la finalizzazione con le sole impostazioni in-camera.
A migliaia, senza nemmeno consumare metà della batteria.

La macchina é robusta, affidabile, ben costruita, anche attaccata ad un obiettivo professionale come il 300/2.8 VR e scarrozzata per l'autodromo tenuta per il monopiede, sempre sotto l'acqua con protezione ... ZERO, ZERO problemi.

L'autofocus è quello della D4 e funziona alla stessa maniera. Quale che sia il metodo scelto, la modalità, il punto. Anche in tutto automatico.
L'esposimetro è quello della D3s. E funziona bene anche in condizioni particolari come quelle di cielo coperto, pioggia, auto scure con fari gialli accesi su asfalto grigio/nero.
La batteria è come detto quella della D800/D7000/V1, affidabile e con prestazioni di scarica elevate. 10.000 scatti a raffica con una carica, non sono una chimera e 2.000 scatti singoli in studio, nemmeno (io, si sa, non utilizzo quasi mai il visore posteriore).

La risoluzione è semplicemente eccezionale. Anche il dettaglio 1:1 è ... presentabile ed utilizzabile, non sfaldato.

La modalità crop 1.3x è una vera ... libidine. Rende la macchina più flessibile. Per poter avere quelle inquadrature con la D4, a parità di risoluzione, avrei dovuto usare un 600/4. Con un peso complessivo all'incirca doppio (le spalle ringraziano :)). Solo che qui hai quasi tutto il frame coperto dai sensori dell'autofocus. Con la D4 è impossibbbbbbbile .... :(

Resta l'amaro in bocca per la scelta del tutto condannabile di Nikon di inserire modalità da neofita - come scene e posizione auto - e, peggio ancora, aver messo un buffer meno che sottodimensionato.

Se in studio la cosa non fa impressione, una sequenza che in teoria a 7 scatti al secondo si ferma dopo un secondo e un terzo perchè finisce la memoria interna, nonostante tu stia usando la più veloce SD disponibile lascia allibiti. Come aver usato a suo tempo una Nikon F5 a raffica con un rullino da 12 pose ... demenziale !
Riempito il buffer la macchina continua a lavorare ma a non più di 2-3 scatti al secondo. Cosa che nello sport non consente di seguire azioni che con la D4 invece vengono facilmente, potendo quella continuare anche per 10 secondi ininterrottamente ... a parità di risoluzione.

E' a mio parere una scelta esecrabile, visto che processori e chip di memoria di questo genere oramai consentono di fare smartphone supercarrozzati per meno di 150 euro all'utente finale e che la D7100, pur non costosissima, non è nemmeno regalata ...
... peraltro sarò io impedito, ma nonostante io abbia provato n-mila settaggi, anche in jpg non sono riuscito ad avere più di 12 scatti di buffer in modalità jpg-fine mentre il manuale parla di almeno 23 ...

In sintesi :

CONTRO

- buffer di memoria rachitico. Non ha senso fare una fotocamera che in modalità 1.3x fa 7 scatti al secondo e poi finisce la festa dopo un secondo e mezzo
- manca la presa sincro per flash di studio. Limite che aveva già la D7000. Se questa vuole essere una macchina di livello. Considerando i costi relativi di una semplice presa elettrica (mentre sono presenti tutte le altre possibili ed immaginabili connessioni evolute), non credo che si sarebbe appesantito il conto finale
- Nikon sembra avere sempre qualche dubbio su chi sia il suo cliente tipo per questo genere di fotocamera e, irresoluta, finisce per sovrapporre i profili. A chi pensa di vendere una macchina da 7 scatti al secondo in cui c'è anche la modalità AUTO che alza autonomamente il flash incorporato e mette a fuoco dove vuole lei ?
Ma andiamo. Davvero si pensa che il teen-ager o la signora attempata senza esperienza di reflex si compri una D7100 ?
- dato il livello di prestazioni del sensore, non si può pensare di accoppiarla ad ottiche da kit tipo il Nikon 18-55 o i sigmoni e tamroni 18-250 F6.3

A FAVORE

- ottima costruzione con buona tenuta anche in condizioni estreme
- ha l'autofocus della D4 e l'esposimetro della D3s in un corpo compatto e leggero
- mantiene l'ottima batteria EN-EL15 (comune con D800, D7000, V1)
- definizione esagerata che permette un dettaglio sopra le aspettative
- affidabilità
- prezzo "giusto" (si trova già a 1.000 euro, solo corpo di importazione)
- tenuta ad alti ISO sicuramente senza preoccupazioni sino a 2.000-2.500 ISO, sfruttabile con cautela anche a sino a 6.400 ISO


Per chi è pensata ?

Un pò per tutti. Sicuramente per chi vuole il massimo dai suoi teleobiettivi senza svenarsi. Una opzione in più per avere un teleconverter automatico ... senza i difetti dei teleconverter. Avere 16 megapixel in mezzo significa avere quasi un 600 mm dal proprio 300 mm.
Rappresenta un passo avanti significativo sulla D7000 della quale è però una evoluzione. Non ritengo che sia opportuno pensare al passaggio da D7000 a D7100.

Ma é certamente la migliore macchina DX sinora presentata da Nikon.

In attesa di una D400 che avrà, suppongo, lo stesso corpo della D800, le stesse prestazioni della D7100 con un buffer ragionevole - ma prezzo confrontabile con una full-frame - mi pare una buona soluzione.

Quindi la Nikon D4 non serve più ? Non scherziamo ....
... però non è detto che tutti debbano pensare di comperarsi una D4 per fare le cose che ho fatto io in questo week-end (più le decine di altre cose che può fare una macchina così flessibile).
Considerando che con una D4 ci vengono più di 5 D7100 ... ;)


[PS : il manuale non è più tascabile ma è diventato in formato libro, grande come la scatola della D7100]
Test: Yes



54 Comments

Hehehe ! che te lo dicevo a fare che io voglio quel sensore ?
;)


Se è l'unica cosa che ti interessa nell'eventuale upgrade della D700, non ho altro da aggiungere.
Ma il panorama Nikon attuale offre altre alternative più poliedriche.
La D4 ha nella sua possanza, dei precisi limiti che vengono all'occhio quando si utilizza un'altra cosa come la D800.
E infatti io adesso posso utilizzare quello che mi serve, partendo dalla V1 per arrivare alla D4, passando per D1, D2, D3, D800 e D7100.

Ma io non fumo, non ho moglie e nemmeno bambini del cui futuro preoccuparmi.

:bigemo_harabe_net-03:
Foto
Adriano Max
apr 09 2013 09:28

Se è l'unica cosa che ti interessa nell'eventuale upgrade della D700, non ho altro da aggiungere.
[...]


Sì, in effetti mi aspetto un corpo che incorpori quel sensore o le sue ricadute tecnologiche, come lo fu la D700 per la D3 ... a me non servono troppi MP, anche se il futuro credo me li dispenserà senza sforzo, immagino ! come moltiplicatore, anche se è interessante la 7100, credo che per ragioni economiche finirò per usare una 1 con adattatore ... sempre a meno delle solite occasioni ... la D4 e il suo sensore mi piacciono per la resa e la 'reliability' in ogni condizione (chiaramente meriti anche meccanici, ma anche del sensore e dell'elettronica che sono portati all'estremo della maturità senza sbavature - percepibili nella D800). Una questione di sobrietà e 'silenzio' performante, insomma.
;)

Ciao,
A.
Foto
Adriano Max
apr 09 2013 10:40

Sulle corte distanze non ci sono problemi, da verificarne sulle medio/lunghe (oltre i 5metri)
Ciaooo ^__^


:) il prezzo a cui vorrei accedere alla 1 renderà il tutto un gioco e nulla più !!
Se ho capito bene dalle specifiche il CL ha un framerate tra 1 e 6 fps. Ma non mi è molto chiaro...
Tenendo il dito premuto a che fps si assesta prima di rimepire il buffer?

Formulo la domanda in un altro modo: esiste la possibilità di avere un fps di 4/5 continuo che duri almeno 5 secondi?

Alla fine avere 7 fps per 1,5 secondi per certe applicazioni è inutile, meglio avere meno fps per più tempo.
Basta fare raffiche brevi da tre scatti ... e si scatta in continuazione se hai una SD velocissima. Ma non é la stessa cosa ...
Sarebbe corretto confrontare la misura del rumore della D7100 con le fotocamere di questa generazione ma a mio avviso questa macchina può interessare anche a chi ha una D300 oppure potrebbe affiancarla ad una D700.

Ebbene :

Immagine Allegata: Untitled.jpg

il confronto ci sta, eccome, specie ai due estremi delle curve.
(Dati del Dx0Mark)

se poi consideriamo sul piano del Dinamic Range le differenze diventano ancora più significative :

Immagine Allegata: Untitled2.jpg

sempre tenendo a mente che il nuovo giocattolino ha il doppio di risoluzione :o e la sua sensibilità parte da 100 ISO ed arriva là in alto senza troppi patemi d'animo, anzi ;)
andreaalt
apr 12 2013 16:21
Ciao Rudolf e grazie per aver condiviso la tua esperienza. Vorrei farti una domanda sulle memorie. Ho letto che utilizzi delle schede Lexar Professional 600x da 64 GB, paragonabili alle Sandisk Extreme Pro da 95 Mb/s. E con queste la raffica da 7 fps si ferma dopo 1 secondo e 1/2, a causa del buffer. Secondo te con delle Sandisk Extreme da 45 Mb/s (o Lexar 400x) il risultato sarebbe lo stesso? In sostanza il collo di bottiglia lo fa il controller, e quindi anche i 40-45 Mb/s non si riescono a sfruttare tutti ed è inutile prendere schede da 90-95 Mb/s oppure si perderebbe ancora in prestazioni con queste schede meno performanti? Ne possiedi qualcuna e/o hai avuto modo di fare delle prove in tal senso? Grazie!!!
Ho provato anche la Sandisk 45 MB/s e devo ammettere che ... non noto differenze sostanziali.
In pratica una volta saturato il buffer la macchina un paio di scatti al secondo.
Ammetto che però io non sono riuscito ad avere risultati differenti tra NEF e jpg. E sicuramente sbaglio io :) ho usato la Lexar UHS-I proprio perchè nel manuale è indicato quel genere di memoria.
RIpeterò gli aggiustamenti nelle opzioni per vedere quei fatidici 23 jpg di cui si parla nel manuale ...
Foto
Francesco64
apr 12 2013 19:08

Ho provato anche la Sandisk 45 MB/s e devo ammettere che ... non noto differenze sostanziali.
In pratica una volta saturato il buffer la macchina un paio di scatti al secondo.
Ammetto che però io non sono riuscito ad avere risultati differenti tra NEF e jpg. E sicuramente sbaglio io :) ho usato la Lexar UHS-I proprio perchè nel manuale è indicato quel genere di memoria.
RIpeterò gli aggiustamenti nelle opzioni per vedere quei fatidici 23 jpg di cui si parla nel manuale ...


Sulla D800 fa una netta differenza in termini di scatti l'avere o meno la correzione automatica della distorsione. Come se il collo di bottiglia fosse il tempo di calcolo per la correzione piu' che la capacita' del buffer.
Non e' che hai questa funzione attiva?
Valentino.Todeschini
apr 12 2013 19:08
quando pentax lancio la K5 aveva lo stesso limite di buffer, poi magicamente con il primo firmware, la cosa si risolse. è evidente che sia solo un limite software, e credo che se lo riservino in previsione del lancio o meno della d400

vedi v1.01
http://www.pentax.jp...ital/k-5_s.html
No Francesco ho tutto OFF.
Peraltro ho provato a mettere il Dlighting oggi. Nessuna variazione.

Boh ...
Per la cronaca la mia D7100 adesso segna 15.021 scatti.
Il che vuol dire che stamattina ne ho fatti altri 8.000 circa ... almeno, quando ho lasciato Arsenio alla Ascari :)


Immagine Allegata: Untitled-1.jpg

Una curiosità, sopra c'è l'estratto dei dati Exif.
Evidenzio che la modalità crop 1.3x viene indicata come ZOOM DIGITALE e la focale equivalente pari a 1.200 mm (in realtà era il 300/2.8 VR II con il TC-20 E III, quindi un 600 mm in FC).

Immagine Allegata: _D7X4986.jpg

Questa è una Lamborghini Gallardo alla staccata della Ascari. Sembra qui davanti a noi, no ? (Nessun crop, solo una riquadratina) :)
Sembra proprio che tu ti stia divertendo con la "piccola"
andreaalt
apr 15 2013 09:37

Ho provato anche la Sandisk 45 MB/s e devo ammettere che ... non noto differenze sostanziali.
In pratica una volta saturato il buffer la macchina un paio di scatti al secondo.
Ammetto che però io non sono riuscito ad avere risultati differenti tra NEF e jpg. E sicuramente sbaglio io :) ho usato la Lexar UHS-I proprio perchè nel manuale è indicato quel genere di memoria.
RIpeterò gli aggiustamenti nelle opzioni per vedere quei fatidici 23 jpg di cui si parla nel manuale ...

Grazie! Vorrà dire che per un uso amatoriale spendere il doppio per una scheda da 95 Mb/s piuttosto che per una da 45 Mb/s sia inutile... Alla fine il buffer è lo stesso ed è quello che conta. Se il limite sono i 7 fps ed al massimo per 1-2 secondi, poco cambia avere schede ultraveloci. Grazie!!!
Si Andrea ... però stiamo parlando di cifre modeste. Da Amazon una Lexar UHS-I da 32 GB costa 74 euro contro i 32 di una Sandisk 45 MB/s. Una differenza di 40 euro, poca cosa rispetto al corpo macchina.
E nell'uso se ne apprezza la velocità di scarica che consente al "bufferino" di svuotarsi rapidamente.

Sabato ho fatto circa 8.000 scatti in quattro ore e il buffer era costantemente vuoto. Merito proprio della scheda di memoria. :)

Va da se, invece, che per chi non fa raffiche la differenza è del tutto ininfluente e persino una vecchia 15 MB/s può andare bene a scatto singolo ;)
andreaalt
apr 15 2013 12:26
Grazie. Infatti come al solito dipende sempre dalle esigenze e dal tipo di foto che si fanno. Il mio dubbio era se con una scheda da 95 Mb/s piuttosto che con una da 45 Mb/s "aumentassero" le prestazioni...
Cioè se una raffica da 7 foto invece che durare massimo 1,5 secondi magari ne dura 3 (o viceversa), o se dopo aver fatto una raffica da 7 foto poi devo aspettare 5 secondi prima di poterne fare un'altra piuttosto che 2 secondi... Anche se poi comunque queste differenze bisognerebbe valutare quanto vengano usate, per un utilizzo amatoriale...
Inizio a pensare che, se fosse vero quello che dice Valentino, il limite di buffer sia voluto da Nikon via SW.
Questo per motivare maggiormente il prezzo della D4.
Che poi in termini pratici l'amatore si accontenta di 2 secondi a full FPS ma il professionista no.
Certo la differenza non è mica solo quella...ma ritrovarsi una APSC di gamma media con FPS come l'ammiraglia farebbe storcere il naso a non pochi.

Grazie. Infatti come al solito dipende sempre dalle esigenze e dal tipo di foto che si fanno. Il mio dubbio era se con una scheda da 95 Mb/s piuttosto che con una da 45 Mb/s "aumentassero" le prestazioni...
Cioè se una raffica da 7 foto invece che durare massimo 1,5 secondi magari ne dura 3 (o viceversa), o se dopo aver fatto una raffica da 7 foto poi devo aspettare 5 secondi prima di poterne fare un'altra piuttosto che 2 secondi... Anche se poi comunque queste differenze bisognerebbe valutare quanto vengano usate, per un utilizzo amatoriale...


Dunque, a "mitragliatrice" in autodromo (come dice Arsenio) con la 600x Lexar UHS-I, il tempo di scarica del buffer è quasi immediato.
Ma non cambia il numero di fotogrammi del buffer. Però questo si libera abbastanza velocemente da permettere "quasi" di scattare in continuo. Quattro foto alla prima auto, quattro alla seconda, cambio di mira, buffer di nuovo libero, nuovo ciclo.

Detto questo - lo posso affermare da proprietario di 6 ammiraglie Nikon - l'uso e l'abuso cui io ho sottoposto la mia D7100 in questa prima settimana di utilizzo non è certamente quello tipico pensato per questa macchina.

Per cui all'atto pratico, credo che le sue prestazioni, anche sul piano velocistico siano comunque più che adeguate per il prezzo richiesto per l'uso tipico del fotoamatore medio, addirittura conveniente se mai c'è stata una cosa conveniente in digitale :)
Per un pò.. ora in tutta onestà, non saprei.. ho trovato delle Sony targate 94/mbs a cifre umane.. il taglio trovato era da 16Mb...

Per un pò.. ora in tutta onestà, non saprei.. ho trovato delle Sony targate 94/mbs a cifre umane.. il taglio trovato era da 16Mb...

francamente 16GB incominciano ad essere pochini se si usa il RAW con queste densità di pixel... :bigemo_harabe_net-01:

1) Che scheda SD stai usando ?

2) con i jpg qualità ottimale hai una sequenza in raffica superiore a quella con i NEF ? Per me il valore è identico.

Si Andrea ... però stiamo parlando di cifre modeste. Da Amazon una Lexar UHS-I da 32 GB costa 74 euro contro i 32 di una Sandisk 45 MB/s. Una differenza di 40 euro, poca cosa rispetto al corpo macchina.
E nell'uso se ne apprezza la velocità di scarica che consente al "bufferino" di svuotarsi rapidamente.

Sabato ho fatto circa 8.000 scatti in quattro ore e il buffer era costantemente vuoto. Merito proprio della scheda di memoria. :)

Va da se, invece, che per chi non fa raffiche la differenza è del tutto ininfluente e persino una vecchia 15 MB/s può andare bene a scatto singolo ;)

 

 

ma non è che in effetti tu collaudi il materiale nikon sul campo per l'Italia'....  

 

mi punge il sospetto... :oracolo:

Foto
Fab Cortesi
apr 26 2013 17:17

Uso diversi tipi di schede Sd, ma comunque anche con la più veloce, Lexar 400x, l'intervallo tra due raffiche quando scatto in raw è eccessivo rischio di perdere molti scatti. 

Il problema non è la raffica ma lo spazio tra due raffiche. Io faccio una raffica di 8 o 9 scatti dopodichè devo aspettare a occhio poco meno di un minuto prima di riavere la possibilità di fare un'altra raffica completa. Con i jpeg invece non ho grossi problemi riesco a lavorare. Nel calcio quando hai a tiro l'azione giusta devi approfittare per scattare se devi aspettare un minuto tra una raffica e l'altra è finita.

Effettivamente il lasso di tempo e' abbastanza inaccetabile per i tempi che corrono riguardo le tecnologie. ( Ho schede SD 95mb/s)

Pero, bisogna anche considerare il tipo di fotocamera (amatoriale ma da alte prestazioni e risoluzione) pero non espressamente dedicata per certi tipi di eventi.

 

A mio avviso nessuna delle fotocamere da te citate nel tuo corredo e' espressamente dedicata per per certi tipi di eventi.  E' questo non lo si puo imputare a Nikon!  ;)

La migliore (tra le moderne) sarebbe una D4, con tutti i pro e contro.

 

Ps: Rocky non la prendere come una critica personale rivolta a te e alle tue scelte. Perche anche io stavo nella stessa situazione.

Alla fine scelsi, per prezzo prestazione, una D3s....con i suoi limiti

... probabilmente sei tra i pochi (al mondo) a sprecare RAW  e macchine da un fracco di megapixel per il calcio

 

;)

 

Comunque un minuto mi sembra eccessivo.

 

Sinora non ho fatto un solo RAW con la D7100 (per me è una jpg machine) ma se il buffer contiene 9 scatti, si fa presto a fare i conti e i limite di scarico dipende dalla velocità della SD.

In un minuto una SD da 400x (ovvero 60 megabyte al secondo .... ) è in grado di scaricare teoricamente 60x60=3600 megabyte.

Sono circa 90 NEF secondo i miei calcoli ;) ovvero uno e mezzo al secondo.

 

Io con una UHS-I riscontro circa tre jpg al secondo (di scarica). Insufficienti a rivaleggiare con una D4 + XQD in grado di digerire 200 jpg consecutivi.

Ma la D7100 non è una D4 ...

 

:)

Con quello che si guadagna nella fotografia sportiva di oggi in Italia, credo che già una D7100 sia troppo :)

Comunque l'inadeguatezza del buffer della D7100 é conclamata e si può solo mitigare.

Appena ne torneró in possesso verificheró le raffiche con i Raw, io finora non ho mai scattato, nemmeno con la D2h una raffica in Raw ;)
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi