Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon D300, nostalgia di un amore

nikon D300 test fotografia natura D500

La Nikon D300 è rimasta nel cuore di molti fotoamatori che usano il formato Dx anche dopo la comparsa di fotocamere che offrivano prestazioni migliori e migliore qualità di immagine.
Perché questa affezione?  La mia risposta sta nell'esperienza d'uso di questa "nonna" della Nikon D500.

D300, forever?
La D300 è entrata nel cuore di molti fotoamatori e professionisti che per motivi diversi usavano il formato Dx e ci è rimasta a lungo, anche dopo la comparsa di fotocamere che offrivano prestazioni migliori e migliore qualità di immagine, la D300s che non ho provato, non differiva troppo, le D7XXX invece sì. Io stesso, pur essendo passato per quanto riguarda il formato Dx, alla D7000 ne poi alla D7100, ho sempre avuto in fondo al cuore una leggera nostalgia per la mia vecchia D300 (nostalgia scomparsa improvvisamente dopo aver preso in mano la D500).
 
Perché questa affezione?
Posso rispondere per me, gli altri si potranno riconoscere oppure no.
La D300  è stato un modello rivoluzionario rispetto alla precedente D200 e questo ha convinto molti ad acquistarla. Al di là della qualità di immagine, comunque superiore sotto alcuni aspetti (e poi la povera D200 era tacciata di infamie come il banding per cui tutti si mettevano a fotografare lampioni e lampadine di notte) si aveva un mirino con la copertura del 100%, un monitor più grande e con maggiore risoluzione, finalmente usabile per valutare le foto (o quasi). 51 punti af contro 11, 15 punti a sensori af incrociati contro 1 solo,  batterie che duravano il triplo, pulizia del sensore  taratura fine dell'Af sensore con una risoluzione per i tempi notevole (12mpx). Insomma una bella differenza. Era compatibile con obiettivi Af non motorizzati e anche Ai (Anche la D200).
 

 

Immagine Allegata: frontale.jpg

 

La D300 ha un'aria robusta e ...professionale, qualunque cosa voglia dire. 

 

 

 

 

Immagine Allegata: D300rear.jpg

 

Piccoli particolari che contano (già la chisura si perde nella D300s, che però guadagna il pulsante centrale)

 

 

Immagine Allegata: anelli.jpg

 

Piccoli particolari che piacciono ;)

 

 

 

 

Se quindi si può ben capire il successo iniziale, più difficile è comprendere il persistere della predilezione per questa fotocamera dopo la comparsa di modelli più aggiornati che univano alcune se non tutte, le funzioni della D300 ad una qualità di immagine, gamma dinamica e risoluzione chiaramente superiori.
Per me questa radicata (o radicale) passione ha motivi sottili, ma nemmeno troppo. La D300 (ed in questo somigliava alla D200) era un "workhorse", un cavallo da tiro o forse un war horse, un cavallo da battaglia,  La D300/D300s  aveva delle caratteristiche di robustezza e praticità d'uso che sono mancate a tutte le successive fotocamere in formato Dx fino alla D500.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Immagine Allegata: top.jpg

 

Non facciamo scene, per favore

 

 

Immagine Allegata: attai.jpg

 

OH i vecchi lenti e rumorosi Af...

 
 
 
 
Quando sono passato ai  modelli D, successivi, più recenti e performanti (almeno come qualità di  immagine)... non era la stessa cosa. In fondo per me la fotografia è più spesso divertimento che lavoro e per divertirmi dev'esserci una soddisfazione nell'uso dello strumento oltre che la qualità del risultato. Lo so non è logico, lo strumento dovrebbe essere funzionale e basta, ma non è così, l'apparenza  spesso  conta, il look delle D7XXX ", ad esempio, somiglia più quello delle sorelle minori entry level che a quello di D700/800 e corpi "pro. Sulla ghiera di sinistra compaiono le famigerate "scene" che ogni purista aborre. Non è razionale perché si può scegliere di ignorarle, ma se si scegliesse solo su base razionale, allora avremmo anche molte meno varietà di automobili, o no?
 




Test: Yes



14 Comments

D'accordo Silvio, avendo avuto la D 300 non posso che darti ragione su tutta la linea..  peccato solo che ormai, almeno per me.. un certo tempo è finito.. ne è iniziato un altro, è vero.. tutto cambia..  ma la D 300  ancora sotto certi aspetti mi rende nostalgico..

 

parliamo d'altro:

 

grazie per la dedica ma.. non credo che quel signore sia in lombardia...  o meglio, non mi pare.

La mia non te la vendo ;)

A parte gli scherzi è una grande macchina, affidabile e completa (IMHO)

 

La D300 era davvero un carrarmato. L'ho portata dovunque e ci ho fatto di tutto

Mi ci rivedo, tantissimo, mi hai fatto rivivere il momento quando sono andato a ritirarla (2009) 

Ha visto la neve, bassissime temperature, pioggia, il caldo della death valley... mai perso un colpo, mai

Ora c'è la d810 che inevitabilmente ha preso sopravento ma, ad oggi, non è ancora il VERO amore

 

Grande Silvio!

Ciao!

T.

Foto
Valerio Brùstia
lug 16 2016 20:43

Mi allineo a Silvio. La D300 paga due dazi gravi. Uno è il mirino assolutamente disgraziato pessimo ausilio al fotografo. Si poteva fare meglio e lo sapevamo bene già allora. L'altro è nel sensore sony che limita in modo imbarazzante le possibilità di utilizzo. Peccato perché il resto dell'apparecchio è stato progettato in modo impeccabile.
Come per Tonci la D300 è ancora nel mio arsenale e la uso correntemente.

Foto
Silvio Renesto
lug 17 2016 19:45

Ho aggiunto un paragrafo sulla possibiltà di effettuare il freeze focus, cose per lo più da macrofotografi, però era utile.

Silvio, ho letto il tuo articolo con calma e con piacere. Bellissima l'atmosfera che hai ricreato. Anche per me è stato così, la D300 mi ha consentito di fare le prime foto serie e in particolare tutte quelle di quando stavo ancora in Brasile. Oggi su Dx uso la D7200 e per me non senso cambiarla con la D500 per il tipo di foto che faccio, ma ammetto che la D500 è la vera "figlia" della D300.

Bellissimo articolo!

In fondo in fondo, anche per me la D300 è stata una macchina davvero speciale, forse la più sfruttata e maltrattata di tutte, e non ha mai fatto un piega!

Foto
danighost
lug 18 2016 12:58

Ho ripreso momentaneamente la D300 che ho dato ad Ambra, visto che non la sta usando, rimontato il 300mm f4 Sigma ... quindi o lo zaino pronto per uscire, con dentro anche la D3300 con il 105Sigma OS ... è un periodo che non ho tempo e neanche un'uscita :( ... eppure ho una voglia di riusarla ... 

Foto
danighost
lug 18 2016 13:01

Dimenticavo ... è con la D300 e il suo live view che ho iniziato ad usare meglio il soffietto pb-4 nella macro :) ...

La D300 è stata la prima reflex tutta mia, usata in ogni dove per circa 6 anni, che ancora posseggo ed uso saltuariamente. :wub:

 

Bella, SIlvio, la tua disamina, che confermo soprattutto riguardo robustezza e facilità d'uso. Aggiungo anche, per la mia esperienza, che l'autofocus è ancora attuale per precisione e reattività, così come la misurazione della luce per esporre secondo le proprie necessità.

 

Aggiungo pure che quando riprendo in mano la macchina ritrovo subito il feeling con i comandi, mentre ancora oggi con la D750 devo pensare un attimo in più per trovare la giusta combinazione di tasti e ghiere per variare alcuni parametri.

 

Chissà che un giorno non trovi il tempo - la voglia già ce l'avrei - per pubblicare le mie personali impressioni sulla fotocamera secondo l'uso che ne faccio io, che è un po' diverso dal tuo.

Ma non ditelo all'Ammiraglio: la sua teutonica indole lo porterebbe ad esigerle fissando tempi e modalità che, al momento, non sarei in grado di garantire...  :bigemo_harabe_net-03: 

Foto
dirk pitt
lug 19 2016 15:14

complimenti bell'articolo. Hai colto nel segno, io che ancora uso la D300 (e che la D500 rimane un sogno) mi ci ritrovo perfettamente.

Arrivando da D70 e D80, è stato un salto notevole in tutti i termini, maggiore qualità e soprattutto migliore risposta in tutte le situazioni.

Io cambiai la D300 solo perché volevo il full frame e perché la D700 era praticamente identica nei comandi.

Al di la dello sviluppo tecnologico è stata un gran reflex. Un vero carrarmato.

Foto
Mauro Maratta
lug 25 2016 16:34

Io non ho grandissimi ricordi per la D300, l'arrivo di D3 e D3x le tolsero subito ogni velleità.

Mentre la D300s me la tolse un delinquente alle mie spalle dopo nemmeno una scarica di batteria all'attivo ... :(

 

Ma qualche cosa la conservo ... :

 

Immagine Allegata: _30S0360.jpg

Immagine Allegata: _30S0409.jpg

D300s, indoor

 

Immagine Allegata: _D3C0884.jpg

Immagine Allegata: _D3C0891.jpg

Immagine Allegata: _D3C0899.jpg

D300, decisamente outdoor

 

Immagine Allegata: _D3C1999.jpg

Immagine Allegata: _D3C0810.jpg

 

dei miei, naturalmente :marameo:

Foto
Valerio Brùstia
lug 25 2016 16:37

A compendio del bell'articolo di Silvio aggiungo due o tre immagini utili per riflessione e per archivio Nikonland tanto da tener traccia del fatto che qui, su Nikonland, la D300 l'abbiamo usata (e per certe cose la usiamo ancora) ed ora è il moneto di fare un po' di letteratura d'appendice (si dice così?)

 

1 - Macchina bella, ma nata sfortunata

 

Immagine Allegata: 28_VAR_0007-9-10.jpg

 

Il confronto l'ha vista perdente sul nascere, e non poteva che essere così , come si dice, essendo vaso di coccio tra vasi di ferro

 

Immagine Allegata: 28_VAR_0012.jpg

 

2 - I vantaggi del DX ----------------

 

2.1 GRANDANGOLI

Avere un corpo DX in borsa vuol dire poter ricorrere alla potenza di superwide dalla PDC assolutamente estesa, PDC che il full frame si può scordare, anche perchè le LF grandangolari per il DX sono veramente di pochi millimetri

 

Immagine Allegata: 28_VAR_0030.jpg

 

Non mi stancherò mai di dirlo ma veramente quella pdc è da urlo

 

Immagine Allegata: 25_CRC_0717.jpg

tutto a fuoco a f/11

 

2.2 Le ottiche MACRO

Quante volte abbiamo letto degli amanti della macro lamentare la necessità di LF un po' più lunghe, utili per rimanere a distanza maggiore dal soggetto e non rischiare di farlo scappare. Il DX con il suo bel fattore 1.5x da un bell'aiuto. Basta un 105 per entrare nel mondo della vera Tele Macro, e se poi si vuol ricorrere ai TC...

 

Immagine Allegata: 28_VAR_0026.jpg

 

Immagine Allegata: 27_SAR_0675.jpg

105 micro LISCIO

 

Immagine Allegata: 27_SAR_0362.jpg

105 micro + TC17 ... mi pare

 

2.3 Con il teleobiettivo

Talvolta i millimetri non sono mai abbastanza  e il ritaglio DX aiuta assai a magnificare le dimensioni del soggetto ripreso

 

Immagine Allegata: 28_VAR_0019.jpg

 

E beh, la D300 è stata, fino ad oggi, l'unica DX che non "sfigurava" dietro ai potenti tele che Nikon si fregia ancora di produrre. L'AF come mostrato da Silvio se la cava decisamente bene. Ogni riferimento confronto con il presente lo lascerei ... al futuro :). La mia D300 il piano di messa a fuoco lo ha beccato quasi sempre

 

Immagine Allegata: 24_CAN_1013.jpg

Immagine Allegata: 24_CAN_1050.jpg

 

Dolenti note ---------------------------

dove si ferma la D300? si ferma ad 800 iso o poco più e non sopporta eccessi di apertura di sottoesposizione. Oggi ci pare troppo poco, pochissimo, vero, ma oggi siamo anche abituati bene :)

 

ISO a crescere su crop al 100%

 

Immagine Allegata: 28_NOV_0070.jpg

 

Immagine Allegata: 28_NOV_0070-73.jpg

 

Immagine Allegata: 28_NOV_0038-41.jpg

 

 

Sottoesposizioni di 4 EV a confronto

 

Immagine Allegata: D300_0-4ev.jpg

D300

 

Immagine Allegata: D700_0-4ev.jpg

D700

 

Immagine Allegata: D800_0-4ev.jpg

D800

 

 

Al netto dei limiti la D300 rimane una fotocamera molto ben riuscita. Il suo vero unico limite? IL MIRINO, non degno del resto della costruzione meccanico-ottica. E oggi lo sappiamo bene.

Foto
Francesco64
lug 26 2016 17:14

Per la sua epoca era una signora macchina, con un AF che, in quanto a copertura, e' stato appena superato da D5 e D500.

L'ho tenuta 8 anni, usandola tanto i primi 4 e pochissimo gli altri 4, dopo l'arrivo della D800.

Meccanicamente eccellente, l'ho venduta poche settimane fa e dopo 100K scatti era ancora in perfetta efficienza.

 

Mi ha fatto tribolare parecchio l'esposimetro Matrix che tendeva a sottoesporre in modo esagerato per salvare le alte luci, fossero pure dei puntini insignificanti, e non mi riferisco solo ai fari delle automobili.

 

Pero' ho dei bei ricordi.  :)

 

Queste sono fra le ultime foto che ho fatto, l'anno scorso.

 

Immagine Allegata: Image00001.jpg

 

Immagine Allegata: Image00002.jpg

 

Immagine Allegata: Image00003.jpg

 

 

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi