Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon D300 - Anteprima Preview


Immagine Allegata: D300_ambiance_1.jpg


Non mi aspettavo questa macchina, pensavo che Nikon avesse in preparazione il solito aggiornamento e che stesse per uscire una D200s con qualche cosetta giusto per rinverdire le vendite. Ma anche per differenziare la macchina semi-pro dalla D80 - forte dello stesso sensore - Nikon ha invece presentato una macchina completamente nuova, tanto da chiamarla addirittura D300, la terza generazione dopo D100 e D200.
D300 ... ovvero D3 economica.

Infatti la D300 condivide molta della filosofia della nuova ammiraglia Nikon D3, tanto da far pensare ad un disegno molto preciso ed una strategia volta alla riconquista del mercato professionale in corso di dispiegamento da parte di Nikon con questi due nuovi corpi e con i nuovi obiettivi per cominciare, il resto delle proposte dalla Photokina d'autunno in avanti !

Nikon ha deciso di standardizzare la sua linea di macchine PRO su un sistema di alimentazione collaudato, la EN-EL3e per la D200 e la D300 e la EN-EL4a (con compatibilità per la versione liscia) per la D2x e la D3.
Contemporaneamente ha spostato tutta la produzione high-level sui sensori di tipo CMOS.
La scelta é stata dettata principalmente dal minor consumo di questo tipo di fotodiodi e dalla relativa semplicità nell'ottenere alte sensibilità con basso rumore intrinseco.
Inq uesto modo la D300, pur con una risoluzione superiore, ha un'autonomia di base più elevata (e soddisfacente) di quella della D200.

Infine ha mantenuto lo stesso corpo, aggiornato tra le D200-D300 e le D2-D3 (con l'ovvia differenza dovuta al pentaprisma FX nella D3, rispetto al più piccolo DX delle D2).

A parte questo però, cominciano le forti differenze.

Le ultime due venute sono macchine ad alta sensibilità e con sensibilità minima pari ad ISO 200.

E' stato montato un nuovo autofocus comune alle due macchine (diversamente dalla D200 che montava una versione più economica di quello della D2).

Le facilities offerte dal firmware sono di fatto identiche.

E' stato aggiunto il Live View.

Per la D300 é stato concepito un nuovo tipo di booster (o impugnatura o grip, chiamatelo come volete) che consente di montare un'alimentazione potenziata che offre prestazioni superiori (il booster della D200 invece permette solo di montare due batterie, utilizzate in serie e non in parallelo) sia di autonomia che di raffica e di cadenza.

In sostanza, mentre la D200 e la D2x sono macchine pensate più per un uso generalista con un occhio alla fotografia di studio, la D3 e la D300 sembrano la macchina per il fotoreporter sportivo.
La D300 é adesso la macchina d'elezione da usare come secondo corpo se si dispone di una ammiraglia, sia per il tipo di prestazioni che per la possibilità di usare le stesse batterie.

In sintesi il motto é : velocità, velocità e ancora velocità

Andiamo ai dettagli costruttivi della D300.

Telaio in lega di magnesio pressofusa :

Immagine Allegata: D300_Mgbody_3_T.jpg

del tutto analogo a quello della D200 con la differenza che qui, anche il bboster MB-D10 é in lega mentre quello della D200 é in plastica.

Immagine Allegata: D200_ChassisFront.jpg



Rimane la calottina in plastica aprotezione del flash pop-up e l'illuminatore incorporato per aiutare l'autofocus in situazioni di luce scarsa.

Anche nella D300 i famigerati tappini dei connettori sono stati sostituiti da un sportellino morbido.

Immagine Allegata: D300_front.jpg

Immagine Allegata: D200_FrontNoLens.jpg

Veniamo al retro, nessuna grande novità se non lo spostamento di alcuni tasti.

In particolare il play é stato armonizzato con quello delle D3/D2 (io in effetti mi sbagliavo sempre ed aprivo il menù anziché visualizzare la foto scattata con la D200) :

Immagine Allegata: D300_back.jpg

Nikon D300

Il tasto Enter adesso é diventato Ok.

Ovviamente lo schermo é più grande.

Immagine Allegata: D200_Back.jpg

Nikon D200



Immagine Allegata: d2x_opsteriore.jpg

Nikon D2x


Il vano dei connettori :


Immagine Allegata: D300_18_200_left_2.jpg

Nikon D300


Immagine Allegata: D200_BatteryDoor.jpg

Nikon D200


Si notano le stesse differenze viste a proposito della D3, in particolare la presenza del connettore HDMI per gli schermi ad alta risoluzione e la presa di corrente a 4 poli anziché 3.

Dettaglio del mirino DK-23 :

Immagine Allegata: DK_23_1.jpg

e del pentaprisma :

Immagine Allegata: D300_Pentaprism_1.jpg

Mirino completo :

Immagine Allegata: D300_viewfinder_info.jpg

Per il resto le differenze rispetto alla D200, sul piano estetico sono veramente minime come testimoniato da questa panoramica di immagini :

Immagine Allegata: D300_18_200_front34r.jpg Immagine Allegata: D300_18_200_back34r.jpg
Immagine Allegata: D300_18_200_right.jpg Immagine Allegata: D300_18_200_left_1.jpg

Immagine Allegata: D300_18_70_front34l.jpg Immagine Allegata: D300_18_200_Sl_front.jpg
Immagine Allegata: D300_18_200_top.jpg Immagine Allegata: D300_18_200_fronttop.jpg

Immagine Allegata: D300_bottom.jpg


Finita la parte esterna, eccoci finalmente ai contenuti della nuova macchina :il sensore.

Immagine Allegata: D300_Sensorunit_1_T.jpg Immagine Allegata: D300_Sensorunit_2.jpg

si tratta di una nuova unità da oltre 12 megapixel in tecnologia Cmos progettato con tecnologia Nikon e prodotto da Sony.
Incorpora un sistema di pulizia automatica della polvere, la logica di lettura dei dati é stata migliorata per avere maggiore velocità.
La sensibilità base parte da 200 ISO e si spinge fino a 3200. E' possibile utilizzare anche una sensibilità estesa a 100 ISO.

Le informazioni su questo sensore sono giunte dopo l'annuncio da parte di Sony (che equipaggerà la sua nuova Alpha A700 con una unità simile).

Questo nuovo sensore oltre ad assicurare grandi doti velocistiche ad una risoluzione che attualmente rappresenta il livello massimo raggiunto dal formato APS-C (o DX), 12 megapixel ad 8 scatti al secondo, consente una sensibilità nettamente migliore sia della D200 che della D2x con un consumo - tipico dei Cmos - più basso di quello della D200, consentendo quindi alla batteria EN-EL3e di offrire una maggiore autonomia.

Il modulo autofocus.


E' del tutto identico a quello della D3, solo che é regolato per il formato DX !

Per mantenere un'alta precisione di autofocus con la cadenza permessa dal gruppo sensore/otturatore, Nikon ha anche progettato un nuovo modulo autofocus con 51 sensori di cui 15 a croce e 36 orizzontali denominato Multicam 3500DX (comune in termini di tecnologia applicata a quello della D3, denominato Multicam 3500FX) :

Immagine Allegata: Multicam3500FX.jpg

Il sistema é dotato di funzionalità che possono farlo funzionare anche in emulazione del Multicam 2000 (quello della D2)

Ecco una simulazione del funzionamento :

Immagine Allegata: D300_AF11_points.gif

Mirino della D300 con messa a fuoco sul sensore centrale :

Immagine Allegata: afpoints.gif

e le tre modalità di autofocus a 51, 21 o 9 punti :

Immagine Allegata: autofocus51.jpg

Immagine Allegata: D300_cs_a3_Dynamic_AF.jpg

Selezione dal menù autofocus



Immagine Allegata: viewfinderview.jpg

Il nuovo mirino con l'autofocus a 51 punti e la griglia

L'otturatore.

Come per la D3, per sfruttare a pieno il nuovo sensore é stato utilizzato un otturatore nuovo a doppio controllo elettromagnetico con tendine in kevlar, leggerissime e resistentissime. Accreditate ufficialmente di almeno 150.000 scatti di vita utile.

Il nuovo otturatore comunque consente doti velocistiche eccezionali con una cadenza fino a 8 scatti al secondo.




Immagine Allegata: D300_shutter_unit_T.jpg

Il modulo Expeed.

Ovviamente tutta l'elettronica é stata adeguata alla velocità complessiva della macchina.
Il nuovo modulo che integra il sensore dell'esposimetro é stato rinominato Nikon Expeed per esigenze di marketing (un pò come fatto da Canon con il suo Digic ora arrivato alla versione due e dotato di due processori).

Lo vediamo qui nella sua scheda integrata :

Immagine Allegata: D3_ASIC_1.jpg

e da solo :

Immagine Allegata: Expeed.jpg

mentre qui abbiamo il modulo esposimetrico a 1005 punti a colori, versione evoluta di quello introdotto con la Nikon F5 già 10 anni fa :

Immagine Allegata: RGB_1005_sensor_2.jpg

questo sistema incorpora la potenza di calcolo di un personal computer ma nelle dimensioni compatibili con il montaggio all'interno di fotocamere anche compatte (oltre che sulla D3 e sulla D300, Nikon ha inserito questo modulo sulla nuova Coolpix 5100 e verrà penso inserito anche nelle futuro reflex di fascia media e bassa).

Wireless.

Con la D300 (e la D3) é stato anche introdotto un nuovo sistema di trasmissione dati wireless che utilizza il trasmettitoreWT-4, finalmente una unité esterna collegata via cavo, simile ad una radio portatile, collegata via USB alla fotocamera.
Anche nell'aspetto - oltre che nelle prestazioni - anni luce avanti ai vari WT-1, WT-2 e WT-3 che, montati sotto alla fotocamera, sembravano più degli oggetti da bricolage che dei componenti così avanzati.
Con il WT-4 le fotocamere sono connesse ad una w-lan come se fossero dei pc, in remoto ? possibile interagire con la fotocamera in tutte le sue funzioni.

Ecco il trasmettitore, collegato qui ad una D300 :

Immagine Allegata: WT4_Transmitter.jpg Immagine Allegata: Nikon_D300_WT4_s.jpg

Andiamo adesso alla lista delle specifiche e delle funzionalità :

Formato.
Il sensore é un CMOS da 12,3 megapixel totali di cui utilizzati 12,1.
Formato DX da 24x16 mm, con una risoluzione del tutto identica a quella della D2x

Il mirino ha un ingrandimento di 0,94x e copre il 100% del formato pieno (a differenza delle precedenti D100, D200 ed F100 che arrivavano al 95%).

Permane l'ottima opzione - risalente alla veneranda F80 - che fa comparire una griglia sul mirino per facilitare la composizione dell'inquadratura (non capisco perché manchi nella D3/D2 ....)

Sensibilità.
Standard da 200 a 3.200 ISO a passi di 1/3, 1/2 e 1EV.
Due modalità fuori standard equivalenti ad ISO 100 ed ISO 6.400 (!).

Cadenza.

Può andare da 1 frame al secondo fino a 6 che possono diventare 8 se si utilizza il booster MB-D10 con una batteria EN-EL4a.
La sequenza massima copre 100 scatti in jpg. 19 scatti consecutivi in NEF.

Autofocus.
Nuovo modulo Multicam 3500DX
A 51 punti di cui 15 a croce.
Il sistema si disattva quando non usato (sparisce dalla vista).
E' possibile utilizzare 9 o 21 o 51 punti. 51 punti con tracking 3D del soggetto.
E' possibile simulare il funzionamento del sistema della D2.
Il controllo dell'autofocus nell'inseguimento é diventato adesso 3D con previsione del punto di arrivo di un oggetto in movimento controllato da intelligenza artificiale.

Taratura dell'autofocus
E' possibile tarare fino a 20 obiettivi per eventuali problemi di front-focus retro-focus di ciascun obiettivo.
La macchina consente di regolare una staratura intenzionale del sistema per avere sempre una messa a fuoco ottimale

Compatibilità obiettivi
Totale con tutti gli obiettivi G e AF/AFD e P. Previa memorizzazione dei dati di focale e apertura massima anche con gli AI/AIs.
Per questi ultimi é possibile memorizzare i dati di 10 obiettivi diversi.
Gli obiettivi DX sono utilizzabili in modalità Crop (automatica).

Sistema di elaborazione.
Basato su sensore a 1.005 punti RGB e 3D con unità di elaborazione Nikon Expeed.
Il sistema controlla tutte le funzioni di esposizione, TTL, punto del bianco ed autofocus.
La valutazione dei dati tiene conto dei parametri misurati in ambiente 3D.
Il software é stato implementato con un nuovo sistema di riconoscimento delle scene, evoluzione di quello matrix introdotto con la F5 e che tiene conto dei dati introdotti in memoria per 60.000 scatti diversi.
L'analisi tiene conto di tutti i parametri compreso il colore la distanza, la posizione nello spazio e l'intensità di ogni fonte luminosa presente nella scena.
E' possibile inoltre applicare una correzione automatica della Aberrazione Cromatica Laterale (per le ottiche Nikon).

Schermo LCD e LiveView.
Lo schermo LCD posteriore é un 3 pollici TFT con visione a 170? con una risoluzione effettiva di 640x480 punti su tre colori (totale 922.000 pixel) in grado di effettuare ingrandimenti 10x per una verifica della messa a fuoco anche in modalità LiveView in cui viene simulata la visione della scena corretta con i dati di scatto. Ci sono due modalità una per l'utilizzo a mano libera e uno per quella su treppiedi.
La definizione di questo LCD é senza precedenti nel mondo della fotografia, con un valore di 266 punti per pollice (quasi a livello della stampa tipografica e molto superiore a quella del migliore dei monitor da PC).

Immagine Allegata: liveview.jpg

Utilizzo del nuovo schermo LCD da 920.000 punti per la messa a fuoco di precisione con possibilità di zoom digitale




Pop-Up flash e illuminatore AF.
Quando non utilizzata in unione ad un flash esterno, la D300 può sfruttare il flash pop-up interno del tutto analogo a quello della D200.
Idem per quanto riguarda l'illuminatore ausiliario per l'autofocus in luce scarsa.


Pesi, misure, memorie, alimentazione.
La fotocamera pesa a vuoto 825 grammi (un pò meno della D200) ed ? circa 15x11 cm di lato e circa 7 cm e mezzo di profondità.
Utilizza le stesse batterie delle D200.
Il supporto di memoria é la Compact Flash (comprese le nuove con accesso UDMA ad alta velocità).
Compatibile anche con i microdrive.
Il sistema flash rest ail precedente e insuperato CLS basato su SB-800, SB-600, SB-400 ed SB-200. Oltre al kit R1-C1 con SU-800.





Immagine Allegata: cfcompartment01.jpg

Compartimento delle Compact Flash



Nikon MB-D10


Immagine Allegata: MB_D10_back.jpg

Immagine Allegata: D300_MBD10_front.jpg

Notate come il corpo macchina sia conformato all'origine per accogliere l'MB-D10 che grazie ad un unghia si vincola solidalmente alla D300

Immagine Allegata: D300_MBD10_front34l.jpg

Questo booster incorpora svariate novità rispetto ai precedenti prodotti per D100, D80 e D200.

Innanzitutto il nome, MB-D10 non si lega alla macchina come i precedenti (MB-D200 per la D200, MB-D100 per la D100) ma riprende la terminologia dei motordrive dei ruggenti anni '70 e '80 che nascevano con una particolare macchina ma in realtà potevano funzionare anche con altre, con prestazioni differenti.

Poi l'alimentazione, oltra ad un pack di comuni pile stilo o accumulatori ricaricabili, é possibile montare una batteria EN-EL4a come per la D3 e la D2.
Questo consente di elevare la tensione di alimentazione e portare l'otturatore a funzionare all'infernale cadenza di 8 scatti al secondo a pieno formato di 12 megapixel

Infine il sistema di montaggio, molto più tradizionale (anche questo ci riporta indietro di un ventennio) si applica semplicemente al fondo della macchina e si avvita all'attacco del treppiedi. Non é più necessario staccare lo sportellino della batteria, rimuovere la batterie EN-EL3e e introdurre nel vano batteria l'innesto per i contatti elettrici.

Peraltro l'MB-D10 é decisamente di un'altra fattura rispetto ai precedenti, in lega leggera come il corpo macchina, assicura una presa sicura ed un longevità all'altezza della tradizione Nikon.

Altre funzionalità.

Oltre alle novità LiveView (messa a fuoco in tempo reale tramite il pannello LCD posteriore) e il sistema di pulizia del sensore ad ultrasuoni, la D300 incorpora anche diverse innovazioni a livello di software.


Active D-Lighting

Una funzionalità tipica dei software tipo Capture e Photoshop e già implementata in versione basic su D80 e D40 ma solo in fase di postproduzione.

Sulla D300 é possibile utilizzare questa opzione per preservare sia le alte luci che le ombre o perlomeno per recuperare le luci in una foto sottoesposta.

Nei software e nella D40 questa modalità funziona ma con un decadimento decisivo dell'immagine. Finché non lo vedremo in opera non sapremo dire se ci sono stati passi avanti.
Il tentativo va verso la possibilità di aumentare la dinamica del sensore, sebbene in modo un pò artificioso.

Il tasto Info

Mutuato dalla entry-level D40, il tasto info permette di visualizzare nello schermo posteriore tutti i dati di impostazione, replicando in pratica le informazioni del pannellino lcd superiore :

Immagine Allegata: Back_LCD_info_b.jpg

Immagine Allegata: rearcontrols.jpg

Le informazioni sono le pi? complete possibili

Immagine Allegata: toplcd02.jpg

Nettamente pi? leggibile che nel LCD superiore

14 bit NEF

La D300 può lavorare anche con una profondità di informazioni sul colore a 14 bit, producendo file del 30% più grandi di quelli a 12 bit ma con un pesante decadimento delle prestazioni (la raffica scende a 2,5 frame al secondo massimi).

Bilanciamento del bianco evoluto




Immagine Allegata: D300_white_balance3.jpg

il bilanciamento del bianco nella D300 é diventato molto più sofisticato, potendo fare un tuning di precisione attraverso una simulazione a menù.

Conclusioni

La Nikon D300 rappresenta l'attuale stato dell'arte della reflex digitale in formato APS-C (DX).

Non é solo una evoluzione della D200 ma supera in molti aspetti anche - i limiti della - D2x.

Infatti é stato migliorato ogni aspetto della fotocamera a partire dalla costruzione (con una tropicalizzazione più estesa, per esempio con le guarnizioni anti-umido nei tasti) per andare all'elettronica, all'autofocus, il firmware, la velocità e la sensibilità.
Il nuovo sensore consente anche una gestione migliore dell'alimentazione, con una autonomia almeno doppia rispetto alla D200.
Il booster MB-D10 consente realmente un passo in avanti definitivo, consentendo una cadenza a pieno formato che la D2x non si può permettere con una riserva di scatti anche superiore alla D2H e alla D3.
La maggiore sensibilità se unita - come si pensa - ad una gestione evoluta del rumore agli alti ISO rappresenta un'altra arma a disposizione di Nikon.

La macchina perfetta ? In quest'ambito forse si, specie per chi fotografa sport o eventi.

Cosa sostituisce ?

Sostituisce certamente la D200 - che resterà in vendita fino a fine scorte - ma anche la D2x, garantendo al professionista la stessa struttura della D3 - sia software che di alimentazione, condividendo anche lo stesso identico autofocus.

A chi é destinata ?

Questo non significa che sia la D200 e la D2x cesseranno di funzionare quando uscirà la D300. Resteranno ottime macchine in mano a chi le possiede e le sa usare.
Ma per i nuovi acquirenti, quelli che provengono da modelli inferiori o datati, se prima le motivazioni di acquisto tra D200 e D2x erano poche, adesso, considerando i prezzi (una D300 costa meno di una D2x usata !) non ci sono più dubbi, date le prestazioni in gioco.

Ma la D300 é una fotocamera che punta tutto sulla velocità di impiego e l'alta sensibilità.

Il fotografo di natura e panorami dovrà comunque guardare alla D3 per avere le migliori possibilità d'impiego sul lato grandangolare e per superare il problema della diffrazione, che di certo la D300 non riduce.

Insomma, i soddisfatti possessori di D200 e D2x penseranno magari di affiancare alle loro macchine la D3, potendo, difficilmente la D300.

Mentre i professionisti e coloro che hanno ancora una D70 o una D50 faranno bene a pensare al passaggio alla D300 !
Chi invece é ancora legato alla pellicola e al pieno formato, non ha altre alternative alla D3, a dispetto del costo.


155 Comments

Foto
Mauro Maratta
set 08 2007 16:43
Una domanda abbastanza frequente ? il perch? della differenza di prezzo tra una professionale Nikon ed una pro-sumer.

Diciamo che guardando alle prestazioni sulla carta, se era gi? abbastanza poco giustificata la differenza di prezzo tra una D200 e una D2x (o D2H) adesso con le prestazioni e le features della D300 lo sembra ancora meno.

In verit? la domanda cos? ? malposta. Non si pu? paragonare una fotocamera professionale Nikon - dalla Nikon F alla Nikon D3 - con una qualsiasi altra fotocamera Nikon.
Perch? ogni professionale viene costruita ancora oggi in Giappone utilizzando la migliore manodopera disponibile e i materiali migliori.

Non siamo alle minimali differenze riscontrabili a livello di componenti tra un'automobile Audi ed una Seat (tutti i componenti Seat recano i quattro anelli, simbolo di Audi impresso sopra) il cui divario di prezzo ? giustificato solo dalle diverse scelte nelle rifiniture (oltre che dal costo della manodopera di Ingostaldt rispetto alle fabbriche spagnole).
Il livello maniacale, la precisione e le tolleranze bassissime permesse dalle maestranze delle fabbriche Nikon giapponesi e la tiratura bassissima - non pi? di 8.000 pezzi al mese ? la produzione prevista per la D3 contro i 60.000 della D300 e le centinai di migliaia di D80 e D40/D40x - se consentono da un lato di costruire gioielli destginati a durare decenni, dall'altro costano, costano parecchio.

Una Nikon F3 nel 1982 costava Lit. 3.500.000, una cifra pari a circa 7-8 stipendi medi dell'epoca.
E la qualit? realizzativa ? sullo stesso piano, oggi come allora, nonostante il forte impatto dell'elettronica.

Invece oggi viene da pensare (e da sorridere) considerando il prezzo folle preteso da Canon per la sua Ds, che sin dal primo modello FF da 11 megapixel, non ? mai scesa sotto gli 8.000 euro, quasi il doppio dell'attuale D3 ...
come gi? detto in mio intervento, il mio futuro sogno-acquisto sar? una D300, prima della " rivelazione " era una D2.

Visto che nessuno regaler? le D2 usate, tanto vale puntare sul nuovo, e visto che il prezzo della mia D80 scender? di conseguenza non lo dar? via.

purtroppo non potr? farlo subito, ho messo in uso un porcellino quando sar? pieno, lo romper?.

speriamo sempre in una b...... di c..o, con una bella giocata al lotto, potrei risolvere tutto, proveremo........ :bigemo_harabe_net-92:
gi?... quasi quasi mi metto a giocare anche io... certo che con kla mia fortuna... rischio di spendere di pi? per cercare di vincere al lotto... che a comprare subito una D3 :P
Foto
Mauro Maratta
set 12 2007 18:35
Prime foto ufficiali con la D300 (non molto significative ma magari ne aggiungeranno altre) : qui
Foto
Max Aquila
set 12 2007 20:08

...

Una Nikon F3 nel 1982 costava Lit. 3.500.000, una cifra pari a circa 7-8 stipendi medi dell'epoca....


A Mauro... scusa la replica, ma ho appena controllato: a Gennaio 1983 un corpo macchina F3 costava "appena" lire 1.135.000 che era comunque tantino (una FE-2 costava infatti ? 630.000), ma non tanto quanto hai detto.
Forse ti sei confuso con la F4 che, quella si, nel 1988 arriv? a sfiorare i quattro milioni di lire nei negozi meno convenienti... ma di base stava sulla cifra che hai riferito alla F3... :post-515-1140593913:
Foto
Mauro Maratta
set 15 2007 15:50
Tornando alla D300, da pi? parti ho letto che non sarebbe un prodotto cos? innovativo rispetto alla D200, almeno non da motivarne l'acquisto.

Premesso che credo che chiunque sia felice possessore di D200 non debba nemmeno pensare ad una sostituzione (discorso valido sempre e in ogni caso), forse sar? bene puntualizzare quanto la D300 offre in pi? rispetto alla precedente :


1) il sensore. CMOS al posto di CCD significa molto, in particolare per quanto riguarda il consumo ridotto e quindi l'autonomia.

2) la sensibilit?. Il CMOS utilizzato dalla D300 ha una sensibilit? nettamente superiore a quello della D200 ed una gestione del rumore superiore sia in termini di hardware che di software

3) booster. L'MB-D10 ? proprio un'altra cosa rispetto all'MBD-200. Specialmente perch? si pu? utilizzare una valida batteria da D2Xs.

4) l'autofocus. Se funziona come dicono , il MULTI-CAM 3500FX ? una bomba rispetto al molto meno sofisticato usato sulla D200

5) visione al 100%. E' la prima volta che Nikon mette su una macchina semipro un mirino con visione al 100%

6) lo schermo posteriore e il Live View, in entrambi i casi features formidabili

7) un firmware aggiornato con capacit? di personalizzazione addirittura eccessive e comunque una gestione software molto sofisticata

8) il dispositivo antipolvere (se funziona ....)

9) la raffica. Praticamente interminabile con 100 scatti consecutivi a 6 al secondo ...

Ovviamente l'eliminazione degli inconvenienti della D200 a partire da quelli dovuti al vecchio sensore Sony (banding etc. etc.) visto che il nuovo ? progettato con tecnologia Nikon (sebbene sempre prodotto da Sony), l'autofocus non proprio precisissimissimo al primo colpo e ... una resa un p? troppo rude a mio parere.

a ciascuno valutare ....
Foto
Adriano Max
set 15 2007 16:36
Quando ne parli cos?, Mauro, mi fai venire una voglia di D300... :lol:
E' chiaro che si tratta di uno strumento superiore ! :wub: ma devo resistere: io, se non lo distruggo prima, cambio corpo macchina ogni 10 anni circa (ne mancano 8,5 ora) !! :rambo:
Dalla D200 passer? alla... ?? ...allo scadere di questi anni voglio avere un corredo PlUtOnIcO di ottiche !! :banana:

Ciao,
Adri.
Mi pare di avere letto che c'? la possibilit? di registrare il retrofocus con lo storaggio della regolazione per vari obiettivi: non so se ? una prerogativa esclusiva della d3 oppure si trova anche nella d300.
In questo caso sarebbe veramente una comodit?, a mio avviso.
Foto
Mauro Maratta
set 16 2007 05:15

Mi pare di avere letto che c'? la possibilit? di registrare il retrofocus con lo storaggio della regolazione per vari obiettivi: non so se ? una prerogativa esclusiva della d3 oppure si trova anche nella d300.
In questo caso sarebbe veramente una comodit?, a mio avviso.


C'? sicuramente sulla D3 ma mi pare anche sulla D300.
E' un'opzione interessante ma dovremo verificarla sul campo.

Comoda ma anche ... rischiosa ...
Foto
Mauro Maratta
set 16 2007 05:16

Quando ne parli cos?, Mauro, mi fai venire una voglia di D300... :lol:
E' chiaro che si tratta di uno strumento superiore ! :wub: ma devo resistere: io, se non lo distruggo prima, cambio corpo macchina ogni 10 anni circa (ne mancano 8,5 ora) !! :rambo:
Dalla D200 passer? alla... ?? ...allo scadere di questi anni voglio avere un corredo PlUtOnIcO di ottiche !! :banana:

Ciao,
Adri.


La tua futura macchina sar? certamente una FX della stessa classe di D100/D200/D300, quando Nikon sar? in grado di farla ai prezzi attuali ...

La tua futura macchina sar? certamente una FX della stessa classe di D100/D200/D300, quando Nikon sar? in grado di farla ai prezzi attuali ...



...e vale anche per me...infatti mi servirebbe:
un corpo piccolo di dimensioni, tipo la D40 o anche pi? piccolo, quasi tascabile ma FF (che ritengo must per il reportage) ..alti ISO (questo ormai ? un altro must) e finalmente uno scatto silenzioso invece di questa specie di CLA-CLACK che nel raggio di 30mt fa capire a tutti che c'? un cecchino in giro...
..chissa' mai se un giorno la Nikon far? una M8 alla Nikon.. :rolleyes:
intanto per? passer? alla D300 che a Shanghai per ora ? intorno a eu1.500..

ciao... e Mauro.. complimenti veri per i tuoi articoli su D300 e D3 !!

Andrea
Foto
Adriano Max
set 24 2007 11:40

La tua futura macchina sar? certamente una FX della stessa classe di D100/D200/D300, quando Nikon sar? in grado di farla ai prezzi attuali ...


:wub: :wub: :wub:
Foto
Max Aquila
nov 27 2007 08:41

Tornando alla D300, da pi? parti ho letto che non sarebbe un prodotto cos? innovativo rispetto alla D200, almeno non da motivarne l'acquisto.

Premesso che credo che chiunque sia felice possessore di D200 non debba nemmeno pensare ad una sostituzione (discorso valido sempre e in ogni caso), forse sar? bene puntualizzare quanto la D300 offre in pi? rispetto alla precedente :
1) il sensore. CMOS al posto di CCD significa molto, in particolare per quanto riguarda il consumo ridotto e quindi l'autonomia.

2) la sensibilit?. Il CMOS utilizzato dalla D300 ha una sensibilit? nettamente superiore a quello della D200 ed una gestione del rumore superiore sia in termini di hardware che di software

3) booster. L'MB-D10 ? proprio un'altra cosa rispetto all'MBD-200. Specialmente perch? si pu? utilizzare una valida batteria da D2Xs.

4) l'autofocus. Se funziona come dicono , il MULTI-CAM 3500FX ? una bomba rispetto al molto meno sofisticato usato sulla D200

5) visione al 100%. E' la prima volta che Nikon mette su una macchina semipro un mirino con visione al 100%

6) lo schermo posteriore e il Live View, in entrambi i casi features formidabili

7) un firmware aggiornato con capacit? di personalizzazione addirittura eccessive e comunque una gestione software molto sofisticata

8) il dispositivo antipolvere (se funziona ....)

9) la raffica. Praticamente interminabile con 100 scatti consecutivi a 6 al secondo ...

Ovviamente l'eliminazione degli inconvenienti della D200 a partire da quelli dovuti al vecchio sensore Sony (banding etc. etc.) visto che il nuovo ? progettato con tecnologia Nikon (sebbene sempre prodotto da Sony), l'autofocus non proprio precisissimissimo al primo colpo e ... una resa un p? troppo rude a mio parere.

a ciascuno valutare ....


ed infatti... a conti fatti, piatti fermi e voglia di vedere queste due ultime Nikon wonderful cameras,
mi convinco sempre di pi? che il passaggio da D200 a D300 si DEBBA fare in questi seguenti casi:

- se con la D200 si siano avuti problemi di alimentazione: in questo caso D300+MDB10 ? la panacea
- se con la D200 si lamentino carenze di "pulizia" immagine al di sopra dei 400ISO: questo CMOS non potr? che migliorare l'attuale stand-by
- se si preferisca una raffica veloce ad uno scatto ben ponderato: 8ftg/sec e 100ftg di sequenza era quanto auspicato nemmeno nei sogni pi? arditi
- se il WB sia il comando tra i pi? utilizzati sulla propria digireflex: le nuove funzioni di regolazione implementate sulla D300 faranno sognare
- se la velocit? dell'AF implementato alla D200 vi abbia fatto imbestialire ripensando al passato (F5 F100 F90x): tifiamo per questo nuovo modulo AF

inoltre visione al 100% e "scrolling" del filtro antialias per la pulizia non sono utilities indesiderate, tanto quanto lo possano essere il "live view" o l'orizzonte artificiale, che pure affascineranno certamente qualcuno.

In fondo una D300 penso di desiderarla anch'io... :rolleyes:
Foto
Mauro Maratta
nov 27 2007 09:01

[...]In fondo una D300 penso di desiderarla anch'io... :rolleyes:


Dici ?

Test di laboratorio (da Chasseur d'Images) :

- la D3 a 1.600 ISO ha lo stesso rumore della D300 ad ISO 320
- la D3 a 6.400 ISO ha minore rumore la D300 ad ISO 800 (!)
- la D3 ha una prestazione AF circa doppia rispetto alla D300 (raffica su un oggetto in avvicinamento a 50 Km/h e 100 km/h con 70-200VR, numero di foto nette, minima distanza di scatto netto)
- la D3 in raw a 14 bit continua a scattare a 9 fps, per 19 scatti continui (la D300 scente a 2.5 fps per 12 scatti)
- la D3 scatta in jpg per 58 volte consecutive (la D300 per 19)
- la D3 ha una qualit? del file che consente di stampare in A1 senza particolari problemi
- la D3 ha un mirino che fa piangere dalla commozione
- la D3 .... :lol: :lol:
... La D3 anche se facesse il caff? e lo portasse a letto ? irraggiungibile per la maggior parte degli amatori...

quindi W la D300 anche se brutta, sporca e cattiva!

:lol: :lol:
Foto
Max Aquila
nov 27 2007 10:06

Dici ?

Test di laboratorio (da Chasseur d'Images) :

- la D3 a 1.600 ISO ha lo stesso rumore della D300 ad ISO 320
- la D3 a 6.400 ISO ha minore rumore la D300 ad ISO 800 (!)
- la D3 ha una prestazione AF circa doppia rispetto alla D300 (raffica su un oggetto in avvicinamento a 50 Km/h e 100 km/h con 70-200VR, numero di foto nette, minima distanza di scatto netto)
- la D3 in raw a 14 bit continua a scattare a 9 fps, per 19 scatti continui (la D300 scente a 2.5 fps per 12 scatti)
- la D3 scatta in jpg per 58 volte consecutive (la D300 per 19)
- la D3 ha una qualit? del file che consente di stampare in A1 senza particolari problemi
- la D3 ha un mirino che fa piangere dalla commozione
- la D3 .... :lol: :lol:


... La D3 anche se facesse il caff? e lo portasse a letto ? irraggiungibile per la maggior parte degli amatori...

quindi W la D300 anche se brutta, sporca e cattiva!

:lol: :lol:


[attachment=4715:Bilancia.jpg]
Foto
Fab Cortesi
nov 27 2007 10:38

Dici ?

Test di laboratorio (da Chasseur d'Images) :

- la D3 a 1.600 ISO ha lo stesso rumore della D300 ad ISO 320
- la D3 a 6.400 ISO ha minore rumore la D300 ad ISO 800 (!)
- la D3 ha una prestazione AF circa doppia rispetto alla D300 (raffica su un oggetto in avvicinamento a 50 Km/h e 100 km/h con 70-200VR, numero di foto nette, minima distanza di scatto netto)
- la D3 in raw a 14 bit continua a scattare a 9 fps, per 19 scatti continui (la D300 scente a 2.5 fps per 12 scatti)
- la D3 scatta in jpg per 58 volte consecutive (la D300 per 19)
- la D3 ha una qualit? del file che consente di stampare in A1 senza particolari problemi
- la D3 ha un mirino che fa piangere dalla commozione
- la D3 .... :lol: :lol:


Se potessi ti bacerei! :lol: :lol:

Test di laboratorio (da Chasseur d'Images) :

- la D3 a 1.600 ISO ha lo stesso rumore della D300 ad ISO 320
- la D3 a 6.400 ISO ha minore rumore la D300 ad ISO 800 (!)
- la D3 ha una prestazione AF circa doppia rispetto alla D300 (raffica su un oggetto in avvicinamento a 50 Km/h e 100 km/h con 70-200VR, numero di foto nette, minima distanza di scatto netto)
- la D3 in raw a 14 bit continua a scattare a 9 fps, per 19 scatti continui (la D300 scente a 2.5 fps per 12 scatti)
- la D3 scatta in jpg per 58 volte consecutive (la D300 per 19)
- la D3 ha una qualit? del file che consente di stampare in A1 senza particolari problemi
- la D3 ha un mirino che fa piangere dalla commozione
- la D3 .... :lol: :lol:


in questo caso (mi sembrano i primi test di laboratorio dal vero, non sulle sole specifiche tecniche)

siete davvero sicuri che sia necessario passare alla D300, se si ha la D200?

mi sembra che qui si dica piuttosto il contrario, se i test dal vero smentiscono cos? le aspettative
ammesso anche che la D3 sia stellare, a questo punto il guadagno reale rispetto alla D200 ? senz'altro notevole, ma non tale da giustificare in alcun modo la fretta di liberarsi della D200!

ragazzi, non fatevi prendere dalla smania del consumismo...

che non manca molto alla FF con peso e costi della D300!
a_
Foto
Mauro Maratta
nov 27 2007 10:59
Infatti ? quanto vado dicendo.
Chi ha una D200 e ne ? soddisfatto, magari l'ha comperata da un anno o gi? di li, non fa certo l'affare della vita svendendola per passare alla D300.

:P
Foto
Adriano Max
nov 27 2007 12:43

Infatti ? quanto vado dicendo.
Chi ha una D200 e ne ? soddisfatto, magari l'ha comperata da un anno o gi? di li, non fa certo l'affare della vita svendendola per passare alla D300.

:P


Verissimo, anche perch? l'anno prossimo mi aspetto poi una D80 rivista a 90?...
e se proprio servir? un secondo corpo...
:lol:
Foto
Max Aquila
nov 27 2007 15:59

in questo caso (mi sembrano i primi test di laboratorio dal vero, non sulle sole specifiche tecniche)

siete davvero sicuri che sia necessario passare alla D300, se si ha la D200?

mi sembra che qui si dica piuttosto il contrario, se i test dal vero smentiscono cos? le aspettative
ammesso anche che la D3 sia stellare, a questo punto il guadagno reale rispetto alla D200 ? senz'altro notevole, ma non tale da giustificare in alcun modo la fretta di liberarsi della D200!

ragazzi, non fatevi prendere dalla smania del consumismo...

che non manca molto alla FF con peso e costi della D300!
a_

senza dubbio equilibrato e corretto il tuo giudizio:
non altrettanto il paragone condotto da molti osservatori tra due macchine di livello differente, la D3 e la D300: se la domanda vera ?:
"tengo o no la D200?"
il parallelo andrebbe condotto tra queste due reflex, D200 e 300,
sul piano di velocit? AF con le ottiche non AFS, taratura del bianco automatica e a preset, grado di nitidezza a parit? di ottica del sensore, dinamica del sensore a parit? di ISO.
Sto aspettando appunto un test del genere...

E anticipatamente dico che trasborderei alla D300 se:
-da 640 ISO ed oltre ci sia reale vantaggio rispetto la 200
-il motore AF incorporato sia davvero di livello e sensibilit? professionale
-il sensore CMOS dimostri di essere una spanna al di sopra del CCD della 200

gi? questo (e l'acquisto del booster con batteria EN-EL4 per risolvere i guai da alimentazione della 200) mi basterebbe: compreso il sacrificio economico che invece, col diretto passaggio alla D3 diventerebbe un... [attachment=4721:evilgrin0015.gif] salasso!
Avete gi? visto questo pseudo test pubblicato su Flickr ?


Foto
Adriano Max
nov 27 2007 17:09
Sarebbe anche da fare un test utilizzando i raw con software tipo neatimage e riconfrontandoli dopo il trattamento...
Il rumore secondo me si pu? controllare un po' meglio di quanto fatto in quel test; poi bisogna anche vedere se sulla D300 era attiva la riduzione del rumore e in modo equivalente sulla D200... no ?
:rolleyes:

Certo che superati i 400-640 ISO il divario diventa sensibile... per chi usa spesso alti ISO direi che il passaggio diventa appetibile !
Io non li uso spesso e se li uso... mi piace la sgrana !!
:rolleyes:

Adriano.
:)
Come gi? postato altrove, mi interessa molto vedere all'opera il nuovo DxO 5.0.

Se le prestazioni di conversione dei NEF e di riduzioni del rumore sono quelle pubblicizzate... NX ha un degno avversario!
Altri Test della D300

Se i dati di scatto sono reali la qualit? delle immagini a me impressiona parecchio!
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi