Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

D7100...la prima volta.


Ieri mi è arrivata la fiammante D7100 (Nital), messa la batteria in carica durante la notte, oggi l'ho utilizzata per la prima volta, con montato il 500 afs vr, dapprima senza, poi anche con il TC14EII.
Sulle impressioni al tatto altri hanno già scritto di tutto e di più, non mi dilungherò, faccio solo un appunto veloce sulla scheda di memoria: l'insulsa scheda in dotazione, la Lexar 8 gb SDHC 180X finisce nel secondo slot e nel primo avevo già pronta una Lexar 64 giga SDXC UI 600X.

Nel pomeriggio su le impostazioni mie solite per le sessioni di fotografia naturalistica, che vado rapidamente a elencare:
Priorità di diaframma.
RAW compresso, senza perdita a 14 bit (errore mio qui, volevo il nef non-compresso, sarà l'emozione)
Picture control Standard, senza toccare nessun parametro.
NR off, così come molte altre impostazioni (Vignettatura, D-Lightning, ecc.)
WB inizialmente su Auto, poi dopo i primi scatti su sole diretto.
AFC, area dinamica 21 punti.
Sequenza in raffica CH.
Misurazione esposimetrica Semispot con +0,3 EV.


Di seguito alcune foto delle 595 scattate in 5 ore di appostamento, in un luogo dove sapevo avrei avuto molte occasioni, ne ho avute anche alcune decisamente inaspettate.
I NEF sono stati aperti e ridimensionati con View NX2, senza toccare altro, nei dati exif potete leggere le varie impostazioni. Ovviamente nessuno di questi è un crop, diversamente verrà specificato.
Immagine Allegata: _DSC0095.JPG
Germano femmina
1/500 sec, f/4, ISO 100

Immagine Allegata: _DSC0136.JPG
Svasso
1/1600 sec, f/5,6, ISO 400

Immagine Allegata: _DSC0068.JPG
Libellula
1/400 sec, f/5.6, ISO 100
su questa metto un crop della parte centrale, senza velleità di macro, per il momento.
Immagine Allegata: crop libellula.JPG


Immagine Allegata: _DSC0191.JPG
Mamma folaga:
1/1250 sec, f/5,6, ISO 400

Prove di volo:

Immagine Allegata: _DSC0182.JPG
Cavaliere
1/1600 sec, f/5,6, ISO 400

Immagine Allegata: _DSC0250.JPG
Gruccione (molto lontano ovviamente)
1/2000 sec, f/4,5, ISO 400
anche di questa metto un crop.
Immagine Allegata: crop gruccione.JPG

Dopo un po' decido di mettere su il TC14EII, per riprendere esserini davvero molto piccoli che se ne stanno a 22 metri per l'esattezza.

Immagine Allegata: _DSC0313.JPG

Immagine Allegata: _DSC0333.JPG
Cavaliere, pulcino di pochi giorni.
1/2000 sec, f/5,6, ISO 400


naturalmente anche i genitori ci guadagnano:

Immagine Allegata: _DSC0319.JPG
Cavaliere femmina

Un po' di dinamismo adesso:
Immagine Allegata: _DSC0435.JPG

Immagine Allegata: _DSC0440.JPG

Immagine Allegata: _DSC0447.JPG

Immagine Allegata: _DSC0451.JPG

1/1600 sec, f/5,6, ISO 400


passava anche un elicottero a km di distanza
Immagine Allegata: _DSC0483.JPG
1/2000 sec, f/5,6, ISO 400


riusciamo a leggere la scritta? Massì
Immagine Allegata: crop elicottero.JPG

Tolgo il moltiplicatore, perchè l'angolo di campo è davvero stretto e mi perdo alcune belle occasioni. Ciao ciao TC, ti userò solo più con le FF.
Appena in tempo, botto finale!


Cannareccione ma mi viene il dubbio.Canapino?
Immagine Allegata: _DSC0526.JPG
1/2000 sec, f/5, ISO 400

Immagine Allegata: _DSC0591.JPG
1/1600 sec, f/4, ISO 400


E la batteria? Dopo 595 scatti tutti in RAW, un po' di navigazione a monitor per i settaggi, un poco di vr, questa sera segna ancora:
Immagine Allegata: _DSC3101.jpg
 
Ecco, questo è il riassunto del mio pomeriggio odierno. Personalmente sono parecchio soddisfatto. La macchina è leggera e maneggevole, i comandi sono intuitivi e ho settato tutto in pochi minuti senza il manuale di istruzioni, che leggerò a ondate nei prossimi giorni.
Ricordo che ho semplicemente ridimensionato i files senza interventi di alcun genere.
Dimenticavo, ottica sempre appoggiata su bean bag.

Chiedo scusa per queste righe sgrammaticate ma a quest'ora non mi è concesso fare di meglio.
Mancano prove ad alti ISO, ma col tempo vedrò di organizzare il tutto in un articolino.
Domani sintetizzerò un primo superficiale giudizio per il momento dico solo che la D7100 è entrata nel mio corredo e ci resterà, se qualcuno desidera qualche scatto in determinate condizioni me lo faccia sapere e vedrò di fare il possibile per accontentarlo.
 
Nota del 07_06_2013:
 
Alcune riflessioni a mente fredda.
 
Non scordiamoci che alla data di oggi questo è lo stato dell’arte del DX in casa Nikon.
La D400, quando arriverà, sarà un corpo professionale a tutti gli effetti (io spero anche in una velocità dello svuotamento buffer più agile).
Il corpo macchina è leggero e ben manovrabile, sbilanciato in avanti il complesso fotocamera obiettivo (parlo dei miei tele ovviamente), ma al momento faccio a meno del battery pack, si vedrà in seguito.
 
Ho notato una certa “debolezza” nel coperchio vano schede di memoria, del tipo a scorrimento. La D800E adotta lo stesso sistema ma lo sportellino ha un maggior spessore e occorre eseguire una piccola ma avvertibile pressione per aprire, e il “click” di chiusura è secco e deciso.
Nella D7100 lo sportellino “scorre” via con molta facilità. Non so quanti cicli di apertura –chiusura possa sopportare, in ogni caso suggerisco di eseguire l’operazione con molta delicatezza.
 
Il problema della raffica limitata dal rachitico buffer (cioè i tempi di svuotamento possono rallentare l’azione del fotografo…) si può aggirare in tre modi, a mio avviso:
  • Utilizzare schede SDXC di ultima generazione, come ho già scritto in precedenza; i signori della Nikon (o Nital), non dovrebbero prenderci per i fondelli mettendo a corredo una insulsa scheda 180x, da 8 giga.
  • Utilizzare il jpeg nelle modalità a raffica, sia nello sport che in fotografia naturalistica, almeno se si prevedono migliaia di scatti nella stessa sessione.
  • Utilizzare la raffica con giudizio, per un tempo breve, 2-3 secondi, anticipando l’azione, con la conoscenza del comportamento del soggetto e un po’ di esperienza si può fare benissimo. E non si corre il rischio di “rimanere a piedi” sul più bello.

 

La copertura dei sensori: per chi come me proviene da anni di FF è una manna. La copertura quasi totale si fa sentire nello sport come nella fotografia naturalistica.

Questa foto è stata scattata con il sensore di estrema sinistra centrato sul pulcino di Cavaliere come prova, ci si può così rendere conto che quasi tutto ciò che si muove all’interno del frame è gestibile in autofocus.

Immagine Allegata: _DSC0378.JPG

 

Se si ricorre alla modalità 1.3x allora si va davvero a filo fotogramma.

 

Ho comprato questa fotocamera….

…in primis perché sentivo l’esigenza di avere una robina piccola e leggera per le uscite fisicamente impegnative.

…perché 24 mpixel in DX in un corpo così leggero e compatto sono quanto di meglio possa offrire oggi Nikon ( e non solo…).

…perché con il 300 AFS f/4 arriviamo a un angolo di campo di 450 mm. Con qualità da vendere. E un peso più che sopportabile, se si fanno escursioni fotografiche in montagna.

…perché già pregusto nell’inverno che verrà, foto ravvicinate ai miei piccoli passeracei da capanno, con su il 200 f/2, equivalente a 300 mm…f/2! E quando ci metterò la modalità crop 1.3x andremo a 390, quasi un 400 mm! Sempre a f/2 di apertura massima. E pur sempre con 18 milioni di pixel ancora disponibili.

 
 


10 Comments

Beh, mi pare un buon feeling per essere la prima uscita. :)

 

Lunica cosa che non capisco é:

"RAW compresso, senza perdita a 14 bit (errore mio qui, volevo il nef non-compresso, sarà l'emozione)"

 

Perché mai dovresti sprecare spazio con un RAW non compresso?

Non c'é ragione alcuna.

Compresso senza perdita é il massimo che si puó ottenere, e dalla non compressione ci sono solo svantaggi.

a_

Foto
Bruno Mora
giu 06 2013 21:32

Perché mai dovresti sprecare spazio con un RAW non compresso?

Non c'é ragione alcuna.

Compresso senza perdita é il massimo che si puó ottenere, e dalla non compressione ci sono solo svantaggi.

a_

 

Nella D3x, ad esempio, esiste la modalità Uncompressed, oltre alla lossless e alla compressed. Anche nella D800E. Io uso sempre quella.

Vedo ora nel menu della D7100, che la Uncompressed non esiste. :GrattaTesta:

 

Anyway......il mio ragionamento era, o meglio è: Il file compresso "pesa" 27 mega più o meno, quello non compresso pesa di più, dove si perde tutta quella informazione?

Dove sta l'errore? In entrambi i casi il raw recording è a 14 bit e questo è quello che conta.

Ma c'è una bella differenza tra i volumi che occupano i files, è questo che non mi torna.

Foto
Bruno Mora
giu 06 2013 21:54

Dal manuale della D3 (il succo non cambia)

 

Allega File  D3_en.pdf   141,08K   185 Numero di downloads

 

La domanda è: allora perchè è prevista l'opzione Uncompressed, se la qualità del file non cambia?

La Uncompressed Lossless é come un file ZIP.

Si guadagna spazio eliminando le ridondanze di bit, ma senza perdere informazione.

 

La domanda è: allora perchè è prevista l'opzione Uncompressed, se la qualità del file non cambia?

Per quelli come te... :P

 

Scherzi a parte...

All'inizio pensavo potesse esserci qualche perdita di velocitá, viato che il processore deve ovviamente lavorare di piú.

Non pare, o almeno diversi fotografi e la mia esperienza sottopalco mi hanno confermato che non si accorgono di nessuna differenza o quasi, e se c'é é a favore del formato compresso.

Ma non so quante prove specifiche siano state fatte, le mie sono solo "esperienze senza cronometro". Qui riferisco e basta.

 

Il che significa che l'elaborazione puó anche durare di piú, ma se poi il file é piú piccolo (o meglio, meno grosso ;)), é comunque il tempo di scrittura ed il relativo svuotamento del buffer che fanno la differenza.

...Comunque sempre molto peggio del JPG, come sappiamo.

 

Io sono daccapo, e non so spiegarmi l'utilitá del formato non compresso.

Archeologia informatica? :lol:

a_

Tornando piú in tema, come hai trovato l'impatto con il modulo AF, arrivando da una copertura decisamente minore?

a_

Perché mai dovresti sprecare spazio con un RAW non compresso?

Non c'é ragione alcuna.

Compresso senza perdita é il massimo che si puó ottenere, e dalla non compressione ci sono solo svantaggi.

a_

 

Scusate, non mi è chiaro: esiste anche un'altra opzione?

 

Ovvero: sul manuale della D300 oltre alle opzioni Compressione senza perdita e Senza compressione, c'è anche Compressione maggiore (opzione che non ho mai utilizzata) per la quale viene indicato che "Le immagini NEF vengono compresse mediante un algoritmo non reversibile che riduce la dimensione del file di circa il 40-55% senza quasi alcun effetto sulla qualità dell'immagine".

 

Che vuol dire senza quasi alcun effetto? Ed è consigliabile utilizzare questa opzione?

 

Inoltre, i tempi di salvataggio sulla CF sarebbero più lenti (per effettuare la compressione) o più veloci (per il minor peso del file)?

 

Grazie a tutti.

 

Scusate, non mi è chiaro: esiste anche un'altra opzione?

Esiste sulle macchine piú moderne della D300.

 

In quelle piú vecchie, come la D2x e simili, la compressione in realtá é com perdita di informazioni, perché vengono eliminati dei bit di profonditá colore.

Nelle recenti, esiste una compressione davvero senza perdita (che é di fatto un file zip), ed una con perdita (ma partendo da 14bit iniziali...).

 

Guglielmo aveva descritto che succede nella compressione delle vecchie machine, IN QUESTO POST.

 

Sulla velocitá, coome ho detto credo che i tempi siano piú veloci (il collo di bottiglia é la scrittura, non il lavoro della CPU), ma non ho mai misurato in maniera specifica (e non intendo farlo io :P).

a_

 

P.S. Io ontinuo a scrivere "file ZIP" per indicare un qualcosa di compresso che mantiene tutte le informazioni dell'originale. Non perché l'algoritmo é quello di PKZIP.

É solo per chiarirsi su cosa c'é dentro. :)

Quindi, se ho capito bene, l'opzione Compressione maggiore è quella che c'era sulle vecchie macchine in alternativa a Senza compressione, mentre la Compressione senza perdita è quella che sulle fotocamere più recenti permette di risparmiare spazio senza rinunciare a tutte le informazioni del file.

 

Suppongo quindi che siano le ultime due consigliabili per scattare senza perdita di dati.

 

E' così?

Foto
Bruno Mora
giu 07 2013 10:53

Sì,a questo punto direi che Compressione senza perdita è il più consigliabile.

Siamo andati OT, ma siccome l'argomento è interessante si potrebbe creare una discussione a parte.

Valentino.Todeschini
giu 08 2013 16:47

io oggi a torrile con la D7100 non ho mai sentito la mancanza del buffer, 12bit mi vanno bene e la compressione maggiore idem

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi