Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

E se Nikon avesse le palle ? [editoriale di luglio]


Non è una notizia. Non è nemmeno un rumor.
Ma un sussurro ... un venticello soltanto.
 
Il fatto che, lo sappiamo, Nikon è femmina. E quindi, per convenzione, non può avere le palle.
 
Ma se in Nikon avessero le palle [!!!!] perchè no ?
 
Canon ha presentato l'altro giorno i dati trimestrali : calo delle vendite delle compatte del 38%, delle reflex del 19%, degli obiettivi del 15% ... utili ancora positivi ma risicatissimi.
Nikon seguirà a ruota nei prossimi giorni. E siamo solo al primo trimestre del nuovo anno fiscale ... :(
 
In un mercato saturo, maturo, calante, dove ci sono altri produttori che creano oggetti di nicchia e è più che potenziale la minaccia esterna dei fotocellulari (l'ultimo Samsung ha uno zoom ottico : una cosa impensabile solo l'anno scorso !) ci vuole coraggio.
 
Anche in fotografia ci vuole coraggio.
 
E se quindi, in Nikon avessero le palle, oltre ad una mirrorless ad ottiche intercambiabili in full-frame che faccia giustizia delle cose carine che ha fatto Sony sinora ( :)) possibilmente mantenendo anche la piena compatibilità con ogni ottica Nikon passata e futura ... perchè non andare oltre e pensare in grande.
 
E' una nicchia ma è poco presidiata da pochi marchi che producono pochissimo. I margini sono elevati e la spinta del marketing potrebbe facilmente promuovere un prodotto che già adesso sarebbe superiore alla D810 in tanti settori.
 
La dove le D800/D800E/D810 sono andate ad insidiare le prestazioni.
 
Il formato più grande.
 
Si sa che Sony produce da tempo un sensore in formato più grande del 24x36, un 50 megapixel CMOS da 44x33 mm che offre una superficie del 166% superiore a quella del sensore della D810.
Con una maggiore potenzialità di catturare la luce.
 
E Pentax ha già prodotto una reflex in quel formato, la bella 645Z.
Mentre Hasselblad ha appena lanciato un dorso intercambiabile. E Phase One ce l'ha già in catalogo.
 
E si dice che Fujifilm stia lavorando ad una compatta con quel sensore. E pure Sony ci sta pensando seriamente.
Una R2X in formato 44x33.
 
Ming Thein che è un fotografo equilibrato ha comprato la 645Z per se e la usa la dove la D810 non arriva.
Assicura - ed io non stento a crederlo - che a parità di acuità del file, i 25.600 ISO sono utilizzabili a colori per stampe fine art di grande formato. E i 51.200 per quelle in B&N.
Con qualità superiori alla D810 a pieno formato e alla D4 in downsizing a 16 megapixel.
 
Come dite ? Le ottiche ?
 
Bè ? Non serve avere un corredo completo da 6 a 800 mm per un sistema del genere.
Bastano 4 o 5 ottiche da lanciare nel giro di un paio d'anni. Il fattore di moltiplicazione è 0,81X cioè dire che un 50 mm è pari ad un 40 mm circa. Quindi con una terna 25-55-90 mm F2.8 già si possono accontentare tutti quanti.
E più avanti c'é posto.
 
Un sistema efficiente, da 4 scatti al secondo, con l'autofocus della D4s e le cose cui siamo abituati nelle reflex Nikon.
 
Qualche cosa che si utilizzi come una normale reflex, anche in fotografia in esterni ma specializzata per i settori della moda, del ritratto, del matrimonio. Come è sempre stato per queste "medio formato" piccole.
 
Resterà un sogno ?
 
Mah .... se Nikon avesse le palle alla Photokina di Settembre porterebbe Peter Lindbergh con in mano una fiammante Nikon D1000 in formato 44x33. E Milla Jovovich come musa ... :)


41 Comments

Immaginandone i costi e gli ingombri non penso proprio di essere un potenziale cliente di questo sistema.

Ma se avessero la pazza idea di presentarlo davvero plauderei allo sforzo.

Foto
Fab Cortesi
lug 30 2014 08:10

Totalmente fattibile, e il tuo ragionamento non fa una piega anzi!

La questione son le inversioni e/o il desiderio di invertire in questo settore.

 

Pentax ha presentato una ottima camera a un prezzo accettabilissimo per un pro del settore con caratteristiche degne di nota e mai immaginate in una medio formato come gli alti iso, la raffica, la resistenza alle intemperie ( Qui una prova specifica  che mette la camera nella sabbia e la lavano sotto la doccia) 

Qui una prova su strada del mezzo. (Lingua di Cervantes - Spagnolo)

 

Insomma se Nikon una volta tanto avesse le palle per aprirsi in un mercato "nuovo" potrebbe realmente essere la leader indiscussa di un settore totalmente Pro-gressista.

 

Vediamo se realmente le palle le ha o se son solo quelle dell'albero di natale dove sotto stannno le sue compattine che tanto piacciono agli azionisti e commercialisti del marchio giallonero!

Foto
Adriano Max
lug 30 2014 08:12

In effetti Leica ha già pensato e prodotto una 'reflex' del genere, chiaramente alle sue condizioni ... Nikon farebbe molto meglio lato sensore e elettronica, naturalmente ! ma penso sia da riconoscere lo sforzo fatto da quella casa ...

:P

 

Ciao,

Adri.

Foto
Fab Cortesi
lug 30 2014 08:32

Credo che potrebbe essere una buona opportunita.

 

Considerando poi che nei mondiali di calcio Nikon era una minoria e aveva a disposizione la fiammante D4s.......

Secondo quanto riporta Canon, nei mondiali di calcio del Brasile 2014 oltre il 75% del materiale fotografico a bordo campo era prodotto Canon.

Qui la fonte 

Non so se mi sbaglio, è anche da poco che mi occupo di fotografia, ma ho l'impressione che Nikon abbia un'impronta commerciale più simile a Samsung che a Fuji, per capirci.... sposta la bandiera nella direzione del vento. Da un lato l'oltranza di Fuji nelle sue posizioni a volte lontane dall'immaginario della maggior parte dei fotografi la porta a dei flop commerciali, ma l'identità è sempre la stessa. Non si capisce, invece, se Nikon intenda andare verso i formati più grandi o verso i sensori da compatta. Anche solo Sony sta dimostrando (anche sulle linee non professionali ma a costi spesso poco abbordabili) la corsa verso l'unico elemento che può migliorare la resa, ovvero un sensore più grande. Ma anche Sony, leggendo in vari forum ed eccettuando le compattine da grande distribuzione, non è poi un marchio così diffuso. Sarà meglio il "poco ma buono" oppure il "ce le ho tutte"?

Foto
Bruno Mora
lug 30 2014 09:41

Sono pensieri interessanti.

Attualmente solo Pentax propone una medio formato eccellente e dal costo alto ma non proibitivo (9000 euro corpo più un'ottica, il 55).

Leica S e Phase One sono semplicemente fuori mercato come costi.

Io strizzo l'occhio a questi sistemi, e sarebbe interessante vedere cosa combinerebbe Nikon, si parlava un paio di anni fa di Mx, ma al momento è rimasto in cassetto.

A me sembra che il vantaggio del formato 44x33 sul 24x36 sia troppo marginale, non è un vero MF. Come avevo già scritto, il vantaggio in termini di area disponibile (+66%) è circa la metà del guadagno che c'è tra una DX e una FX. E penso che il vantaggio pratico sia ancora inferiore.

Se fossi Mr Nikon invece, farei direttamente una 60x45 oppure 60x60 spiazzando tutti i pseudo-medio-formati che ci sono là fuori e attirandomi un bel po' di clienti che usano FX. Tutto sta nel costo dei sensori, ma Nikon+Sony penso che potrebbero produrli a una frazione di quello che costano a Phase One o ai loro suppliers.

E Mila la porterei comunque, anche solo per presentare le Coolpix.

Foto
Adriano Max
lug 30 2014 11:09

A me sembra che il vantaggio del formato 44x33 sul 24x36 sia troppo marginale, non è un vero MF. Come avevo già scritto, il vantaggio in termini di area disponibile (+66%) è circa la metà del guadagno che c'è tra una DX e una FX. E penso che il vantaggio pratico sia ancora inferiore.

Se fossi Mr Nikon invece, farei direttamente una 60x45 oppure 60x60 spiazzando tutti i pseudo-medio-formati che ci sono là fuori e attirandomi un bel po' di clienti che usano FX. Tutto sta nel costo dei sensori, ma Nikon+Sony penso che potrebbero produrli a una frazione di quello che costano a Phase One o ai loro suppliers.

E Mila la porterei comunque, anche solo per presentare le Coolpix.

 

Con un sensore 60x60 e tiraggio ridotto alla fine fai venire l'appetito a tutti quelli che usano ottiche da medio e anche grande formato.

Sarebbe un colpaccio per Nikon e i fotografi, ma industrialmente non so quale possa essere il costo e i margini ...

:)

 

Adri.

...

E Mila la porterei comunque, anche solo per presentare le Coolpix.

 

Mila la porterebbero tutti quanti, a prescindere dal prodotto.   :a200:

Purtroppo da alcuni anni vedo Nikon piu' protesa a produrre oggetti dal limitato costo di produzione, sui quali applicare ricarichi "forse..." eccessivi, che a produrre oggetti realmente innovativi.... insomma, tutto quello che e' facile da produrre, costa poco, e si vende facilmente..... <_<

Foto
Mauro Maratta
lug 30 2014 14:55

A me sembra che il vantaggio del formato 44x33 sul 24x36 sia troppo marginale, non è un vero MF. Come avevo già scritto, il vantaggio in termini di area disponibile (+66%) è circa la metà del guadagno che c'è tra una DX e una FX. E penso che il vantaggio pratico sia ancora inferiore.

Se fossi Mr Nikon invece, farei direttamente una 60x45 oppure 60x60 spiazzando tutti i pseudo-medio-formati che ci sono là fuori e attirandomi un bel po' di clienti che usano FX. Tutto sta nel costo dei sensori, ma Nikon+Sony penso che potrebbero produrli a una frazione di quello che costano a Phase One o ai loro suppliers.

E Mila la porterei comunque, anche solo per presentare le Coolpix.

 

 

Il fatto è che il CMOS Sony da 44x33 mm c'è e costa relativamente poco ed ha prestazioni coerenti con quanto siamo abituati noi con le nostre D800.

 

I sensori che usano Phase One e Hasselblad sulle loro medio-formato "vere" invece sono cosi più scorbutici, oltre che a bassissima tiratura e costi proibitivi.

 

Certo, il mio sogno sarebbe una macchina Nikon simile alla Phase One Achromatic ma senza accendere una seconda ipoteca sulla casa :)

Foto
Dario Fava
lug 30 2014 14:58

Se portasse Milla Jovovich la fotograferei anche con l'iPhone :D

al di là che possa acquistare una favola del genere o meno..  sarebbe un fatto epocale, nikon si sbarazzerebbe di tutte le brutte figure fatte sin'ora...

 

il sogno, è bellissimo lo ammetto.. ora vedremo lor signori.. se appunto hanno gli attributi o meno..

Foto
Aldo Del Favero
lug 30 2014 22:15

Ma un medio formato non implica anche un aumento degli ingombri? Già e difficile portarsi dietro il corredo FX pensa un corredo con pesi e ingombri maggiorati... resta sempre a casa, a meno che uno non lavori in studio o abbia un caddy che gli corre dietro con l'attrezzatura.

Io vedrei bene un sensore Fx ancora più denso di quello della D800, l'idea dei 36 Mpx è stata vincente, aumentarli ancora con un sensore ancora più prestante non dovrebbe essere da meno...

Foto
Mauro Maratta
lug 31 2014 07:16

Aldo, ovviamente qui si sta parlando di una flaship, quella ammiraglia che Nikon non ha voluto fare rinunciando alla D4x.

 

Nikon D800 e Sony A7r hanno dimostrato che sono stati raggiunti i limiti di densità con questa tecnologia.

 

Si potrebbe anche mettere un sensore da 54 megapixel nella D3000 ma sfido chiunque a trarne risultati decenti.

 

Già Nikon ha dovuto correre ai ripari con la D810 per superare le limitazioni (autofocus, vibrazioni, specchio, otturatore) delle precedenti D800/D800E.

Ma solo in parte perchè l'alimentazione resta rachitica e il corpo sottodimensionato per scaricare a terra tutta quella potenza.

E' fuori dubbio che mettendo tutta quella roba nel corpo della D4 avrebbero consentito ai fotografi di cavarne fuori superiori risultanti.

 

Senza i palliativi di ricorrere allo scatto ridondante (1 su 5 va bene, secondo la mia pratica) o a regole empiriche tipo un tempo di scatto pari al doppio del reciproco della focale .... etc. etc. etc.

 

Le prossime reflex 24x36 avranno solo marginali miglioramenti con questa tecnologia e per dare di più si dovrà togliere la meccanica e cambiare tipo di sensori.

 

Ecco perchè, invece, già oggi, come ha dimostrato Pentax, si potrebbe fare qualche cosa di più - certamente per una nicchia di mercato che è in grado di poterne sfruttare le potenzialità - con un sensore più grande del 24x36 ma non così grande da dover limitarne l'uso allo studio e ad uno scatto al secondo.

 

Expeed 4, EN-EL18a, e il sensore Sony da 50 megapixel buono fino a 51.200 ISO con dietro la potenza di Nikon in termini di marketing e di ecosistema potrebbero realmente allargare fortemente un mercato che oggi, al più, pesa per 6.000 pezzi (di cui il 40% sono Phase One/Mamiya, il 20% Leica S, il resto diversi tra cui Hasselblad).

 

Io penso che una Nikon in 44x33 seriamente offerta con una terna di ottiche serie, potrebbe fare 10-20.000 vendite il primo anno.

E dimostrerebbe che Nikon è ancora in grado di fare la differenza in fascia alta quando oramai è chiaro che in fascia bassa il mercato sta evaporando e che in quella media fra due anni ci saranno solo mirrorless :)

Foto
Bruno Mora
lug 31 2014 07:39

Ma un medio formato non implica anche un aumento degli ingombri? Già e difficile portarsi dietro il corredo FX pensa un corredo con pesi e ingombri maggiorati... resta sempre a casa, a meno che uno non lavori in studio o abbia un caddy che gli corre dietro con l'attrezzatura.

 

 

A proposito di questo aspetto, una Leica S2 ha i medesimi ingombri di una D3-D4, e anche la Pentax non è da meno.

Foto
Fab Cortesi
lug 31 2014 09:21

Aldo, ovviamente qui si sta parlando di una flaship, quella ammiraglia che Nikon non ha voluto fare rinunciando alla D4x.

 

Nikon D800 e Sony A7r hanno dimostrato che sono stati raggiunti i limiti di densità con questa tecnologia.

 

Si potrebbe anche mettere un sensore da 54 megapixel nella D3000 ma sfido chiunque a trarne risultati decenti.

 

Già Nikon ha dovuto correre ai ripari con la D810 per superare le limitazioni (autofocus, vibrazioni, specchio, otturatore) delle precedenti D800/D800E.

Ma solo in parte perchè l'alimentazione resta rachitica e il corpo sottodimensionato per scaricare a terra tutta quella potenza.

E' fuori dubbio che mettendo tutta quella roba nel corpo della D4 avrebbero consentito ai fotografi di cavarne fuori superiori risultanti.

 

Senza i palliativi di ricorrere allo scatto ridondante (1 su 5 va bene, secondo la mia pratica) o a regole empiriche tipo un tempo di scatto pari al doppio del reciproco della focale .... etc. etc. etc.

 

Le prossime reflex 24x36 avranno solo marginali miglioramenti con questa tecnologia e per dare di più si dovrà togliere la meccanica e cambiare tipo di sensori.

 

Ecco perchè, invece, già oggi, come ha dimostrato Pentax, si potrebbe fare qualche cosa di più - certamente per una nicchia di mercato che è in grado di poterne sfruttare le potenzialità - con un sensore più grande del 24x36 ma non così grande da dover limitarne l'uso allo studio e ad uno scatto al secondo.

 

Expeed 4, EN-EL18a, e il sensore Sony da 50 megapixel buono fino a 51.200 ISO con dietro la potenza di Nikon in termini di marketing e di ecosistema potrebbero realmente allargare fortemente un mercato che oggi, al più, pesa per 6.000 pezzi (di cui il 40% sono Phase One/Mamiya, il 20% Leica S, il resto diversi tra cui Hasselblad).

 

Io penso che una Nikon in 44x33 seriamente offerta con una terna di ottiche serie, potrebbe fare 10-20.000 vendite il primo anno.

E dimostrerebbe che Nikon è ancora in grado di fare la differenza in fascia alta quando oramai è chiaro che in fascia bassa il mercato sta evaporando e che in quella media fra due anni ci saranno solo mirrorless :)

 

Concordo pienamente.

Concordo con l'analisi di Mauro, ma non sono convinto che Nikon farebbe bene a fare un prodotto del genere.

 

Seguendo il ragionamento che ho scritto qui, credo che gli spazi per crescere ed esplorare nuove nicchie siano altrove, e piú precisamente in un qualcosa molto piú simile ad una Leica M (o meglio, ad un ibrido Leica M/Sony A7) che ad una Phase One.

 

Una mirrorless di alta gamma, magari ben costruita ( :closedeyes: ), ri-porterebbe Nikon piú vicina a chi di fotografia é appassionato di quanto non farebbe un simil-MF.

Soprattutto perché la si vedrebbe in mano a molti, invece che relegata alle riviste ed ai siti di settore.

 

Sempre riferendomi al topic iniziato da Silvio, vorrei far notare che in giro si vedono piú Leica M che Nikon D4 o Canon 1D...

Giustamente, visto che D4 ed 1D sono carri armati da autodromo, stadio e palazzetto.

Ma tutto sommato anche la maggior parte di fotografi sono "da strada", e non da stadio o autodromo.

E non sono nemmeno "da studio", che sarebbe l'habitat ideale di questa eventuale macchina.

 

…E non ho idea del rapporto review/macchine vendute ci sia sul web, ma ho l'impressione che anche questo sia a favore di Leica o Fuji, rispetto alle ammiraglie DSLR (sempre riferendomi al ritorno di immagine che avrebbe Nikon).

 

Per questi motivi credo certamente che una macchina come quella immaginata da Mauro sia non solo fattibile ma anche ottima, ma "poco utile" e che non aiuterebbe l'immagine di Nikon quanto farebbe una macchina di altro tipo e con altra vocazione. :)

a_

 

Foto
Mauro Maratta
lug 31 2014 10:32

La macchina di cui parli Andrea, ci sarà per forza, è nelle cose. E sarà main-stream ma in fondo non dimostrerà nulla se non che ... processori/sensori/lcd/batterie sono pronti a sostenere un modello del genere con le prestazioni abituali di una reflex Nikon ... solo non reflex (che adesso siano pronti, vedendo come -non- funziona una Sony A7r ho i miei seri dubbi).

 

Mentre Nikon non ha mai fatto una medio formato civile :) e quindi sarebbe la verà novità per questo secolo e la vera ammiraglia, tramontata la D4x perchè sostituita (proprio per le ragioni da te addotte) da D800/D800E/D810 :) ;)

 

Insomma, mentre in campo motoristico è in voga il downsizing in attesa che l'elettrico diventi pratico, in campo fotografico il "si salvi chi può" dettato dagli smartphone va al contrario.

Quindi dalle compatte alle mezzo-formato, dalle formato_Leica alle medio_formato.

Leica questa strada l'ha già imboccata ;) e non a caso :) :) portando come testimonial Wim Wenders, noto leicista.

 

Per Nikon il testimonial d'elezione sarebbe Lindbergh che sempre più spesso si vede con al collo una Panasonic ma mentre lavora sempre con una Nikon D_qualchecosa ;)

La macchina di cui parli Andrea, ci sarà per forza, è nelle cose. E sarà main-stream ma in fondo non dimostrerà nulla ...

Purtroppo mi sa che hai ragione.

Sará mainstream, e solo una delle tante. :(

a_

Magari una riedizione digitale della S3 con due/tre ottiche dedicate e un anello per lo sterminato parco ottiche di Nikon.

Nikon, come FCA, probabilmente come Canon, e come un po' tutti, è dominata da finanzieri, non da industriali appassionati. Per questi finanzieri, contano solo gli utili su base trimestrale e annuale. Non gli importa nulla del marchio, del blasone, della qualità della produzione: il credo è il profitto a tutti i costi. Basta veder la costruzione oscena e il prezzo altrettanto osceno di alcuni moderni obiettivi Nikon o di alcune vetture del gruppo Fiat per rendersene facilmente conto. Il resto son sogni...
Foto
Valerio Brùstia
ago 14 2014 11:35
Non ce la si fa a capire quella gente, scrivono con degli sgorbi, si siedono per terra, mangiano con due pezzi di legno... Sono alieni, ma non alla cultura occidentale, a questo pianeta! Arrivano da vega: sono loro i veri vegani, non quelli che mangiano solo lattuga.

Quindi nei meccanismi decisionali del management di nikon, non si puo' entrare. Non si possono scomporre con gli strumenti tipici della logica, che so causa-effetto. No. Forse gli algoritmi fuzzy sono piu' indicati per descrivere la politica industriale di nikon image.

Chi di noi tre anni fa avrebbe previsto la Df. Siate sinceri! Una reflex old style ma digitale con il miglior sensore al momento sulla piazza nikon. Ma dai, nemmeno la zingara.

E il 28 1.8 come il 35? Cosi' d'amble' una mattina erano su dp review.
E intanto, noi poveri umani, si aspetterebbe anche un 24/2. E invece no, ciccia solo l' 1.4 grande come una moka, caro come il fuoco, e via, menare.

La mirrorless? Magari stle fuji? Ma va la' che non ce la fanno. Ci sono le v1 v2 e v3, che poi anche li': lanciare sul mercato la v2 e' roba da gioventu' Von Braun. Non proprio di buon gusto.

Per prevedere le mosse di nikon bisogna spararle acculo. Nel mucchio ci si prende. Comincio io.
Pentola a pressione con fotocamera integrata da 27mp formato qx, quadrato.

Non e' questione di palle, loro si riproducono per talea...... Vengono da Vega!

Valerio, sei il Robin Williams nostrano!

Foto
Valerio Brùstia
ago 14 2014 12:00
Orca vacca,
Mi sto toccando i giuielli! No no, io non ho problemi di impulsi autodistruttivi.

Ricordo Mork con il dovuto affetto (anche se quel telefilm non era proprio il massimo)
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi