Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Dove va l'industria fotografica (non c'è via di scampo ?)


C'è online una approfondita disamina dei numeri che riguardano l'industria fotografica negli ultimi anni (qui)
 
La fonte è la base dati CIPA, qundi è un dato parziale riguardante sostanzialmente l'industria fotografica giapponese ma è l'agglomerato più dettagliato ed informativo di un fenomeno che riveste carattere globale e non locale.
 
Facciamo parlare i numeri
 
Nel 2009 sono state 105 milioni le fotocamere prodotte complessivamente.
Dopo il picco del 2010 (121 milioni) la produzione ha cominciato a scendere fino a toccare i 23 milioni del 2016.
 
 

Immagine Allegata: 11656-nikond3x3quart.jpg

la Nikon D3x, ammiraglia Nikon nel 2009-2012, gli anni d'oro della fotografia digitale

 
 
Da questi numeri aggregati possiamo dettagliare i valori delle fotocamere ad ottica fissa (sostanzialmente quelle che chiamiamo - in alcuni casi impropriamente - compatte) e quelle ad ottica intercambiabile (sia reflex che mirrorless).
 
Nel 2010 il dato comprendeva 108 milioni di compatte e 12.9 milioni tra reflex e mirrorless.
Questi numeri nel 2016 sono scesi rispettivamente a 12 e 11.
Ma tra reflex  mirrorless nel 2012 ne sono state vendute oltre 23 milioni. Quanto nel 2015 e nel 2016 messi insieme.
 
Se andiamo alla composizione delle vendite in percentuale abbiamo :
 
- nel 2013 : il 5% di mirrorless, il 21% di mirrorless, il 74% di compatte
- nel 2016 : il 13% di mirrorless, il 34% di reflex, il 52% di compatte
 
Attenzione, questi dati sono percentuali di composizione del totale, quindi riguardano solo un riposizionamento.
Se andiamo ai numeri effettivi abbiamo invece.
 
- nel 2013 : 3 milioni di mirrorless contro 13 milioni di reflex
- nel 2016 : 3.1 milioni di mirrorless contro 8.2 milioni di reflex
 
Non è in controtendenza il valore degli obiettivi intercambiabili ma significativo.
 
Nel 2009 sono stati prodotti 9 milioni di obiettivi intercambiabili.
Nel 2012 questo numero è cresciuto a 31 milioni e si è toccato il picco.
Nel 2016 il numero è sceso a 19 milioni (contro 12.3 milioni di fotocamere ad essi dedicate, vendute)
 
Guardando i dati per mercato regionale, il mercato asiatico è cresciuto del 2% nel 2016, quello europeo è decresciuto della stessa cifra. Attenzione, parliamo di quote di mercato, non di vendite in assoluto.
Quelle sono scese in tutto il mondo.
 
La composizione per quote di mercato è :
 
- 26% Asia
- 14% Giappone
- 32% Europa
- 24% Americhe
- 2% Africa e Oceania
 
valori leggermente differenti per quanto riguarda gli obiettivi :
 
- 30% Asia
- 13% Giappone
- 24% Europa
- 27% Americhe
- 2% Africa e Oceania
 
In estrema sintesi :
 
- nel 2016 le vendite sono calate del 35% per le fotocamere e del 12% per gli obiettivi
- nel 2016 le mirrorless sono calate del 4%, le reflex del 17%
 
Non sono migliori le previsioni per il 2017 perchè  è previsto un ulteriore calo al di sotto dei 20 milioni di pezzi (circa un sesto del dato 2010), ovvero un altro -15/20%.
 
Industrialmente parlando, una catastrofe.
 
E per gli anni successivi non ci sono elementi che facciano pensare ad una inversione di tendenza.
 
Nella prossima pagina alcune considerazioni che partono da questi numeri
 







84 Comments

Adriano, che hai bevuto con il pranzo ?

 

La cultura imperante è per il "good enough". Qui nessuno sta dicendo che il cellulare raggiungerà la qualità della D750.

Ma che di questo passo non si produrrà più una equivalente della D750, più facilmente ci saranno in giro solo macchine da oltre 4-5000 euro costruite in poche migliaia di pezzi l'anno.

Per pochi.

 

Per gli altri ... il cellulare.

Foto
Adriano Max
mar 06 2017 18:12
Anche a questo scenario non credo: ci sarà sempre qualcuno ad occupare la nicchia... che non sará mai piccola abbastanza da non prevedere un'industria non di elite intorno.

PS: hic ! ... e adesso un bianchino serale !!
Ne riparliamo dopo le prossime riduzioni di personale ?
Foto
Valerio Brùstia
mar 06 2017 18:25

Adriano, che hai bevuto con il pranzo ?

 

La cultura imperante è per il "good enough". Qui nessuno sta dicendo che il cellulare raggiungerà la qualità della D750.

Ma che di questo passo non si produrrà più una equivalente della D750, più facilmente ci saranno in giro solo macchine da oltre 4-5000 euro costruite in poche migliaia di pezzi l'anno.

Per pochi.

 

Per gli altri ... il cellulare.

 

Non penso proprio. No perchè l'industria fotografica produceva già fotocamere per tutte le fasce di reddito anche quando la reflex si comperava per durare trenta e passa anni. 

L'ubriacatura degli ultimi anni, la droga indotta della rivoluzione digitale, è finita torniamo alla normalità

 

Comunque sugli smartphoner erano saliti in cima al Forte per una MOSTRA DI FOTOGRAFIE, non per la fiera della cipolla cotta nel latte. Qui c'è un problema di Lettura e di attenzione.

Ho tre colleghi ventenni: non uno che prende due appunti su un blocco quando il concetto è spesso (e lo è sempre). Tempo di attenzione? 5s netti, tocca essere veloce a spiegare. E cellulare sempre acceso per watsappare. CI son dei giorni che gli farei watsappare l'orto.

 

No gente cara il guaio è più spesso e profondo

Foto
Max Aquila
mar 06 2017 18:36

...
Tempo di attenzione? 5s netti, tocca essere veloce a spiegare. E cellulare sempre acceso per watsappare. CI son dei giorni che gli farei watsappare l'orto.
 
No gente cara il guaio è più spesso e profondo

non saprebbero farlo.
A settembre ho mandato a casa due tipi che durante la vendemmia ogni cinque minuti rispondevano al cellulare.

Si comincia così: levandogli i soldi...
Foto
Silvio Renesto
mar 06 2017 19:04

 

A me pare che la faccenda sia ben più grave che il solo rallentamento del mercato dell'attrezzatura fotografica, la questione riguarda l'homo sapiens sapiens ( il 2° sapiens? ah non so mica se vale ancora)

 

Il secondo sapiens non c'è più da un po'.

 

Il problema è la non comprensione di quel che si sta facendo. Quelli che sapevano perchè erano lì non  fotografavano le foto, quelli che fotografavano non sapevano esattamente perchè erano lì.

Ad una mostra molto bella sull'Africa ho sentito dissertazioni sulla validità o meno delle dicerie sulla lunghezza del pene dei neri rispetto ai bianchi da parte di un trentenne (con risatine delle sue amiche)  che disquisiva in merito davanti ad una  foto di uomini nudi di una tribù, foto che  che aveva forse qualche altro significato. 

 

 

Lo so è OT scusate, ma avete insistito...

Foto
Adriano Max
mar 06 2017 20:49

Ne riparliamo dopo le prossime riduzioni di personale ?


Ne riparliamo il 16.10.2021 :D
Foto
Dario Fava
mar 06 2017 23:07
Io non sono molto convinto che la fotografia diventerà un sottoprodotto di un video XXK perché lo standard video ha un sincronismo dell'otturatore (che semplificando equivale al ns tempo di scatto) di 1/50s ...poi ci sono i fotogrammi al secondo che sono un altro parametro, le riprese ad alto sincronismo si possono fare come si possono anche aumentare i fps, se l'hardware lo permette.
Ma non è così semplice.
In pratica è concettualmente diverso fare un video in funzione dei singoli fotogrammi rispetto ad un uso cine.
In un video 25p a 1/50s i fotogrammi utili per estrapolare foto, sono molti pochi a causa del motion blur, io lo faccio abitualmente per le copertine di filmati di saggi o spettacoli, 2mpixl in full HD bastano per una cover, ma sono quasi tutti mossi.
lavorare over standard cinematografico richiede enormi risorse di memoria ma soprattutto tanta tanta luce e produce strobing... molto più semplice fare una foto o 10 o 100.. magari con flash...
Foto
Adriano Max
mar 07 2017 08:56
È la "semplicità" di un ritratto che rende la Fotografia "immediatamente" fruibile, più dei cliccatissimi video. I numeri di quelli saranno più grandi, ma la foto è più fruibile... finché non faranno una carta che riproduce i video e costa come la carta... sempre secondo me, eh ! potrei sbagliare !
Il cinema è più redditizio della fotografia, ma non l'ha assolutamente soppiantata...

Il 99% della fotografia sportiva può essere sostituito da fotogrammi presi da videocamere mentre riprendono anche il video.

Vi segnalo che il video 8K ha come sottoprodotto immagini still da 32megapixel, mentre giornali e riviste si possono accontentare anche di 2 megapixel ...

 

Ancora non sono di larga disponibilità ma io sospetto che il lancio in grande stile avverrà per le olimpiadi (che saranno in Giappone, l'anno prossimo quelle invernali, tra tre anni, quelle estive).

 

In ogni caso vi raccomando di non confondere la FOTOGRAFIA con l'industria fotografica.

Sono due cose che non necessariamente vanno a braccetto.

 

Come la musica e gli apparecchi per riprodurla elettronicamente, magari con un servizio online ;)

 

Per il 90% delle persone i file MP3 bastano e avanzano (mentre a me fanno ribrezzo).

Allo stesso modo, per il 75-80% delle persone, un ritratto che non sia al chiaro di luna fatto con lo Huawei P9/P10 è già di grande qualità (mentre a me abbisogna la D5x con il Sigma 135/1.8 o il Nikno 105/1.4 :marameo: perchè il cellulare per me serve per telefonare e per mandare messaggini, al più leggere le mail urgenti)

 

. . . . . . .

E nessuno si pone il problema di cosa guarderanno i nostri figli tra vent'anni...

 

ma allora perchè tanto affanno

 

http://www.nikonland...bbe-venire-r998

 

e tanto interesse?

 

per salvare le foto del serbatorio della moto o di un ragno?

 

non credo

a me piace sentire le mie bimbe in cameretta che accendono il pc e si mettono a guardarsi da piccole

 

e tra vent'anni

mi piacerrebe lasciare loro il piacere di sfogliare "a video" o con quello che sarà

-senza il piacere della carta / senza il fastidio del telo e del proiettore-

quel che son riuscito a catturare e portare fino ai loro giorni

:)

Foto
Dario Fava
mar 07 2017 09:26

Il 99% della fotografia sportiva può essere sostituito da fotogrammi presi da videocamere mentre riprendono anche il video.

Vi segnalo che il video 8K ha come sottoprodotto immagini still da 32megapixel, mentre giornali e riviste si possono accontentare anche di 2 megapixel ...

 

Ancora non sono di larga disponibilità ma io sospetto che il lancio in grande stile avverrà per le olimpiadi (che saranno in Giappone, l'anno prossimo quelle invernali, tra tre anni, quelle estive).

 

In ogni caso vi raccomando di non confondere la FOTOGRAFIA con l'industria fotografica.

Sono due cose che non necessariamente vanno a braccetto.

 

Come la musica e gli apparecchi per riprodurla elettronicamente, magari con un servizio online ;)

 

Per il 90% delle persone i file MP3 bastano e avanzano (mentre a me fanno ribrezzo).

Allo stesso modo, per il 75-80% delle persone, un ritratto che non sia al chiaro di luna fatto con lo Huawei P9/P10 è già di grande qualità (mentre a me abbisogna la D5x con il Sigma 135/1.8 o il Nikno 105/1.4 :marameo: perchè il cellulare per me serve per telefonare e per mandare messaggini, al più leggere le mail urgenti)

 

Ma questo perché non c'è più il concetto di "qualità" ..io posso anche avere un fotogramma a 32 megapixel, ma se non è granitico come può essere lo stesso fotogramma prodotto da una reflex ad 1/2000s, resta sempre un palliativo. Che poi se lo faccia andare bene è un altro discorso, Sky sport sono già anni che utilizza i fotogrammi in fullHD come foto, ai telegiornali oggi vanno bene anche le riprese traballanti fatte col cellulare, a me danno il voltastomaco.. poi ognuno fa come crede, in fin dei conti anche la fotografia ha perso credibilità con l'avvento di instagram e compagnia bella, la gente comune non sa più distinguere una foto da un'istantanea. 

 

Ma questo perché non c'è più il concetto di "qualità" ..io posso anche avere un fotogramma a 32 megapixel, ma se non è granitico come può essere lo stesso fotogramma prodotto da una reflex ad 1/2000s, resta sempre un palliativo. Che poi se lo faccia andare bene è un altro discorso, Sky sport sono già anni che utilizza i fotogrammi in fullHD come foto, ai telegiornali oggi vanno bene anche le riprese traballanti fatte col cellulare, a me danno il voltastomaco.. poi ognuno fa come crede, in fin dei conti anche la fotografia ha perso credibilità con l'avvento di instagram e compagnia bella, la gente comune non sa più distinguere una foto da un'istantanea. 

 

 

Fa tutto parte del processo in corso.

 

Infatti non sto dicendo che scompariranno i fotografi professionisti o la fotografia professionale (sebbene sia un settore chiaramente a rischio occupazionale).

Ma che sta scomparendo la fascia bassa dei fotoamatori e dei prodotti hardware a loro dedicati ;)

Foto
Dario Fava
mar 07 2017 11:50

 

 

Fa tutto parte del processo in corso.

 

Infatti non sto dicendo che scompariranno i fotografi professionisti o la fotografia professionale (sebbene sia un settore chiaramente a rischio occupazionale).

Ma che sta scomparendo la fascia bassa dei fotoamatori e dei prodotti hardware a loro dedicati ;)

 

Caspita il mestiere è già a rischio da diversi anni.

Ed i "professionisti" o presunti tali stanno aumentando sempre di numero. 

È un problema che si sta allargando anche nel video con l'introduzione di videocamere prosumer che non esistevano prima.

Il livello di qualità si abbassa perché per fare le cose bene bisogna imparare prima.

La tolleranza in relazione al prezzo si alza, la gente preferisce spendere meno con un prodotto mediocre piuttosto che rivolgersi ad un professionista qualificato.

Il professionista che vive solo di quello (o ci prova) deve svendersi per lavorare.

Se veramente succederà come dici, ovvero non ci saranno più le vie di mezzo perché esisteranno solo le macchine per professionisti oppure i giocattoli, non potrà che giovare al settore, secondo me.

Ma credo che se succederà, sarà ormai ora che io me ne vada in pensione, ammesso che ci arrivi ...  :lol:

Eh, ma quelle robe li, anche i tuoi colleghi improvvisati, le faranno con lo Huawei P18 :marameo: altro che Nikon D5/Canon 1Dx Mk II :(

Foto
Dario Fava
mar 07 2017 12:29

Eh, ma quelle robe li, anche i tuoi colleghi improvvisati, le faranno con lo Huawei P18 :marameo: altro che Nikon D5/Canon 1Dx Mk II :(

 

In verità mi riferivo ai colleghi con partita iva in regola, se entriamo nel mondo dell'improvvisato diventa un casino, io ne vedo tanti, troppi che fanno cose non consone ad un professionista, qui non è mancanza di talento, si può essere professionisti validi senza un briciolo di talento (non farmi fare nomi di famosi pro affermati, ma sono sicuro che ne abbiamo in testa almeno tre, e che coincidono  :lol:

Se un professionista lavora in maniera approssimativa, indipendentemente che utilizzi una D5 o una 3200, per me dovrebbe essere mandato a fare dell'altro, perché altrimenti la gente non capisce più la differenza tra il professionista e lo schiacciabottoni.

Chiudo l'OT e chiedo scusa... sono argomenti sensibili  :lol:

Una elaborazione grafica dei dati aggregati di vendite di fotocamere e di smartphone

 

Immagine Allegata: huge_chart.jpeg

 

lo stesso grafico, tolte le cime

 

Immagine Allegata: Cameras.png

 

per vedere meglio quelle minuscole lineeette verdi e rosse che rappresentano le reflex e le mirrorless :marameo:

 

Le previsioni per il 2017 restano confermate con un -17% che segue il -31% dello scorso anno, per quanto riguarda le vendite di fotocamere digitali.

 

Non c'è via di scampo ?

Anche se pazzesco questo grafico rappresenta la realtà attuale...  e a questo punto, cari tutti, mi sa che siamo dei dino-sauri..

Beh, diciamo che l'industria fotografica è tornata ai livelli di quando io ho comprato la mia prima reflex, 35 anni fa, prima dello sviluppo dell'autofocus.

C'è ancora modo per fare ... di peggio ;) basta non vedere cosa succede tutto attorno e continuare alla solita vecchia maniera :marameo:

Foto
Dario Fava
mar 08 2017 10:56

Una mia amica, a cui avevo regalato anni fa una compatta Panasonic, dopo aver subito un furto in auto s'è trovata senza, considerato che ha una M-Less che non riesce ad usare perché è ingombrante e bla bla, alla domanda cosa devo comprare da portarmi in giro?

....vedendo le sue foto le rispondo:

 

Un iPhone 7 ....

 

ce l'hai sempre dietro e fa le foto come una compatta, la sua pana aveva uno zoom 20x usato sempre in grandangolo... cosa se ne fa di una meravigliosa compatta con teleobiettivo?

Non sarà troppo anche ... l'iPhone 7 ? :mangia:

Foto
Dario Fava
mar 08 2017 12:13

Non sarà troppo anche ... l'iPhone 7 ? :mangia:

 

Può darsi che l'apertura ad 1.8 e lo stabilizzatore ottico (non so come l'hanno infilato dentro) siano superflui.. può andar bene anche un 6s  :lol:

Foto
Max Aquila
mar 08 2017 13:11
Si..e siccome con uno smartphone si può fare di tutto, quindi anche niente di buono, io sono ben contento di quel grafico.
Diventeremo sempre in meno a capirne di fotografia e di gestione di composizione ed inquadratura legate all'esposizione.

Figuriamoci poi quelli che sapremo parlare di illuminazione a luce continua e flash.

Auguri alla prossima generazione di fotografi veri, come noi: riprenderanno a poter vivere di fotografia, quello che oggi ci viene negato dall'improvvisazione.

E dal qualunquismo (anche nel consigliare)
Foto
Paolo Mudu
mar 08 2017 13:38
Vedo solo un lato negativo: gli strumenti appropriati costeranno molto di più!

Vedo solo un lato negativo: gli strumenti appropriati costeranno molto di più!

 

Anche a questo scenario non credo: ci sarà sempre qualcuno ad occupare la nicchia... che non sará mai piccola abbastanza da non prevedere un'industria non di elite intorno.

 

 

:marameo: Adriano pensa di no, lui è sicuro che ci sarà sempre qualcuno disposto a vendere in perdita ! :suicide:

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi