Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Tokina 12-24mm f4 : l'alternativa economica (test/prova)

superwide dx supergrandangolare tokina

Attenzione, si tratta di un articolo originariamente pubblicato a fine 2007
A poche settimane dalla presentazione della D3, ha senso parlare di un obbiettivo DX ?
Penso di si, per almeno un paio di motivi. Il primo é che il formato DX sarà probabilmente ancora lo standard delle reflex entry-level per molti anni.
Ma soprattutto perché concordo con chi ha sempre sostenuto la cautela nell'acquisto di lenti specifiche per il formato DX, specie di alta gamma.

 

Il Tokina AF 12-24 f4


Meglio: Tokina AT-X SD 12-24 f4 (IF) DX
per gli amici "Il Dodici"


Questa lente é si dedicata al formato "APS", ma di fatto é l'alternativa econoica alla pari caratteristiche di casa Nikon, con un costo più che dimezzato rispetto all'originale.
Ma ne vale la pena ?
Vediamo.

Innanzitutto le caratteristiche:
- Focale variabile da 12 a 24mm, copertura del formato DX
- Angolo di copertura da 99° a 61° (equivalente ad una focale di 18-36mm su formato 135)
- Luminosità massima f/4, minima f/22
- Costruzione in 13 lenti per 11 gruppi
- Autofocus comandato dal corpo macchina, ghiera di messa a fuoco disaccoppiabile
- Portafiltro anteriore da 77mm (non ruota con la messa a fuoco), accetta filtri non-slim
- Dimensioni 84 x 90mm (senza paraluce a corolla), peso 570g

E queste sono le caratteristiche "nude".
Nella pratica, questa lente é nata per sostituire in digitale il fantastico Nikkor 17-35 (che perde le caratteristiche di supergrandangolo quando montato su DX), pur con una luminosità dimezzata.

 

Immagine Allegata: 1.jpg


Appena lo si prende in mano, si rimane favorevolmente sorpresi dalla costruzione.
Questo Tokina é solido, ben fatto nonostante il barilotto completamente in plastica (ma che dà una bella sensazione in mano). Non fa rimpiangere la lega metallica a cui ci ha abituato mamma Nikon.
Anche la tecnologia IF (Internal Focus, la lunghezza non cambia con la messa a fuoco) e la zoomata che anch'essa non varia la lunghezza della lente concorrono alla bella sensazione.

Le dimensioni, se confrontate con il "cuginone" 17-35 sono decisamente inferiori.
In fondo é questo lo specchietto per noi fotografi-allodola per convincerci della validità del formato DX... le lenti saranno più piccole...
In realta, penso che la spigazione sia più prosaicamente da cercare nel diaframma in meno a disposizione.
Comunque, i tecnici Tokina hanno lavorato decisamente bene, per offrire una lente ben bilanciata anche con un corpo piccolo come la D70 o simili.



Vediamo subito come si comporta sul campo, in condizioni ottimali di luce:

 

Immagine Allegata: 2.jpg

il 12-24, ad f4 (tutta apertura)

 

Immagine Allegata: 3.jpg

il 17-35 Nikon, ad f4

Le fotografie precendenti, come tutte le successive sono prese in formato NEF con corpo D2x. Lo sviluppo é fatto in Lightroom con impostazioni standard, fatta eccezione la calibrazione della fotocamera (uguale per entrambi gli obbiettivi).

Si può immediatamente notare l'ottimo bilanciamento delle immagini, decisamente più calde nei confronti del più performante e freddo Nikon 17-35 (viene inevitabile un confronto diretto, anche se le differenze di campo coperto in DX sono notevoli).
Ai diaframmi medi, prima che intervengano i fenomeni di diffrazione oltre f13, il Tokina supera a pieni voti ogni prova. A dire la verità sono rimasto da subito favorevolmente stupito della definizione e dal dettaglio offerto dal 12-24, tanto da averlo usato decisamente più del previsto.

Bella é anche la resa della proiezione dell'ampio campo coperto, senza distorsioni eccessive ai bordi. Al contrario, quesa é stata la caratteristica che più mi aveva indisposto nel 16-35 Canon su FF.

 

Immagine Allegata: 4.jpg


Non sono, ovviamente, tutte rose e fiori.
Come prevedibile, due sono i limiti di questa lente:
La prima é la distorsione, come ben evidenziato nella foto successiva.

 

Immagine Allegata: 5.jpg

Poi il Color Fringing, evidente ai bordi del fotogramma in misura notevole, alla minima focale praticamente a tutte le aperture.

 

Immagine Allegata: 6.jpg

 

Come detto, entrambe queste caratteristiche negative sono onnipresenti nelle fotografie scattate con il Tokina 12-24 f4.
Va detto, però, che entrambe sono facilmente e perfettamente correggibili in PP, sia con Photoshop che, molto più velocemente, con Lightroom (limitatamente alla più antipatica aberrazione cromatica).
Come visto, infatti, la distorsione é perfettamente sferica, senza quelle "onde" che affliggono alcuni obbiettivi grandangolari (pare anche il ben più costoso parifocale Nikon) e che ne rendono complicatissima la correzione.
Qui é possibile riportare la fotografia alla realtà con un unico passaggio del filtro di correzione in Ps.

Allo stesso modo, la CA é completamente riconosciuta in Lightroom e corretta senza esitazioni. Come sempre in questi casi, lo scatto in NEF é più semplice da gestire di qualsiasi JPG (ma il concetto é comune a qualsiasi correzione in PP sia necessaria).

L'ultima delle caratterisitche importanti é la resistenza al flare, che tutti i siti consultati prima dell'acquisto davano come la spina nel fianco di questa lente.
Sarà per le basse aspettative in questo senso, sarà per una massiccia dose di fortuna che ha messo nelle mie mani un esemplare che ha subito tre volte il trattamento antiriflessi...
Ma devo dire che il 12-24 si comporta egregiamente, manifestando una dose di riflessi interni solamente nelle situazioni più critiche. E comunque sempre in linea con un obbiettivo che, non dimentichiamolo, sfiora i cento gradi di campo inquadrato.
Tra l'altro ho notato che spesso la perdita di microcontrasto é in parte compensata dai colori caldi(ssimi) restituiti da questo obbiettivo, rendendo delle stampe in ogni caso belle a vedere.
Sarà un artificio dei tecnici Tokina, ma é una scorciatoia ben realizzata, con risultati che non fanno rimpiangere l'insuperato trattamento delle lenti Nikon.

 

Immagine Allegata: 7.jpg


Questa resistenza ai riflessi rende il Tokina adatto a più o meno tutte le situazioni, con l'ovvia limitazione della luminosità massima, intrinsecamente ridotta.

Come ultima caratteristica, proviamo a vedere qual'é la resa delle ombre, vero campo di prova che fa la differenza tra una lente "da poco" ed un obbiettivo di alte prestazioni.
Anche in questo campo, per quanto mi riguarda, le aspettative non erano delle migliori.
Devo ammettere però (con piacere) che i risultati sono di buon livello. Le ombre sono sempre ben definite, a patto di non avere eccessivi riflessi indesiderati, mai "impastate" e piacevoli, come ben visibile in questa foto:

 

Immagine Allegata: 8.jpg


Ma la cosa forse più importante di questa lente, é che tutte le caratteristiche descritte si mantengono molto bene alla massima apertura, dove la perdita di definizione non é mai eccessiva, permettendo quando necessario di avere una lente che, da ottima che é a diaframmi di f8 ed f11, rimane molto buona.
In questo, probabilmente, l'intrinseca profondità di campo viene in aiuto al fotografo, sopperendo alla perdita di nitidezza ed all'imprecisione di qualsiasi sistema di autofocus a queste focali, ma se il risultato é quello che conta il Tokina non sfigura affatto di fronte a nessuno.

Per finire il mio lungo commento, volevo riportare un esempio di Bokeh.
La qualità dello sfocato non é certamente una caratteristica fondamentale per una lente supergrandangolare, e questo 12-24 non brilla certo, al pari della maggior parte dei suoi colleghi "superwide". Ma ecco un esempio, e che ognuno tragga le sue conclusioni.

 

Immagine Allegata: 9.jpg


Quindi:

PRO
- Solidità e costruzione
- Definizione alta in quasi tutte le situazioni
- Resistenza al flare superiore alle aspettative
- PREZZO, meno della metà del pari focale Nikon



CONTRO
- CA sempre presente (anche se facilmente correggibile in PP)
- Distorsione (come aspettato in un supergrandangolo, anch'essa facilmente eliminabile)
- Luminosità (bassa, ma lo si sa fin dall'inizio)



CONCLUDENDO
Il Tokina 12-24 f4 é un'ottimo obbiettivo per il formato DX, economica ma dotata di prestazioni tra le migliori possibili in una lente di queste caratteristiche. Non é certamente una lente di ripiego, prestandosi ad essere utilizzata molto e con piacere anche da un professionista.
Non ho esperienza diretta con il Nikkor, e non nego riesca a spuntare prestazioni più elevate, ma la differenza di prezzo fa del Tokina un'alernativa da prendere al volo.
Chiunque si trovi a dover scegliere una lente supergrandangolare può trovare in questo 12-24 un ottimo attrezzo, conscio di non poter avere sul formato DX le prestazioni del 17-35 con un angolo di campo analogo. Ma i il prezzo di questo Tokina lo rende molto appetibile a chiunque, restituendo quel piacere impagabile di avere in mano qualcosa di solido...
 
 
© andre_ 17/09/2007
Test: Yes



94 Comments

Ottimo articolo. Veramente ben fatto.

Io a suo tempo optai per il sigma 10-20 sopratutto per la maggiore apertura e per quel che ho potutto valutare ? anche lui valido a livello amatoriale... ma non ho idea se possa essere una alternativa valida anche per il professionista come dal tuo test sembra essere il Tokina.

Certo che sarebbe bello un confronto tra i due supergrandangolari "economici".
Foto
Mauro Maratta
ott 29 2007 16:12
Il Sigma fa pagare quei due millimetri in pi? con una maggiore distorsione, vignettatura elevata a TA e una leggera colorazione.
Di contro ha il motore integrato ed ? pi? compatto.

Io a suo tempo l'ho preso per usarlo come se fosse un 10 mm ad F8. Cosa che ho fatto finch? non ho deciso che non mi interessava nemmeno poi tanto ...
in effetti devo ammettere che anche io lo uso quasi sempre a 10mm quando lo monto su ;)

Va be' da questo direi che si pu? concludere che per un pro che voglia risparmiare ? meglio il tokina.

Anche se resta l'incognita del nuovo 14-24 che almeno sulla carta dovrebbe essere fantastica come lente supergrandangolare... ma ? un altro discorso (e tutto un altro prezzo) che esula dall'argomento.
Foto
Max Aquila
ott 29 2007 20:07
tra il Sigma e dil Tokina ho sempre manifestato propensione per quest'ultimo, non fosse altro che per l'apertura costante, garanzia di maggior "brainstorming"

Adesso la prova di Andr? mi ha confermato nelle mie intenzioni: che sono quelle di acquistare il Tokina prima della prossima estate, a meno che Nikon....
Francesco1466
ott 30 2007 15:28
Condivido le conclusioni della prova, che confermano come il Tokina sia una scelta "povera" in termini di prestigio, moolto meno in termini di qualit?.

Lo uso a luce ambiente nei matrimoni, spesso a TA, e devo dire che funziona molto bene.

Oltretutto la resa ? piuttosto costante a tutti i diaframmi pi? utilizzati ( fino a f8) e tutte le focali

Peccato solo per la CA a 12, ma forse si pretendeva troppo.

Peccato solo per la CA a 12, ma forse si pretendeva troppo.


vero, ma se una concessione si doveva fare, meglio CA che aberrazione sferica o peggio bassa definizione
tutto sommato ? un problema comune a tutti i wide (il Nikon non ne ? affatto immune, anzi)

ma ad onor del vero ho dovuto cercare un bel po' prima di trovare un esempio di CA "pulita"
sar? che conoscendone i limiti cerco una volta di pi? di usare il 12-24 con la giusta luce (ad esempio il 17-35 lo uso con la disinvoltura di un fisso), ma alla fin fine non ha nemmeno tutte quella CA da essere peternamente presente!

ribadisco il valore molto alto dell'oggetto in questione
da amante di Nikon in tutte le sue espressioni, questo tokina ? riuscito laddove la casa madre non ? arrivata, questa volta (cio? di offire una lente a prezzi pi? contenuti)

intendiamoci, le prestazioni in termini generali sono buone, non certo ottime come il 17-35 su pellicola, ma non penso esista di meglio, nella pratica

ovviamente, se qualcuno ha il 12-24 Nikon e vuole postare qualche scatto di confronto, ? il benvenuto!
a_
Io potrei anche metterti degli scatti di confronto con il fratello maggiore ( di casa ) ma non mi pare sia il caso... lo sarebbe se i soggetti fossero identici, magari con lo stesso corpo.. allora s? che potrebbero saltare fuori delle differenze, positive o negative, chi lo pu? dire.. anche se devo dire a mio favore che quando ho preso il " 12 " era il solo.. e lo ? stato per un p?.... :a063: roby C
Foto
Adriano Max
ott 30 2007 18:16
X andre_, o i possessori conoscitori: tu ritieni che, eccettuata la luminosit?, ma considerando l'AF, possa essere un degno sostituto del manuale Nikkor 24mm f/2,8 Ais ?
:lol:
A allora daccordo, quando torni dai tuoi "Giri " ci troviamo e tempo permettendo facciamo una serie di scatti con i rispettivi 12-24 calmierati poi tanto per gradire con il 20 fisso... :a063: ....... :a049: questa faccina indica che nikon tira il naso a.....

Roby C

X andre_, o i possessori conoscitori: tu ritieni che, eccettuata la luminosit?, ma considerando l'AF, possa essere un degno sostituto del manuale Nikkor 24mm f/2,8 Ais ?
:lol:


no, secondo me sono due filosofie totalmente diverse
li posseggo entrambi, e li uso con sommo piacere in digitale, ma il 24 ? pi? equilibrato da un punto di vista colorimetrico, ha molti meno riflessi ei le ombre sono di un'altra categoria

per? ha il campo di un 35 con la distorsione di un 24, ed a tutta apertura ? meno definito del tokina (oltre gli f5.6 lo supera)

il tokina ? un tuttofare grandangolo, da portare in viaggio insieme ad un 50 luminoso ed al 105 micro
non serve altro, e con meno di un chilo di lenti si coprono tutte le esigense (e meno di mille euro)
i difetti riscontrati sono altri, legati all'esagerazione del progetto

a 24mm, poi, io non lo uso mai o quasi, perch? difficilmente ho il tokina se lascio a casa il 17-35...
a_
Foto
Adriano Max
ott 30 2007 22:58

no, secondo me sono due filosofie totalmente diverse
li posseggo entrambi, e li uso con sommo piacere in digitale, ma il 24 ? pi? equilibrato da un punto di vista colorimetrico, ha molti meno riflessi ei le ombre sono di un'altra categoria

per? ha il campo di un 35 con la distorsione di un 24, ed a tutta apertura ? meno definito del tokina (oltre gli f5.6 lo supera)

il tokina ? un tuttofare grandangolo, da portare in viaggio insieme ad un 50 luminoso ed al 105 micro
non serve altro, e con meno di un chilo di lenti si coprono tutte le esigense (e meno di mille euro)
i difetti riscontrati sono altri, legati all'esagerazione del progetto

a 24mm, poi, io non lo uso mai o quasi, perch? difficilmente ho il tokina se lascio a casa il 17-35...
a_


Mi convince soprattutto la nota sulle ombre ! in effetti anche se in assoluto la nitidezza pu? non raggiungere i livelli dei nuovi zoom (ma solo da TA fino a f/4 perch? a f/5,6 il 24 fisso al centro ? al di l? del bene e del male), le caratteristiche di contorno (sfocato, ombre, resa generale) dei fissi sono difficilmente eguagliate, specie spendendo altrettanto ! :P

Anche se la focale 16mm e dintorni mi attira molto !
:rolleyes:

Anche se la focale 16mm e dintorni mi attira molto !
:rolleyes:


beh, io in realt? l'ho preso perch? con il DX mi sentivo orfano del 17 (proprio del 17, perch? prima del 17-35 ho avuto il 17 f3.5 AI Tokina, insuperabile!)
per cui la scelta obbligata in digitale era il 12-24
ho scartato il 14 per il prezzo (non lo userei granch? in FF)
ho avuto il 16 f2.8 AI (fisheye dai colori strepitosi ma dalla definizione nulla in digitale)
alla fine sono approdato al 12-24 e l'ho trovato assolutamente adeguato
ripeto, non ha la qualit? assoluta di un 28, del 17-35 e del 35 AI, ma con i suoi limiti ? in grdo di dare soddisfazioni molto alte

a_
Foto
Francesco64
ott 31 2007 17:14
Giusto per confermare il giudizio della recensione di Andre.
Ho quest'ottica da un anno e mezzo e mi trovo benissimo. :)

Francesco
L'avevo fino a sei mesi fa. Ho fatto il cambio con Nikon smenandoci fior di quattrini. Non ? che sia scontento del cambio che il Nikon ? leggermente migliore ma talvolta ne sento la mancanza, tanto che se lo ritrovassi al prezzo che l'ho ceduto lo riprenderei (ma non credo sia possibile: praticamente l'ho regalato). L'unico vero vantaggio del Nikon, secondo il mio parere naturalmente, ? dato dall'assorbimento del flare migliore. Ma ha perfettamente ragione l'estensore del test: il Tokina se la cava egregiamente. Peraltro trovo il Tokina assolutamente migliore nella resa sia cromatica che dei particolari. Insomma, servirebbero entrambi. Ma dispongo anche di due 14/2,8 Nikon e Sigma..., sempre per la stessa ragione: dove non arriva l'uno provvede l'altro.
Dico anche la mia, da ultimo arrivato sul Tokina 12-24/4.
Onestamente l'ho preso subito dopo aver cambiato il 18-70 col 24-85/2.8-4 perch? volevo maggiore copertura sulle focali corte.
Avevo poca disponibilit? e approfittai dei prezzi molto buoni.
Sull'escursione focale c'? poco da dire, ? molto utile e aiuta in molti casi, soprattutto perch? col 24-85 in basso si sta stretti.

Per il suo utilizzo, per me ? stato deludente. Si tratta ovviamente del MIO caso specifico. Io l'ho usato in vacanza, con foto all'aperto. Visto l'angolo di campo il sole ti casca nell'immagine praticamente sempre e la reazione del Tokina ? scarsina. A me non piace come si comporta in questo frangente. L'ho sempre trattato maniacalmente, quindi ? da escludere un malfunzionamento dovuto ad un uso improprio o cadute, disallineamenti o altro.

E' un'alternativa economica al 12-24 Nikon, ma si paga qualcosa in termini di qualit?. Da poco ho preso il Nikon e sto vedendo come reagisce ad alcune prove, ma da tante voci ho senito che ci sono molte differenze. Vedremo.
Foto
danighost
gen 24 2008 17:50
Io ce l ho da meno di un annetto, e non mi fa rimpangere il 20mm sulla FE, anzi ....
Io lo st? aspettando,non s? se ho fatto bene o male,ma l'ho trovato nuovo al prezzo di un usato e non su ebay! ,forse per via dell'uscita dell'FX i negozianti se ne vogliono liberare...
Visto per? che volevo un grandangolo da abbinare ai miei 35-50-85 ho scelto il Tokina in base soprattutto al prezzo,l'ho pagato 3 volte meno del nikkor e poi leggendo queste pagine mi sembra un buon compromesso...vi far? sapere...anzi vi far? vedere qualche immagine.

Omar
Foto
Adriano Max
apr 13 2008 10:07
Sembra che Tokina stia facedo uno sforzo per dotare di motore incorporato il suo best-seller , il 12-24mm f/4:

We will also exhibit at PIE for reference purposes the model with an in-lens motor mounted in ?AT-X
124 PRO DX (12-24 mm f4) for Nikon? attracting lots of attention in the market. This model is targeted
for Nikon D60, D40x and D40 using only the lens in the motor for AF photographing.


Immagine Allegata: tokina_motor.JPG

speriamo che poi cominci a dotare di motore anche le altre ottiche del suo parco obiettivi !!

:bravo:

Ciao,
Adriano.
:)



fonte: http://www.kenko-tok...ina_english.pdf

Sembra che Tokina stia facedo uno sforzo per dotare di motore incorporato il suo best-seller , il 12-24mm f/4:


Piano con gli entusiasmi... motore incorporato non vuole dire AFS!
Per i possessori di D40 e simili ? comunque un'ottima notizia (? noto quanto mi piaccia Tokina in generale), ma gli altri non devono aspettarsi incrementi di velocit?!
a_
Foto
Adriano Max
apr 13 2008 17:53

Piano con gli entusiasmi... motore incorporato non vuole dire AFS!
Per i possessori di D40 e simili ? comunque un'ottima notizia (? noto quanto mi piaccia Tokina in generale), ma gli altri non devono aspettarsi incrementi di velocit?!
a_


E' esattamente a quelli che pensavo... inoltre i motori incorporati devono giocoforza essere di tecnologie ad ultrasuoni, che in genere un leggero aumento di performance lo consentono sempre !!
;)

E' esattamente a quelli che pensavo... inoltre i motori incorporati devono giocoforza essere di tecnologie ad ultrasuoni, che in genere un leggero aumento di performance lo consentono sempre !!



Si? :o
Io davo per scontato non fossero ad ultrasuoni.
Non so bene come funzionino, ma non mi pare che Tokina abbia motori ad ultrasuoni (penso che l'unica sia Sigma).
Magari mi sbaglio, ovviamente. :)
In tal caso hai perfettamente ragione, la differenza tra un motore ad ultrasuoni ed uno senza ? sempre a favore del primo!
a_
Foto
Adriano Max
apr 13 2008 19:59

Si? :o
Io davo per scontato non fossero ad ultrasuoni.
Non so bene come funzionino, ma non mi pare che Tokina abbia motori ad ultrasuoni (penso che l'unica sia Sigma).
Magari mi sbaglio, ovviamente. :)
In tal caso hai perfettamente ragione, la differenza tra un motore ad ultrasuoni ed uno senza ? sempre a favore del primo!
a_


E' un motorino costituito essenzialmente da due anelli che si muovono l'uno rispetto all'altro grazie a una 'stimolazione' ad alta frequenza; oramai ? possibile costruirli ed accedere ai brevetti per farlo... non credo avrebbe molto senso incorporare 'motori' non di questo tipo: vuoi per le dimensioni, vuoi per l'eccessivo assorbimento elettrico !
:rolleyes:

In ogni caso c'? motore e motore...

Ciao,
Adri.
Foto
Paolo Tagliaro
apr 14 2008 11:00

E' esattamente a quelli che pensavo... inoltre i motori incorporati devono giocoforza essere di tecnologie ad ultrasuoni, che in genere un leggero aumento di performance lo consentono sempre !!
;)


Ma su un grand'angolare di questo tipo c'? bisogno di performance? con una corsa cos? breve ? gi? velocissimo!
Per me potrebbero sincronizzare diaframma e messa a fuoco sfruttando l'iperfocale.
In questo modo si potrebbe togliere la messa a fuoco.
Ho usato qualche volta lo sfocato, ma direi che ? rarissimo e pi? per sfizio che per necessit
Foto
Adriano Max
apr 14 2008 14:54

Ma su un grand'angolare di questo tipo c'? bisogno di performance? con una corsa cos? breve ? gi? velocissimo!
Per me potrebbero sincronizzare diaframma e messa a fuoco sfruttando l'iperfocale.
In questo modo si potrebbe togliere la messa a fuoco.
Ho usato qualche volta lo sfocato, ma direi che ? rarissimo e pi? per sfizio che per necessit?.


Usalo per fare street a soggetti tra 0,5 e 3m e vedrai che una messa a fuoco veloce conta eccome !!
;)

Ma su un grand'angolare di questo tipo c'? bisogno di performance? con una corsa cos? breve ? gi? velocissimo!
Per me potrebbero sincronizzare diaframma e messa a fuoco sfruttando l'iperfocale.
In questo modo si potrebbe togliere la messa a fuoco.
Ho usato qualche volta lo sfocato, ma direi che ? rarissimo e pi? per sfizio che per necessit?.


Magari non ti capita di essere nelle condizioni che dice Adriano, ma per me questa notizia ? importante perch? apre la strada ad altri obbiettivi Tokina, a cominciare dal troppo sottovalutato 100 macro, per attendere nuovi tele con motore interno....
a_
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi