Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Sigma 18-300mm HSM OS : L'ambizioso (test/prova)

Sigma mtrading 18-300 superzoom

Inauguriamo con questo test la collaborazione con Mtrading Srl, dinamico distributore italiano di diversi marchi in campo fotografico, tra cui Sigma.
Ciò ci permetterà di valutare anche materiale che diversamente forse non ci capiterebbe di provare.

Ovviamente questo non scalfirà la nostra usuale obiettività. Un sentito ringraziamento ad Mtrading e al suo ufficio tecnico per la collaborazione !


Conclusioni
 
Immagine Allegata: _D8X7714.jpg
 
Premetto subito che non è un obiettivo che comprerei.
Per usi simili a questi ho già gli zoom per la Nikon 1.
Ma chi mi segue sa che io non sono amante degli zoom e se posso farne a meno, preferisco avere dietro un paio di fissi della massima qualità, piuttosto.
Quindi non faccio testo.
Resta il fatto che un obiettivo come questo può risolvere tante situazione differenti e può rappresentare veramente la scelta ideale per il fotografo entusiasta che vuole andare oltre gli obiettivi proposti in kit (i soliti 18-55 e 55-200 che generalmente tolgono ogni tentazione di continuare a coltivare questa costosa passione) ma pretende comunque una soluzione compatta.
Con un borsello monospalla piccolo e una macchina tipo D7000/D5000/D3000 si può portare l'obiettivo già montato e non serve altro.
Anche se io consiglio caldamente di associare a questo zoom almeno un fisso luminoso intorno alla focale normale, come l'economico ma prestazionale Nikon 35/1.8 oppure il fantastico Sigma 30/1.4 HSM adesso aggiornato alla serie Art.
Perchè dei vari difetti che ho riscontrato in questo lungo test, frutto dei compromessi tra flessibilità, dimensioni e budget che gli ingegneri Sigma hanno dovuto affrontare, ce ne sono due che sono insormontabili.
Il primo è la scarsa luminosità a tutte le focali che fa inesorabilmente montare la sensibilità della macchina per avere tempi accettabili, il secondo l'allungamento del fusto a tutte le focali che non mette certo a suo agio un soggetto inquadrato da vicino.
Con un normale sotto mano si potrà sostituire lo zoom quando serve sfruttare la poca luce o quando, in circostanze serene, si vogliono fare dei ritratti disinvolti alle persone che ci sono vicine.
 
Conclusioni
 
PRO
 
- per essere un obiettivo così polivalente è compatto e leggero
- estensione esagerata (francamente avrei evitato di arrivare fino a 300 mm ma in fondo non è che i vari 70-300 oltre i 200 mm brillino per prestazioni più di questo tutto fare)
- flessibilità di impiego concessa da un autofocus veloce, uno stabilizzatore sicuro, le possibilità macro non secondarie
- costruzione di buon livello per il prezzo e la fascia di utenza cui è destinato
- compatibile con la basetta USB Sigma che consente di mettere a punto la messa a fuoco ed aggiornare il firmware da soli, senza interventi dell'assistenza
- garanzia di tre anni da parte di un operatore che abbiamo riscontrato essere molto serio
- la lente acromatica specifica mi ha molto impressionato (è un optional da acquistare a parte)
 
CONTRO
 
- distorsione e vignettatura sempre visibili che si possono comunque ben correggere in fotoritocco
- perdita di nitidezza evidente alla massima focale cui si deve rimediare con uno sharpening aggressivo
- generalmente poco luminoso anche alle focali intermedie. Cede un terzo di EV alla focale massima nei confronti del concorrente Nikon (F6.3 contro F5.6) e 2 millimetri alla focale minima nei confronti del concorrente Tamron.
- ovviamente non deve essere confrontato - come resa, nitidezza, contrasto e colori - a soluzioni di fascia elevata, tipo i Sigma Art che fanno classe a se.
 
Il giudizio complessivo è di raccomandato per usi generali ma anche più specialistici del normale, associato ad ogni macchina DX per chi voglia uno zoom flessibile da usare sempre con almeno un fisso luminoso alla focale che più si utilizza.

 

 
Immagine Allegata: D72_2416.jpg  
Immagine Allegata: _D8X9227.jpg
 
Ancora grazie ad Mtrading per la collaborazione offerta per questo test.
Immagine Allegata: image001.jpg





Test: Yes



19 Comments

Che dire...oggi questi zoom hanno raggiunto una qualità incredibile se si pensa a qualche anno fa.

Penso che per chi vuole fare foto veloci e in "serenità" sia un'ottima proposta a giudicare dalle foto che hai pubblicato.

Ci vuole un po' di coraggio per chi si considera fotografo "figo" ad andare in giro con lo zoomone, ma penso che alla fine della giornata i risultati e la praticità siano premianti per le uscite "leggere".

Ottima review, grazie Mauro.

Mah, considerata l'utenza a cui si rivolge questo zoom, considerata la pressione sugli ingenieri Sigma per arrivare fino a 300mm come la concorrenza, considerato che se lo descrivi come hai fatto (tu che sei abituato a maneggiare lenti di altra categoria)... Mi pare buono oltre ogni aspettativa. :) 

 

Anche perché se da una parte perde inevitabilmente di definizione alzando la focale, dall'altra la pressoché totale mancanza di CA ed aberrazioni varie permettono un uso disinvolto dello sharpening altrimenti impossibile. 

 

Insomma, secondo me non solo puó servire da zoom tuttofare (e da viaggio abbinato ad un fisso luminoso), ma diventa un'opzione interessante per tutti quelli che sono passati al full frame ed hanno in casa una macchina DX delle penultime (D90, D7000 eccetera), che probabilmente perdonano un poco la poca definizione in alto in virtú dei meno Mp. 

 

Significa potersi concentrare sulle foto "fine art" lasciando a questo zoom tutto il resto, dalla documentazione alle belle foto a focali esagerate, sicuri di portare a casa delle foto piú che buone. 

Non é poco, in un prezzo molto abbordabile! :)

a_

Foto
Silvio Renesto
giu 02 2015 19:41

Ottima recensione Mauro.

 

Sul fatto che questi superzoom si siano evoluti non poco dai loro esordi anni fa concordo con chi ha già scritto e non c'è dubbio che oggi siano buoni strumenti, mentre quelli di un tempo avrebbero fatto storcere il naso a più di un nikonlander, compreso chi ha scritto la recensione   :).

 

Anch'io come te non sono interessato direttamente a questo zoom sia perchè ho già la coppia 16-85 e 70-200,  che  per certi aspetti di "breathing"  alquanto ...spinto .

 

Invece ero già e rimango interessato alla lente addizionale ed è molto probabile che me la compri,: Sigma ha sempre avuto  la lodevole abitudine di produrre ottime lenti addizionali come optional dei suoi zoom e ne ho già usate alcune con notevole soddisfazione.

Purtroppo Sigma è criptica sulla potenza (diottrie)  della lente (almeno io non l'ho trovato scritto da nessuna parte), si poteva ricavare misurando la distanza soggetto-lente con lo zoom all'infinito (te l'avevo suggerito, ma dev'esserti... sfuggito).

 

Se la dicitura segue lo stile delle altre  lenti addizionali Sigma potrebbe essere da una diottria, quindi poco  potente,  ma proprio per questo perfetta  per garantire un ingrandimento maggiore al solo obiettivo, non spinto ma proprio per questo senza introdurre aberrazioni, visto che al momento ho solo lenti addizionali .. potenti, da 3 diottrie, questa per me sarebbe  un utile complemento.

Foto
danighost
giu 02 2015 20:06

Ottica interessante, che sto studiando, sto anche pensando di vendere il panasonic 100-300 per sostituirlo con questo ...

Mauro, giusto per completezza dell'articolo:

 

- su uno zoom di apertura F 3,5-6,3 magari sarebbe utile conoscere anche la apertura relativa alle varie focali..... onde evitare la sorpresa di prendere un obblettivo per poi scoprire che diventa un F5,6 non appena superi i 20mm... :lol:

- la stretta ghiera di messa a fuoco posta in punta all'ottica, e' frizionata e non ruota seguendo l'AF della macchina, vero ?

 

P.S. sulla comodita' di queste tipologie di obbiettivi, secondo me non ci piove: non per nulla io acquistai uno dei primi Nikon 18-200 arrivati in italia, ed ancora oggi, quando non voglio portare pesi, lo considero un'ottica utilissima.

Foto
Giannantonio
giu 03 2015 08:57

Bella e dettagliata recensione, completa.

Per quel che mi riguarda e per le foto che faccio non mi serve uno zoom così, ma ammetto che non appena si è fatta sentire la necessita di focali superiori a quelle offerte dal 18-105, ho valutato anche io una soluzione 18-200.

Ho comprato poi un 50 AFS 1.8, proprio perché in poca luce non avevo alternative al 18-105 ed flash pop up, questo mi ha permesso di sperimentare con la PDC  e mi  ha fatto comprendere quanto sia più utile avvicinarsi o allontanarsi per fotografare. 

Oggi, il mio corredo lo vedo piuttosto così, 2 fissi luminosi e veloci, il 50 che ho già ed un 24 che non ho, con un unico zoom 70-200 F4 che ho.

In mancanza del 24 che cerco a prezzi umani, il budget di quest'anno e già stato utilizzato (70-200), uso il 18-105 inchiodato a 24.

Non so se siete del mio stesso parere ma a 24 questo zoom kit, pur con le sue limitazioni , mi pare dia il meglio di se.

Per la sperimentazione in campo macro, penserei  a delle lenti addizionali, ma per ora sento più la necessità del 24.  

Purtroppo tutte le case stanno trascurando la produzione di fissi moderni in formato DX perchè la tendenza è a spingere verso il formato pieno, sia dei corpi che delle ottiche.

Un 24/1.8G DX simile al 35/1.8G DX da non più di 250 euro, dovrebbe essere un must da un secolo (insieme ad un 16/2 che per ora fa solo Samyang ma é manuale).

 

Una alternativa potrebbe essere "l'enorme" Sigma 18-35/1.8 :) ma temo sarebbe anche fuori budget :(

Foto
Giannantonio
giu 03 2015 09:55

Purtroppo tutte le case stanno trascurando la produzione di fissi moderni in formato DX perchè la tendenza è a spingere verso il formato pieno, sia dei corpi che delle ottiche.

Un 24/1.8G DX simile al 35/1.8G DX da non più di 250 euro, dovrebbe essere un must da un secolo (insieme ad un 16/2 che per ora fa solo Samyang ma é manuale).

 

Una alternativa potrebbe essere "l'enorme" Sigma 18-35/1.8 :) ma temo sarebbe anche fuori budget :(

Vero, infatti io con la 7100 per ora ci sto benissimo, ho tutto quello che mi serve in termini di ergonomicità ed accessibilità immediata alle impostazioni attraverso tasti e ghiere.

Quando l'ho scelta, queste sono le caratteristiche mi hanno colpito subito; intanto in mancanza di ottiche DX sono costretto a guardare a quelle FX, assecondando una tendenza imposta.

Il 18-35 art l'ho già visto, ma se poi il meglio lo da a 24 non è che costi  poi meno del 24 art  ;) che pesa invece 145 gr. in meno. Attendo sempre con pazienza che termini il test.  :)  :ciao:

Foto
Max Aquila
giu 03 2015 15:01

non ho mai avuto ne desiderato zoom di questa enorme gamma di focali: proprio perche' l'insieme fotocamera/obiettivo nei miei desideri dovrebbe essere sempre quanto piu' compatto possibile, in funzione del risultato che ci si prefigga.

Va da se che zoom-tele luminosi e teleobiettivi determinano l'esigenza di usare pesi e volumi ponderosi, ma sempre in ossequio ad un'esigenza specifica.

Comprare un 18-300 significherebbe mettere da parte mentalmente tutti quegli obiettivi fissi e zoom di intermedia od inferiore gamma focale,ai quali sono affezionato anche quando in viaggio porto con me un corredo mirrorless che impegna un piccolo zainetto tra corpi, obiettivi, tubi  macro e accessori vari.

Mi piace che Sigma continui a soddisfare le esigenze di chi desideri utilizzare una lente all-in-one... ma quello non sono io, ne' potro' mai consigliare alcuno all'acquisto di zoom di questa categoria, conscio pero' degli enormi miglioramenti che dalle foto di Mauro (che e' pero' un bel manico...) appaiono chiaramente.

 

Bell'esercizio di tecnologia questo zoom!

Mauro, giusto per completezza dell'articolo:

 

1) - su uno zoom di apertura F 3,5-6,3 magari sarebbe utile conoscere anche la apertura relativa alle varie focali..... onde evitare la sorpresa di prendere un obblettivo per poi scoprire che diventa un F5,6 non appena superi i 20mm... :lol:

2) - la stretta ghiera di messa a fuoco posta in punta all'ottica, e' frizionata e non ruota seguendo l'AF della macchina, vero ?

 

P.S. sulla comodita' di queste tipologie di obbiettivi, secondo me non ci piove: non per nulla io acquistai uno dei primi Nikon 18-200 arrivati in italia, ed ancora oggi, quando non voglio portare pesi, lo considero un'ottica utilissima.

 

 

 

1) esattamente :

 

18mm F3.5

28mm F4

35mm F4.2

50mm F4.8

80mm F5.3

135mm F6

200mm F6.3

300mm F6.3

 

2) ruota ma é così stretta e remota da non infastidire minimamente (io non me ne ero nemmeno accorto ;))

[...]

 

Anch'io come te non sono interessato direttamente a questo zoom sia perchè ho già la coppia 16-85 e 70-200,  che  per certi aspetti di "breathing"  alquanto ...spinto .

 

Invece ero già e rimango interessato alla lente addizionale ed è molto probabile che me la compri,: Sigma ha sempre avuto  la lodevole abitudine di produrre ottime lenti addizionali come optional dei suoi zoom e ne ho già usate alcune con notevole soddisfazione.

Purtroppo Sigma è criptica sulla potenza (diottrie)  della lente (almeno io non l'ho trovato scritto da nessuna parte), si poteva ricavare misurando la distanza soggetto-lente con lo zoom all'infinito (te l'avevo suggerito, ma dev'esserti... sfuggito).

 

Se la dicitura segue lo stile delle altre  lenti addizionali Sigma potrebbe essere da una diottria, quindi poco  potente,  ma proprio per questo perfetta  per garantire un ingrandimento maggiore al solo obiettivo, non spinto ma proprio per questo senza introdurre aberrazioni, visto che al momento ho solo lenti addizionali .. potenti, da 3 diottrie, questa per me sarebbe  un utile complemento.

 

 

 

se non ho fatto male le misure :

 

 

- 6.6cm a 300mm e minima distanza di messa a fuoco senza lente addizionale (posizione 1:3 a 39 cm)

- circa 78 cm di distanza di messa a fuoco, con lente addizionale, messa a fuoco su infinito

 Attendo sempre con pazienza che termini il test.  :)  :ciao:

 

Se hai abbastanza pazienza ne vedrai due di test, antitetici, uno mio e uno di Max Aquila ;)

Foto
Silvio Renesto
giu 03 2015 17:16

- circa 78 cm di distanza di messa a fuoco, con lente addizionale, messa a fuoco su infinito

 

1,3 diottrie (circa) ;).

 

Thanks!

1) esattamente :

 

18mm F3.5

28mm F4

35mm F4.2

50mm F4.8

80mm F5.3

135mm F6

200mm F6.3

300mm F6.3

 

2) ruota ma é così stretta e remota da non infastidire minimamente (io non me ne ero nemmeno accorto ;))

 

Grazie delle precisazioni, Mauro.

 

1) quindi in pratica, e' un pelino meno luminoso del Nikon 18/200 (che pero' non arriva alla stessa focale massima...), dai 120/130mm a salire

Giusto per amore di precisione, la corrispondente tabella del Nikon:

18mm F3.5
24mm F3.8
35mm F4.2
50mm F4.8
70mm F5,0
135mm F5.6
200mm F5.6

 

 

2) ahi... ahi... ahi... questo non mi piace !   Peccato !

non metto in dubbio le tue impressioni, ma personalmente ho restituito per disperazione, dopo una settimana, un Tamron la cui ghiera di messa a fuoco ruotava con l'AF della macchina, tanto era il fastidio....

Sara' che oramai sono abituato da decenni a mettere la mano sinistra a cucchiaio sotto l'obbiettivo, durante il puntamento, ed il pollice e l'indice generalmente cadono piu' o meno da quelle parti......

Foto
Tiziano Manzoni fototm
giu 04 2015 08:54
Mi facessero un 24 300 ff io lo prendo al volo ho colleghi che usano il 28/300 poco grandangolo per me... Ma vale il risparmio del massaggiatore... Alla spalla della borsa

Ciao, chiedo a Mauro se ha notato a 18mm una sfocatura più accentuata sull'estrema destra del fotogramma, (nei soggetti più vicini dell'inquadratura) rispetto alla parte sinistra del fotogramma (vista dalla parte del fotografo). Il mio 18-300 ha questo difetto, "tra virgolette" che non riesco ad eliminare nemmeno con la dock usb. Qualche idea?

Ciao, io non l'ho notato (ma nemmeno sono andato a cercarla).

 

Si verifica solo a 18mm ?

 

Perchè quello che mi fa venire in mente potrebbe essere un leggero decentramento delle lenti.

Insomma, andrebbe fatto verificare in assistenza.

Si nota da18mm fino a 50mm. Da medio-tele in su va bene.Proverò a sentire l'assistenza. Qui l'immagine:  https://drive.google...dlZ1OUF4X3VBcEU

 

Foto
Leonardo Visentìn
feb 21 2017 15:38
Io un decentramento simile l'avevo avuto su un Tokina (11-16/2.8), che ho risolto... Vendendolo (seguito a ruota dalla reflex e tutto il resto).
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi