Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
- - - - -

Nikon ZOOM 35-70/2.8 D


Complice il digitale in formato ridotto e la ricerca di prestazioni "esotiche", é sempre più facile vedere svenduti esemplari in buone condizioni di questo zoom secco 2X, ultima versione del classico zoom del fotoreporter che ha visto i suoi primi fasti con le versioni Manual-Focus ad F3.5 fisso nei primi anni '80.

E' comprensibile perché, da una parte la focale più corta, oramai troppo lunga (equivalente ad un 52 mm in digitale) dall'altra la mancanza di motore interno lo fanno trascurare.

E' un peccato perché quando si vedono le immagini che esso é in grado di dare si cambia immediatamente idea :


Immagine Allegata: 1DSC0861.jpg


Immagine Allegata: 1DSC0862.jpg
Immagine Allegata: 1DSC0863.jpg

Immagine Allegata: 1DSC0855.jpg
Immagine Allegata: 1DSC0857.jpg

Immagine Allegata: 1DSC08951.jpg
Immagine Allegata: 1DSC0895.jpg
Immagine Allegata: 1DSC0854.JPG



a quel punto si capisce come la luminosità massima di F2.8 consenta un ottimo gioco di sfuocato, si vedono colori neutri e chiari, si apprezza una resa omogenea da centro a bordo, degna erede delle vecchie ottiche AIs.

Si perché questo zoom non ha nulla dell'odierna tendenza fanfarona a saturare e ad abbellire con contrasti improbabili, tanto sono naturali i risultati.
E' come avere in mano un 50 o un 35 mm AIs.

Nell'uso pratico di tutti i giorni le differenze con il mastodontico, lussuoso, pesante e ultracosto moderno 28-70/2.8 AF-S sono realmente poche, si riducono alla velocità dell'autofocus e a quei pochi millimetri in più sul grandangolo.

Pagati a caro prezzo, perché sul nuovo un 28-70 non costa meno di 1.250 euro quando un 35-70 si trova a 650 nuovo e anche a 300-400 euro se usato.

Immagine inserita

Immagine inserita

Lo schema ottico conta 15 lenti in 12 gruppi. Si tratta di lenti di vetro ottico tradizionale, senza necessità dei vetri esotici (ED e Asferici) che ormai sono diffusi anche sugli zoom più economici.
Il diametro del filtro é di 62 mm (attenzione, la lente frontale ruota e quindi rende disagevole l'uso dei polarizzatori !), il peso é di 665 grammi.
La messa a fuoco minima é di 60 cm. Esiste una posizione "macro" che si ottiene premendo un nottolino metallico sporgente sito vicino alla ghiera dello zoom. Spingendo in avanti si ottiene la riduzione della messa a fuoco minima a circa 28 cm.
Si tratta di una soluzione d'emergenza, non consigliabile nell'uso specialistico.

Il 35-70/2.8 é stato presentato per la prima volta nel dicembre del 1987 per essere poi aggiornato qualche anno dopo alla versione D.
E' rimasto invariato fino al 2006.Nell'ultimissimo lotto di produzione é stato cambiato il tappo con la nuova versione a rilascio facilitato.

Nella valutazione di uno zoom 35-70 usato, si dovrà fare bene attenzione a due aspetti importanti :

- assenza di polvere ed infiltrazioni di umidit? tra le lenti. Si vede abbastanza facilmente se c'é un alone guardando l'obiettivo a diaframma completamente aperto, aiutandosi con una luce.
- assenza di incrostazioni nella parte di scorrimento interno del meccanismo di zoom. Meccanismo che dovrà essere il più possibile fermo e non lasco (non dovrebbe scendere da solo se capovolto).

Nell'uso può capitare che in particolari condizioni e alla focale 35 mm, ci siano delle leggere sovraesposizioni. Basta sottoesporre intenzionalmente di un terzo di stop per correggere il problema.

Eccolo sulla D2Hs :

Immagine Allegata: 35_70_copia6.jpg


con lo zoom in posizione ritratta (70 mm) e allungata al massimo (35 mm) :

Immagine Allegata: 35_70_copia.jpg Immagine Allegata: 35_70_copia3.jpg

ed a confronto con due altri obiettivi per valutarne le dimensioni (a sinistra il 18-200 e a destra il 105/2 DC) :

Immagine Allegata: 35_70_copia4.jpg


il nottolino metallico vicino alla ghiera dello zoom é il blocco per la posizione macro.

Concludendo, é a mio parere il vero affare (insieme al 300/4 AF-S) presente nell'attuale catalogo Nikon.

Equilibrato, ben costruito con una resa ottica sopraffina, fatta per soddisfare e non per sorprendere.
Senza ricorso a nessun artificio, lenti esotiche o componenti soggette ad usura.

Costruito per durare.

Aspetti Positivi
Costruzione
Resa ottica
Costo
Compattezza rispetto al 28-70/2.8

Aspetti negativi
Il funzionamento a pompa. Io non mi sono mai trovato a mio agio
Una certa tendenza alle infiltrazioni di umido e polvere tra le lenti


Tre istantanee di Rudolf, il gatto !

Immagine Allegata: _D3C6675.jpg
Immagine Allegata: _D3C6734.jpg
Immagine Allegata: _D3C6628.jpg


Mauro Maratta 2006-2008 per Nikonland


17 Comments

La mia ottica preferita, mi sono strapentito di averla venduta.
NuccioImmagine Allegata: DSC_0097.jpg
Immagine Allegata: DSC_0098.jpg
Ne posto altre due prese in India.

Immagine Allegata: DSC_0071.jpg

Immagine Allegata: DSC_0122.jpg
Mmmm i colori sono diversi da come li vedo io, forse dovevo convertire in sRGB?

Mmmm i colori sono diversi da come li vedo io, forse dovevo convertire in sRGB?

Si, per il web é il caso di incorporare sempre e solo sRGB, nient'altro.

Ma queste non hanno nessun profilo incorporato, di nessun tipo.

A seconda del browser, le si vede come se fossero sRGB, oppure vengono passati i numeri a monitor senza nessuna interpretazione.
Nessuno dei due casi dá un risultato accettabile, specialmente se in origine non erano sRGB.
a_
D2hs :

Miniature Allegate

  • Immagine Allegata: m1.jpg
  • Immagine Allegata: m2.jpg
  • Immagine Allegata: m3.jpg
  • Immagine Allegata: m4.jpg
  • Immagine Allegata: m5.jpg
continua.....

Miniature Allegate

  • Immagine Allegata: m6.jpg
  • Immagine Allegata: m7.jpg
  • Immagine Allegata: m8.jpg
  • Immagine Allegata: m9.jpg
  • Immagine Allegata: m10.jpg
Foto
giannizadra
ott 03 2012 08:50
Ne metto alcune (di genere vario). Sono tutte scansioni da dia.

Immagine Allegata: IMG0098_hnf.jpg

Immagine Allegata: IMG0102.jpg

Immagine Allegata: IMG0130_hnf.jpg

Immagine Allegata: IMG0132_hnf.jpg

Immagine Allegata: IMG0347.jpg

Immagine Allegata: IMG0374.jpg

Immagine Allegata: IMG0543.jpg

Immagine Allegata: IMG0591_hf 1.jpg

Immagine Allegata: IMG0583.jpg
Foto
Mauro Maratta
ott 03 2012 08:55
Grazie.

Nessun altro vuole partecipare ?
Ci sarà il tributo nel test ;)
Ne metto alcune anche io, fatte prevalentemente con d70 e d300...

Immagine Allegata: DSC_0046.jpg

Immagine Allegata: DSC_1087.jpg

Immagine Allegata: 23042009-DSC_5543.jpg

Immagine Allegata: DSC_5898.jpg

Immagine Allegata: DSC_0005.jpg

Immagine Allegata: DSC_9009.jpg

Immagine Allegata: DSC_3067.jpg

Immagine Allegata: DSC_8852.jpg
Altre due sempre India.

Immagine Allegata: DSC_0055.jpg

Immagine Allegata: DSC_0057.jpg

Nuccio
Foto
Alessandro
ott 03 2012 16:22
Fu il primo obiettivo del quale mi innamorai veramente...

Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.10.19.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.11.01.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.13.37.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.14.00.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.14.55.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.15.43.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.16.21.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.16.51.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.17.28.jpg


Immagine Allegata: Schermata 2012-10-03 alle 17.18.13.jpg

Come ho già scritto mi sono pentito di averlo venduto ma desideravo tanto il 24-70mm.

Mi piacevano i colori che rendeva proprio come erano nella realtà o come i miei occhi volevano vederli.
Pienamente appagato.

Unico neo, anche se non trascurabile i controluce.

Se il mio 24-70mm, pur ottimo, rendesse i colori del 35-70mm sarebbe fantastico.

Nuccio
I colori nel digitale...li creiamo noi. Entro certi limiti, che non vengono davvero superati nelle lenti commerciali, i colori vengono definiti da un processo molto complesso che dipenda da tantissime variabili del programma di demosaicizzazione. Basta vedere come C-One, NX2, ACR ecc rendano in modo differente lo stesso RAW.
Se si vuole il colore "esatto" si può avere tramite un profilo di input della fotocamera (si fa in 3 minuti) e allora tutte le lenti danno risultati praticamente uguali.
Se invece si vuole personalizzare ...the sky is the limit.
Quindi parlare di "resa del colore" nel digitale non è corretto e si possono "equalizzare" lenti diverse...entro certi limiti e in condizioni di assenza di aberrazioni cromatiche, naturalmente.
cervantes
ott 12 2012 04:39
E' strano, come mai nessuno ha citato il difetto dell'opacizzazione delle lenti? Eppure questo obiettivo mi sembra sia anche noto per questo, oltre ai pregi s'intende...
FB
Foto
Mauro Maratta
ott 12 2012 07:12

E' strano, come mai nessuno ha citato il difetto dell'opacizzazione delle lenti? Eppure questo obiettivo mi sembra sia anche noto per questo, oltre ai pregi s'intende...
FB


Forse non hai letto l'articolo ? Perchè questi sarebbero solo i commenti ... come indicato nel primo post ;) nell'articolo è segnalato chiaramente tra i difetti :)
Peraltro è una cosa che si risolve in manutenzione, con una cifra tutto sommato modesta.
E' rinato a nuova vita. Comprato usato a buon prezzo per la D200, usato poco o nulla (a parte qualche prova) causa fattore crop del DX per cui era un medio tele (52-105) che non mi entusiasmava (se non per applicazioni particolari).
Ora sulla D800 e' l'ideale. Luminoso, non troppo veloce nella messa a fuoco, ma di ottima qualita' (secondo me). E' un obiettivo che sto riscoprendo (non potendomi per ora permettere ottiche piu' moderne e piu' blasonate e piu' veloci come messa a fuoco).
Non l'ho mai fatto revisionare, ora che ho la D800 penso che lo portero' per una manutenzione che male non fa. Credo che con la D800 sia tornato agli antichi splendori e mi sapra' dare moltissime nuove soddisfazioni.
Foto
Bernardo Gattabrìa
nov 03 2012 10:41

Nell'uso pratico di tutti i giorni le differenze con il mastodontico, lussuoso, pesante e ultracosto moderno 28-70/2.8 AF-S sono realmente poche, si riducono alla velocità dell'autofocus e a quei pochi millimetri in più sul grandangolo.

Pagati a caro prezzo, perché sul nuovo un 28-70 non costa meno di 1.250 euro quando un 35-70 si trova a 650 nuovo e anche a 300-400 euro se usato.

Riporto queste tue osservazioni dell'articolo.... un 28-70 nuovo costava sui 1500 euro ma il 35-70 pur costando molto di meno non aveva giustamente la possibilità di scendere fino a 28.
Usato indubbiamente aveva il difetto di opacità delle lenti, prodotta dalle collanti usati in produzione. Quando acquistai nel 1986 il 28-70 2,8, considerai pure il 35-70, ma lo vidi molto più limitato e poi il 28-70 mi piaceva.... per la scena che faceva collegato alla mia F5 :post-42-1201873916:
SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi