Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Nikon Nikkor 200mm f4 AiS, piccolo ma bello (tanto).

200mm ais teleobiettivo

Un piccolo grande tele a messa a fuoco manuale,  alla prova su un sensore esigente. Come se la caverà?
Il Nikon nikkor 200mm f4 ha una lunga storia, le prime versioni risalgono al 1961 erano piuttosto massicci, avevano solo 4 lenti in 4 gruppi e mettevano a fuoco a 3m. 
 

Immagine Allegata: lens_200mm_f4_304631.jpg

 

Il 200mm f4 Q del 1967 (da photosynthesis )

 
Dopo vari restyling e revisioni si arrivò nel 1976 alla versione a 5 lenti in cinque gruppi, molto più compatta e di qualità migliore grazie anche ad un rivestimento antiriflessi più efficace. Nel 1977 apparve la versione Ai e nel 1981 quella Ais che si distingueva, oltre che l'innesto Ais, per la ghiera di messa a fuoco più sottile.
 
Entrambe le versioni Ai e Ais hanno goduto di buona fama. Bjorn Roerslett lo ha definito un gioiello dell'ottica, così molti altri revisori più o meno famosi nel web, con l'unica eccezione di James "Grumpy" Gilley (fotografo di treni) che con il suo stile rude lo definì "junk", spazzatura. 
A me è sempre piaciuto per le dimensioni compatte, l'eleganza sobria delle proprozioni, e la solidità costruttiva, ne ho posseduto uno in montatura Ai quando scattavo a pellicola e mi era sembrato molto buono.
Da tempo ne cercavo uno per "giocarci" in digitale; finalmente poco tempo fa ne ho trovato uno in versione AiS con lenti perfette a prezzo onesto, dopo averne visti un paio con dentro più che muffa, intere foreste tropicali ed a prezzi anche superiori.
 

Immagine Allegata: hood.jpg

 

Il "mio" 200mm f4 Ais con il paraluce ritratto ed esteso.

 

 
Ho potuto così provarlo sul digitale mettendolo alla corda sul sensore denso della D7100, e nel contempo ho messo alla prova me stesso, verificando come me la cavavo con la messa a fuoco manuale e la "slow photography" (espressione coniata da Michele "Spinoza" nel suo test della Sony a7, espressione su cui dovrebbe mettere il copyright  perchè è bellissima ;) ).
 
 
Dati tecnici: Come ho scritto ha una schema ottico molto semplice 5 lenti in 5 gruppi, mette a fuoco a partire da 2 metri il diaframma chiude fino a f32, diametro filtri 52mm. Lunghezza 11,6cm e larghezza 6,5cm., peso 510gr. Anello di messa a fuoco gommato e paraluce incorporato a scatto.
 
Ergonomia. E' il motivo per cui mi piace, compatto e solido come un carro armato, cade perfettamente in mano, l'anello di messa fuoco ha la giusta resistenza e trattandosi di un obiettivo nato per la focheggiatura manuale, la rotazione  è molto ampia così che mettere a fuoco a mano è più facile che con molti obiettivi Af. Il paraluce scatta in posizione con un clic rassicurante.
Inoltre date le sue dimensioni, è un obiettivo "discreto" (unobtrusive direbbero gli inglesi), si fotografa senza dare nell'occhio, la D7100 con questo 200mm non è molto più appariscente di una Fuji XT 1 con il 55-200, forse lo è di meno (click dello specchio a parte). 
 

Immagine Allegata: 200d71.jpg

 

Perfetto equilibrio di proporzioni sulla D7100 

 
 

Come funziona. Impostando i parametri dell'obiettivo nel menù apposito della fotocamera, si ha un'esposizione precisa, forse lievemente tendente alla sovraesposizione in alcuni casi in modalità matrix (non ho provato le altre), ma molto poco. Per la messa a fuoco mi sono affidato al "pallino + freccette" non avendo una vista d'aquila, per le foto a distanza normale, ed al live view per le foto macro con la lente addizionale. Sulla D7100 il 200mm equivale come copertura ad un 300mm, ovvio. Ho scattato sia in modalità manuale che in priorità di diaframmi.
 




Test: Yes



22 Comments

Bellissimo articolo Silvio.

Per me è un vero piacere leggere questi articoli su NL, è come prendermi la rivista preferita e ritagliarmi alcuni minuti di pace.

Anch'io ho questa lente, però nella versione AI e confermo tutto ciò che hai scritto.

Anzi, è uno dei pochi AI/AIS che non ho venduto dopo averli avuti quasi tutti ed essermi poi accorto che per la maggior parte non erano grandi lenti. Ci sono notevoli eccezioni e il 200/4 è una di queste.

Presto entrerà nel mio test della Sony A7 perchè con quella macchina il problema della MaF è risolto e sono curioso di vedere come se la cava con quel sensore.

Posso dire che come sfocato è migliore del mitico Leica Telyt 180/3.4 APO che pure avendo altri vantaggi perde rispetto a questo umile vetro in quell'aspetto.

Grazie di nuovo.

bravo Silvio... però.. manca una cosa... visto che hai tutto...

 

ma la prova sulla One....

 

dai ti aspettiamo...

Concordo con Michele, è un piacere leggere questo tipo di articoli.

 

Grazie Silvio!

Foto
danighost
mar 09 2014 13:08

a che diaframmi eri? nei crop vedo della morbidezza ... hai già provato alla minima distanza di maf con il crop mode 1,3x della D7100? 

Foto
Silvio Renesto
mar 09 2014 13:18

La morbidezza la vedo adesso e mi stupisce, nel senso che è sì presente nelle immagini pubblicate come ha notato tu, ma non è così nelle immagini originali che sono moolto meglio.

Non ho idea di cosa possa essere successo :GrattaTesta:

Ero fra f5.6 e f11 a seconda delle foto.

 

Ho provato il crop mode:

 

così senza:

 

Immagine Allegata: 200Dx.jpg

 

Così con il crop 1.3x:

 

Immagine Allegata: 200x13.jpg

 

Ciao,

 

                                                    Silvio

 

Ancora non capisco lo spappolamento post pubblicazione  :angry: .

E' solo il ricampionamento della preview. Cliccate sulla foto, come dico sempre, per vederne i dettagli reali.

Ciao

Foto
Adriano Max
mar 09 2014 14:51

Splendida lente, l'ho avuta per qualche stagione al posto del 135mm f/2,8 che preferisco solo per ragioni di praticità e versatilità quando potevo contare solo su tre ottiche con questa oltre il 55mm e il 28mm.

 

E' capace anche di dipingere ...

 

Immagine Allegata: 199101_Milano_cielo_tramonto.jpg

 

Ciao,

Adri.

Foto
Andrea Zampieron
mar 09 2014 15:26

Grazie Silvio per l'articolo,l'ho avuta e usata con soddisfazione su d200

Andrea

Foto
Silvio Renesto
mar 09 2014 21:47

Ho aggiornato l'articolo aggiungendo una nota sulla lente addizionale usata (Leica Elpro 3)  che rende meglio se montata invertita.

Le nikon 3T e 4T e la Sigma AML invece rendono bene anche montate normalmente.

Foto
danighost
mar 10 2014 08:00

E' solo il ricampionamento della preview. Cliccate sulla foto, come dico sempre, per vederne i dettagli reali.

Ciao

Sorry è un mio difetto, non sempre apro le preview ... per come le vedevo, non ho pensato a quello, altrimenti le avrei aperte, e non avrei scritto  :rolleyes: ...

 

spesso mi basta basta vedere la foto così com'è per gustarmela: anche se i colori non sono quelli, anche se i dettagli non sono quelli, ecc. ... un po' perché me le vedo dallo schermo del notebook (10"), e poi perché mi dico, stampate sono ;) ...

 

PS Michele dammi un pugno se ho detto castronerie ...

Foto
Silvio Renesto
mar 10 2014 10:08

Sì ma io ho scritto che mi sembrano più morbide quelle aperte... strano.

Silvio, stai tranquillo quelle aperte sono a posto col dettaglio dei pistilli perfetto: poi il resto sfoca anche più rapidamente delle preview, ma è normale

Foto
Max Aquila
mar 10 2014 10:55

Ho aggiornato l'articolo aggiungendo una nota sulla lente addizionale usata (Leica Elpro 3)  che rende meglio se montata invertita.

Le nikon 3T e 4T e la Sigma AML invece rendono bene anche montate normalmente.

Ciao Silvio,

come hai montata la lente invertita?

Con un anello apposito come questo mio? Immagine Allegata: $_57.JPG

 

che consente con la sua doppia filettatura di avvitarsi invertito sulla filettatura filtri dell'altro obiettivo?

E lo spessore ulteriore di aria dato dall'anello non potrebbe esser causa di ulteriore interazione con la lente addizionale?

 

O hai usato altro sistema?

 

Diciamolo, anche a vantaggio di chi magari non comprenda il come...

Foto
Silvio Renesto
mar 10 2014 11:13

Non avendo a disposizione il tuo anello, (che avevo, ma poi ...si è perso nel vortice di scambi che caratterizza la mia esistenza fotografica)  adesso uso due supporti di filtri da 52mm deprivati del vetro ed incollati faccia a faccia, lo vedi qui.

Però ho intenzione di recuperarlo.

In  più dispongo di vari anelli adattatori (step-up e step-down) per passare da un diametro filtri all'altro quando serve.

Però ho intenzione di recuperarlo.

Se si va alle fiere dell'usato come quella di Castel San Giovanni, non si trova più moltissimo come obiettivi e corpi macchina perché la vendita diretta via web ha ridotto molto la cosa, ma si possono trovare centinaia di anelli di raccordo di tutti i generi a prezzo irrisorio.

;)

 

L'aria in mezzo non mi ha mai dato significativi problemi, almeno finora.

 

                             Silvio

Foto
Max Aquila
mar 10 2014 11:57

Non avendo a disposizione il tuo anello, (che avevo, ma poi ...si è perso nel vortice di scambi che caratterizza la mia esistenza fotografica)  adesso uso due supporti di filtri da 52mm deprivati del vetro ed incollati faccia a faccia, lo vedi qui.

Però ho intenzione di recuperarlo.

In  più dispongo di vari anelli adattatori (step-up e step-down) per passare da un diametro filtri all'altro quando serve.

Però ho intenzione di recuperarlo.

Se si va alle fiere dell'usato come quella di Castel San Giovanni, non si trova più moltissimo come obiettivi e corpi macchina perché la vendita diretta via web ha ridotto molto la cosa, ma si possono trovare centinaia di anelli di raccordo di tutti i generi a prezzo irrisorio.

;)

 

L'aria in mezzo non mi ha mai dato significativi problemi, almeno finora.

 

                             Silvio

beh...

l'aria con quell'accrocchio deve essere l'ultimo dei tuoi pensieri...

basta qualche micron di fuoriasse determinato dall'incollaggio di quei due supporti filtro privati dei rispettivi vetri, per mandare a ramengo i discorsi sull'acutezza o meno dei risultati ottenuti...

 

E comprati quell'anello... :a063:  :a136:

 

uno esempio su ebay, 52-52 a 6€ spedizione compresa... :a200:

Foto
Silvio Renesto
mar 10 2014 12:39

Sì hai ragione, credo sia più che altro una questione di pigrizia la mia...

Comunque, la lente funziona male montata direttamente senza accrocchi, solo un onesto anello adattatore 52-55, mentre funziona  bene invertita con l'accrocchio (si vede che sono un accrocchiatore preciso ;))

Più seriamente, questi sistemi fai da te sono frequentissimi anzi, addirittura suggeriti (ad es. li trovi nel libro di John Shaw sulla macro). Non mi intendo per nulla di ottica, per cui potrei star scrivendo una fesseria, però ho la viva impressione che o le lenti addizionali sono molto tolleranti in fatto di allineamento, o viceversa la degradazione "fisiologica" derivante dall'introduzione della lente  superi quella dell'eventuale non perfetto allineamento, non so.

C'è anche da dire che non farei mai dei lavori di riproduzione di con una lente addizionale, dove conta anche la resa ai bordi, ma solo soggetti centrali, tridimensionali in cui i bordi immagine non contano perché svaniscono nello sfuocato ;).

Foto
Max Aquila
mar 10 2014 13:21

Sì hai ragione, credo sia più che altro una questione di pigrizia la mia...

Comunque, la lente funziona male montata direttamente senza accrocchi, solo un onesto anello adattatore 52-55, mentre funziona  bene invertita con l'accrocchio (si vede che sono un accrocchiatore preciso ;))

Più seriamente, questi sistemi fai da te sono frequentissimi anzi, addirittura suggeriti (ad es. li trovi nel libro di John Shaw sulla macro). Non mi intendo per nulla di ottica, per cui potrei star scrivendo una fesseria, però ho la viva impressione che o le lenti addizionali sono molto tolleranti in fatto di allineamento, o viceversa la degradazione "fisiologica" derivante dall'introduzione della lente  superi quella dell'eventuale non perfetto allineamento, non so.

C'è anche da dire che non farei mai dei lavori di riproduzione di con una lente addizionale, dove conta anche la resa ai bordi, ma solo soggetti centrali, tridimensionali in cui i bordi immagine non contano perché svaniscono nello sfuocato ;).

certo...

non sono neppure io un fisico ottico, ma mi sento in grado di dire che se ad  un sistema ottico come un obiettivo, progettato per funzionare in un determinato modo, venga anteposto un altro elemento come una lente addizionale, dritta o rovescia che sia, che presenti una planeita' o displaneita' di campo tale da modificare la resa definitiva di quell'obiettivo,

nel caso malaugurato in cui sia pure fuori asse, introdurra' di certo una ulteriore modificazione alla resa dell'obiettivo in questione: 

 

del resto tu stesso hai capovolto quella lente addizionale ... perche' ti pareva che il risultato ne migliorasse la resa auspicata

 

Introduciamo una grandezza fisica alla volta, quindi, prima di parlare di morbidezza o acutezza delle foto ottenute con quel sistema.

 

Abbiamo compreso che la resa sia differente ma...prova a rifare la stessa foto ruotando o meno sulla filettatura filtri la lente e poi dimmi se quelle anomalie di resa le veda in punti differenti del fotogramma :bigemo_harabe_net-03:

 

se cosi' fosse ....vatti a comprare quell'anello inversore...

Foto
Silvio Renesto
mar 10 2014 14:21

 

 

del resto tu stesso hai capovolto quella lente addizionale ... perche' ti pareva che il risultato ne migliorasse la resa auspicata

 

 

 

No, perchè ho letto che con certi obiettivi una lente addizionale può funzionare meglio invertita che dritta e prima di considerarla inutilizzabile ho voluto provare e così è stato. 

Invertita non mi da' anomalie.

;)

 

Certo con il tuo anello non avrei problemi di ingombro e solidità. Però sono indeciso se prendermi l'adattatore che dici tu o invece cercarmi una Nikon 3T  e vendere la Elpro ad un Leicista. Così non ho più problemi di sorta.

Solo che ormai sono merce rara. 

Foto
Andrea Marzorati
mar 11 2014 11:16

bellissimo articolo Silvio, è una lente che usavo con soddisfazione con i tubi di prolunga su pellicola, mi fai venir voglia di tirarla fuori dall'armadio e di provarla con D3x e D4, anzi sicuramente lo farò.

Ciao

Foto
Silvio Renesto
giu 06 2015 11:55

Ad esempio questa inquadratura:

 

Immagine Allegata: inq.jpg

 

Confronto fra 70-200mm f4 AfS VR G e 200mm f4 Ais stessi ISO (640) e stesso diaframma (f8):

 

 

Immagine Allegata: cofjpg.jpg

 

Nitidezza 

 

Immagine Allegata: pigeon1we.jpg

 

 

 

 

Immagine Allegata: pigeon1cr.jpg

 

Crop 100%

 

Il tutto con D7100 jpeg nessuna pp.

 

PS notare come il ritaglio del frontone mostri che il 70-200 ha una focale effettiva lievemente inferiore.

 

:)

Foto
Andrea Zampieron
giu 06 2015 13:28

Confermo,mi piace per il suo peso ,dimensione e per la nitidezza.

esempio

 


Miniature Allegate

  • Immagine Allegata: Sam (339).jpg
Foto
Silvio Renesto
giu 06 2015 14:05

Andrea: Mi ricordo quest'immagine, bellissima.

 

Mauro (immagino sia stato tu ;) ): avevo cercato se esisteva un thread già ma non ci avevo pensato che potevo metterlo qui, :) .

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi