Light Style© by Fisana

Vai al contenuto


Benvenuti su Nikonland Questo sito è indipendente, è autofinanziato, non promuove e non raccoglie pubblicità. Non è collegato con Nikon, Nital o le loro sussidiarie

Nikonland non è una rivista periodica e non è quindi sottoposta alla normativa vigente 

 

SlowPrint
* * * * *

Nikon 58 mm F1.2 Il vecchio Noct-Nikkor : un tributo


Innanzitutto un avvertimento, questo non è un vero e proprio test in quanto il recensore non lo ha mai posseduto questo capolavoro Nikon.
E' un tributo corale composto con il contributo di chi su Nikonland se l'è comperato.
L'articolo potrà essere mantenuto vivo nel tempo ancora grazie alle fotografie di chi ogni giorno può montarlo sulla sua Nikon digitale.
Parlare di una leggenda è sempre impegnativo, si rischia di scadere sul sentimentale o restare sul banale.
 
Perchè resta leggendario questo "normale" Nikon che di normale non ha nulla.
 
E' un obiettivo che appartiene ad un'altra era, quella in cui Nikon ci teneva a dimostrare con i fatti che solo lei era in grado di progettare e produrre certi pezzi rari.
Era l'era in cui le novità venivano presentate alla Photokina di Colonia e non c'erano rumors sul web (non c'era nemmeno il web ...).
 
Gli obiettivi più prestigiosi venivano svelati con orgoglio ed entravano in produzione - magari solo come ordine speciale - l'anno dopo.
Erano costruiti da pochi artigiani giapponesi nella fabbrica centrale di Nikon. A piccoli lotti, interamente a mano.
Le lenti speciali erano in vero vetro speciale, molate a mano.
 
Immagine Allegata: ai5812b.jpg
le quattro viste di un esemplare AI
 
Immagine Allegata: n5812.jpg
sull'ammiraglia di fine anni '70
 
Il Noct-Nikkor è uno di questi e condivide con il più moderno Nikkor 28/1.4D, il privilegio e il limite di avere un elemento asferico molato a mano al laser da una sapiente azione.
Qualche cosa che appartiene al passato e che oggi non è più pensabile ripetere, non solo per una questione di costi ma perchè quella sapienza, probabilmente si è persa per sempre.
 
Il Noct-Nikkor si è battuto ad armi pari con il più prestigioso Leica Noctilux 50 mm, campioni in grado di produrre foto notturne per quanto possibile all'epoca poco affette da coma.
 
Un obiettivo prodotto in un numero ridotto di esemplari di cui oggi esistono ancora un numero imprecisato di obiettivi in buone condizioni di mercato e che per queste ragioni viene scambiato per cifre del tutto ingiustificate ma che moltissimi appassionati sono disposti a pagare, pur di averlo.
 
Ci sarà un Nikkor dei giorni nostri che potrà vantare un futuro remoto come questo ?
Non si sa. Forse uno, il 32 mm F1.2 per Nikon One. Forse ...
 
Ma andiamo al sodo. Ecco lo schema ottico :
 
Immagine Allegata: 58mmnoctoptical.gif
 
e la scheda con le caratteristiche essenziali :
 
Immagine Allegata: caratteristiche.jpg
 
alcune foto fornite da AxNaird :
 
Immagine Allegata: 20100918-_MAX4490.jpg
Immagine Allegata: 20100918-_MAX4493.jpg
Immagine Allegata: 20100918-_MAX4494.jpg
 
e il set completo ricavato da inserzioni di vendita su Ebay (con quotazioni anche superiori ai 3.000 dollari per esemplari nuovi, fondi di magazzino o NOS come dicono gli anglosassoni)
 
Immagine Allegata: 200752711656.jpg
Immagine Allegata: 20071018192556.jpg
 
mentre questo è l'esemplare in possesso di Bruno Mora :
 
Immagine Allegata: _DSC0557.jpg
Immagine Allegata: _DSC0564.jpg
 
 
 
Ma questo è un obiettivo che sa parlare da solo, quindi andiamo alle foto.
 
Foto fornite da Mauro Maratta eseguite con la sua Nikon D3x con un obiettivo in visione dentro al noto negozio milanese Newoldcamera :
 
Immagine Allegata: _D3X3026.jpg
Immagine Allegata: Senza titolo-1.jpg
Immagine Allegata: Senza titolo-2.jpg
ad F1.2
 
Immagine Allegata: _D3X2984.jpg
Immagine Allegata: Senza titolo-16.jpg
ad F2, sfacciatamente ad una serie di obiettivi Leitz in vetrina
 
 
 
Ma certamente non sono quelle le condizioni per cui è stato pensato l'obiettivo, è in notturna che vengono fuori le sue caratteristiche :
 
Immagine Allegata: una.jpg
Immagine Allegata: due.jpg
Immagine Allegata: coma_non_corretto.jpg
 
foto eseguite da Luca Rubbi e ricavate su Internet, con Nikno F4s e TMAX 400 tirato a 1.600 ISO.
 
Rfsp giustamente annota che :
 
si estrinseca una delle principali attrattive di questo obiettivo, quella cioé di correggere in maniera quasi esemplare una delle distorsioni ottiche più frequenti nelle ottiche ultraluminose, il Coma, vale a dire la caratteristica deformazione a forma di coda (o cometa) dei punti di luce non a fuoco nell'immagine.
Distorsione perfettamente contenibile già diaframmando uno o due stop gli obiettivi che ne sono affetti...
 
 
 
 
Ovvio che non sono tutte rose e fiori. Ad F1.2 è impossibile avere la massima nitidezza o l'assenza di altri difetti ottici come vediamo in queste altre foto di Mauro Maratta con la D3x :
 
Immagine Allegata: _D3X2977.jpg
Immagine Allegata: _D3X3042.jpg
Immagine Allegata: Senza titolo-13.jpg
 
si nota chiaramente l'aberrazione cromatica intorno ai lumi (specie nel dettaglio)
 
ma resta comunque utilizzabile anche tutto aperto :
Immagine Allegata: Senza titolo-15.jpg
il caretllo del portone distante 15 metri si legge ancora
(questi non sono crop)
 
ma le caratteristiche peculiari risaltano se si chiude ad F2
 
Immagine Allegata: _D3X3039.jpg
 
Immagine Allegata: Senza titolo-2.jpg
e l'immagine diventa decisamente più plastica, dando una chiara idea dei volumi in gioco grazie ad un gico di sfuocato del tutto materico, come in queste cinghiette in vero cuoio made in Germany ...
 
 
 
Ma non solo coma, non solo Noct, alcune caratteristiche già evidenziate possono essere sfruttate sul piano espressivo.
E' quello che giustamente rimarca Ergassia qui :
 
Premetto che sono tutt'altro che un "mago" nella valutazione tecnica delle ottiche per cui chiedo perdono sin d'ora.

Però penso (e spero Immagine inserita ) di vederci bene.
E quello che si vede negli scatti con il 58 Noct é assai piacevole. Non replicabile facilmente (in ambito Nikon) per "plasticità" e "gradevolezza".
Tempo addietro, chiaccerando con Gianni, ebbi modo di valutare in prima persona (attraverso qualche scatto "veloce") le differenze tra il 50 f/1.2 ed il Noct appunto.

A mio modestissimo avviso, non sono confrontabili. Troppo netto il divario in resa complessiva a favore del secondo.
Resta il fatto che é un vetro "difficile". Usato a diframmi medi, rischia (fino ad un certo punto), di "confrontarsi" con pruduzioni più recenti. A diaframmi aperti richiede "pazienza".

E' un oggetto che richiede pazienza anche nel reperimento. Io l'ho inseguito per diversi mesi. Alla fine sono riuscito a scovarne uno (praticamente nuovo 1921xx)... ad Osaka!! Costo: cento caffé sotto i 2k..

Non é un vetro che "si usa sempre" ma di certo può essere usato "per sempre" ed in qualsiasi circostanza.
Mi permetto di inserire uno scatto "fuori genere" a TA, mano libera, del 58. Spero renda l'idea delle "potenzialità plastiche" di questo meraviglioso oggetto (e della pazienza di cui sopra Immagine inserita ).

 
Immagine Allegata: Ape_volo_D302083.jpg
 
Immagine Allegata: aza58-1.2cor.jpg
Immagine Allegata: rosagialla-1nkc.jpg
Immagine Allegata: rosarossa-1nkc.jpg
Immagine Allegata: tol58-1.2_nkcor.jpg
 
 
 
Anche in Lussemburgo è arrivato il fascino del Noct-Nikkor e questo è l'esemplare di Pete all'opera :
 
Immagine Allegata: 58 1.4-01.jpg
in notturna ad F1.4 su D300
 
Immagine Allegata: f-1.2  II 16.02.jpg
in studio su D800 ad F1.2
 
Immagine Allegata: 58mm f1.2 I-1.jpg
ancora in notturna ad un concerto su D800, F1.2
 
Immagine Allegata: 2013 may 18th 58-1.4  UNO.jpg
e in un pomeriggio nuvoloso, F1.4, su D800
 
 
 
Mauro Maratta ha potuto giocare con l'obiettivo di Pete durante una pausa in un bar.
Mentre aspettavamo le piadine ...
 
Immagine Allegata: _D4H6420.jpg
Immagine Allegata: _D4H6559.jpg
 
per sperimentare l'esemplare potere di isolamento permesso dalla grande apertura e la focale 58 mm rispetto ad un normale 50 mm
 
Immagine Allegata: _D4H6456.jpg
che permette di liquidare lo sfondo rispetto al soggetto come se fosse un medio tele
 
Immagine Allegata: _D4H6456 copy.jpg
Immagine Allegata: _D4H6439.jpg
 
queste sono prima le mani di Mullah, poi il tovagliolo in primo piano ed infine Mullah stesso.
 
In secondo piano Marco Loaldi e lo stesso Pete, un pò confusi e circondati da un alone carico di aberrazioni cromatiche.
 
Più da vicino :
 
Immagine Allegata: _D4H6548.jpg
Immagine Allegata: _D4H6527.jpg
 
le cose si ristabiliscono.
 
 
 
 
Chiudiamo la carrellata fotografica con alcune prove proposte da Bruno Mora :
 
Immagine Allegata: _D3H4763.jpg
Immagine Allegata: _D3H4803.jpg
in notturna
 
e in giardino :
 
Immagine Allegata: _D3H6715-2.jpg
Immagine Allegata: _D3H6989-2.jpg
Immagine Allegata: _D3H7014.jpg
Immagine Allegata: _DSC0210.jpg
 
con le ultime due particolarmente delicate, a pellicola :
 
Immagine Allegata: Image 20.jpg
Immagine Allegata: Image 31.jpg
 
 
 
Fine della storia, per ora.
 
Nell'invitare ancora i felici proprietari del mitico Noct-Nikkor a non farci mancare ulteriori prove di scatto nelle condizioni che meglio possono evidenziarne le qualità, segnaliamo alcuen letture aggiuntive di test ed articoli in giro per il web.
 
un test di confronto tra il Nikkor 50/1.2 e il Noct-Nikkor 58/1.2
fotografare conuna leggenda di Ming Thein
letteratura Nikon ufficiale
Test: Yes



59 Comments

Foto
Max Aquila
ott 17 2013 12:57
Nikon,
non si interrompe un' emozione...

qui la battuta ci sta a pennello...

Bell'articolo per questa leggenda.

Beato chi ce l'ha, spero di vedere qualche scatto!

Foto
Max Aquila
ott 17 2013 13:35
Immagine Allegata: image.jpg
ho avuto solo il 50/1,2 proprio perche' mi sarebbe piaciuto scattare col Noct-Nikkor ma non sono mai riuscito a impadronirmene....

Ma anche questo 50mm che non costava certo tremilioni e ottocentomilalie come il nuovo 58/1,4 aveva almeno l'estetica che invogliava all'acquisto

almeno quella....
Immagine Allegata: image.jpg
Foto
Mauro Maratta
ott 17 2013 13:38

Era l'epoca in cui ogni obiettivo riportava di fronte a bordo lente il nome, la focale, l'apertura massima e il numero di matricola tutti in segno di orgoglio.

 

Adesso l'anello anteriore si sbriciola e il numero di matricola è nascosto in una anonima serigrafia in fondo al barilotto, dove non batte il sole !

 

Immagine Allegata: Nikon-AF-S-NIKKOR-58mm-f1.4G-lens.jpg Immagine Allegata: D3S_6708-1200.jpg

 

 

Foto
Valerio Brùstia
ott 17 2013 14:46

Questo confronto trasmette tristezza, troppa tristezza.

 

Ma che stanno facendo in Nikon ?

 

Questo è il vero autogol, altro che D600. Santa pace, sono demoralizzato. Senza tirar fuori vecchie polemiche, ma rifacendomi ad esse, ecco: non è quello che intendevo io. Voglio essere ben chiaro. Una cosa è fare vetri moderni con motore autofocus e buone (ma anche ottime) prestazioni ottiche. E' giusto quindi che costino cari, ma cari vuol dire BEN FATTI.

 

No, veramente è deludente, veramente deludente.

Meno mane che c'è NOC e un fiorente mercato dell'usato

 

Che tristezza

Foto
Max Aquila
ott 17 2013 15:10

Questo confronto trasmette tristezza, troppa tristezza.
 
Ma che stanno facendo in Nikon ?
 .....

ma cari vuol dire BEN FATTI.
 
No, veramente è deludente, veramente deludente.
Meno mane che c'è NOC e un fiorente mercato dell'usato
 

...e magari noi di Nikonland che vi ricordiamo i sacramenti
Foto
Leonardo Visentìn
ott 17 2013 15:16

A)

Questo confronto trasmette tristezza, troppa tristezza.

 

Ma che stanno facendo in Nikon ?

 

...

 

No, veramente è deludente, veramente deludente.

Meno mane che c'è NOC e un fiorente mercato dell'usato

 

Che tristezza

 

B)

...e magari noi di Nikonland che vi ricordiamo i sacramenti

 

Ecco, per fortuna che la tristezza in A) ci pensa B) a farcela un po' passare nel dimenticatoio, certo che una svegliata maggiore di quella canonica alle 7.00 del mattino potrebbero darsela nel paese del Sol Levante...

Foto
Valerio Brùstia
ott 17 2013 16:18

Allora diciamola tutta:

se Zeiss si decide e mette i motori AF piezo nei suoi obiettivi:

FA SOLDI A CARIOLATE!

 

Con la concorrenza che si ritrova davanti, solo  Sigma a questo punto, credo che la cosa si stia trasformando in una prospettiva seria.

 

Accidenti, che evoluzione imprevista del mercato della fotografia!

sono tristemente sbigottito

Foto
Leonardo Visentìn
ott 17 2013 16:49

Se Zeiss si mette a fare reverse engineering sulle specifiche del motore (come ha fatto Sigma) allora si son dolori (anche per il portafoglio, ahimè, che già paga uno scotto importante per il look,flavour&feel teutonico...

Foto
Valerio Brùstia
ott 17 2013 17:12

Se Zeiss si mette a fare reverse engineering sulle specifiche del motore (come ha fatto Sigma) allora si son dolori (anche per il portafoglio, ahimè, che già paga uno scotto importante per il look,flavour&feel teutonico...

 

Mi pare strano che debbano partire da zero. I motori piezo ormai li hanno tutti Tamron, Sigma, Sony, Olympus. E' solo questione di fare l'investimento produttivo, non c'è nulla da inventare di nuovo. 

 

Credo che la ragione sia un'altra, sia legata al "vuremmosebbene nipponico". Zeiss non è più di proprietà tedesca da un mucchio d'anni (correggetemi se sbaglio per favore così mettiamo ordine), ma è controllata dal Giappone (Contax-->Yashica ---> non mi ricordo +). Insomma, quegli obiettivi con l'af sarebbero una spina nel fianco per entrambe i colossi. E non conviene (forse) a nessuno.

Foto
Mauro Maratta
ott 17 2013 17:38

CI sono già fior di Zeiss prodotti da Sony con il motore ad ultrasuoni.

 

E i dati di trasmissione dei segnali elettrici Nikon e Canon sono praticamente di dominio pubblico.

 

La scelta è strategica : questi Zeiss non sono vuoti dentro ma pieni, non c'è proprio concettualmente spazio per rotelline in teflon e trasmissioni che alleggerirebbero la struttura e renderebbero la messa a fuoco manuale impossibile.

Dico, avete provato a focheggiare a mano con un SWM Nikon ? Si ? E allora non vi ricordate più cosa significa farlo con un AI.

 

E' proprio un concetto differente. Voluto. E poi Cosina non sarebbe in grado di soddisfare le richieste delle migliaia di nikonisti demoralizzati da mamma loro ...

 

...

Credo che la ragione sia un'altra, sia legata al "vuremmosebbene nipponico"...

 

Fosse che Sigma è gestita da qualche RONIN...

Foto
Bruno Mora
ott 17 2013 22:05

Belle pagine Mauro, Mimmi ti ringrazia...(ripresa a f/2,8), a 3200 iso con la vecchia D3.

 

Immagine Allegata: Mimmi.jpg

Foto
Valerio Brùstia
ott 18 2013 17:08

 

Fosse che Sigma è gestita da qualche RONIN...

 

Beh, il dubbio viene ...

Foto
Paolo Mudu
nov 30 2013 00:40

Sta bene su tutto!

 

Immagine Allegata: 1068_10d_e_2.jpg

Foto
Paolo Mudu
nov 30 2013 22:43
Sono soddisfazioni!!!

Miniature Allegate

  • Immagine Allegata: image.jpg
Foto
Adriano Max
dic 02 2013 10:38

Io invece non sono così sicuro che il vecchio NOCT 58mm f/1,2 (che è comunque un obiettivo eccezionale e anomalo, nel senso che va fuori scala e rappresenta una punta di ingegneria e sensibilità costruttiva ottica: un'opera per artisti fatta da artisti) sia comunque superiore al nuovo 58mm f/1,4 AFS. Sul piano costruttivo il nuovo è senz'altro inferiore quanto a robustezza: non è fatto de fero, ma è AF (seppur su queste luminosità e con le caratteristiche del progetto non è che sia sempre un vantaggio :P ).

 

Io poi noto che i pareri, prima tutti perplessi e contrari (soprattutto per il prezzo) stanno lentamente trovando i meriti del progetto: non so quanti abbiano utilizzato il vero NOCT, ma posso assicurare che se da f/1,2 a f/1,8 è meglio del 50mm f/1,2 (parlo della mera nitidezza) da f/2 in poi sfido tutti a vedere le differenze tra i due progetti (ci sono ma stanno in raffinatezze tali da sfuggire ad un esame che non vi sia dedicato). Questo per dire che se il nuovo AFS è diverso dal NOCT ? sì lo è, ma ne è un emule, mentre non è assolutamente un emule dello Zeiss OTUS 55mm f/1,4 cosa che forse invece molti desideravano e basandosi su questo desiderio (dinitidezza) giudicano il 58 AFS.

 

L'OTUS a mio avviso è di una nuova categoria, pronta per i sensori da 36MP in su che (forse) vedremo in futuro ... oggi se restate in casa Nikon il più nitido dei 50mm Nikkor secondo me è il 50 f/1,8 (ok, la resa del 50 f/1,4 è generalmente migliore) mentre quello più simile al NOCT è il nuovo 58 AFS. Un OTUS Nikon non l'ha ancora fatto e comunque Zeiss e Leica, almeno sui fissi, si muovono su livelli mediamente superiori all'offerta Nikon (tranne alcune notevoli eccezioni).

 

Nikon è in una fase controversa del suo modo di produrre vetri, su questo non ci piove, ma a me più che la contraddizione, il riproporre l'eccellenza passata, il contestare il prodotto attuale interessa di più trovare il meglio esistente e capire come potrebbe essere anche migliorato al di là delle supposizioni e malcontenti. Io ho provato i famosi vetri f/1,2 Canon, ma per ora trovo più magico il 50mm f/1,2 Nikon Ais: forse è anche una questione di gusti e su questi è davvero difficile accontentare tutti ... lo sfocato non è come la nitidezza: varia ed è fatto di aberrazioni, non della loro assenza, e quindi non è 'misurabile'.

 

Una cosa l'ho capita per ora: il nuovo 58mm, ma anche il NOCT, non può sostituire la resa del mio 50mm f/1,2 Ais per cui, mannaggia :P , dovrò aggiungere (se mai potrò) gli altri strumenti esistenti per avere, con ognuno di essi, risultati diversi. Vorrei averli tutti, chiaro è un mio 'pallino', ma senz'altro posso operarmi per capire la resa di ognuno e al di là delle loro 'fattezze' fisiche: la luce passa per i vetri, a me interessano quelli, non il loro 'corpo' esterno ... anche se conta e per alcuni molto.

 

Ciao,

Adri.

Foto
Mauro Maratta
dic 02 2013 11:37
Ma per 170 euro io (non) posso accettare che il filetto anteriore del 50/1.8G vada a ramengo (e anche il resto del corpo) dopo poco uso (e non abuso) mentre il mio 50/1.4 non AI é ancora tale e quale al 1972. Non riesco proprio a pensarlo per i 1890 euro che al momento vogliono per il nuovo 58/1.4 quando per di più si devono leggere studi comparati tutte le notti per capirne ... il carattere.

Per gli stessi soldi (cavoli contro ananas) c'é più sostanza in un 135/2 Zeiss, che si trova anche usato ...

Con un Canon 1.2 si può anche stendere la pasta sfoglia, lavato continua a fare il suo dovere.

Con uno di questi contenitori in plastica di vetri da luce (come dici tu) ?

Comunque il Noct-Nikkor é una leggenda. Il nuovo 58/1.4 non sarà mai più di un sussurro.
Tanto che i prezzi del Noct-Nikkor sono schizzati verso l'alto negli ultimi tre mesi :)
Foto
Adriano Max
dic 02 2013 12:24

[...]
Tanto che i prezzi del Noct-Nikkor sono schizzati verso l'alto negli ultimi tre mesi :)

 

Non credo che fosse negli intenti di Nikon bissare gli sforzi a suo tempo profusi per il NOCT: quello, allora, era l'equivalente dell'OTUS oggi. Ma gli Zeiss non focheggiano in AF su Nikon e qui siamo su Nikonland: sono il primo a dire che Zeiss e Leica producono e hanno prodotto vetri mediamente migliori di 1 punto sulla scala MTF e spesso inarrivabili se prendiamo altre caratteristiche, ma Nikon produce ancora anche un 135mm f/2 AFD DC (targato 1990) che fino alla D3s e D3X rimane un riferimento: il 135mm f/2 Apo Sonnar è un nuovo progetto Zeiss (targato 2013), 23 anni di differenza ... Nikon è lenta e arranca ? Ok, lo sappiamo che Nikon non si stia producendo in rinnovi eclatanti, ma vorrei fosse chiaro che le tue ricerche ti stanno portando su territori di eccellenza che esigono un cambio di attrezzatura che implica anche un reset sui costi/prezzi se stiamo sul mercato attuale. Sei troppo avanti :P : un Nikonista come te ai tempi della pellicola avrebbe anche un corpo Leica R e uno Contax o Yashica su cui montare alcuni, specifici vetri !

 

L'innesto filtri sui Nikkor è invece in effetti inaccettabile sia in plastica, specie sui prodotti di punta: NIKON, PER FAVORE, METTI UN FILETTO INNESTO FILTRI DI ACCIAIO A TUTTE LE OTTICHE.

 

Grazie,

Adri.

Mi pare opportuno proseguire su questo medesimo topic per non creare doppioni.

Inizialmente avevo l'idea di fare un test di raffronto tra il Noct e il nuovo 58mm f/1.4 AFS grazie alla collaborazione del mio vicino di casa Orazio che pure mi ha dato la possibilità di fare diverse prove su corpi macchina come la DF o la D800E. Se tale test fosse andato a fine avrei aperto un nuovo argomento specifico ma esaminando poi le immagini e preparando i files per la pubblicazione mi son reso conto che era di una noia mortale in considerazione anche del fatto che nelle condizioni in cui abbiamo scattato non sono emerse differenze tali da far gridare al miracolo o allo scandalo.

L'unica maniera per poter parlare e paragonare i due obiettivi è mettersi la macchina al collo e uscire di notte, cosa che io ho fatto ma purtroppo non Orazio e quindi il test rimane a mezzo o quantomeno rinviato. :)

 

Posto solo qualcosa giusto per dare un'idea e in seguito spiegherò come sono arrivato al Noct, inserendo le foto street che sono le più interessanti senza dubbio.

 

L'esemplare di seguito ritratto è la versione AIS a 9 lamelle, uno degli ultimi prodotti.

 

Ecco qui i due oggetti:

 

Immagine Allegata: _DSC5567.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5568.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5569.jpg

 

Sulla costruzione mi pare si sia già detto tutto. Non si può fare un paragone perché il Noct rappresenta l'apice di una produzione che mai più ci sarà. Ed infatti è diventato una leggenda dal prezzo proibitivo. L'altro risponde ad un concetto costruttivo moderno: è dotato di autofocus (e vi pare poco?) e le solite plastiche, benché contestate dai più, secondo me sono molto robuste e credo che reggeranno nel tempo meglio di quanto si creda.

Le lenti sono di dimensione superiore nel Noct ma ovviamente a causa della maggiore apertura: come già si è detto e letto, probabilmente sulla baionetta dell'AFS nuovo non ci sarebbe stato lo spazio per mettere i contatti autofocus.

Nelle more, ecco qualche scatto delle prove fatte con macchina su cavalletto, messa a fuoco manuale in live view, ISO 500 per tutti i corpi utilizzati.

 

Questo, il soggetto a frame intero:

 

Immagine Allegata: D31,4.jpg

 

E crop al 100% con D3 e Noct a f/1,2:

Immagine Allegata: D31,2NOCcrop100.jpg

 

Crop 100% del 58mm AFS, f/1,4 sempre su D3:

Immagine Allegata: D31,4crop100.jpg

 

Mi son già venuti a noia...... Vabbè, metto due scatti sempre a tutta apertura ma su D800E. Ovvio che il crop al 100% in questo caso è ben più impegnativo:

 

D800E, Noct, f/1,2, crop 100%

Immagine Allegata: D800E1,2NOCcrop100.jpg

 

D800E, 58mm AFS, f/1,4, crop 100%

Immagine Allegata: D800E1,4crop100.jpg

 

Possibile che questo secondo scatto su D800E con il 58mm AFS non abbia una messa a fuoco perfetta rispetto a quello con il Noct.

Comunque non mi pare di rilevare cose eclatanti, sono entrambi sufficientemente nitidi al centro.

L'unica cosa che non mi è chiara è perché nel crop della D800E sembra che la PDC sia minore rispetto agli scatti con la D3, ossia le orecchie della scimmietta sono più sfocate o è un'impressione? Certo, il crop 100% della D800E è impietoso: forse per fare le cose per bene andrebbe fatto un ricampionamento comunque temevo che il vecchio Noct patisse di più il sensorone esigente della D800E.

 

Gli scatti con la DF li ometto del tutto tanto la musica è più o meno quella. :a227:

Ma come sono arrivato al Noct? Il mio corredo ha visto una radicale riorganizzazione con eliminazione di alcuni pur pregiati pezzi che tuttavia venivano utilizzati troppo poco. Non avevo quindi certo in animo di mettere un altro obiettivo in borsa e men che meno il Noct che a mio avviso (e lo confermo adesso) ha raggiunto quotazioni che sono del tutto al di fuori delle reali prestazioni ottiche. Ma io, non faccio fatica ad ammetterlo, sono un bieco affarista più che un vero appassionato di fotografia e quasi mai compro una cosa se non sono certo di poterla rivendere almeno al prezzo a cui l'ho pagata (vale per tutti i miei obiettivi, tranne i corpi macchina che inevitabilmente subiscono una svalutazione che non è possibile evitare). Per il Noct è andata così: un'inserzione lampo, un prezzo assolutamente interessante (è uno degli ultimi  modelli costruiti in versione AIS a nove lamelle - quindi tra quelli con le quotazioni più elevate, in condizioni perfette), qualche soldo sempre pronto per questi "affari spot" e nel giro di poche ore era nella mia borsa. :)

A dirla tutta prima lo avevo proposto ad un amico che certamente lo avrebbe saputo valorizzare al meglio ma gentilmente ha declinato e quindi me lo son tenuto.

 

Arrivando a cose più concrete come contributi pratici al topic, ecco qualche scatto su D3, tra f/1,2 e f/1,4, ISO intorno ai 1.600 o giù di lì, D3.

 

Sicuramente lo sfondo dal Piazzale Michelangelo è ruffiano ma anche l'obiettivo ci mette del suo. ;)

 

Immagine Allegata: _DSC5606.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5619.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5630.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5645.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5402.jpg

 

Il problema del noct, come dice il nome stesso, è che il suo regno è la notte. E io la notte dormo. Quindi, tra un po', ci sarà un Noct in vendita. :post-515-1140593913:

A f/11, lunga esposizione da 5 secondi

 

Immagine Allegata: _DSC5419.jpg

 

E un paio delle mie solite frasche, giusto per lo sfocato:

 

Immagine Allegata: _DSC5339.jpg

 

Immagine Allegata: _DSC5443.jpg

 

Fuori dalla selva

 

Immagine Allegata: _DSC5458.jpg

 

 

 

 

Il problema del noct, come dice il nome stesso, è che il suo regno è la notte. E io la notte dormo. Quindi, tra un po', ci sarà un Noct in vendita. :post-515-1140593913:

 

Il problema mio invece è che la notte ci scatto (e se non è notte è sicuramente al chiuso..), ma il Noct non è AF e il 58mm f/1.4 costa troppo per quel che vale (almeno per adesso).

Morale sto utilizzando un 50mm f/1.4 AFD, che svolge in modo accettabile il suo lavoro ma che essendo anche l'unica lente che ho... insomma, ho deciso di tenere una sola lente e vorrei fosse anche di indubbia qualità in condizioni critiche.

 

Ad ogni modo ti ringrazio per i confronti fatti e attendo le foto dell'uso pratico in notturna, quello che realmente mi interessa.

SlowPrint

0 user(s) are online (in the past 15 minutes)

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi